Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Come automatizzare un catalogo InDesign

Come automatizzare un catalogo InDesign utilizzando Excel e le funzionalità del software.
by

Andrea Pini

on 15 November 2012

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Come automatizzare un catalogo InDesign

COME AUTOMATIZZARE
UN CATALOGO,
COMPLETO DI PREZZI
DIVISI PER SCALE Il singolo modulo comprende:
descrizione breve,
codice,
immagine,
logo del fornitore (quando esiste),
indicazione di “nuovo prodotto” (se si tratta di un nuovo prodotto),
indicazione di “MADE IN” (quando si ritiene opportuno indicarlo),
descrizione estesa,
3 differenti scale di Q.tà,
3 differenti scale di prezzo relative alla Q.tà. COME ORGANIZZARE IL DB Creare queste colonne all'interno di un file Excel:
contatore,
descrizione breve,
*immagine,
*colonna logo (se il riferimento non esiste o non va indicato si punta ad un file trasparente),
*colonna nuovo prodotto (se il riferimento non esiste o non va indicato si punta ad un file trasparente),
*colonna “MADE IN” (se il riferimento non esiste o non va indicato si punta ad un file trasparente),
descrizione estesa (da disporre su un’unica riga),
riferimento alla pagina relativa sul catalogo di linea;
3 scale,
3 prezzi. *in questi casi il label è preceduto dal simbolo “@” che identifica il link ad un’immagine. COME FORMATTARE LA DESCRIZIONE ESTESA Questo che segue è il risultato identificato come ideale per tutte le descrizioni estese: Frase di introduzione:
dettaglio 1;
dettaglio 2;
dettaglio 3. Per ottenere questo risultato la “descrizione estesa”deve essere sviluppata su un’unica riga.
Gli a capo saranno successivi al “:” e al “;”.
Per fare questo è sufficiente un search and replace.
Cerca “:” e sostituiscilo con “:#”,Cerca “;” e sostituiscilo con “;#”.
Quella che segue è una descrizione estesa formattata nel modo corretto. Pippo è un cartone animato:# at vero eos et accusamus et iusto;# officia deserunt mollitia animi;# quidem rerum facilis est et expedita distinctio. Esportiamo il file in formato Testo con tabulazione (solo le colonne che ci interessano). Importiamo la sorgente di dati in InDesign. Con una procedura tipica di InDesign si possono associare i settori del singolo modulo ad una serie di record. Cliccando su anteprima possiamo popolare il singolo modulo. Clicchiamo su “Crea documento unione”. Definiamo i parametri del nostro file:
record multipli, margini e adatta immagini. InDesign
crea un nuovo file (completamente editabile). Utilizziamo le funzioni Search an replace di InDesign per riorganizzare la descrizione estesa.
Trova “#[spazio]”e sostituisci con “a capo”. Aggiungiamo
manualmente eventuali stili di paragrafo. Clicchiamo su “Crea documento unione”. Qualcosa del genere Questa è la struttura della singola pagina, disposta su due colonne e quattro righe. Questo è il singolo modulo. Da popolare automaticamente con i record del DB. Ora possiamo creare il .pdf - Fatto.
Full transcript