Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Inferno

No description
by

Claudia De Cesare

on 27 November 2012

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Inferno

Il viaggio nell'oltretomba comincia il giovedì santo, dell'anno giubilare 1300 e termina la sera del sabato santo. Il viaggio è la storia della redenzione personale di Dante, ma egli rappresenta anche tutta l'umanità.
Dante ha il compito di esplorare tutto il male del mondo nell'inferno, trovare la via dell'espiazione e purificazione nel purgatorio e arrivare così a Dio nel paradiso.
Egli è il terzo mortale a compiere da vivo un viaggio nell'oltretomba, prima di lui ci sono stati: Enea da cui scaturì l'impero romano e S.Paolo che diede i fondamenti alla fede cristiana.
Dante nel suo viaggio avrà tre guide: Virgilio, Beatrice e S. Bernardo Il viaggio nell 'oltretomba Gli autori che hanno ispirato Dante Sant'Agostino La commedia nasce da una visione cupa e apocalittica della realtà presente dalla ansiosa speranza di un riscatto futuro. Dante vede dinanzi a sè un mondo caotico, violento e corrotto, in cui l'ordine voluto da Dio è sconvolto. L'imperatore dimentica la sua funzione di supremo arbitro della vita terrena e la Chiesa,invece di portare gli uomini alla salvezza, vuole impadronirsi della potenza terrena. Un po' di storia L'inferno nella Divina Commedia Lucifero, il più bello degli angeli, si ribellò a Dio perchè voleva essere potente e importante come lui, fu così che il cielo si divise e gli angeli cominciarono schierarsi con Dio o con Lucifero.
Dopo la Chiamata, Dio cacciò dal Cielo Lucifero e i suoi seguaci, e insieme a loro anche tutti gli altri angeli che erano imparziali, che poi sono andati nel Limbo, tormentati in eterno dal desiderio di Dio.
Lucifero invece cadde ancora più in basso, quasi al centro della terra e rimase conficcato nel lago di Cocito, insieme ai traditori, il lago è ghiacciato dalle sue sei ali e le tre facce di Lucifero, ognuna delle quali mastica Bruto o Cassio o Giuda. (i tre traditori per antonomasia), è un'evidente parodia della Santa Trinità. Come Nasce l'Inferno di Dante Un viaggio nell'inferno Dantesco Virgilio appare a Dante nel primo canto al momento dello sconforto e dello scoraggiamento, e lo accompagnerà nella discesa all'inferno e nella salita al monte del purgatorio dove sarà sostituito da Beatrice, non essendo degno di accedere al paradiso. Virgilio è lo strumento della provvidenza e allo stesso tempo il modello ideale di poeta. Egli nel medioevo è considerato il sommo poeta e inoltre è considerato come profeta dell'avvento di Gesù sulla Terra, in quanto nella IV bucolica parla della venuta di un puer che ristabilizzerà la pace nel mondo e riporterà una nuova età dell'oro. Virgilio: la guida di Dante L'attualità di Dante San Tommaso L’Inferno di Dante è una grotta magica, ogni anfratto della quale nasconde spunti manageriali. Cela suggerimenti per accrescere la leadership.
Contiene pretesti per cercare il meglio a partire dall’analisi degli errori compiuti. Ogni girone è ricolmo di allegorie, di voglia di dire una cosa per intenderne anche un’altra, come sostenevano i Dottori della Chiesa.
E noi contemporanei, dal punto di osservazione privilegiato del Terzo Millennio, ci impegniamo a ri-conoscere le relazioni, le corrispondenze e le concordanze tra finzione letteraria (e realtà storica) di quell’Italia due-trecentesca e il dinamismo forsennato dei mercati di oggi, ovunque nel mondo. L'inferno nel mondo manageriale L'oltretomba pagano La missione profetica Le tre fiere Il veltro è un cane da caccia che salverà Dante dalla lupa, ma allegoricamente è inteso come colui che scaccerà il male dal mondo e vi riporterà la giustizia e il bene.
L'identità del veltro è sconosciuta a noi come a Dante stesso, in quanto questa è l'unica profezia post eventum dell'intera opera.
Numerose sono le ipotesi sulla sua identità:
L'imperatore Arrigo VII
Il papa Benedetto XI
Cangrande della Scala, signore di Verona
Un generico salvatore La profezia del veltro «Molti son li animali a cui s'ammoglia,
e più saranno ancora, infin che 'l veltro
verrà, che la farà morir con doglia.
Questi non ciberà terra né peltro,
ma sapïenza, amore e virtute,
e sua nazion sarà tra feltro e feltro.
Di quella umile Italia fia salute
per cui morì la vergine Cammilla,
Eurialo e Turno e Niso di ferute.
Questi la caccerà per ogne villa,
fin che l'avrà rimessa ne lo 'nferno,
là onde 'nvidia prima dipartilla. » Dante nel terzo millennio Il videogioco: Dante's Inferno L'allegoria è una figura retorica che consiste nel trovare un senso più profondo rispetto a quello letterale. Infatti nel medioevo ogni opera doveva avere quattro sensi: letterale, allegorico, morale e anagogico.
Tutta la Divina Commedia è incentrata sull' allegoria dei teologi, cioè basata su fatti realmente accaduti. L'allegoria nella Commedia Dante è investito da Dio della missione di indicare all'umanità la via della rigenerazione e della salvezza. Egli spesso assume l'atteggiamento di profeta biblico, che proferisce oscuri messaggi sul futuro dell'umanità, invoca terribili castighi divini sui peccati. Il viaggio di Dante rappresenta anche tutta quanta l'umanità La Lonza: È un animale creato dalla fantasia medioevale e veniva definita come crudele e sempre in calore.
È la prima delle tre fiere che tenta di mpedire a Dante la risalita del colle, allegoricamente rappresenta la lussuria. Il Leone Un altro ostacolo alla risalita verso la virtù è la superbia, che minaccia Dante e ogni cristiano in modo più grave e con rischi più grandi della lussuria. La Lupa Spesso Dante la usa per indicare la cupidigia insaziabile, cioè il vizio più grave che ha compromesso sia la vita cristiana che quella civile.
La lupa sarà sconfitta dal Veltro. . Dante inizia a comporre l'opera intorno al 1306, quando è già in esilio, e comincia a metterla in circolazione intorno al 1314. L'opera "la Scolastica" di San Tommaso costituisce una delle basi filosofiche del poema, poichè è una geniale fusione della filosofia aristotelica con il cristianesimo.
Il poema dantesco può essere considerato come un equivalente in volgare delle "Summae" perchè entrambe le opere abbracciano il reale nella sua totalità. Filone Razionalistico Filone Mistico L'ascesa a Dio non si deve concepire non come lucido percorso intellettuale ma come slancio d'amore e annullarsi nell'infinità di Dio. La vita di Dante Alighieri 1265 1321 1290 1301 1295 1293-95 Nasce a Firenze da una famiglia della piccola nobiltà cittadina Studia retorica e coltiva interessi dottrinali e poetici La morte di Beatrice è per lui un momento di assoluto sconforto e smarrimento Si avvicina alla filosofia e approfondisce la sua conoscenza dei classici latini. Scrive in questo periodo la sua opera"Vita Nuova" Intraprende la carriera politica e nel 1300 si avvicina alla fazione dei bianchi 1302 1315 1303 1310 1307 1319 Si trova fuori Firenze, impegnato in una missione diplomatica presso il papa. è condannato prima all'esilio e poi a morte. Pubblica due sue opere: "Convivio" e "De Vulgari Eloquentia" Inizia a comporre la "Commedia" Pubblicati "De monarchia" e le Epistole a Enrico VII Scrive l'Epistola a Cangrande, la quale contiene fondamentali indicazioni per la lettura della commedia, come per esempio la pluralità dei quattro sensi: letterale, allegorico, morale e anagogico. L'autore: Dante Alighieri Già pubblicati Inferno e Paradiso Il 14 settembre di quest'anno Dante muore a Ravenna, dove aveva trascorso gli ultimi anni della sua vita Vestibolo infernale : qui si trovano i mali dell'uomo, i mostri mitologici e l'albero dei sogni fallaci.
Selva degli insepolti
Acheronte: Caronte accoglie e traghetta le anime oltre il fiume Acheronte e Stige.
All'entrata dell'oltretomba ci sono Cerbero e Minosse.
La prima zona che si incontra è l'Antinferno, qui si raccolgono le anime dei morti anzitempo
Nei Campi del Pianto si nascondono i suicidi per amore e i morti in guerra
Dall'Antinferno parte un bivio: una strada porta alla Reggia di Dite, un'altra al Tartaro.
Full transcript