Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

PERCY JACKSON:PERSONAGGI & OGGETTI

No description
by

Laura Braschi

on 13 April 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of PERCY JACKSON:PERSONAGGI & OGGETTI

Tyson Altri personaggi PERCY JACKSON & GLI DEI DELL'OLIMPO PERSONAGGI Figli di Nemesi Figli di Dionisio Figli di Atena Figli di Apollo MEZZOSANGUE Figli di ade Figli di Ermes Figli di Afrodite Sono i figli e le figlie di divinità con uomini e donne mortali. Vivono con i propri genitori mortali, ma i figli degli dei più importanti, come Atena ed Ermes, ma soprattutto di Zeus, Poseidone ed Ade, vengono perseguitati dai mostri, e durante l'estate frequentano il Campo Mezzosangue per allenarsi e prepararsi ai futuri scontri. dei+
mortali= FIGLI DI POSEIDONE Percy Jackson, figlio nato da una relazione tra Sally Jackson ed il dio del mare Poseidone, che così venne meno al giuramento fatto coi fratelli. Soffre di dislessia, deficit all'attenzione e di iperattività. Il suo migliore amico è il satiro Grover Underwood ed essendo figlio di Poseidone il suo elemento di riferimento è l'acqua. Riesce a controllarla e a respirare sott'acqua. Alla fine del quinto libro inizia una relazione con Annabeth, di cui si capisce fosse già innamorato nel terzo libro, quando la dea dell'amore Afrodite gli parla. Percy è inoltre uno dei semidei più potenti della saga. Dimostra di essere molto altruista nel quinto libro, quando rifiuta la proposta di Zeus per esaudire il desiderio di Luke, e molto legato ad Annabeth quando nell'ultimo libro, lo Scontro Finale, rinuncia alla possibilità di diventare immortale per restare con lei. FIGLI DI ZEUS Talia Grace, nata negli anni Ottanta da una relazione tra una mortale e Zeus, che così venne meno al patto con i fratelli Poseidone ed Ade. Essendo figlia di uno dei Tre Pezzi Grossi, viene braccata dai mostri fin dall'infanzia. Dopo aver abbandonato la casa della madre alcolizzata, vaga per molto tempo insieme a Luke ed Annabeth, fino a quando non vengono trovati da Grover, un satiro custode che vuole portarli al Campo Mezzosangue. Talia ha uno scudo chiamato Egida con la faccia di Medusa impressa sopra, regalatole da Atena. Durante il viaggio, lei, Grover, Luke e Annabeth finiscono per incontrare le Cacciatrici d'Artemide e Zoe, riconoscendo in Talia un carattere simile al suo, la invita ad unirsi a loro. Lei però rifiuta perché non può lasciare Luke, creando così tra le due un sentimento di astio, data la loro differente visione dell'uomo e dell'amore. I quattro arrivano però troppo tardi al Campo Mezzosangue e causa di un Ciclope e Talia si sacrifica a soli dodici anni per salvare gli altri. Zeus la trasforma in un pino, che diventa il confine del Campo, e la sua aura lo proteggerà dai mostri. Il pino però viene avvelenato da Luke con il veleno di un pitone del Tartaro e per salvarlo Percy, Annabeth e Clarisse partono alla ricerca del Vello d'oro; trovatolo, lo pongo sul pino, che funziona così bene da resuscitare anche la stessa Talia. In questo modo la profezia che riguarda uno dei figli dei Tre Pezzi Grossi ha la possibilità di riguardare lei, e non Percy. Talia ha un rapporto speciale con Percy, perché essendo tutti e due figli di due Pezzi Grossi si capiscono di più e per tutto il terzo libro Talia e Percy sono inseparabili amici. Partecipa alla ricerca di Artemide (e di Annabeth) e diventa la nuova luogotenente delle Cacciatrici, dopo la morte di Zoe, con cui alla fine aveva fatto pace. In questo modo evita di essere la ragazza della profezia, non arrivando mai a compiere sedici anni. Talia non ha voluto unirsi alle Cacciatrici fino a che non ha ritrovato Luke e si è resa conto di cosa fosse diventato. Viene spesso sottinteso che Talia è la mezzosangue più potente dell'intera saga, in quanto figlia di Zeus; riesce infatti a tener testa a Percy (in una battaglia interrotta da Chirone) e a sconfiggere Luke, nonostante questi venga ritenuto il più bravo spadaccino degli ultimi trecento anni. Talia adora i Cheesburger ed è caratterialmente simile a Percy. Tra loro avvengono spesso rivalità, ma sono molto legati l'uno all'altra. Talia soffre di vertigini (cosa che lascia piuttosto stupito Percy) ed ha un fratello di cui non aveva mai parlato ne a Luke ne ad Annabeth, che credeva fosse morto: Jason Grace, figlio di Giove.

Jason Grace, nato da una relazione tra una mortale e Zeus, che così venne meno al patto con i fratelli Poseidone ed Ade. Fratello di Talia, compare per la prima volta nel primo libro della seconda serie. Clarisse La Rue, ragazza scontrosa e bellicosa. Detesta Percy, che però riesce a sconfiggerla e a tenerle testa nella Caccia alla bandiera distruggendo la sua arma preferita, una lancia elettrica, e scappando alla sua abituale tortura ai nuovi arrivati, ovvero la messa in piega nei gabinetti delle ragazze. Nel secondo libro viene incaricata da Tantalo di trovare il Vello d'oro e viene aiutata dal padre Ares, che le concede una nave ed un equipaggio di sudisti per affrontare il viaggio. In seguito Clarisse salva Annabeth, Percy e Tyson messi alle strette da una Chimera. La nave però viene affondata dal mostro Cariddi, che Clarisse era intenzionata ad affrontare a dispetto della proposta di Percy (passare davanti a Scilla): la nave naufraga e porta Clarisse nell'isola di Polifemo, dove viene catturata dal Ciclope, che decide inizialmente di mangiarla ma che poi, dopo aver scoperto che Grover, prigioniero anch'esso, è un satiro e un maschio mentre lei è una femmina, decide di sposarla e mangiare Grover. Entrambi vengono tratti in salvo da Annabeth e Percy e riescono a fuggire con il Vello d'Oro. Tornati al campo, Clarisse si prende la gloria di aver salvato il campo, ma riconosce l'aiuto prezioso datole dagli altri sebbene sottolineando a Percy che i due non sono amici. Nel terzo libro parte per una missione segreta che le procura una nuova cicatrice sul mento e, una volta tornata, Percy ammette che dev'essere molto provata, poiché non tenta neanche di ucciderlo o malmenarlo o anche solamente offenderlo. In seguito stringe una certa amicizia con Annabeth, che porta le due a lavorare sul progetto del labirinto, sebbene Clarisse sia eccessivamente scioccata dall'ultima volta che vi è entrata si rifiuta di aiutare Annabeth. Clarisse svela anche un lato più dolce e premuroso di sé con Chris, il ragazzo pazzo tirato fuori dal labirinto che lei stessa aveva salvato. Abbastanza triste e sconvolta, arriva a chiedere a Percy di non salvare o farsi aiutare da Dendalo e di ucciderlo solamente, poiché per lei troppo crudele, avendo inventato il labirinto. Quando la battaglia termina, Dionisio decide di renderla felice e dona a Chris la sanità e i due iniziano una relazione. Nel quinto libro comincia una faida con la casa di Apollo ed il suo rappresentante (la faida nasce quando le due case scoprono un base di Luke e un carro e la casa di Apollo lo prende, anche se l'assalto era guidato dalla casa di Ares), sebbene il precedente Capo cabina fosse il suo compagno di spade, che per un'incomprensione porta Clarisse a rifiutarsi di scendere in battaglia. La profezia diceva che un figlio di Ares avrebbe potuto uccidere un Dragone, così Crono, informato dalla spia di questa scelta, schiera proprio un dragone. A cambiare le sorti è la spia stessa, Silena, profondamente infelice e piena di sensi di colpa per la morte del ragazzo e per il tradimento, che indossa l'armatura della sua migliore amica e guida la casa di Ares al posto di Clarisse. La ragazza, con il fidanzato, arriva giusto in tempo per passare gli ultimi istanti con la sua migliore amica. In seguito uccide il Dragone senza indossare l'armatura ed sbraita di voler uccidere Crono per vendicare l'amica. Clarisse riceve la benedizione di Ares ed è l'unica figlia femmina ad averla mai avuta, il che la rende invulnerabile. Successivamente viene ghiacciata dai giganti delle montagne e poi sciolta alla fine della guerra. Clarisse, sebbene sia molto sicura di sé, ha paura di suo padre e della delusione che potrebbe arrecargli, anche perché suo padre non la ritiene abbastanza forte come i suoi fratelli maschi. Percy l'aiuta a superare questa paura, combattendo insieme contro Phobos e Deimos in The Demigod Files. Escludendo Chris, lei era molto dolce anche con Silena, che lei stessa definisce un'eroina e non sopporta venga definita in altro modo. Si guadagna il rispetto di suo padre e viene descritta da Percy come una ragazza molto coraggiosa. Il rapporto con Percy varia dall'essere nemici ad un certo rispetto all'essere amici come ammesso dallo stesso Percy, nonostante i due decidano di tacere la propria amicizia. figli di Ares Edward Teach detto Barbanera, un pirata trasformato insieme ad alcuni suoi uomini in porcellino d'India da Circe, viene salvato da Annabeth Chase. La sua nave, però, la Vendetta della Regina Anna, viene rubata da Percy e da Annabeth per raggiungere l'isola di Polifemo e per poi salvare Grover dall'isola di quest'ultimo e recuperare il Vello d'oro.

Euristeo, una volta morto il padre, gli offre l'immortalità e lui accetta. Lavora al ranch di Gerione insieme al cane Ortro. Non sopporta il gigante a tre teste e quando questo viene aggredito e poi ucciso da Percy non cerca di salvarlo, ma anzi, una volta morto il mostro, si mostra felice e continua a gestire il ranch, promettendo di trattare meglio gli animali.

Mark e Sherman, citati in The Demigod Files. E' reso noto da Percy che non sono molto amati e che sono in assoluto i figli di Ares peggiori della sua casa. I due probabilmente non sono neanche eccessivamente amati da Clarisse ed il sentimento non deve essere corrisposto, visto che quando Clarisse dice che due sue fratellastri le hanno sottratto il carro affidatole dal padre Percy pensa istintivamente ai due e non a Phobos e Deimos, i reali responsabili. Annabeth Chase, nata da una relazione intellettuale tra la dea Atena e il signor Chase, professore di storia militare che la trova davanti alla sua porta di casa. Durante l'infanzia ha un brutto rapporto con il padre. Dopo aver incontrato ed aver vagato insieme a Talia e Luke, raggiunge il Campo Mezzosangue. Parteciperà a molte imprese e sarà a capo dell'impresa all'interno del Labirinto di Dedalo. E' molto intelligente e con il tempo aumenterà anche la sua saggezza. Come armi ha un coltello, regalatole da Luke, ed un cappello che le permette di diventare invisibile, regalatole dalla madre Atena. Nel primo libro partecipa alla ricerca della folgore di Zeus e nel secondo al ritrovamento di Grover e del Vello d'Oro. Nel terzo viene rapita dalla manticora e, ingannata da Luke, viene costretta a reggere il cielo fino a che non sarà sostituita da Artemide.

George Washington, il primo Presidente degli Stati Uniti d'America. Viene solamente citato da Annabeth Chase come figlio di sua madre, la dea della saggezza Atena.

Dedalo, uno dei più grandi inventori della storia. Nell'antichità aiuta Teseo a sconfiggere il Minotauro e per questo è imprigionato dal Re di Creta nel Labirinto da lui stesso creato. Riesce a fuggire insieme al figlio Icaro, che però rimane ucciso durante la fuga. Vagherà braccato a Minosse, fino a quanto quest'ultimo non sarà ucciso dalle figlie del Re Cocalo che volevano proteggere Dedalo. Da quel giorno vaga all'interno del Labirinto, che continua a svilupparsi all'infinito. Si macchiò però dell'uccisione del nipote Perdice, in quanto invidioso del suo giovane genio. All'interno del Labirinto si nasconde dalla morte, per paura della pena che potrà infliggergli il giudice dei morti, cioè il suo nemico Minosse. Riesce a sopravvivere creando degli automi. Il suo quinto automa, Quintus, viene ingaggiato da Chirone come maestro d'armi nel Campo. Lee Fletcher, compare nel quarto libro. E' il capo della casa di Apollo e partecipa alla battaglia del labirinto, dove perde la vita durante i combattimenti, rimanendo schiacciato sotto il bastone di un gigante alleato col nemico. Precedentemente era compagno di duello di Clarisse.

Michael Yew, compare nel quinto libro. Dopo la morte di Lee è il nuovo capo della casa di Apollo. Aveva intrapreso una faida con Clarisse La Rue e spesso insieme alla sua casa costringeva la sua a parlare per giorni interi in rima. Michael era un buon amico di Percy ed era con lui durante la battaglia di New York. Dopo l'esplosione del ponte Michael scompare e Percy non riesce a trovare nient'altro che il suo arco. Viene comunque definito morto. Figli di Efesto Charles Beckendorf, un enorme quindicenne afroamericano. Bello, muscoloso, molto dolce e simpatico. In genere lo chiamano solamente con il cognome, Beckendorf. E' esperto nel costruire esplosivi e si dice che riesce a costruire cose meravigliose anche solo con un pezzo di ferro. Capo della casa di Efesto e fidanzato di Silena Beauregard, all'inizio del quinto libro partecipa insieme a Percy ad una missione segreta: distruggere la nave di Luke. Il piano funziona, ma rimanendo sulla nave per far esplodere le bombe, si sacrifica e muore. Silena Beauregard, una ragazza bellissima come la madre. Presente fin dal primo libro, è molto abile nel cavalcare i pegaso ed è a capo della casa di Afrodite. E' fidanzata con Beckendorf e viene sconvolta dalla morte del suo ragazzo. Durante la battaglia di Manhattan si scopre che è proprio Silena la spia che informava l'esercito di Crono, poiché lei stessa ammette di essere stata legata o comunque interessata a Luke Castellan e di averlo inizialmente assecondato. Sentendosi in colpa si sacrifica nella battaglia contro le forze di Crono e muore da eroina, dopo aver guidato l'esercito di Ares al posto dell'amica Clarisse. L'ultima persona che pare vedere prima di morire è proprio il suo ragazzo. Era molto amica di Clarisse La Rue ed è stata la seconda mezzosangue devota a Crono a cambiare lato nella battaglia, sebbene fosse l'unica ad aver aderito per motivi differenti della vendetta personale. Luke Castellan, ragazzo diciannovenne (ventitreenne al momento della morte) biondo e molto attraente, sebbene abbia una cicatrice che gli deturpi il volto. E' nato da una relazione tra il dio Ermes e May Castellan, una donna che vive a Westport, in Connecticut. La cicatrice sotto l'occhio sinistro gli è stata provocata da un drago. Da piccolo fugge di casa, spaventato dalla madre che a volte viene posseduta dall'Oracolo e vede stralci del tragico futuro del figlio. Conosce quindi Talia e poi Annabeth, con le quali forma una nuova famiglia. I tre vengono trovati da Grover, che li porta al Campo. Qui Luke diventa il capo della Casa di Ermes, ma viene sobillato da Crono e diventa la sua spia all'interno del campo, in cambio della promessa che avrebbe distrutto l'Olimpo e così vendicato Talia, di cui era innamorato ricambiato. Ruba la folgore di Zeus e l'elmo di Ade per far ricadere la colpa su Poseidone e scatenare una guerra; tenta di uccidere Percy, e avendo fallito lascia il Campo, scomparendo per un anno intero. Nel secondo libro avvelena il pino di Talia, mentre organizza un esercito di mostri e mezzosangue ribelli, che raduna sulla nave da crociera Principessa Andromeda; tenta di far resuscitare il re dei Titani, fino a cedergli il suo corpo che, dopo essere stato reso invulnerabile dalle acque dello Stige, viene posseduto da Crono. Durante la battaglia finale, però, mentre il suo corpo controllato da Crono tenta di uccidere Annabeth, riesce a tornare in sé e si accoltella nell'unico punto in cui era rimasto vulnerabile. Alla fine è noto che Luke Castellan è stato il vero Eroe della profezia. Luke è il figlio prediletto di Ermes. E' stato l'ultimo dei mezzosangue devoti a Crono a tradirlo e ad unirsi agli dei. Luke Castore, fratello gemello di Polluce. Viene nominato fin dal primo libro, ma il suo nome si conosce solo nel quarto. Durante la battaglia del labirinto, Castore rimane ucciso. La sua morte sconvolge suo padre, fino a voler rendere la gente intorno a lui più felice possibile. In questo modo decide di aiutare Clarisse, concedendo una seconda opportunità a Chris, e depone in favore di Grover.

Polluce, fratello gemello di Castore. Viene nominato fin dal primo libro, ma il suo nome si conosce solo nel quarto. Partecipa alla battaglia del labirinto ed allo scontro finale di New York. Dionisio, spaventato all'idea di perdere il secondo figlio così come il primo, entra nella mente di Percy per convincerlo a proteggere il figlio. Alla fine Percy, dopo aver trovato Polluce ferito lievemente dopo la battaglia, gli chiede come favore personale di non tornare più a combattere e Polluce, anche se comprende che c'è qualcosa sotto perché i due non erano esattamente amici, acconsente. Bianca Di Angelo, nata prima della Seconda Guerra Mondiale da una relazione tra Ade e Maria Di Angelo, un donna di origini italiane, e sorella maggiore di Nico. Insieme al fratello passa molti anni nell'Hotel Lotus di La Vegas. Questo perché, dopo la loro nascita, una profezia aveva annunciato che uno dei figli dei Tre pezzi grossi avrebbe portato l'Olimpo alla fine o al successo. Successivamente viene portata insieme al fratello in una scuola, dove viene salvata da Percy dalle grinfie di una manticora. Dopo aver incontrato la dea Artemide, le giura fedeltà e diventa una Cacciatrice. Si aggrega a Percy, Talia, Zoe e Grover alla ricerca della dea Artemide. Nella discarica degli dei, ruba un oggetto per il fratello, scatenando l'ira di un mostro metallico, Talo, che attacca il gruppo. Nel neutralizzare il mostro rimane uccisa. Ricompare come spirito quando viene invocata dal fratello Nico e discolpa Percy dall'averla lasciata morire. Nico Di Angelo, nato prima della Seconda Guerra Mondiale da una relazione tra Ade e Maria Di Angelo, un donna di origini italiane, e fratello minore di Bianca. Insieme alla sorella passa molti anni nell'Hotel Lotus di La Vegas. Questo perché, dopo la loro nascita, una profezia aveva annunciato che uno dei figli dei Tre pezzi grossi avrebbe portato l'Olimpo alla fine od al successo. Successivamente viene portato insieme alla sorella in una scuola, dove viene salvato da Percy dalle grinfie di una manticora. Gli piace Talia perché pensa che sia stata lei a salvargli la vita. Quando la sorella decide di diventare una Caccatrice si sente abbandonato e non è d'accordo con questa decisione. Dopo la morte di Bianca incolpa Percy, che si era impegnato ad accudire la sorella, e fa di tutto per resuscitarla. Una volta invocato il suo spirito, la sorella discolpa Percy, quindi da quel momento in poi i due diventano buoni amici. Nell'ultimo libro, Nico propone a Percy di bagnarsi nel fiume Stige per diventare invulnerabile. Nico però voleva solo portarlo da Ade, che voleva imprigionarlo, per ottenere sa lui delle notizie sulla madre. Pentendosi, Nico libera Percy e rimane nel Regno dei Morti per convincere il padre a prendere parte alla guerra contro i Titani. Si presenta poi a New York con a seguito un vero e proprio esercito di morti, dopo aver convinto Ade, Persefone e Demetra a seguirlo. Infine ottiene un suo posto al Campo, dove costruisce la casa per i figli di Ade. E' probabilmente uno dei semidei più potenti della saga, ma i suoi poteri, se usati troppo, lo stancano terribilmente. Ethan Nakamura, che una volta cresciuto viene portano al Campo Mezzosangue ed alloggia nella casa di Ermes in quanto non riconosciuto da nessun dio. Arrabbiato per questo fatto aderisce all'esercito di Crono ed il suo giuramento di fedeltà al re dei Titani permetterà la resurrezione di Crono nel corpo di Luke. Ethan indossa una bandana sull'occhio sinistro perché ha perso la vista o forse addirittura l'occhio. Comincia ad essere successivamente spaventato da Crono e partecipa alle trattative di pace assieme al Titano Prometeo, riuscendo però solamente a far arrabbiare Talia. Durante la battaglia pugnala Annabeth, che si era frapposta tra lui e Percy, cercando di colpire in quello che comprende essere in seguito il suo punto debole. Da quel momento Ethan è a conoscenza del punto debole di Percy e quando Crono lo intima di colpirlo, nella battaglia nella sala dei Troni, combatte invece contro Crono. Viene ucciso da quest'ultimo, che apre il pavimento sotto i suoi piedi lasciandolo precipitare nel vuoto. In seguito Luke, in punto di morte, chiede che ciò che è accaduto ad Ethan a tutti gli altri non accada mai. Così Percy chiede che tutti gli dei riconoscano i loro figli e che anche i minori abbiano una casa. Ethan è stato l'ago della bilancia ed il penultimo dei mezzosangue devoti a Crono a tradirlo ed unirsi agli dei. Grover Underwood Grover è il miglior amico di Percy Jackson con il quale ha instaurato un contatto empatico: possono sentire le emozioni ma se succede qualche cosa di male a Grover anche Percy può morire.
Grover è un satiro che viene normalmente mandato per il mondo alla ricerca dei figli degli dei. Probabilmente ha una maggiore capacità rispetto agli altri satiri, in quanto Percy non è il primo semidio figlio di uno dei Tre Pezzi Grossi (vengono definiti così Zeus, Poseidone e Ade). Cinque anni prima aveva trovato Talia Grace, figlia di Zeus e aveva ricevuto l'incarico di portarla al Campo Mezzosangue; durante il tragitto si erano uniti a Talia, Luke Castellan (figlio di Ermes) e Annabeth Chase, figlia di Atena. Purtroppo, per salvare gli altri due semidei e lo stesso Grover, Thalia si era sacrificata sul confine del campo, permettendo agli altri compagni di salvarsi dall'attacco dei mostri. Grover in oltre ha paura di un certo ciclope di nome Tyson fratello di Percy quindi figlio di Poseidone
Per questo Grover si sente in colpa ed ha paura che il Gran Consiglio non gli affiderà mai una missione e non otterrà mai la licenza di diventare un cercatore, cioè partire per il mondo alla ricerca del dio Pan, il dio della natura che si dice scomparso da moltissimo tempo. Juniper Zoe Nightshade Tyson, ciclope fratellastro di Percy. Juniper, una driade, fidanzata di Grover. Zoe Nightshade, figlia di Atlante e
Cacciatrice di Artemide, muore nel
terzo libro e viene trasformata dalla
dea in una costellazione. Mortali Sally Jackson, madre di Percy Jackson e amante di Poseidone. Lavora in un negozio di dolciumi e riesce a vedere attraverso la foschia. Ha sposato Gabe Ugliano per coprire l'odore da semidio di Percy e quindi evitare che i mostri lo possano rintracciare. Gabe verrà pietrificato dalla stessa Sally con la testa di Medusa. Successivamente Sally si fidanzerà con un professore di Percy, che le chiederà anche di sposarlo. Orfana da piccola, cresciuta dallo zio poco interessato, ha sempre sognato di diventare una scrittrice.

Gabe Ugliano, marito di Sally Jackson e patrigno di Percy Jackson. Direttore di un negozio di elettrodomestici, è un uomo meschino, ubriaco e manesco, dedito al poker. Alla fine del primo ne viene denunciata la scomparsa, ma in realtà è stato pietrificato dalla moglie con la testa di Medusa e venduto.

Rachel Elizabeth Dare, figlia in un importante imprenditore. E' conosciuta da Percy nel terzo libro ed è un personaggio fondamentale nel quarto. Infatti, pur essendo una mortale, riesce a vedere attraverso la foschia ed aiuta Percy a trovare il laboratorio di Dedalo all'interno del Labirinto. Nel quinto libro interrompe la sua vacanza estiva ai Caraibi per aiutare Percy nello scontro che si svolge a New York. Terminata la battaglia, Rachel va al Campo Mezzosangue con il pegaso di Percy, BlackJack, e lì scopre che il suo corpo può accogliere lo spirito di Delfi, diventando così il nuovo Oracolo.

Paul Stockfiss, fidanzato di Sally Jackson dopo la fine di Gabe Ugliano, nel quarto libro conosce Sally, la chiede in sposa e trova una scuola per Percy. Nel quinto libro partecipa parzialmente alla battaglia di Manatthan. Titani Crono, Titano del tempo e re dei Titani. Alla fine della prima guerra tra dei e Titani viene sconfitto, fatto a pezzi e imprigionato nel Tartaro.

Atlante, generale dell'esercito dei Titani, è costretto a sostenere il peso del cielo.

Iperione, Titano della luce.

Crio, ha un elmo con le corna di ariete.

Oceano, Titano del mare. Rimasto neutrale nella prima guerra tra Olimpi e Titani, si schiera dalla parte di Crono nella seconda guerra ed attacca Poseidone.

Prometeo, rimasto neutrale nella prima guerra tra Olimpi e Titani, si schiera dalla parte di Crono nella seconda guerra e tenta di convincere Percy ad arrendersi. Personaggi mitologici Chirone, centauro figlio di Crono e direttore delle attività del Campo Mezzosangue. Durante la prima media di Percy si era spacciato per il suo professore di latino. Gli piace molto la musica di Dean Martin. Per mascherare la sua natura va in giro su di una sedia a rotelle, dove riesce magicamente ad incastrare la sua parte equina. Dopo l'avvelenamento del pino di Talia viene cacciato dal Campo, ma verrà reintegrato alla fine del secondo libro.

Caronte, traghettatore dell'Ade.

Circe, maga che trasforma tutti gli uomini in porcellini d'India. E' figlia della dea Ecate.

Calipso, ninfa residente sull'isola di Ogigia. DIVINITà Zeus, dio del cielo, dei fulmini e re degli dei, insieme ai fratelli viene spesso chiamato come uno dei Tre Pezzi Grossi. Risiede sull'Olimpo, accessibile raggiungendo il seicentesimo piano dell'Empire State Building di New York. Ha la barba nera e grigia e veste un gessato blu. Ha come arma la folgore, la prima arma forgiata dai Ciclopi. Negli anni ottanta rompe il giuramento fatto con i fratelli e con una mortale dà alla luce una figlia, Talia, che però muore a soli dodici anni braccata dagli emissari di Ade.

Era, dea del matrimonio, della maternità e regina degli dei. Compare per la prima volta nel terzo libro.

Poseidone, dio del mare, dei terremoti e dei cavalli, insieme ai fratelli viene spesso chiamato come uno dei Tre Pezzi Grossi. Risiede nel mare e la sua arma è il tridente. Anche lui viola il patto con i fratelli e da una storia d'amore con Sally Jackson dà alla luce un semidio, Percy Jackson. E' però sposato con Anfitrite, dalla quale ha avuto come figlio Tritone.

Demetra, dea dell'agricoltura, compare nel terzo libro. Nel quinto libro, mentre gli altri dei tentano di sconfiggere Tifone, si rifugia negli Inferi dalla figlia Persefone, moglie di Ade.

Ares, dio della guerra. Va in giro in motocicletta ed indossa un lungo cappotto nero. Ha i capelli neri a spazzola e le sue armi sono una spada ed uno scudo che si trasforma in un giubbotto anti proiettili. E' molto forte, ma poco intelligente.

Atena, dea della saggezza, della sapienza e delle arti utili. Negli anni novanta ha avuto una relazione intellettuale con Frederick Chase, il padre di Annabeth Chase. Apollo, dio delle arti, della medicina, del sole e della profezia. Compare nel terzo libro, aiutando le Cacciatrici di Artemide, Percy e alcuni suoi amici a raggiungere il Campo Mezzosangue. Va in giro con una Maserati Spider ed ha un comportamento molto spregiudicato.

Artemide, dea della caccia, dei boschi e della luna, compare nel terzo libro. Ha l'aspetto di una ragazzina di dodici anni e gira per il mondo accompagnata dalle sue protette, dette le Cacciatrici, a cui dona l'immortalità in cambio della totale fedeltà e della rinuncia alla compagnia degli uomini. Abbandona le sue protette alla ricerca di un mostro che lei solo può affrontare, ma viene catturata dall'esercito di Crono e costretta a reggere il peso del cielo al posto di Atlante. Viene descritta come una ragazzina dai capelli ramati e dagli occhi color della luna. Efesto, dio del fuoco, della tecnologia, dell'ingegneria, della scultura e della metallurgia. Compare del terzo libro. E' il marito di Afrodite. Nel quarto libro aiuta Percy ed Annabeth a trovare il laboratorio di Dedalo.

Ermes, dio delle strade, dei viaggiatori, dei mercanti, dei ladri e messaggero degli dei. Compare nel secondo libro. Veste con dei pantaloncini da corsa di nylon e una maglietta della Maratona di New York; magro ed atletico, ha sopracciglia arcuate e un sorriso scaltro. Porta con sé un caduceo che si trasforma in un cellulare. E' stato l'inventore di Internet.

Afrodite, dea dell'amore e della bellezza. Compare nel terzo libro. Moglie di Efesto, ha una relazione extraconiugale con Ares.

Dioniso, dio del vino e della natura. Punito da Zeus per aver tentato di insidiare una ninfa a lui cara, diventa il direttore del Campo Mezzosangue per cento anni ed è costretto a non bere più vino. Per questo svolge il suo ruolo con molta riluttanza e beve solo Diet Coke. Alla fine dello scontro contro l'esercito di Crono/Luke, la pena gli viene abbassata a cinquanta anni.

Ade, dio della morte e degli Inferi, insieme ai fratelli viene spesso chiamato come uno dei Tre Pezzi Grossi. Risiede degli Inferi, accessibili attraverso gli studi R.I.P. presso Los Angeles e tramite un ingresso a Central Park, chiamato la porta di Orfeo. E' sposato con Persefone, figlia di Demetra. Indossa una corona d'oro intrecciato e una lunga veste nera. Come arma ha l'elmo dell'invisibilità. Non esce mai dall'oltretomba, se non al solstizio d'inverno.

Persefone, moglie di Ade e figlia di Demetra. Ritorna nel mondo mortale durante la primavera e l'estate.

Estia, dea della casa e del focolare domestico. Ha le sembianze di una bambina di otto anni e compare per la prima volta nel primo libro, ma Percy non riconosce la sua vera identità. Si manifesterà solo nel quinto libro, dove si presenterà come l'ultima Dea. Creature mitologiche Bessie, un ophiotaurus (dal greco antico: serpente-mucca), cioè un antico mostro che potrebbe far cadere gli dei se ucciso da un innocente e se le sue viscere fossero bruciate. E' stato soprannominato Bessie da Percy, che inizialmente pensava fosse femmina, ma poi Grover scopre che si tratta di un maschio. Bessie viene salvato dalla rete di un peschereccio da Percy e, a differenza di molti mostri, è in realtà molto docile. E' stato l'oggetto della cerca di Artemide nel terzo libro, la quale voleva evitare che fosse catturato dall'Esercito di Crono. Viene poi salvato e portato al sicuro sull'Olimpo, chiuso in un acquario costruito da Efesto. Blackjack, cavallo alato di colore nero che in principio apparteneva a Luke Castellan. Nel secondo libro viene liberato da Percy. Ripagherà questo favore con diversi lavoretti. In seguito risiederà nel Campo Mezzosangue e diventerà amico di Percy. Signora O'Leary, l'unico segugio infernale buono esistente. Fu addestrata da Dedalo e dopo la sua morte venne affidata a Percy (durante le assenze di Percy se ne prende cura Beckendorf). Compare per la prima volta nel quarto libro. Aiuta Percy anche nell'Ultima Battaglia. Essendo un demone può viaggiare attraverso l'ombra come Nico, ma questo le costa un sacco di energie. Salva Chirone dalle macerie per ordine di Percy. Vortice (Anaklusmos), è la spada di Percy. E' mimetizzata in una penna, ma una volta tolto il cappuccio diventa un'arma di circa novanta centimetri, che se viene persa riappare in tasca. Il suo nome in greco antico significa corrente improvvisa. E' stata donata da Zoe, figlia di Atlante, e successivamente Cacciatrice di Artemide, a Ercole.
Cappello magico di Annabeth, un capello che rende invisibili, dono di sua madre Atena.

Flauto di Pan, usato da Grover. Se suonato può fare magie, ma Grover è un pessimo suonatore.

Scudo di Tyson, che dopo averlo creato lo regalerà a Percy. E' un orologio da polso che se premuto crea uno scudo magico. Viene usato da Percy per salvare Tyson da Campe.

Pelle di Nemeo, una pelle resistentissima, antiproiettile e leggerissima. La indosserà Percy, che poi nel terzo libro la userà come sacrificio per suo padre per fare in modo che Grover e Bessie (Ofiotauro) raggiungano il Campo Mezzosangue.

Folgore di Zeus. Viene rubata da Luke nel primo libro ma ritrovata da Percy e ridata al re degli dei. Oggetti Vello d'oro, pelle magica di un ariete custodita sull'isola di Polifemo. Viene cercata e trovata per guarire il pino del Campo e fa resuscitare Talia.

Fischietto della Signora O'Leary. Sarà usato nel quarto libro. Serve a richiamare il segugio infernale di nome Signora O'Leary, ma può essere usato una volta sola. Inoltre, come Vortice, non si può perdere a meno che non se ne abbia il desiderio.

Filo di Arianna, usato dall'esercito di mosti di Crono per orientarsi nel labirinto. Sarà preso dagli eroi quando uccideranno Campe nel quarto libro.
Full transcript