Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

TESI

No description
by

Andrea Geremia

on 12 January 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of TESI

La TV nell'era di Internet
TECNOLOGIA
DIRITTO D'AUTORE
MODELLI BUSINESS
Due tipi di piattaforme
VIDEO ON DEMAND
VIDEO SHARING
"[...]La scelta tra una TV basata su Internet, aperta e diversificata, contro una TV commerciale e controllata da reti private che si basano sul modello tradizionale dei servizi via cavo e satellitari."

Reed Hastings, co-fondatore e CEO di Netflix
Broadcast
VIDEO SHARING
VIDEO ON DEMAND
TV = palinsesto
VOD = su richiesta
Classificazione
Piattaforme Video Sharing:

presenza di contenuti protetti da copyright
Piattaforme Video On Demand:

soluzione legale per diminuire la pirateria?
Casi studio

Si affida ai pirati


Confronto tra le piattaforme
1. Maggior quantità contenuti = più visite
2. Vengono preferite piattaforme S-VOD
3. Scontento per piattaforme che offrono contemporaneamente T-VOD e S-VOD
VS.
Dati sul traffico Internet negli Stati Uniti nel 2013.
Sandvine,
Global Internet Phenomena Report
.

2008 – 2012 riduce della metà il download illegale di film e serie tv in Norvegia
Il Netflix dei pirati
Si appoggia al protocollo BitTorrent e utilizza un'app dedicata
Canale a pagamento
100 ore di video caricati ogni minuto
250 anni di video al giorno
4.000 partner in tutto il mondo
Esperimento audio
Esperimento video
Atomo VS Bit
“Un bit non ha colore, dimensioni o peso, e può viaggiare alla velocità della luce.
È il più piccolo elemento atomico del DNA dell’informazione”

Nicolas Negroponte, 1995
Perchè il Gratis?
Blocco
Monetizzazione
Traccia
Tipi di Business
Il marketing sulle piattaforme video
Revenue Sharing
AdBlock
Creative Commons
Risultati
Creative Commons su YouTube
La Coda Lunga
Si prendono in considerazione i mercati minori
PAY
Semantica più semplice
Integrazione massima con tutti i dispositivi (soprattutto mobile)
MERCATO A TRE VIE
FREEMIUM
MERCATI NON
MONETARI
<video

src
=
"video.ogv"
>
<object

data
=
"flvplayer.swf"
type
=
"application/x-shockwave-flash"
>
<param

value
=
"flvplayer.swf"

name
=
"movie"
/>
<object>
</video>
"Non è la pubblicità a essere in crisi, ma il modello basato sullo spot televisivo da 30 secondi, sempre meno adeguato per un consumatore la cui risorsa più importante è l’attenzione"

Antonio Bazzoffia,
Spot 2.0
La pubblicità su
La pubblicità su
Interattiva
Piacevole
Personalizzata
L'inserzionista pagherà solamente se l'utente visiona lo spot o clicca sul banner
AdBlock
disattivato
AdBlock
attivato
"AdBlock sta uccidendo Internet?”

POTENZA DI
CALCOLO
SUPPORTI
ARCHIVIAZIONE
BANDA DI
TX
"Troppo a buon mercato per misurarla"
per essere rilevante
Il prezzo è così vicino a zero che si approssima
Si crea una concorrenza basata su
“chi rimane per più tempo gratis”

e non più sul
“prezzo più basso”
Il divario di un centesimo
0 €
0,01 €
"Il prodotto vale il suo prezzo?"
Il Gratis permette scelte immediate e fa aumentare il numero di clienti
Originale
Rimozione voce
Lanciata nel 2005

Acquistata nel 2006 da Google per 1,65 miliardi di dollari
+55% di share in USA, Giappone, UK, Francia, Germania, Italia, Spagna e Austria
Classificazione
1. User generated video sharing
D’intrattenimento
4. White label providers
3. Enterprise video hosting providers

2. Web based video editing

5. Mobile video sharing
1. Modello
free
basato sulla pubblicità
2. User generated
Evoluzione delle applicazioni e degli apparati nel ventennio 1995-2015.
ASSIPTV,
Dall’IPTV alla Smart TV. Nuove tecnologie e contenuti per il Video On Demand.
4. Nuovi scenari mobile
PIATTAFORME VIDEO ONLINE
ANDREA GEREMIA
SIMONE PIVA
Ingegneria del Cinema e
dei Mezzi di Comunicazione
Tesi di Laurea Magistrale
L'Italia?
Precedenza a prodotti nazionali e monopoli
Scarsi investimenti nella banda larga
(Italia in linea con nazioni Africa)
Tasse che scoraggiano investitori
Confronto degli investimenti pubblicitari nei diversi media nel 2012 e nel 2015.
Techcrunch.com,
Digital Ads Will Be 22% Of All U.S. Ad Spend In 2013, Mobile Ads 3.7%
Percentuali delle ricerche fatte su YouTube mediante diversi dispositivi.
Readytorundesigns.com,
Google Hummingbird Update: Adapting to the New SEO Landscape
Volume -24 bit
Volume +12 bit
Alterazione del pitch
Taglio esponenziale
Rumore bianco
Alcuni video son stati caricati anche senza tag e senza audio, ma il risultato è rimasto invariato
Guadagno mediante altre vie
"Generazione Digitale" cresce parallelamente ad Internet
Concorrenza leale e possibilità di scelta
"Quando compriamo un CD o un DVD paghiamo un po’ di più, quello che si chiama “equo compenso”, per farne copie ad uso personale."


WEB TV
P2P TV
IPTV
INTERNET TV
OTT TV
Free-VOD
Transactional-VOD
Subscription-VOD
Confronto tra le piattaforme
è stata una delle prime a sfruttarlo
Digital Rights Management

Utente = Attivo
Sharing = Condivisione
Comunicazione = Web 2.0
Codice di sicurezza integrato nel file
+
Chiavi di decriptazione
Apple FairPlay DRM
Obbligo di autenticazione
Massimo 5 dispositivi
Memorizzazione dati utente
Attribution
Non-commercial
Share-alike
No Derivative Works
Tassare il file sharing e il peer-to-peer
Marco Ciurcina, avvocato e docente presso il Politecnico di Torino
Investire nel Video On Demand
Gli utenti
Da dove scarichi?
Questionario via Internet
123 intervistati
28 domande
Nota: l'82% degli intervistati ha ammesso di scaricare
Stare al passo coi tempi
Più vie di mezzo (Creative Commons e Content ID)
Adottare nuove strategie di marketing
D'informazione
Inutile utilizzare la tecnologia per combattere la tecnologia (es. DRM)
Canale amatoriale
Contrarietà ai pagamenti e alla pubblicità da parte degli utenti
"RASSEGNARSI a questa realtà"
ACCETTARE questa realtà
Alternative ai vecchi metodi diretti di guadagno
GRAZIE PER L'ATTENZIONE!
3. Più popolarità tra le ibride
(IPSOS, 20 febbraio 2013)
Col nuovo regolamento Agcom, YouTube scomparirà in Italia?
Full transcript