Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

La matematica con SCRATCH

No description
by

MARIOLINA D'ELIA

on 5 June 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La matematica con SCRATCH

Interessanti esercizi adatti alla scuola secondaria di primo grado.
http://www.giordanicaserta.it/frapec/scratch/

Un possibile codice per risolvere questo problema
Lezione disciplinare di matematica con Scratch
Ecco un esempio per imparare le frazioni!
https://scratch.mit.edu/projects/64233550/
Non dimenticate che sul sito di Scratch la funzione esplora permette di cercare
e riutilizzare
interessanti progetti
La mancanza di donne nei settori informatici è un problema ben documentato:
in Italia solo il 23% degli iscritti alla facoltà di Ingegneria è donna.
Percentuale che sale al 38% fra gli studenti delle facoltà scientifiche in generale.
(Per approfondire qui un estratto da:
Rosti L., 2006,
“La segregazione occupazionale in Italia“).


Ma cosa centra il coding e il pensiero computazionale
con la parità di genere?
La risposta è semplice
e basta osservare
i numeri...
Programmino che calcola le potenze
Con questi strumenti di gamification
la matematica non fa più paura,
è cool ed è inclusiva!
La lunga lotta delle donne per la parità
La didattica con SCRATCH
Cosa possiamo fare per avvicinare le ragazze al coding e per permettere loro di essere autonome nel seguire i propri interessi anche se essi vengono generalmente considerati come materie e argomenti più prettamente maschili?
Innanzitutto dobbiamo farci
ambasciatrici di un’uguaglianza di genere
avendo consapevolezza delle barriere sociali e culturali che ci circondano.
Cominciare fin da piccoli
. In un precedente articolo dal titolo “Coding alla materna? Yes we can!” ho parlato di come sia possibile introdurre anche i bambini più piccoli nelle logiche del pensiero computazionale. Esistono molte attività unplugged (qui una lista) tra cui scegliere.
http://www.scuolaetecnologia.it/2015/12/22/francesca-lazzari/compiti-per-le-vacanze-si-ma-computazionali/

Mostrare modelli vincenti.
A
d esempio la simpaticissima, intelligente, energica, coinvolgente e bella (bellezza che diviene una delle tante qualità e non l’unica!) Samantha Cristoforetti, ingegnere, aviatrice, astronauta militare italiana e prima donna italiana negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea, forse inzieranno a voler sostituire la carta della bellezza con altre qualità.
Incoraggiare la nostra/vostra scuola ad insegnare il coding
. Non vuol pertanto dire prevedere un momento avulso dalle classiche discipline, ma vuol dire integrare il coding in esse (e non tra di esse!!).
Tutta la didattica può essere trasformata grazie all’utilizzo del pensiero computazionale,
poiché esso è un processo mentale
per la risoluzione di problemi costituito dalla combinazione
di metodi caratteristici e di strumenti intellettuali,
entrambi di valore generale!
Full transcript