Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

sicurezza stradale luca trevisan

No description
by

classe 1alsa

on 27 May 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of sicurezza stradale luca trevisan

UNO SLOGAN PER VIVERE LE MORTI DEI GIOVANI NEGLI INCIDENTI STRDALI RISPETTO DELLA PROPRIA VITA E DI CHI TI STA ACCANTO ALCUNI DATI STATISTICI TRA LE CAUSE PIU' COMUNI SI RICONOSCONO ECCESSO DI VELOCITA' GUIDA DISTRATTA E PERICOLOSA GUIDA CONTROMANO GUIDA IN STATO DI EBBREZZA MANOVRE NON PERMESSE ALCOOL E' il nemico dichiarato di chi si mette alla guida di un veicolo a motore. L'acool ha un effetto sedativo e riduce la vigilanza. Crea euforia, rende più temeraria la guida, Esagera la fiducia nelle proprie abilità, falsa la percezione delle distanze e della velocità. DROGA Le droghe, ma anche gli psicofarmaci, modificano il comportamento del cervello e dell'intero organismo e finiscono per causare l'effetto opposto a quello per il quale sono state assunte. NON DIMENTICHIAMOCI CHE OGNI VEICOLO

È UN "ARMA PER UCCIDERE O ESSERE UCCISI" lavoro realizzato esclusivamente da luca trevisan lavoro realizzato esclusivamente da luca trevisan nel mondo..... in EUROPA... in ITALIA... Ogni anno nel mondo muoiono più di 1,2 milioni di persone sulle strade. Gli incidenti stradali costituiscono la seconda causa di morte tra soggetti di età compresa tra 5 e 29 anni che causano più di 4000 morti ogni anno in italia si verificano più di 200.000 incidenti stradali che causano più di 300.000 feriti In Europa gli incidenti stradali sono una delle prime cause di morte, con più di 120 000 vittime all'anno. lavoro realizzato esclusivamente da luca trevisan CAUSE DEGLI INCIDENTI EVITARE UN INCIDENTE STRDALE pneumatici che stridono, lamiere che si accartocciano, vetri che vanno in frantumi, gente che grida . . . Tutto questo forse suona familiare a chi è rimasto coinvolto in un incidente stradale. piccoli consigli rispettare i limiti di velocità allacciare le cinture di sicurezza mantenere l'auto in buone condizioni condizioni stradali alcool attenzione ai colpi di sonno Su alcune strade il limite di velocità potrebbe sembrare troppo basso. Ma di solito superarlo non incide granché sul tempo che si impiega per arrivare a destinazione se ci pensate. Se non si indossa la cintura di sicurezza, l’airbag perde la sua efficacia e può perfino essere pericoloso. Prendete quindi l’abitudine di allacciare le cinture, e sinceratevi che chi viaggia insieme a voi faccia altrettanto. Un’altra precauzione: non cercate mai di leggere o scrivere SMS mentre guidate. Per evitare incidenti è fondamentale mantenere l’auto in buone condizioni. Pensate a cosa potrebbe succedere se, mentre state guidando, i freni non rispondessero più. Per evitare problemi, alcuni portano periodicamente il loro veicolo da un bravo meccanico; altri invece preferiscono fare da soli alcuni lavoretti di manutenzione. Qualunque cosa decidiate di fare, accertatevi che vengano effettuati i necessari controlli e riparazioni. Se il manto stradale è bagnato o sdrucciolevole a motivo di polvere, sabbia o ghiaia, l’aderenza dei pneumatici diminuisce. Andando più piano si hanno meno probabilità di slittare in frenata.
Gli incroci sono pericolosi per tutti gli automobilisti. Un esperto di sicurezza stradale raccomanda quanto segue: quando scatta il verde, aspettate un attimo prima di attraversare l’incrocio. In questo modo potrete evitare lo scontro con un eventuale veicolo che è passato col rosso. Anche gli automobilisti che di solito guidano in modo responsabile e sicuro possono correre grossi rischi se si mettono al volante dopo aver bevuto. In Italia nel 2008 sono stati rilevati circa 219.000 incidenti stradali che hanno provocato quasi 4.800 morti e 311.000 feriti. Dal 30 al 40 per cento di tutti questi incidenti erano correlati all’alcol. Persino una quantità minima di alcol può pregiudicare la capacità di guida. Alcuni decidono di non bere affatto se devono guidare.
Avete difficoltà a concentrarvi, sbattete le palpebre di frequente o le sentite pesanti
Fate fatica a tenere su la testa
Sbadigliate ripetutamente
Ricordate con difficoltà gli ultimi chilometri percorsi
Sbagliate la vostra uscita o non vedete i segnali
Invadete un’altra corsia, state troppo attaccati al veicolo che vi precede o finite sulle bande rumorose
Questi sintomi suggeriscono che è meglio far guidare qualcun altro o fermarsi in un’area di sosta per fare un sonnellino. La vostra sicurezza e quella degli altri valgono ben più di un ritardo! SPROVVVEDUTI E POCO INFORMATI RAGAZZI ALLLA GUIDA Quasi mille giovani sono morti l'anno scorso a causa di incidenti stradali: 972 persone sotto i 30 anni, 567 delle quali avevano un' eta' compresa tra i 18 e i 25 anni. CODICE DELLA STRADA CELLULARE E GUIDA ALCOLICI MANUTENZIONE MEZZI I ragazzi italiani alla guida non sono abituati a rispettare il Codice della strada. I loro comportamenti alla guida delle minicar ricordano troppo da vicino quelli dei «grandi» il 33% ignora i rischi dell’uso del cellulare alla guida e, anche tra chi si avvale di sistemi previsti dal Codice della Strada, molti lo fanno in modo non consono, come il 23% dei ragazzi che dichiarano di indossare l’auricolare solo quando riceve una chiamata, e non prima di mettersi alla guida. Sul tema dei comportamenti alcol correlati, l’89% è consapevole dell’importanza di non guidare dopo aver assunto alcolici, ma molti continuano a sottovalutare la pericolosità di alcune azioni e a interpretare in modo sbagliato la tolleranza alcolica zero prevista per i neopatentati (9%). L’ambito della manutenzione dei mezzi è indubbiamente il meno conosciuto dai ragazzi: il 34% sbaglia relativamente all’usura dei pneumatici e il 25% in merito alla manutenzione dell’auto. ALCOOL-GUIDA http://www.amicidisamuel.it/2011/index.php http://it.wikipedia.org/wiki/Incidenti_stradali_in_Europa http://www.saluteinternazionale.info/2009/11/incidenti-stradali-nel-mondo-e-disuguaglianze-tra-nazioni/ http://it.wikipedia.org/wiki/Incidente_stradale#Italia https://www.google.it/search?q=giovani+morti+in+incidenti+stradali&aq=0&oq=MORTI+GIOVANI+INC&aqs=chrome.1.57j0l2j60l2j0.14720j0&sourceid=chrome&ie=UTF-8 http://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/102011245 citazioni
Full transcript