Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

I MATERIALI DA COSTRUZIONE

No description
by

Elisa Zanaga

on 2 February 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of I MATERIALI DA COSTRUZIONE

I MATERIALI DA COSTRUZIONE
Elisa Zanaga
TFA 2014-2015
A033 Tecnologia
Istituto Universitario di Architettura di venezia
Ogni Paese, nell'edilizia come nelle altre attività umane, tende a
utilizzare il materiale di cui dispone
Beehive Huts, in pietra a secco
(Irlanda, penisola di Dingle)
Igloo Inuit (Canada Artico)
Capanna di fango Masai (Kenia)
Long House Vichinga (ricostruzione)
(Svezia, Hobro)
ALCUNI ESEMPI
L'USO DEI MATERIALI EDILIZI NELLA STORIA
PIETRE NATURALI
LEGNO
CALCESTRUZZO
VETRO IN GRANDI LASTRE
Float Pilkington Glass
LEGNO LAMELLARE
http://www.pilkington.com/pilkington-information/about+pilkington/education/sir+alastair+pilkington.htm
ACCIAIO
CALCESTRUZZO ARMATO
La pietra era utilizzata nel passato dalle piccole e grandi civiltà (Egizi, Greci, Romani e molte altre) perchè esistente in natura in grandi quantità.

Era utilizzata sia in pezzature medio-grandi che polverizzata e impastata con liquidi
UTILIZZO DELLA PIETRA IN BLOCCHI MEDIO-GRANDI
CIVILTA' EGIZIA
CIVILTA' GRECA
CIVILTA' ROMANA
Partenone, Acropoli, Atene
Tempio di Selinunte, Sicilia
Tempio minore, Abu Simbel, Egitto
Piramide di Chefren e Sfinge, Giza, Egitto
Fori imperiali, Roma
Resti romani, Tunisia
Impiegata in opere di grandi dimensioni, per edifici rappresentativi della vita civile e religiosa come palazzi, ville patrizie, templi ed edifici pubblici
UTILIZZO DELLA PIETRA POLVERIZZATA
LATERIZI: materiale ceramico ottenuto da un impasto a base di argilla (derivata dall'alterazione chimica di rocce magmatiche-silicee mescolato con acqua) cotto ad alte temperature
http://it.wikipedia.org/wiki/Argilla
Impasti con SABBIA: materiale granulare ottenuto in particolare dall'erosione di rocce sedimentarie. Utile in impasto per la realizzazione di malte

N.B.: nell'antichità usata per la realizzazione del VETRO, ma in piccoli pezzi di artigianato e per uso quotidiano, NON IN EDILIZIA.

LEGNO STRUTTURALE
Vi si possono realizzare strutture edilizie nella loro interezza; ogni elemento portante o di tamponamento è in legno: colonne, travi, pareti divisorie, solai, copertura fino alle rifiniture.

E' il più antico materiale da costruzione utilizzato dall'uomo sia per manufatti di carattere civile che militare
http://it.wikipedia.org/wiki/Legno_strutturale
Il calcestruzzo romano era più "sostenibile" dell'odierno!
Etimologia: dal latino "calcis structio" perchè la sua struttura è a base di calce

Già utilizzato da Assiri ed Egizi ma furono i ROMANI ad utilizzarlo per il maggior numero di opere, soprattutto civili (ponti, strade, acquedotti)
Vitruvio nel suo De Architectura lo descrive così:

Opus incertum:


Opus reticulatum:


Opus caementicium:
https://books.google.it/books?id=2Yd6ep4d0tEC&pg=PA72&lpg=PA72&dq=vitruvio+de+architectura+opus&source=bl&ots=AJ5Zsglaz4&sig=93AK7RYCNSOegSrfNU0dZuDP-lA&hl=it&sa=X&ei=iiXFVJuzDo7kaLPZgcAM&ved=0CDYQ6AEwAw#v=onepage&q=vitruvio%20de%20architectura%20opus&f=false
pietre legate fra loro con malta cementizia,
la superficie del muro era livellata
conci a forma di piramide tronca a base quadrata;
la punta era immersa nel legante mentre la base piana formava un reticolo sulla superficie del muro
impasto di malta e inerti, pozzolana ed acqua di mare versato a consolidamento interno
La pasta vitrea proveniente dal crogiolo si distende per gravità su di un letto di stagno fuso che ne leviga anche la superficie inferiore.
La colata continua passa in un tunnel di raffreddamento e una volta solidificata si procede al taglio. Possono seguire processi di foratura, tempra, molatura e stratificazione con pellicole plastiche e/o altre lastre per l'ottenimento di tutte le varianti esistenti in commercio

Il 90% del vetro in lastre è prodotto con questo metodo.
Lega di FERRO E CARBONIO (presente in percentuale < 2%).
Prodotto dall'affinazione in forni speciali della ghisa proveniente dall'altoforno.

Materiale molto resistente che sopperisce alla mancanza di flessibilità della pietra e dei materiali cementizi.

L'aggiunta di altri metalli ne modifica o migliora alcune delle proprietà rendendolo ACCIAIO SPECIALE
(es. Acciao Inossidabile = acciaio + cromo/nichel)
Particolarmente adatto alla realizzazione di grandi strutture
Vele di Calatrava, Reggio Emilia
Copertura di grande luce in acciaio
Ottenuto da pressione e incollaggio di travi in legno massiccio delle "lamelle".
Prestazioni migliorate rispetto al legno, si possono coprire grandi luci.
Possibilità di realizzare forme e dimensioni volute, oltre il limite delle dimensioni dell'albero.
Consente di realizzare grandi strutture che prendono il nome di "telaio":
pilastri/colonne = elementi verticali
+
travi/solai = elementi orizzontali
Passaggi base per la realizzazione della struttura in cls armato
Realizzazione "stampo" con cassaforma in assi di legno inchiodate
Realizzazione e posa armatura in tondini di acciaio
Colata di calcestruzzo liquido
A solidificazione avvenuta si apre ed elimina lo stampo
E' formato da armature in BARRE di ACCIAIO immerse nel CALCESTRUZZO, col quale si aggregano in modo definitivo.
Migliora la resistenza agli sforzi di trazione e flessione del semplice cls.
1800 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE 1850
L'introduzione delle macchine permette:
la produzione su larga scala
il perfezionamento della tecnica
abbassamento del costo del singolo prodotto
velocizzazione della produzione
diffusione capillare delle nuove merci

(Link all'estratto del De Architectura)
INVENZIONE DI NUOVI MATERIALI DA COSTRUZIONE
Full transcript