Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Africa

Federica, Chiara, Moreno, Marco, Arif
by

Federica Malagoli

on 23 May 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Africa

Continente
africano

Realizzato da:
Chiara Davoli
Federica Malagoli
Moreno Legnani
Marco De Cesare
Arif Hossain
Il continente africano confina con il Mar Mediterraneo, l'Oceano indiano, il Mar Rosso.
Il territorio
L'Africa non è un continente uniforme e pianeggiante, ma è composto da vari altopiani con diverse altitudini che terminano in prossimità delle coste.
I rilievi
A nord-ovest, in prossimità della costa atlantica, si trova la catena dell'Atlante.
Nella fascia desertica del Sahara si innalzano i monti dell'Ahaggar (2908mt.) e del Tibesti (3415mt.).
A ovest, nella zona del Golfo di Guinea, sorge il Monte Camerun (4100mt.).
Nell'estremità meridionale si innalzano i Monti dei Draghi.
A est sono presenti le
maggiori vette del continente tra cui il Kilimangiaro (5895mt.), il Kenya (5199mt.) e il Ruwenzori.
I fiumi
I fiumi africani sono alimentati da piogge e sorgenti, quindi hanno origine nella fascia equatoriale, dove la piovosità è massima. Un esempio è il Nilo, considerato il fiume più lungo del mondo con i suoi 6671km.
Il Congo, secondo fiume al mondo per l'ampiezza del bacino e la portata, riceve acqua da centinaia di affluenti per poi buttarsi nell'Oceano Atlantico.
Altri fiumi importanti sono lo Zambesi, che sfocia nell'Oceano Indiano, e il Niger, che sfocia nel Golfo di Guinea e attraversa il Deserto del Sahara.
Alcuni fiumi non sono navigabili perchè sul loro corso si trovano della cascate come ad esempio le Cascate Vittoria che si trovano lungo lo Zambesi.
Climi e ambienti
L'Africa è caratterizzata principalmente da climi caldi in cui si possono distinguere quattro fasce climatiche.
Fascia centrale a clima equatoriale:
ha temperature molto elevate. In queste zone predomina la foresta pluviale quindi sono presenti piogge abbondanti durante l'anno.
Fasce a clima tropicale:
si estendono a nord e a sud e sono caratterizzate datemperature elevate e piogge stagionali. In queste zone sono presenti savane e praterie.
Fascia delle regioni aride:
in queste zone la temperatura è altissima e l'escursione termica annuale e giornaliera è notevole; questa fascia climatica è composta da deserti come quello del Sahara, del Kalahari e del Namib.
Clima mediterraneo:
prevale alle estremità nord e sud del continente. Queste aree sono mitigate dal mare e comprendono la macchia mediterranea.
Popoli e culture
La distribuzione della popolazione del territorio è molto irregolare e la densità è piuttosto bassa.
Il movimento e gli incroci dei popoli hanno generato un complesso etnico-linguistico, soprattutto lungo il Nilo e nella Costa Mediterranea.
Nella parte nord dell'Africa due fattori culturali fondamentali accomunano le nazioni che si affacciano sulla costa mediterranea: la regione musulmana e la lingua araba.
In prossimità del deserto del Sahara si trovano popoli nomadi, suddivisi in piccoli villaggi.
L'Africa equatoriale, nota anche come Africa nera è abitata in maggioranza da gente di pelle scura che presenta un'incredibile varietà etnica e culturale.
Le regioni
La regione mediterranea e sahariana comprende le regioni centro-settentrionali dell'Africa. Queste terre si affacciano a nord sul mediterraneo mentre a sud si estendono fino alla fascia equatoriale.
I paesi della regione mediterranea-sahariana
I paesi della regione mediterranea-sahariana sono:
Algeria
Burkina Faso
Ciad
Egitto
Libia
Mali
Marocco
Mauritania
Niger
Sudan
Tunisia
Colonialismo in Africa
Il colonialismo “riesplose” in Africa verso la metà dell'ottocento.
I motivi della sua nascita erano:
La mancanza delle materie prime
La ricerca di nuovi mercati
La crisi di sovrapproduzione (i lavoratori dovevano trovare altri luoghi di lavoro per via delle troppe persone in cerca di lavoro)
BURKINA FASO
La questione razzista consisteva nel fatto che i bianchi credevano di poter civilizzare l'Africa nera e volevano esportare la civiltà bianca.
Questo volere di conquista risvegliò negli scienziati e nei geografi il desiderio di conoscere le parti ancora inesplorate del globo.
Questione razzista:
Il Burkina Faso è una repubblica di 274 200 kmq. dell'Africa occidentale.
È assolutamente privo di sbocchi sul mare e confina a nord con il Mali, a est con il Niger, a sud-est con il Benin, a sud con Togo e Ghana e a sud ovest con la Costa d'Avorio.
Morfologia
L'altitudine media del Burkina Faso è di circa 400 m. Si tratta quindi di una regione relativamente piana, con poche eccezioni localizzate.

In alcune zone il territrio del Burkina Faso è mosso da poche colline.
Il sudovest è invece dominato da un massiccio di arenaria; qui si trova la più alta vetta del paese: il Ténakourou, (749 m. sul mare). I bordi del massiccio sono costituiti da ripide scarpate, con dislivelli fino a 150 m.
Tra il 1870 e il 1914 il colonialismo si trasformò in imperialismo (nuovo colonialismo), un'evoluzione che mirava allo sfruttamento economico dei paesi colonizzati.

L'imperialismo si concretizzò attraverso:
La conquista militare di vaste zone dell'Asia e dell'Africa allo scopo di occuparne il territorio e fondarvi un impero
La dominazione politica delle nuove colonie attraverso governatori e funzionari europei
Un nuovo tipo di sfruttamento economico che aveva lo sopo di trarre dalle colonie le materie prime ma anche di rivenderle dopo averle trasformate in prodotti lavorati.
I francesi iniziarono la colinizzazione della regione del Burkina Faso nel 1896. Il regno divenne un protettato (uno stato o un territorio controllato da uno stato più forte). Nel 1919, il Burkina Faso divenne una colonia indipendente con gli stessi confini che aveva prima dell'inizio della prima guerra mondiale.
Arenaria:
http://it.wikipedia.org/wiki/ Arenaria_(roccia)

Scarpata:
http://it.wikipedia.org/wiki/Scarpate
Per saperne di più...
L'11 dicembre 1958 il Burkina Faso diventò un membro della Comunità Franco-Africana.
Due anni dopo la Francia concesse l'indipendenza. Nel 1983 venne arrestato Thomas Sankara (il quinto presidente dell'Alto Volta). A seguito di ciò si scatenarono numerose rivolte e vennero attuate una serie di vaste riforme sociali.
Clima
Il clima del Burkina Faso è principalmente tropicale, con due stagioni distinte: la stagione delle piogge, da maggio-giugno a settembre, con precipitazioni comprese fra i 600 e i 900 mm; e la stagione secca, in cui soffia l'Harmattan, un vento secco e caldo proveniente dal Sahara.
Harmattan:
http://it.wikipedia.org/wiki/Harmattan
Sahara:
http://it.wikipedia.org/wiki/Sahara
Crisi di sovrapproduzione:
La crisi di sovrapproduzione che scoppiò nel 1873 consisteva nelle fabbriche che producevano più del dovuto e per questo si trovavano la maggior parte dei prodotti fabbricati invenduti.
Full transcript