Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

OMERO ed ESIODO

confronto concettuale-ideologico dei fondatori della teologia greca
by

A. Baldo

on 7 October 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of OMERO ed ESIODO

OMERO ed ESIODO
due grandi a confronto
figure spesso associate
Coloro che istituirono, per i greci, una teologia.
(Her. II 53)
rappresentanti della poesia laica e civica come Orfeo e Museo quella religiosa e sacerdotale.
secolo I d.C
CERTAMEN HOMERI ET HESIODI
Vittoria degli argomenti di pace ed elevatura morale
AGONE fra OMERO ed ESIODO
antichi frammenti
A Delo io e Omero per primi, entrambi aedi, cantammo, declamando il canto in inni nuovi, per celebrare Febo Apollo dalla spada d'oro, figlio di Latone.
(Fr. 357 Esiodo)
Ἔργα 655 ss.
Esiodo ottiene la vittoria in un agone poetico a Calcide
(giochi funebri in onore di Anfidamante)
contro lo stesso Omero?
Esiodo
debitore
dissente
forma poetica - metro - lingua
ideali politici - moralità - visione del mondo - teologia
Costante dissociazione dall'eredità omerica
(rari riferimenti a Iliade ed Odissea)
«Aedo che celebra le gloriose gesta degli uomini di un tempo »
(riferimento nella Teogonia 99-102)
dopo la sua morte
sorge la
SCUOLA ESIODEA
- religiosità a scopo utilitaristico
(appagamento dei bisogni materiali)
- assenza della cetra
(rito cadenzato da colpi di bastone)
differenze di ambiente
BEOZIA
aristocrazia terriera
tradizionalista
secrificio e fatica quotidiana
ossequio dell'autorità costituita
Omero

- sacra/eroica contro il nemico
- penosa/sterile se per guadagnarsi il pane
CELEBRAZIONE DELLA GUERRA
Esiodo

CULTO DELLA PACE E DEL LAVORO
-lotta benefica solo per far prosperare il campo
Ἔργα 24 (due contese)
Se un aedo / delle Muse ministro la gloria degli uomini antichi / celebra e gli dei beati dell'Olimpo / subito egli scorda i dolori
(Teog. 99-102)
ripresa dei temi omerici
(ramo d'alloro donato dalle Muse?)
IONIA
πόλεις nascenti
morte in difesa della patria
fatica per il pane
indegna dell'eroe
(il porcaro Eumeo, il vecchio Laerte...)
figure positive
ma inferiori
Divinità
- passioni incontenibili
- gravitano intorno a vicende
umane

- esistenza riservata in
armonia
- disinteresse
religione della Beozia
religione della Ionia
gerarchia celeste = terrena
influssi orfici e naturalistici
uomini dagli ideali cavallereschi
(scrificio e patria)
culto degli eroi
uomini solo ventre
(assillati dalla carenza di cibo)
Ἔργα = aiuto per
compatrioti
fede nell'Olimpo
religione più scaltra e
disincantata
Mentalità aristocratica
Virtù contadine
la capricciosità degli dei
conferisce loro potere
il divario con gli dei spinge l'uomo alla fatica
divario
eroi-uomini
(eccezionalità)
virtù morali
- vigore delle
membra
- audacia
- astuzia
(raggiungibili dagli
uomini)
Dei
- esemplari
Uomini
- tentativo di ingraziaseli
( eccezione poeti e re )
visione pessimistica
eroi
ambiguità
Sovranità
RE
= capo dell'esercito
RE
= giudice
Omero ne denucia i lati riprovevoli
Esiodo ne venera la parola (Muse)
D'ira tremendamente i neri precordi /
erano gonfi, gli occhi parevano
fuoco lampeggiante
Iliade, I 102
Subito, anche una gran contesa, placa sapientemente;/ perchè è per questo che i re sono saggi, perchè alle genti / offese nell'assemblea danno riparazione / facilmente, con dolci parole placandole, / quando giunge nell'assemblea come un dio lo rispettano.
Teogonia, 22-33
Sovrano giusto vs
comandante despota
DISSENSO DI ESIODO
GERARCHIA STATICA
autorità nel ruolo più che nella persona
(non attacco frontale)
prologo della Teogonia
- ben 9 riferimenti autobiografici
(desiderio di distinzione)
- non invocazione ma investitura
(invalidazione della poesia non consacrata dall'investitura divina)
- scettro in legno fresco
(vitale carisma della parola - prestigio sacrale)
Tempo
invocazione alle Muse
racconto del passato
canto delle Muse
ciò che sarà e ciò che è
visione tragica e scontata
visione rassegnata
Noi sappiamo dire molte
menzogne simili al vero (...)
ma sappiamo anche il vero cantare
(Teogonia, 27-18)
diceva molte menzogne
simili al vero
(Odissea, XIX 203)
Citazione in senso polemico
in Esiodo le affermazioni mendaci sono riprovevoli per principio
- ἀμφιλογίαι "discorsi ambigui"
e ψεύδεα "menzogne" fra le
malvagità di Eris.
-
ψεύδεα e αἱμυλίουϛ λογους
"parole seducenti" infuse in
Pandora
disapprovazione dei
canoni etici applicati ai personaggi omerici
Esiodo ritiene che il poeta ispirato abbia il compito di
educare il popolo
Funzione del poeta
riattualizzare il passato
per riconferirgli valore fondante
mantenere vivi nella memoria dei posteri coloro che sacrificarono la vita per la patria
istruire
il poeta è autorizzato ad indicare l'unica via da percorrere
(esistenza dedita al lavoro e ossequiosa dell'ordine costituito)
Phanteon esemplare
avulso dall'universo umano
funzione sacrale e istituente
(giustificata dal culto degli eroi eponimi)
Base del fissaggio delle discendenze durante la
TRASCRIZIONE DEI POEMI
in conclusione...
Esiodo recepisce la
filosofia del linguaggio omerica
(linguaggio come forza esterna al cantore che procura diletto, ma soprattutto immortalità ai personaggi)
e la sua valenza fondante, prendendone le distanze.
rivendicazione dell'esclusività dell'
investitura divina
contestazione dei
valori religiosi e morali
propri dei poemi omerici
fonti
Ascoltando Omero
la concezione di linguaggio dall'epica ai tragici
(Anna Marina Storoni Piazza)
Full transcript