Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Social Housing

FederlegnoArredo: introduzione al tema del Social Housing
by

Gaetano Milizia

on 24 October 2010

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Social Housing

Che cos'è il
Social Housing? A chi si
rivolge? Come funziona? Perchè ora? Piano Casa: 6 linee di intervento Quadro legislativo Quali
opportunità? Caratteristiche del SIF BEST
PRACTICE Cosa offre? Definizione del CECODHAS (the European Liaison Committee for Social Housing): con Social Housing si intende un insieme di alloggi e servizi, di azioni e strumenti per un’utenza che non riesce a soddisfare il proprio bisogno abitativo sul mercato, per ragioni economiche o per assenza di un’offerta adeguata; un insieme che favorisca la formazione di un contesto abitativo e sociale dignitoso, al fine di rafforzare la propria condizione abitativa e sociale. Il Social Housing nasce in nord Europa agli inizi degli anni '90 e si sviluppa soprattutto in Olanda e in Gran Bretagna, in risposta ad una nascente domanda di qualità abitativa delle residenze sociali (non solo alloggi ma anche servizi). Biennale di Venezia 2008 - XI Mostra Internazionale di Architettura - video "L'Italia cerca casa" È FINITA L’ERA DEL COSTRUTTORE/VENDITORE DI EDIFICI RESIDENZIALI

È INIZIATA LA NUOVA ERA DEL COSTRUTTORE/GESTORE DI SOCIALITÀ basso costo di locazione/acquisto
basso costo di gestione
alta qualità costruttiva e dei componenti
ecosostenibilità (efficienza energetica)
biocompatibilità (materiali)
flessibilità progettuale
identità, appartenenza a un luogo Alloggi Servizi integrazione e inclusione sociale
relazioni umane ricche e significative
sicurezza
riqualificazione urbana e riconnessione alla città
accompagnamento all’inserimento (es. informazioni)
mix di funzioni (es. attività commerciali di vicinato)
gestione e manutenzione straordinaria
pulizia degli spazi comuni NUOVE ESIGENZE



NUOVA DOMANDA TECNICHE COSTRUTTIVE AVANZATE (PREFABBRICAZIONE)



PROGETTAZIONE INTEGRATA (BIM) NUOVI STRUMENTI DI SVILUPPO DEL TERRITORIO



NUOVI STRUMENTI FINANZIARI Innovazioni tecnologiche Rivoluzione del mercato Innovazioni governative Quali criticità? Chi è troppo ricco per accedere all’Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) ma non abbastanza per accedere al libero mercato reddito medio basso
lavoratori a progetto
studenti fuori sede
giovani coppie / famiglie
separati / divorziati
pendolari
anziani
soggetti sottoposti a procedure di sfratto
immigrati regolarmente residenti
single in cerca di prima casa Utenti In 20 anni, dal 1990 al 2010, la disponibilità economica delle famiglie è aumentata del 18% mentre l’incremento dei canoni di locazione, soprattutto nelle aree metropolitane, è aumentato del 105%. Incremento dei prezzi di mercato e riduzione del potere d’acquisto delle famiglie Gestore degli alloggi Amministratori locali Impiantistica e sistemi tecnologici selezionare e accompagnare i singoli soggetti e nuclei familiari da insediare

fornire gli inquilini delle informazioni sul corretto utilizzo degli alloggi

gestire le locazioni e le eventuali morosità

gestire il turnover tra i destinatari degli alloggi

gestire le spese amministrative e condominiali

monitorare la corretta conservazione del patrimonio immobiliare

promuovere una civile convivenza tra gli inquilini

gestire le manutenzioni ordinarie e straordinarie

gestire la sicurezza e la pulizia delle aree comuni Qual'è il mercato
di riferimento? EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP)

scarsa offerta
quartieri dormitorio
degrado sociale NUOVO SEGMENTO DI MERCATO SOCIAL HOUSING

SOSTENIBILITÀ ECONOMICA E SOCIALE
EFFICIENZA ENERGETICA
DOMANDA IN CRESCITA LIBERO MERCATO

contrazione del mercato
costi elevati di locazione e acquisto
alti costi di gestione - fino al 2007: domanda di alloggi gonfiata dalle prospettive di guadagni apparentemente senza fine. Molte famiglie si sono esposte finanziariamente per l’acquisto di immobili.

- 2008: inizio della crisi economica. Quando la bolla è scoppiata, la crescita si è interrotta bruscamente. Contrazione del volume edificato:
Spagna -21,5%
Irlanda -32,3%
Germania -1,2%

- 2009/2010: in alcuni Paesi la contrazione è arrivata al 50%.

- 2011/2012: è previsto che in Europa la curva dovrebbe tornare a salire dell'1,6% nel 2011 e del 2,5% nel 2012. L'evoluzione del mercato dell'edilizia residenziale in Europa L’80% del patrimonio abitativo italiano è di proprietà, il 20% è in affitto


L’offerta di case pubbliche è diminuita del 90%

500.000 famiglie che vivono nel disagio abitativo rispettare i tempi di approvazione


abbattere i costi delle aree


eliminare oneri di urbanizzazione INFORMARE GLI ASSOCIATI (NEWSLETTER)

TAVOLO TECNICO PERMANENTE

BANDI REGIONI / COMUNI

BANDI PER EXPO MILANO 2015

CATALOGO PRODOTTI FEDERLEGNOARREDO

MADE IN ITALY: ESPORTARE IL SISTEMA-CASA

PARTNERSHIP CON ALTRE FEDERAZIONI DI SETTORE (FEDERABITAZIONE, FEDERCASA, LEGACOOP)

MADE EXPO 2011 Il Sistema Integrato dei Fondi dovrà produrre flussi di cassa.

Nei prossimi 5 anni è prevista una dotazione finanziaria di 10mld € e la produzione di 50mila alloggi per lo più destinati a locazione a canone agevolato.

Secondo le stime di CDP, le prime realizzazioni si vedranno a partire dall’estate 2011. L’investimento avrà la durata di 30 anni con un rendimento pari al tasso di inflazione (tra il 2% e il 3%). AIUTI DI STATO (Decisione della Commissione Europea 2005/842/CE):
gli aiuti di Stato sotto forma di compensazione degli obblighi di servizio pubblico, concessi a determinate imprese incaricate della gestione di servizi d’interesse economico generale, sono esentati dall'obbligo di notifica in quanto ne allungherebbe di molto i tempi di fornitura.

ALLOGGIO SOCIALE (Dm 22 aprile 2008):
unità immobiliare adibita ad uso residenziale in locazione permanente che svolge la funzione di interesse generale, nella salvaguardia della coesione sociale, di ridurre il disagio abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati che non sono in grado di accedere alla locazione di alloggi nel libero mercato.

PIANO CASA (Dl n.112, 25 giugno 2008 – L. n.133, 6 agosto 2008 - Dpcm 16 luglio 2009):
introduce il Piano Nazionale di edilizia abitativa assistita dall’intervento pubblico, e prevede l’utilizzo di fondi immobiliari costituiti mediante partecipazione di soggetti pubblici e privati in un Sistema Integrato di Fondi immobiliari (SIF) finalizzato a garantire i livelli minimi essenziali di fabbisogno abitativo su tutto il territorio nazionale. a) Costituzione del SIF
Il 9 giungo è stato pubblicato il bando di gara per l’individuazione di due SGR a cui saranno affidati i 140mln € stanziati per l’avvio del SIF (2 lotti da 70mln € o fondo unico per CDPI SGR, candidato in pectore, se non sarà individuata un altro super gestore del fondo) che andranno a comporre, con altri fondi provenienti da investitori istituzionali, una rete di fondi immobiliari chiusi. La domanda è da presentare entro il 20 agosto 2010

b) Incremento del patrimonio di Edilizia Residenziale Sociale (ERS) con risorse pubbliche
c) Promozione finanziaria anche ad iniziativa di privati
d) Agevolazioni a cooperative edilizie
e) Programmi integrati di promozione di ERS
Stanziati circa 378mln € (vedi DM 8 marzo 2010) a favore della promozione dei programmi integrati attraverso accordi di programma tra il MIT, le Regioni e i Comuni, anche con interventi di privati in project financing. Nella ripartizione spiccano le Regioni Lombardia (54mln €), Campania (41mln €), Lazio (38 mln €) e Piemonte (32 mln €).

f) Interventi di competenza degli ex-IACP
Stanziati circa 197mln € (vedi DM 19 novembre 2009) destinati a finanziare interventi di edilizia sovvenzionata. Nella ripartizione spiccano le Regioni Lombardia (42mln €), Campania (17mln €), Lazio (17 mln €), Piemonte (16 mln €), Veneto (20mln €) ed Emilia-Romagna (18 mln €). abbattere i costi


verificare affidabilità nel tempo


gestire il corretto funzionamento COSA? COME? fINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO fINANZIAMENTI PRIVATI Social Housing Awards 2010 - Premio qualità architettonica Social Housing Awards 2010 - menzione speciale Social Housing Awards 2010 - Premio tempi e costi di costruzione Social Housing Awards 2010 - ecosostenibilità e innovazione tecnologica Peso percentuale del settore dell’affitto sociale rispetto al comparto residenziale nei principali Paesi europei
Full transcript