Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

INFERNO XXVI

No description
by

Giulia Francesca Lops

on 23 May 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of INFERNO XXVI

L'epica sfida ai limiti imposti da Dio INTRODUZIONE AL CANTO " O frati " , dissi , " che per cento milia
perigli siete giunti a l'occidente ,
a questa tanto piccola vigilia

d'i nostri sensi ch'è del rimanente
non vogliate negar l'esperienza,
di retro al sol del mondo sanza gente.

Considerate la vostra semenza :
fatti non foste a viver come bruti ,
ma per seguir virtute e canoscenza"
( vv .112-120 ) Due linee interpretative : alcuni pensano che l'eroe abbia ricevuto il plauso di Dante , altri che riconoscono la condanna del poeta fra i consiglieri fraudolenti o per il " folle volo " o per " l'orazion picciola ".

Fubini , difensore dell'eroe , lo definisce "un magnanimo " che affronta ogni rischio e assetato di conoscenza

Bruno Nardi e già prima Petrarca e Boccaccio lo paragonano ad Adamo e Lucifero , definendo il suo peccato " il trapassar del segno " . L ' " orazion picciola " di Ulisse e " la
parola ornata " di Dante secondo Giorgio Padoan l'"orazion picciola " è l'ultimo consiglio fraudolento di Ulisse ,che con parole convincenti e concetti validi in sè spinge i compagni a violare i limiti imposti da Dio ( hubris )

La sua eloquenza emerge anche dall' " Achilleide" , di Stazio , e
dalle " Metamorfosi " , di Ovidio ; " Eneide II " , coglie di Ulisse l'aspetto della fraudolenza e anche della crudeltà

secondo la Barolini se con il XXVI canto Dante condanna l'" orazion picciola " , nel Paradiso ne fa uso " poichè solo il 'trapassar del segno' potrà rendere l'esperienza del ' trasumanar ' "
Dante " scriba dei " Già Petrarca nella " Familiare XXI 15 " nota degli elementi in comune tra il personaggio e il poeta .

Nuovi studi vengono però condotti dalla studiosa Maria Corti , riportate poi nel trattato " Percorsi dell'invenzione " ( Einaudi , Torino , 1993 )
Individua tre segali :
exemplum del fallimento di un'avventura dell'ingegno
Ulisse sapiens mundi ( fonte prima fu Boezio di Dacia , XIII secolo )
rimandi interni alla " Commedia "
sono tutti segnali che portano allo scoperto " il rapporto speculare fra il destino intellettuale di Ulisse simbolo e quello di Dante " L'inganno della lingua

tesi della Barolini in " Ulisse , Gerione e l'areonautica della transizione narrativa " :

Gerione è simbolo del " ver c'ha faccia di menzogna " ( If. XVI , 124 )

la Barolini lo definisce " un paradossale dispositivo di autenticazione della verità, contenuta nella sua opera " Inferno XXVI LA FIGURA DI ULISSE (B. Nardi " La tragedia di Ulisse " ,Petrarca " Triumphus famae II " , Boccaccio " Amorosa visione " ) (" Enciclopedia dantesca " ) ULISSE CONTROFIGURA DI DANTE GERIONE (" Il pio Enea e l'empio Ulisse : tradizione classica e intendimento medievale in Dante " 1977 ) primo segnale
allor mi dolsi e ora mi ridoglio
quando drizzo la mente a ciò ch'io vidi
e più lo 'ngegno affreno ch'i' non soglio ,

perchè non corra che virtù nol guidi ;
sì che , se stella bona o miglior cosa
m'ha dato 'l ben , ch'io stessi nol m'invidi
( If. XXVI , 19-24 ) secondo segnale :
fatti non foste a viver come bruti
ma per seguir virtute e canoscenza
( In XXVI , 119-120 ) terzo segnale
Inferno I ( 26-27 ) Inferno XXVI (132 )
si volse a retro a rimirar lo passo poi che 'ntrati eravam ne l'alto passo
che non lasciò già mai persona viva
Inferno I ( 22-24 ) Inferno XXVI ( 137-138 / 142 )
e come quei che con lena affannata ché de la nova terra un turbo nacque
uscito fuor dal pelago a la riva e percosse del legno il primo canto:
si volge a l'acqua perigliosa e guata [ ...]
infin che 'l mar fu sovra noi richiuso.
Purgatorio I ( 133 ) Inferno XXVI ( 141 )
com'altrui piacque com'altrui piacque
Paradiso II ( 1 /10 - 15 ) Inferno XXII ( 101 -102 )
o voi che siete in piccioletta barca compagnia picciola
[...]
voialtri pochi che drizzaste il collo
per tempo al pan de li angeli , del quale
vivesi qui ma non sen vien satollo,

metter potete ben l'alto sale
vostro navigio , servando mio solco
dinanzi a l'acqua che ritorna equale. OVER ITALY 'If they can speak within those flames,'
I said, 'I pray you, master, and I pray again
and may my prayer be a thousand strong
'do not forbid my lingering awhile
until the twin-forked flame arrives.
You see how eagerly I lean in its direction.
(If . XXVI 64-69 ) '"O brothers," I said, "who, in the course
of a hundred thousand perils, at last
have reached the west, to such brief wakefulness
'"of our senses as remains to us,
do not deny yourselves the chance to know --
following the sun -- the world where no one lives.
'"Consider how your souls were sown:
you were not made to live like brutes or beasts,
but to pursue virtue and knowledge."
(If. XXVI 112-120 ) ROBERT HOLLANDER CURIOSITA' ODISSEO
[ no ] x6 , tua madre ha ragione
sarò schietto tanto quanto posso [ osare ] x4
sarò rude come la mia nudità
sotto questo abito che mal mi veste .
Sarò sincero come [la pelle ] x2 e [ le ossa ] x2,
che è tutto quel che [ possiedo ] x5.
Io sono ...
Io sono Odisseo . Io sono Odisseo ,
figlio di Laerte , conosciuto pel mondo
per astuzia e furbizia e forza d'animo .
La mia fama è scritta nei cieli
e così è il mio fato
e mia moglie è Penelope ,
e mio filgio Telemaco ,
e la mia casa è Itaca ;
ma in questo groviglio di isole
e tempo e dèi , da qualche parte [ mi sono perso ] x2 ODYSSEY ROBERT WILSON PROGETTO, REGIA, SCENE E LUCI SIMON ARMITAGE TESTO da OMERO Piccolo Teatro Strehler
Full transcript