Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

#17 CODING E PENSIERO COMPUTAZIONALE

Presentazione del primo incontro Team per l'innovazione #17
by

Emilio Zilli

on 15 April 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of #17 CODING E PENSIERO COMPUTAZIONALE

Formatore
Zilli Emilio

IC4-Imola
La programmazione arriva tra i banchi…
...nelle scuole si inizia a parlare di
CODING e PENSIERO COMPUTAZIONALE
Perchè è importante
saper programmare?
...in tutto questo cosa c'entra la scuola?
1996 Seymour Papert introduce il concetto di "pensiero computazionale".
LOGO utilizzato per insegnare la programmazione ai bambini
...FACCIAMO UN PASSO INDIETRO
grazie all'Art 3 del DPR 419/74
alcuni insegnanti distaccati

muovevano i loro primi passi verso il coding attivando nelle scuole percorsi laboratoriali sul LOGO
nascono negli anni molte versioni LOGO e iniziano a diffondersi altri ambienti di programmazione per bambini
"Non limitatevi a giocare con i vostri smartphone, programmateli!"
Oggi l'introduzione del Coding è uno dei punti chiave de La Buona Scuola.
B. Obama, 2013
Non a caso
al fine di sensibilizzare e informare le comunità scolastiche rispetto ai contenuti del PNSD (presentato per la prima volta il 17 ottobre 2015) è stata organizzata la settimana del PNSD in concomitanza con la Settimana internazionale dell’Ora del Codice alla quale il MIUR ha aderito tramite l’iniziativa Programma il Futuro

alfabetizzazione digitale
(creative computing)
“da consumatori a produttori di
contenuti digitali”


pensiero computazionale
“applicare la logica [...] per
risolvere i problemi”

Nel PNSD si parla di :
Partiamo dall'idea che IMPARARE può e deve essere

DIVERTENTE, PIACEVOLE, STIMOLANTE

imparare a programmare non serve solo a creare futuri programmatori ma apre la mente e dà ai bambini una forma mentis che permetterà loro di affrontare problemi complessi quando saranno più grandi
“da consumatori a produttori di contenuti digitali”
Coding e
pensiero computazionale

Coding = programmazione

Il coding a scuola va oltre la programmazione, è una scoperta , abbatte le barriere dell'infromatica stimolando un approccio votato alla risoluzione dei problemi.

Il Coding nella didattica è utilizzato per lo sviluppo del Pensiero Computazionale sviluppando l'attitudine a risolvere problemi più o meno complessi.

Parliamo di pensiero computazionale, ovvero di un approccio inedito ai problemi e alla loro soluzione. Il pensiero computazionale aiuta a sviluppare competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente.

i bambini non imparano solo a programmare ma programmano per apprendere!
coding, pensiero computazionale e robotica educativa
Coding e pensiero computazionale
, nella scuola primaria o in altri contesti, sono
fratelli
della robotica educativa.

Con la robotica educativa i bambini mparano ad assemblare un kit robot e dopo averlo costruito lo programmano.

Nel coding si usano strumenti che consentono di visualizzare i risultati su uno schermo.

Nella robotica educativa i bambini apprendono un approccio nuovo alle materie scientifiche attraverso la robotica.

A volte coding e robotica educativa sono un tutt’uno.
PRONTI PER INIZIARE?
Non occorre che abbiate dimestichezza con l’informatica, le attività proposte saranno intuitive e divertenti.

Lo scopo è quello di mettersi in gioco, di sperimentare e provare insieme!
PROSSIMO INCONTRO
15/04/2016

Il corso si divide in due incontri
Per le attività online useremo prevalentemente le risorse di
Per le attività unplugged (senza computer e senza rete)
faremo tutto da soli.
Code.org Scratch.
Questo è un corso pratico in cui non viene certificato solo il fatto di esser presenti, ma il fatto che risolviate semplici esercizi di coding e che vi sforziate di pensare a come coinvolgere i vostri alunni.
Da questo corso non aspettatevi cose straordinarie, ma cose semplici e facilmente applicabili.
"la mente umana per poter imparare bene ha bisogno di creare artefatti"
Papert
...se è vero che s'impara facendo o meglio operando allora non ci resta che iniziare a creare...

BUON LAVORO
per anni viene quasi abbandonato...
tornato di recente agli onori della cronaca anche grazie ad illustri testimonial che ne hanno evidenziato l'importanza
il pensiero computazionale è per tutti
(programmare è il modo migliore per acquisirlo.)
emiliozilli@gmail.com
il pensiero computazionale è un’abilità indipendente dai computer.
Fai lavorare gli studenti a coppie, alternandoli nel ruolo di “navigatore” e di “guidatore”. Gli studenti aiutandosi a vicenda faranno meno affidamento sull'insegnante. In questo modo sperimenteranno anche gli aspetti sociali e collaborativi dell'attività informatica.
Le lezioni tradizionali
...adesso proviamo insieme...
"Programmazione su carta a quadretti"
OBIETTIVI:
• Comprendere la difficoltà di tradurre problemi reali in programmi.
• Imparare che idee che sembrano chiare, possono comunque venir interpretate in modo scorretto da un calcolatore.
• Capire la necessità di strutture di programmazione formali come ripetizioni e funzioni.

MATERIALI:
• Kit per Disegni/Algoritmi di esempio
• Scheda dei Simboli per la Programmazione
• Carta a quadretti grandi.
• Pennarelli, penne, o matite (due o tre colori).
VOCABOLARIO:

Algoritmo
— Una serie di passi che descrivono come portare a termine un compito.

Programmazione
— Espressione di un algoritmo mediante una sequenza di istruzioni in un formato eseguibile da un calcolatore.

Debug
— Attività di correzione degli errori (bug).

Funzione
— Una parte di codice alla quale è associato un nome e che può essere chiamata più volte.

Parametro
— Informazione aggiuntiva che può essere passata ad una funzione per personalizzarne il comportamento.
algoritmo di esempio:
“Avanti, riempi, avanti, riga successiva,
indietro, indietro,
riempi, avanti, avanti, riempi, riga successiva,
indietro, indietro,
avanti, riempi, avanti”.
...adesso tocca a voi...
dopo aver provato l'attività unplugged
proviamo a vedere insieme la parte online dal sito code.org
Grazie
ci vediamo al prossimo incontro
Full transcript