Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Dialetti e lingue minoritarie d'Italia

Presentación para "Italiano Funcional III"
by

Sb Sims

on 22 January 2012

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Dialetti e lingue minoritarie d'Italia

Dialetti e lingue minoritarie d'Italia Dialetto o lingua minoritaria? Dialetto: Lingua minoritaria: "Lingue proprie delle minoranze linguistiche storiche e che non sono dialetti della lingua ufficiale dello stato" "Varietà linguistica usata da abitanti originari di una particolare area geografica" sardo, occitano, francoprovenzale, ladino piemontese, napoletano, veneto, lombardo Valle D'Aosta Italiano/Francese
Valdostano
Francoprovenzale Piemonte Latino
Celte
Dialetto o lingua? Peculiarità: Liguria Francia, Piemonte, Toscana
Lingua minoritaria
Gruppo gallo/italico
Dominazione sup.
Lingua "leponzia"
Forma standard scritta seta --> "seda"
sete --> "sei" (sed)/ ruota --> "rua"
chiodo --> "ciò"/ agosto --> "aust"
cavallo e cavalli --> "caval e cavai"
gambe --> "gambi"
"buchèt" (fr."bouquet"), it: mazzo/ "giaun", (fr. "jaune"), it: giallo
"tota" (ragazza) - "magna" (zia) Peculiarità: sano --> "san"/ cane --> "can"
ghianda --> "gianda"
piano --> "cian" (sc. "pian")/ bianco --> "giancu" (sc. bianc)
notte --> "noite" (lb. "noc")
padre --> "paire" (lb. puaire)/ madre --> "maire" (lb. muaire) Lombardia Piemonte, Svizzera, Trentino
distinzioni ligure/emiliano
Vie commerciali Peculiarità: uomo --> "òm" / fumo --> "füm" / neve --> "nef"
rotta --> "rota"
questo --> "quist"
chiama --> "ciama"
"prestinè" / "burlà" / "sciat"
com’è? --> "cumè che l’é?" /
dove l'hai mandato? --> "induè che te l’è mandà(t)?"
non ha parlato --> "ha non parlaa"
non ho visto nessuno --> "hö vist nissü(n)" Trentino Gallo-italico & veneto
Friulano
Ladino cento --> "sento" --> "zento"
gente --> "sente" --> "gent"
ghiaccio --> "giazzo" --> "glats"
calda --> "ciauda" / muri --> "mürs"
"fioccare" - "putel" - "ancò" - "narancio"
"smolz" Peculiarità: Friuli-Venezia Giulia Carni / Veneti
Latino
Dialetti di montagna muro/muri --> "mur/murs"
chiama --> "clama" (vt."ciama") / chiesa --> "glesie" (vt. "cesa")
guardare --> "cialà" (vt. "vardar") / cucchiaio --> "sedòn" (vt. "guciaro")
"frut" - "soreli" - "madrac" - "razze"
donna --> "femena" - "femene" - "femeno" Peculiarità: Veneto autonomia
non gallo-italica
influenze straniere fuoco --> "fogo"
cinque --> "sinque" / cento --> "sento"
giugno --> "sugno"
chiaro --> "claro" / piano --> "plano""
"àmia" - "ancó" - "catàr" - "sgnape" Peculiarità: Emilia - Romagna gallo - italico
emiliano
romagnolo emiliano
madre --> "mèder" / albero --> "âlber"
ospedale --> "sbdèl" / pidocchio --> "bdòc"
ginocchio/a --> "znòc" / "znûc"

romagnolo
foglia --> "fôja" / moglie --> "moj" / gli uomini --> j'óman / ci puoi ... --> "T'j pu..."
cane --> "can" / "chèn" -/- mese --> "mes"/"mis"
formica --> "furmiga" / "furmighi" Peculiarità: Toscana Dialetto?
Italiano vernacolo?
Fiorentino tu fai pena --> "te fai pena"

mi piace / a me piace --> "a me mi piace"

faccio --> "fo" / vado --> "vo"

andare --> "andà" / perdere --> "pèrde" / finire --> "finì" / mangiare --> "mangià" Peculiarità: Marche 4 aree linguistiche:

Pesaro
Ancona / Macerata
Camerino
Ascoli Piceno povero --> "pover" / pranzo --> "pranz"
secondo --> "segondu"
"bagé" - "butrigò"

buono --> "bona" / posso --> "puoe"
caldo --> "callo" / grande --> "granne"
"curtina" - "sarvai"

il mondo --> "lu monnu"
mela --> "male" / fiore --> "fiere"

"fracchia" - "rua" Peculiarità: mondo --> "monno" / profondo --> "profonno"

cani --> "cane" / amici --> "amice"

verde --> "virdi" / nero --> "niri"

"arbo" - "nepo" Peculiarità: Lazio Latino

Dialetto o "parlata"?

Romanesco "persona"
quando --> "quanno" / caldo --> "callo"
buono --> "bono" / cuore --> "core"
ogni --> " 'gni " / indicare --> " 'nnicà"
"sìne" - "nòne"
"bardasso" - "ferraiolo" - "zappo" - "abbachio" Peculiarità: Umbria situazione omogenea
frontiere
influenze umbre/toscane Abruzzo Unità linguistica?
Sabino
Abruzzese occidentale
Abruzzese orientale
cavallo --> "cavaju"
(io) scrivo --> "scrio"

mese --> "mise" / piede --> "pire"
gioco --> "juche"

siero --> "siere"
vecchie --> "viecchje" Peculiarità: Molise Abruzzo

reggione

1963 Campania Latino -> Italiano
molte caratteristiche
Osco
Napoletano Peculiarità: Campano
capelli --> "capille" / mesi --> "mise"
porte --> "puorti" / occhio --> "uocchie"
bagno --> "vagno" / bere --> "vèvere"
burro --> "bbutire" / bello --> "bbielle"

Napoletano
"abbàscio" - "cu'mmico" - "cu'ttico" - "drincà" - "semmàna" - "nenna, ninno" Puglia calabrese, napoletano, siciliano, greco, lingue eslave

regione del Salento Peculiarità: cavallo --> "cavaddu"
caldo --> "càutu", "càvete", "calle"
nostra --> "noscia"
"Ecco è il dottore!" --> "Na, lu tuttore ete!"
"Luigi verrà domani" --> "Luigi ha bbenire crài" Basilicata Lucania
lingue centro-meridionali
lucano Peculiarità: porcho --> "porche" / "puorc"
morti --> "muorti"
fuoco --> "fuogu" / nevica --> "nevega"
sapere --> "savè" / capo --> "cavu"

"strettele", "zoca", "consobrino", "ciss" Calabria napoletano / meridionale estremo
Calabria latina & Calabria greca
grecanico Peculiarità: Cos'hai mangiato stamattina? --> "Chi mangiasti stamatina?"
Voglio mangiare --> "Vogghju u mangiu"/ "Vogghju mi mangiu"

"folea", "somitu", "catu", "cruoccu", "domito" Sicilia isola
tre zone
influenza greca, araba, galliche, iberica, ecc.
Peculiarità: "cantunèra", "carusu", "nicu", "pistiari"
"saia", "taliàri"
"giugnetto", "travagghiari"
"tiempu", "vientu", "cucchiara", "paracqua" Sardegna italiano

sardo

influenze Peculiarità: cielo --> "chelo" / cera --> "chera" / cercare --> "chercare"

ape --> "abe" / labore --> "laore"
pieno --> "prenu" / fiamma --> "frama"

acqua --> "abba" / quattro --> "bàttoru" / lingua --> "limba"

MOLTE GRAZIE A TUTTI!
Full transcript