Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

WORKSONGS BOLZAN

Matteo Bolzan
by

terza c

on 23 June 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of WORKSONGS BOLZAN

E' un canto malinconico che descrive l' emarginazione dei neri americani. In questo contesto nasce il Blues, da un termine americano che significa " malinconia " è un canto solistico, in stile responsoriale con accompagnamento strumentale, un canto che ha un testo formato da due brevi frasi, nato verso la seconda metà dell'Ottocento.
BLUES
Nel 1929 il crollo della borsa di Wall Street a New York porta una grande crisi economica che si riflette anche sulla musica jazz: falliscono molte case discografiche, si sciolgono le band e alcuni musicisti emigrano in Europa.In questi anni si sviluppa nelle città il Gospel Song o canto del vangelo, che racconta in chiave religiosa le condizioni di emarginazione sociale dei neri americani. Si distingue dal canto degli schiavi per le brevi frasi ritmiche.
GOSPEL
FATTO DA ...
WORKSONGS
JAZZ
MATTEO
BOLZAN
La musica Jazz è la raccolta di quattro elementi importanti worksongs, spirituals, blues, ragtime. Il termine "Jazz" compare per la prima volta nel 1913. Alla fine dell'Ottocento, a New Orleans, giungono molti ex schiavi e si sviluppano le prime forme di Jazz. Recuperano molti strumenti militari abbandonati dai soldati; essi formarono le "Brass Band" erano composte da: cornetta, poi tromba, trombone e clarinetto, il terzetto che esegue le melodie, banjo e bassotuba per la base. I musicisti jazz sono in maggioranza ex schiavi analfabeti quindi suonano "ad orecchio", improvvisando la propria parte. L'improvvisazione diventa così una delle caratteristiche fondamentali del jazz.
Per alleviare almeno in parte la fatica del lavoro nelle piantagioni, gli schiavi ritmano con la voce i loro movimenti, I WORKSONGS, i "canti di lavoro". Il worksong è il canto corale, senza accompagnamento di strumenti, basato su una melodia ripetitiva e sulla contrapposizione fra solista e coro.
Verso la fine del Settecento nasce lo Spiritual, un canto di argomento religioso, in stile responsabile, che unisce elementi africani con altri della musica protestante europea. A causa del comune argomento religioso, lo spiritual viene accostato al gospel-song, o canto del vangelo. Racconta le gravi condizioni di emarginazione sociale; si svilupppa negli anni trenta.
SPIRITUALS
Negli Stati Uniti, verso la fine dell'Ottocento, si sviluppa il Ragtime, una composizione strumentale solitamente per pianoforte, dal carattere allegro e spensierato con ritmo regolare e ripetitivo. Il Ragtime, letteralmente "tempo stracciato", è una musica colta d'autore scritta e non improvvisata.
RAGTIME
LA STORIA DEL JAZZ


GLI ANNI VENTI
Con l'arrivo nel Nord di molti musicisti di colore, il jazz si diffonde oltre i confini culturali e geografici in cui è nato. Louis Armstron con la sua tromba e un "timbro"di voce inconfondibile segna il tramonto delle improvvisazioni collettive e l'orientarsi delle band attorno a un grande solista.
Matteo Bolzan A.S. 2015/16 U.FOSCOLO
Full transcript