Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Torquato Tasso

Mappa concettuale
by

Giulia Russo

on 11 November 2012

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Torquato Tasso

Torquato Tasso Torquato Tasso (1544-1595) nacque a Sorrento dal poeta cortigiano Bernardo e da Porzia de' Rossi. La sua vita fu tormentata ed errabonda e la sua sensibilità inquieta, introspettiva e malinconica. Entrò subito in contatto con le principali istituzioni del suo tempo (corte, chiesa, accademia) e rappresentò il modello dell'intellettuale laico, cortigiano. Come nella vita così nell'opera Tasso mostra di vivere tutto l'arco della crisi della civiltà rinascimentale tra il fascino dei valori terreni e l'ansia di adesione a quelli religiosi e controriformistici. Oltre al suo capolavoro, “la Gerusalemme liberata”, scrisse un cospicuo numero di “Rime”, una favola pastorale l'”Aminta”, una tragedia “il Re Torrismondo”, ma il suo genere resta l'epica: oltre alla “Gerusalemme liberata” , ne scrive infatti anche un rifacimento, la “Gerusalemme conquistata”.

Tasso poeta : La follia di Torquato Tasso deriva dalla situazione storico-culturale in cui egli vive (Manierismo). La personalità di questo autore è segnata dalla sua difficile situazione familiare. Il padre era autore discreto di poemi epico-cavallerischi e circolava in varie corti italiane, tra cui Ferrara. Dunque, il padre era molto assente; Torquato lo segue per un certo periodo, dopodichè lo abbandona. Dopo la morte della madre, egli mostra una personalità molto particolare. Per esempio si traveste da mendicante e annuncia alla sorella che egli è morto, per poi rivelarle la verità, dopo il suo svenimento. Poi, alla corte ferrarese, accoltella un servo , accusandolo di averlo spiato. Dunque, egli assume dei comportamenti fibici, Tasso sentì il continuo bisogno di essere guidato, ma critica le guide che non risultano essere all'altezza del loro incarico.In questo si nota la continua ricerca d'affetto dovuta probabilmete alla perdita della madre. La pazzia di Tasso Torquato Tasso può essere definito un cortigiano errabondo in quanto, nel corso della sua vita ha dovuto frequentemente spostarsi,frequentando numerose corti. Il "pellegrinaggio" di Tasso viene evidenziato anche nei seguenti video Tasso : un cortigiano errabondo Giulia Russo 4^BLN Un poeta,un pazzo,un cortigiano errabondo... Chi è ? Tasso fu il poeta della Controriforma, della transizione fra due mondi difficili da conciliare: nato nella prima metà del secolo (1544), quando ancora era vivo il Rinascimento, e trovatosi poi immerso nel clima contraddittorio della Controriforma. Tra le varie stesure di Tasso troviamo ad esempio "La Gerusalemme liberata".
Contrariamente ai poemi cavallereschi del Rinascimento, costruiti su racconti in gran parte leggendari e favolosi, il poema del Tasso ha uno sfondo storico, che è quello della prima crociata per la conquista del Santo Sepolcro di Cristo, .Nella Gerusalemme sono così abban­donati i temi frivoli, giocosi, ironici, di pura evasione fantastica, che avevano caratteriz­zato opere come ‘Orlando innamorato del Boiardo o l’Orlando furioso dell’Ariosto. Il poema è opera, tesa all’esaltazione di una grande impresa eroica e religiosa, cantata dal poeta per richiamare l’umanità dei credenti agli alti ideali di fede che l’avevano ispirata e resa possibile. In questo modo il poeta si adeguava agli ammonimenti che erano venuti alla cattolicità — dopo lo scisma luterano —dal concilio di Trento, conclusosi proprio in quegli anni (1563) con una rigorosa riaffermazione dei valori cristiani tradizionali della Chiesa di Roma.
Full transcript