Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

IL SISTEMA ENDOCRINO

No description
by

riccardo cusinato

on 26 March 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of IL SISTEMA ENDOCRINO

IL SISTEMA ENDOCRINO
Il
SISTEMA

NERVOSO
regola l'attività degli altri apparati in modo tempestivo, attraverso i neurotrasmettitori presenti nei terminali assonici. La sua azione, quindi, è VELOCE, ma A BREVE TERMINE.
Il
SISTEMA ENDOCRINO
, invece, è composto da molte
GHIANDOLE
e utilizza i vasi sanguigni per inviare gli
ORMONI
alle
cellule bersaglio
degli organi interessati.
L'azione del sitema endocrino, quindi, è
più duratura
di quella del sistema nervoso, ma anche la sua attivazione richiede più tempo.

Gli ormoni sono i
messaggeri chimici
del sistema endocrino, che trasmettono i segnali dalle ghiandole agli organi bersaglio.
Gli
ormoni peptidici
(messaggeri primari), essendo polari, non riescono ad oltrepassare la membrana e si legano a
specifici recettori
presenti nella membrana citoplasmatica della cellula bersaglio, i quali provocano l'attivazione di una specifica proteina di membrana intracellulare [1], che a sua volta
attiva un enzima
[2] che sintetizza un
messaggero secondario
intracellulare (es. cAMP),che avvia a sua volta una
cascata enzimatica
[3] che amplifica il segnale del primo enzima, modificando il metabolismo della cellula[4].
Gli
ormoni steroidei
riescono a entrare direttamente nella cellula (grazie alla
natura lipidica
) [1] e si legano a
recettori nucleari
[2]. Il complesso ormone-recettore entra quindi nel nucleo e si lega al DNA, attivando di conseguenza la
trascrizione
dello stesso[3] e la successiva
sintesi
,presso i ribosomi, di proteine che regolano il metabolismo[4].

Questo tipo di ormoni
agisce più lentamente
, ma provoca un'
azione più duratura
.
Anche il sistema endocrino,come quello nervoso, utilizza il meccanismo del
feedback negativo
. In questo modo le varie ghiandole, quando un recettore segnala il superamento di un valore critico, inviano gli ormoni corrispondenti ai vari organi interessati.
(Es. Quando la glicemia è troppo alta il pancreas produce l'insulina che stimola il fegato ad immagazzinare il glucosio sottoforma di glicogeno)
Per questo motivo alcuni ormoni vengono detti
ormoni antagonisti
, in quanto agiscono in modo alternato,e contrario, per contribuire all'omeostasi del corpo.
(Es. Quando i livelli di Ca scendono al di sotto della norma, viene secreto l'ormone paratiroideo, finchè i valori di Ca risalgono; a questo punto la calcitonina, cioè l'ormone antagonista, riabbassa il livello di Ca e il ciclo continua a ripetersi)
Gli organi che formano il sistema endocrino sono le
ghiandole endocrine
, così chiamate perchè riversano i propri prodotti, gli ormoni,
all'interno del corpo
, ovvero nel circolo sanguigno.
Full transcript