Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La leggenda

No description
by

carmen pisano

on 16 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La leggenda

mito storia favola fiaba leggenda
Colleghiamo gli esatti significati ai termini
Con la parola leggenda
un tempo si voleva indicare il racconto della vita di un santo e soprattutto il racconto dei suoi miracoli
oggi indica qualsiasi racconto che presenti elementi reali, ma trasformati dalla fantasia
La leggenda
Cos'è la leggenda
La
leggenda
è un tipo di
racconto
molto antico, come il mito e la fiaba, e fa parte del patrimonio culturale di tutti i popoli, appartiene alla tradizione orale e nella narrazione mescola il reale al meraviglioso.

La parola "leggenda" deriva dal latino legenda che significa "da leggersi", "cose che sono degne di essere lette"
una spiegazione ingenua che i popoli primitivi cercavano di dare ai fatti naturali e umani

narrazione, fondata sui documenti, di ciò che è realmente accaduto
un fatto in parte storico, in parte abbellito con circostanze di fantasia
un racconto fantastico, con fate, maghi, streghe e altri esseri del tutto irreali
un racconto in cui agiscono quasi sempre animali, che spesso impersonano vizi e virù
TRAMANDATO
per celebrare fatti o personaggi fondamentali per la storia di un popolo
oppure per spiegare qualche caratteristica dell'ambiente naturale e per dare risposta a dei perchè
La leggenda somiglia molto al MITO, ma mentre
il
mito
t
ende più che altro a fornire spiegazioni di fenomeni naturali o di altro genere,
la
leggenda
serve soprattutto ad esaltare luoghi, fatti, culture o pensieri religiosi
Una diceria o una credenza popolare possono dar vita a un racconto leggendario, in cui le azioni dell'uomo sono ingigantite: le penitenze dei santi, il coraggio dei valorosi vengono esagerati e arricchiti di particolari

Le leggende spesso nascono perchè l'uomo semplice cerca di dare spiegazioni con la sua fantasia all'origine di certi eventi o fenomeni naturali con l'intervento spesso di forze soprannaturali o demoniache:
qualunque CITTA', FIUME, SORGENTE, MONTE, CASTELLO può essere legato a una leggenda
Come nasce una leggenda?
i personaggi (siano essi animali, persone potenti o umili, religiosi, fanciulle) sono ritrati nelle loro caratteristiche fisiche e psicologiche
il contenuto racconta la vita, le prodezze, i sacrifici, i miracoli, ma anche i sentimenti
gli avvenimenti possono essere realmente accaduti, anche se l'azione è spesso collegata in un tempo lontano e indeterminato
i luoghi geografici sono descritti nei particolari e sono facilmente individuabili
il finale è spesso ironico o tragico e drammatico
lo scopo è quello di dare una spiegazione
La struttura
Il lessico è semplice, i termini sono quelli della lingua quotidiana, ma l'aggettivazione è abbondante, le descrizioni particolareggiate, le immagini colorite.
I verbi che esprimono azione sono numerosi, per imprimere al racconto un ritmo avvincente.
Le frasi sono in genere abbastanza lineari e semplici

Il linguaggio
Non tutte queste caratteristiche vivono contemporaneamente nella leggenda.
Leggiamo insieme: Le tartarughe
Al tempo delle tartarughe senza guscio, una tartaruga andò al mercato, comprò lattuga fresca e pomodori maturi. Quindi tornò a casa. Era una bella giornata di sole e lungo la strada senti il profumo dei nasturzi in fiore. Si fermò , osservò il volo rapido delle api. Colse da un cespuglio una fragolina di bosco. Piano piano, guardò , annusò , osservò . Camminava lenta, perché a ogni passo era attratta da uno spettacolo nuovo. Cosi venne sera e poi notte. E vennero anche le stelle. E alla tartaruga piacquero così tanto che restò lì col naso all'insù a mirarle e rimirarle, finché non si addormentò . Allora sognò di essere la prima tartaruga della storia a salire sulla luna. Alla mattina quando si svegliò , fece colazione con l'insalata e si incamminò di nuovo verso casa. Ma a metà strada c'era un campo di girasoli. Che panorama meraviglioso! La tartaruga restò incantata e si mise a imitare i movimenti delle corólle. Così: girava lentamente la testa come un girasole che segue il sole. E gira e rigira venne sera e poi notte. Ma quella volta le stelle non vennero. Al loro posto spuntarono nel cielo i nuvoloni neri. E soffiò il vento della luna di traverso, e scoppiò una bufera. La tartaruga si inzuppò così tanto che sembrava una tartaruga in brodo. Ah, se avessi avuto la mia casa per ripararmi! Non mi sarei certo conciata in questo modo! - esclamò . E appena spuntò il sole corse subito a casa a passi svelti, con la testa china, senza guardare né di qua, né di là. E quando finalmente arrivò , prese il guscio robusto dove abitava, se lo mise sulle spalle e sorrise come può sorridere una tartaruga, con la bocca sdentata bene in evidenza.
- Da oggi - disse - andrò sempre in giro con la mia casa. Perché non mi piacciono i temporali e neppure le corse veloci dei conigli. E da allora fa proprio così, perché la tartaruga vuole essere libera di andare lentamente dove le pare e piace.
COMPLETA LA TABELLA
FATTO REALE
Le tartarughe hanno il guscio
Spiegazione fantastica
Secondo te si tratta di un mito o di una leggenda?
Full transcript