Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

No description
by

Gabriella Nocita

on 25 January 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of LA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE
1914 - 1918
CAUSE MILITARI
La politica militarista delle grandi potenze
La corsa agli armamenti degli Stati europei industrializzati
CAUSE ECONOMICHE
Rivalità economica e relativa alle colonie fra la Gran Bretagna e la Germania
La necessità, da parte delle grandi potenze, di rifornirsi di materie prime e di garantirsi ampi mercati per favorire lo sviluppo industriale
POLITICHE
ECONOMICHE
MILITARI
CULTURALI
CAUSA OCCASIONALE
CAUSE POLITICHE
Desiderio di rivincita dei Francesi nei confronti dei tedeschi
Rivalità austro russa per il predominio nei balcani
Malcontento delle varie nazionalità all'interno dell'Impero austro-ungarico (Slavi e Italiani del Trentino e della Venezia Giulia)
La crisi dell'Impero ottomano, acuita dalle guerre balcaniche del 1912-13
Cause politiche
La presenza di due blocchi militari contrapposti :
Triplice Alleanza
tra Germania, Austria e Italia (1882)

Triplice Intesa
tra Gran Bretagna, Francia e Russia
CAUSE DELLA GUERRA
CAUSE CULTURALI
Il diffondersi dell'ideologia nazionalista
Le tesi razziste sulla necessità di salvaguardare l'identità nazionale
L'applicazione del darwinismo alle relazioni internazionali
Gli atteggiamenti favorevoli alla guerra diffusi tra i giovani
LA CAUSA OCCASIONALE
28 GIUGNO 1914: un nazionalista serbo,
Gavrilo Princip
, uccide a Sarajevo l'erede al trono d'Austria, l'arciduca
Francesco Ferdinando
e sua moglie.
23 LUGLIO: ultimatum alla Serbia

Clausole dell'ultimatum
Soppressione delle organizzazioni irredentistiche slave
Divieto di ogni forma di propaganda antiaustriaca
Apertura di un'inchiesta sull'attentato, condotta da una commissione mista serbo-austriaca
Il governo serbo non accettò le clausole dell'ultimatum poiché avrebbe rinunciato alla sovranità nazionale.
Di conseguenza l'Austria, il
28 Luglio
, dichiara guerra alla Serbia.
Cosa faceva Francesco Ferdinando a Sarajevo?
Il 28 giugno del 1914 l'arciduca Francesco Ferdinando, designato erede al trono asburgico, si trovava in Bosnia, da poco annessa alla monarchia austro-ungarica, per una visita alle manovre delle truppe imperiale svoltesi in quella zona.
Il giorno della visita di Francesco Ferdinando era invece noto con largo anticipo, dai giornali si sapevano persino gli orari precisi delle tappe e il percorso delle automobili imperiali a Sarajevo.
Schieramenti



Intesa
: Gran Bretagna, Francia, Russia

Imperi centrali
: Austria,Germania

Italia neutrale
1 Agosto: la Germania dichiara guerra alla Russia

3 agosto : la Germania dichiara guerra alla Francia . Attacco alla Francia attraverso Belgio e Lussemburgo (paesi neutrali).

4 Agosto: Gran Bretagna affianca Francia e Russia

Italia: si dichiara neutrale
I Francesi riescono a bloccare l'avanzata tedesca sul fiume
Marna
. Dal 6 al 12 settembre si scontrano circa due milioni di uomini. Nessuno riesce ad avere la meglio.

Guerra di posizione
Costruzione di trincee
Fronte orientale
Fine agosto-inizi settembe: i Tedeschi sconfiggono i Russi nelle battaglie di
Tannenberg
e dei
Laghi Masuri

Situazione di stallo

La
Turchia
entra in guerra a fianco degli Imperi centrali
L'inferno delle trincee
L' Italia: neutralisti e interventisti
Governo SALANDRA.

Le clausole della Triplice Alleanza prevedevano solo guerre difensive.

Dibattito sulla possibilità di un intervento contro l'Austria per riprendere Trento e Trieste
I NEUTRALISTI
Giolitti: voleva ottenere Trento e Trieste offrendo in cambio proprio la neutralità dell'Italia

Liberali, Socialisti, Cattolici (papa Benedetto XV parla di "orrenda carneficina....che disonora l'Europa)
GLI INTERVENTISTI
Nazionalisti, irredentisti:
liberare Trento e Trieste (terre irredenti), accrescere il prestigio internazionale dell'Italia.

Piccola borghesia, grandi industriali
D'Annunzio
Mussolini
IL PATTO DI LONDRA
26 APRILE 1915: il ministro degli Esteri Sonnino sottoscrive il Patto di Londra, trattato segreto.
L'Italia si impegnava a entrare in guerra nel giro di un mese.
In caso di vittoria si garantiva all'Italia:
Trento, Trieste, Sud Tirolo, Istria (escluso Fiume), Dalmazia, Isole del Dodecaneso, partecipazione alla spartizione delle colonie tedesche.
L'ITALIA IN GUERRA
Salandra ottiene dal re Vittorio Emanuele III i pieni poteri.

Il Parlamento li approva e il
24 Maggio

1915
l'Italia dichiara guerra all'Austria-Ungheria.
1915-1916: gli avvenimenti sul fronte italiano
L'esercito italiano non era ancora pronto a sostenere un conflitto impegnativo.
Inefficienza organizzativa
Carenze nell'armamento.
Scarsa preparazione tecnica.
Imperizia di molti ufficiali
Luigi Cadorna
: comandante dell'esercito italiano.
Disciplina durissima. Le diserzioni punite con la fucilazione.

Giugno/Dicembre 1915: quattro battaglie dell'Isonzo. Migliaia di vittime e nessun successo rilevante.

Giugno 1915
: gli Austriaci scatenano la
Strafexpedition
, la spedizione punitiva contro l'ex alleato colpevole di tradimento.

Gli Austriaci penetrano nel territorio italiano fino ad Asiago. Ma l'offensiva si arresta perché i Russi attaccano l'Austria sull'altro fronte.
Cadorna sferra un contrattacco: conquista dei monti
San Michele
e
Sabotino
. Liberazione di
Gorizia
GLI ALTRI FRONTI
1915
: favorevole agli Imperi centrali. Russia sconfitta nella seconda battaglia dei Laghi Masuri.
La Bulgaria entra a fianco dell'Austria e sconfigge la Serbia
1916
: I tedeschi contro i francesi nelle due battaglie di Verdun e sulla Somme (l'Intesa impedisce il crollo del fronte francese)
L'esercito russo ha la meglio sugli Austriaci
La Germania attacca la flotta inglese nella battaglia dello Jutland per porre fine al blocco economico. Il primato rimane agli inglesi.
La Romania appena entrata in guerra viene sconfitta dagli Imperi centrali.
1917
I tedeschi intensificano la
guerra

sottomarina
per bloccare tutti i rifornimenti ai paesi nemici
Affondamento del transatlantico statunitense
Lusitania
(morti 124 cittadini statunitensi)
Gli
USA
entrano in guerra a fianco dell'Intesa (Pres. Wilson)
RIVOLUZIONE RUSSA
1917
Marzo
: il regime zarista russo viene rovesciato e sostituito da una repubblica, il cui governo provvisorio, guidato da Kerenskij, decise di proseguire la guerra.
I tedeschi penestrano nel territorio russo.
Ottobre
: il potere viene assunto dai comunisti guidati da Lenin. La Russia esce dalla guerra.
Accordo di Brest-Litovsk
(3 marzo 1918): la Germania ottiene la Polonia e i Paesi baltici; l'Ucraina diventa indipendente

24 ottobre 1917: la disfatta dell'esercito italiano a Caporetto
Austriaci e Tedeschi sfondano le linee italiane
Ripercussioni politiche
: nuovo governo presieduto da
Vittorio Emanuele Orlando
. Il generale Cadorna viene sostituito dal generale
Armando Diaz
il quale sistema una nuova linea di difesa sul
Piave
dove, il 12 novembre, viene bloccata l'offensiva austriaca.
1918: la vittoria dell'Intesa
Luglio-Agosto:
truppe anglo-francesi hanno la meglio nelle battaglie della Marna e di Amiens
Settembre
: la Bulgaria si arrende
Ungheria, Cecoslovacchia e Iugoslavia si dichiarano indipendenti dall'Austria
Ottobre
: esercito austriaco sconfitto dagli italiani nella battaglia di Vittorio Veneto
L'imperatore Carlo I d'Austria abdica e viene proclamata la repubblica
L'imperatore Guglielmo II lascia il trono e a Berlino viene proclamata la repubblica.
I TRATTATI DI PACE
PARIGI 18 GENNAIO 1919: CONFERENZA PER LA PACE
Protagonisti delle trattative:
FRANCIA: Clemenceau
GRAN BRETAGNA: Lloyd George
STATI UNITI: Wilson
ITALIA: Orlando
14 Punti di Wilson:
Principio dell'autodeterminazione dei popoli
Pubblicazione dei trattati internazionali
Libera navigazione sui mari
Soppressione delle barriere doganali
Limitazione degli armamenti

Democrazia tra i popoli
Trattato di VERSAILLES (28 GIUGNO 1919), REGOLA LA PACE CON LA GERMANIA

Trattato di SAINT-GERMAIN (10 SETTEMBRE), CON L'AUSTRIA
Trattato di SEVRES (10 AGOSTO 1920), CON L'IMPERO OTTOMANO
La Germania fu costretta a pagare i danni di guerra 132 miliardi di marchi; fu privata di tutte le colonie; Alsazia e Lorena tornano alla Francia.
L'Italia ricevette dall'Austria il Trentino, l'Alto Adige, la Venezia Giulia e Trieste. Non ottenne la città di Fiume e nemmeno la Dalmazia.
VITTORIA MUTILATA
Lo sterminio degli armeni
Full transcript