Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

IL LEGNO

No description
by

MoCa

on 29 November 2018

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of IL LEGNO

Composizione del legno
Le radici
Hanno il compito di assorbire le sostanze nutritive e di ancorare la pianta al terreno evitando frane e smottamenti.
CONIFERE e LATIFOGLIE
Latifoglie
(a foglia larga) sono alberi con chioma ramificata e foglie larghe, perdono le foglie ogni anno.
DUREZZA
Legni teneri:
pioppo, salice, ontano, betulla, tiglio
Legni fibrosi:
pino, abete, larice, cipresso
Legni duri:
castagno, quercia, noce, ciliegio


Ciclo produzione del legno
IL TRONCO
sostiene la chioma e trasporta la linfa grezza e la linfa elaborata.
Derivati del legno
legno massello:
è un pezzo di legno intero e unico;
pannelli di legno sfogliato:
compensato, multistrato, paniforte, tamburato;
pannelli di trucioli e fibre:
truciolare, Mdf;
legno lamellare:
composto da assi lunghe di legno incollate e pressate.
LA CHIOMA (rami +foglie)
Nelle foglie avvengono due processi:
la fotosintesi clorofilliana e la traspirazione.
La linfa grezza (acqua+sali minerali) sale dalle radici ai fasci dell'alburno e raggiunge le foglie. Qui incontra l'anidride carbonica che è entrata negli stomi della foglia. Grazie all'energia solare captata dalla clorofilla le molecole di acqua e anidride carbonica si spezzano e si ricombinano in zucchero ed ossigeno, quest'ultimo fuoriesce dagli stomi e lo zucchero attraverso i fasci del libro va a nutrire la pianta.
IL LEGNO
carbonio 50%, idrogeno 6%, ossigeno 42%, e i minerali come azoto e pigmenti 2%, si combinano tra di loro per formare i principali
composti organici del legno
:
la
cellulosa
40-50%;
l'
emicellulosa
: 20% nelle Conifere e 15-35% nelle Latifolgie;
la
lignina
: 25-35% nelle Conifere e 17-25% nelle Latifolgie.
Il tronco tagliato trasversalmente ha una struttura ad anelli concentrici:
corteccia
, fisiologicamente è morta, serve come protezione alla pianta e consente gli scambi gassosi necessari alla vita della pianta;
libro (floema)
, strato sottile dove scorre la linfa discendente sintetizzata dalle foglie
cambio
, strato sottile di tessuto responsabile della produzione di nuovo legno, sia verso l’esterno sia verso l’interno;
alburno (xilema)
, è formata da cellule vive che costituiscono l’apparato circolatorio della pianta consentendo la conduzione dei sali minerali dalle radici alle foglie;
durame
, la parte più interna del tronco è formata da cellule morte a livello commerciale è quella più pregiata, perché essendo la parte più vecchia della pianta è quella più stabile e meno soggetta agli attacchi dei parassiti. A mano a mano che l’albero cresce, l’alburno diventa durame;
midollo
, parte centrale del tronco, generalmente poco differenziabile dal durame che lo contiene.
il legno è commercialmente classificato in base alla sua:
CO2+H2O=C6H12O6+O2
Conifere
(che portano i coni) o aghifoglie sono alberi con chioma a triangolo e cima a punta che produce le pigne.
PROPRIETA' DEL LEGNO
prof.M.Caprioli
Fisiche
: colore, odore, porosità, ritiro, peso specifico;

Meccaniche
: durezza, resistenza, elasticità;

Tecnologiche
: fendibilità, pieghevolezza, lucidabilità, attitudine al taglio.
Full transcript