Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Museo Ebraico di Berlino

No description
by

Gianluigi Anedda

on 11 May 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Museo Ebraico di Berlino

Museo Ebraico di Berlino
Torre dell' Olocausto
Giardino dell' Esilio
è costituito da 49 colonne di cemento alte sei metri e da alberi di olivagno, simbolo della pace e della speranza di un ritorno in patria.
Rafael Roth Learning Center
Nel primo pomeriggio di martedi 8 aprile ci siamo recati nel più grande museo in Europa dedicato agli ebrei, il Museo Ebraico di Berlino.
Esso si pone come tangibile espressione della presenza e del ruolo degli ebrei in Germania, ma oltretutto è un invito alla riconciliazione della città con l’Olocausto.
Non ha un ingresso dalla strada, ma vi si accede dal
Berlin Museum
con un sentiero sotterraneo, per simboleggiare quanto la storia ebraica e tedesca siano connesse tra loro.
Al suo interno troviamo:
Torre dell' Olocausto
Giardino dell' esilio
Mostra
è una struttura completamente vuota che viene illuminata solo dalla luce
che penetra da una stretta
fessura in alto
Ha una forma triangolare,
man mano che ci si
avvicina al vertice i rumori
si fanno sempre più fitti
e insopportabili.
e vuole ricreare la condizione
degli ebrei deportati che non
sapevano in quale luogo si
trovavano e non potevano avere notizie.
Ma significano anche che, come gli alberi riescono a mettere radici in spazi così impervi come la cavità di un pilastro, così anche coloro che sono esiliati in una lontana terra straniera possono trovare la ragione per continuare a vivere in un'altra patria.
La mostra
descrive oltre 2000 anni di storia ebraica, dall’epoca Romana a oggi.
L' esposizione è suddivisa in 14 sezioni,
che documentano lo sviluppo della vita
degli ebrei in Germania nel corso dei
secoli, dal punto di vista artistico,
culturale e scientifico.
E' il centro didattico multimediale e una parte rilevante del museo che
offre ai suoi visitatori la possibilità di usufruire di
20 stazioni multimediali per scoprire la storia e la cultura ebraica in Germania.
Spazio Vuoto della Memoria
10 000 volti in acciaio sono distribuiti sul pavimento nell' unico spazio vuoto dell'edificio di Libeskind in cui è possibile entrare.
Rafael Roth Learning Center
Spazio vuoto della memoria
I visitatori sono invitati a camminare sui volti e ad ascoltare i rumori prodotti dalle lastre. Tutto ciò fa desiderare di uscire al più presto dalla sala.
Full transcript