La Scienza delle presentazioni efficaci

I nostri cervelli sono cablati per specifici tipi di contenuto.

Immagini

il 90% delle informazioni che assimiliamo ci raggiungono attraverso i nostri occhi.1

Storie

Le storie sono facilmente riconoscibili, ecco perchè compongono circa i 2/3 delle nostre conversazioni giornaliere.2

Interazioni

Le conversazioni aiutano a "sincronizzare" i nostri cervelli in un processo chiamato accoppiamento neurale.3

Come può tutto questo aiutarti a creare presentazioni più coinvolgenti, persuasive e memorabili?

Sii più coinvolgente

Nell'era degli smartphone e del wi-fi onnipresente, i presentatori devono combattere più che mai per ottenere e mantenere l'attenzione del loro pubblico.

Le immagini sono più coinvolgenti—e funzionano più velocemente—delle parole.

Bastano solo 1/4 secondi al cervello umano per processare e attribuire significato ad un simbolo.4

A confronto, sono necessari in media 6 secondi per leggere 20-25 parole.

Come può tutto questo influire sulle tue presentazioni?

Non possiamo leggere ed ascoltare in simultanea.

"Quando le persone pensano di essere multitasking, in realtà stanno solo saltando da un compito all'altro molto rapidamente."5

Earl Miller, Neuroscienziato presso MIT

Ascoltiamo le statistiche. Percepiamo le storie.

Gli studi dimostrano che le metafore e le parole descrittive attivano le nostre corteccie sensoriali*, coinvolgendo i nostri cervelli più completamente.6,7

*Questo è più facile da ottenere quando non si è focalizzati sulla lettura delle slide.

Un fatto veloce

Il 70% degli esperti di marketing afferma che il contenuto interattivo è molto efficace nel coinvolgere il pubblico.8 Prova alcune semplici interazioni durante la tua prossima presentazione e verifica tu stesso.

Crea presentazioni più coinvolgenti. Il nostro e-book gratuito ti spiega come.

Scarica l'e-book.

Sii più convincente

Gli studi confermano il potere persuasivo delle storie. Le persone sono più inclini a relazionarsi e reagire al tuo messaggio quando le coinvolgi a livello umano.

Creare una connessione emotiva può avere un grande impatto.

Per esempio, quale delle due è più coinvolgente?

I genitori della piccola Rokia sono stati uccisi durante la guerra e ora vive disperata nella fame e nella povertà. Daresti per favore un piccolo aiuto per permettere a Rokia di mangiare stasera?

L'influenza dello storytelling

Uno studio della Wharton Business School ha scoperto che le persone donano il doppio quando vengono presentate loro storie con cui si relazionano, anzichè semplici statistiche.9

In Africa, la siccità ha provocato una situazione di fame diffusa per oltre 3 milioni di bambini. Daresti per favore un piccolo aiuto per evitare la carenza di cibo?

SUGGERIMENTO: Combinare le storie con le tue statistiche rende la tua presentazione riconoscibile e credibile.

Quali sono gli altri metodi per rendere le tue presentazioni più persuasive?

Vedere per credere.

Le presentazioni che usano aiuti visivi sono 43% più persuasive di quelle senza.10

"Coinvolgimi!"

Le 2 migliori abitudini dei venditori di successo, secondo i loro clienti:11

1. Mi istruiscono con nuove idee o prospettive.

2. Mi fanno sentire come se stessimo collaborando.

Spazio suggerimenti

Facendo sentire il tuo pubblico come se stesse lavorando insieme a te per uno scopo comune, puoi costruire fiducia e un buon rapporto.

Crea presentazioni più convincenti. Il nostro e-book gratuito ti spiega come.

Scarica l'e-book.

Sii più memorabile

Neuroscienziati e psicologi sanno da anni che il modo di consegnare un messaggio può facilitare il suo ricordo.

Tendiamo a ricordare le cose in termini di relazioni spaziali.

Per esempio, pensa a cosa c'è nella tua cucina.

Probabilmente ti sei mentalmente "guardato" intorno nella cucina di casa tua e ha richiamato dove sono posizionati gli oggetti in rapporto l'uno all'altro, invece di creare a mente un elenco puntato di oggetti.

Usando le relazioni spaziali

Il campione di memoria Nelson Dellis ricorda liste complesse immaginando i vari elementi in spazi diversi dentro la sua casa. Sii creativo!

Il cervello funziona meglio per immagini. La gran parte delle informazioni che incontriamo ogni giorno è astratta. Se associate ad un'immagine, è più facile per il cervello focalizzarle."12

Nelson Dellis, Campione di Memoria

Quali altre tecniche puoi usare per essere più memorabile?

L'effetto di superiorità delle immagini

Le idee presentate graficamente sono più facili da capire e da ricordare rispetto a quelle presentate con le parole.13

Interazioni memorabili

Il doppio dei clienti dichiarano che il contenuto interattivo è più facile da memorizzare di quello statico.14

Vuoi saperne di più? Scarica il nostro e-book gratuito sulla scienza delle grandi presentazioni.

Mettere in azione la scienza

Crea presentazioni più coinvolgenti, convincenti e facili da ricordare con Prezi, il software costruito attorno alla neuroscienza.

Per i privati

Per i singoli utenti come per i professionisti e per gli studenti che vogliono distinguersi

Vai a Prezi

Per i team di lavoro

Strumenti di creazione, presentazione e di analisi dei dati per i team vendite e marketing

Vai a Prezi Business

Fonti

  1. Hyerle, D. (2009). Thinking Maps: Visual Tools for Activating Habits of Mind. In Costa, A. L. & Kallick, B.(Eds) Learning and Leading with Habits of Mind: 16 Essential Characteristics for Success (pp. 153). Retrieved from: http://www.thinkingfoundation.org/david/books/habits_of_mind.pdf
  2. Hsu, J. (2008). The Secrets of Storytelling: Why We Love a Good Yarn. Scientific American. Retrieved from: http://www.scientificamerican.com/article/the-secrets-of-storytelling/
  3. Stephens, G. J., Silbert, L. J. & Hasson, U. (2010). Speaker-listener neural coupling underlies successful communication. PNAS. 107, 32. 14425-14430. Retrieved from: http://www.pnas.org/content/107/32/14425
  4. Thorpe, S., Fize, D. & Marlot, C. (1996). Speed of processing in the human visual system, Nature, Vol 381.
  5. Levitin, D. J. (2015). Why the modern world is bad for your brain. Retrieved from: https://www.theguardian.com/science/2015/jan/18/modern-world-bad-for-brain-daniel-j-levitin-organized-mind-information-overload
  6. Lacey, S., Stilla, R., & Sathian, K. (2012). Metaphorically Feeling: Comprehending Textural Metaphors Activates Sensory Cortex. Brain and Language. 120, 3. 416–421. http://doi.org/10.1016/j.bandl.2011.12.016
  7. González, J., Barros-Loscertales, A., Pulvermüller, F., Meseguer, V., Sanjuán, A., Belloch, V. & Avila, C. (2006). Reading cinnamon activates olfactory brain regions. NeuroImage. 32, 2. 906-912. http://doi.org/10.1016/j.neuroimage.2006.03.037
  8. Interactive Content Across the Buyer’s Journey. ION Interactive. Retrieved from: http://apps.ioninteractive.com/site/interactive/content-across-buyers-journey
  9. Small, D. A., & Loewenstein, G. (2006). Sympathy and callousness: The impact of deliberative thought on donations to identifiable and statistical victims. Elsevier. 102, 2. 143-153.
  10. Vogel, D. R., Dickson, G. W. & Lehman, J. A. (1986). Persuasion and the Role of Visual Presentation Support: The UM/3M Study.
  11. Schultz, M. & Doerr, J. What sales winners do differently. RAIN Group. Retrieved from: http://www.rainsalestraining.com/?LinkServID=059C80D7-DDD7-3C91-A466DE06DB398F0B
  12. Rubin, J. (2013). The Jeff Rubin Jeff Rubin Show: USA Memory Champion Nelson Dellis. Retrieved from: http://splitsider.com/2013/07/the-jeff-rubin-jeff-rubin-show-usa-memory-champion-nelson-dellis
  13. Kliegl, R., Smith, J., Heckhausen, J. & Baltes, P.B. (1987). Mnemonic Training for the Acquisition of Skilled Digit Memory. Cognition and Instruction. 4, 4. 203-223.
  14. IAB Tablet Ad Format Study (2012). Internet Advertising Bureau UK. Retrieved from: http://www.iabuk.net/research/library/tablet-ad-format-study