Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Ulisse è uno di noi_ Emergenza Italiano VE "D'Assisi"

No description
by

classe VE

on 5 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Ulisse è uno di noi_ Emergenza Italiano VE "D'Assisi"

la classe VE presenta: IL NOSTRO VIAGGIO ... un viaggio a quattro dimensioni tra testi letterari e realtà. In viaggio con Enaiat ULISSE E' UNO DI NOI CAMILLA ...Il nostro viaggio finora è durato cinque anni, come quello di Enaiat, ma il nostro viaggio nel mondo della scuola durerà forse diciotto anni, quasi come quello di Ulisse. (Margherita) MARGHERITA GLORIA PIETRO Ricordi, amicizie, tristezze, scherzi, felicità, sgridate, giochi… E’ stato bello questo viaggio, tanto da non voler più ripartire, ma c’è poco tempo, sento che ripartirò presto, perché la vita è fatta di cambiamenti e anche la vita è un viaggio (Fedro) In viaggio
con Ulisse IL CAVALLO DI TROIA LE SIRENE IN VIAGGIO CON DANTE Ulisse è un eroe perché affronta ogni pericolo, non si vuole arrendere e sconfigge creature e mostri con l’astuzia. (Michela) “Penna, matita, gomma… ok c’è tutto” disse Lorenzo la mattina del primo giorno di prima Elementare. Il brivido che saliva dai piedi e finiva alla punta del naso, forse era quello a mettermi paura, ma io resistetti! (Lorenzo) Alla fine di un viaggio si comincia un altro viaggio. Io e la mia classe assomigliamo ad Enaiat e a Ulisse perché ognuno di noi fa un viaggio e ognuno ha una storia diversa da tutti. Leggendo le storie di Ulisse ed Enaiat ho imparato che se voglio arrivare ad una meta non devo mai arrendermi e combattere con tutte le mie forze. Con i miei compagni sono più forte perché ci aiutiamo a vicenda nei momenti più difficili. (Laura) Il viaggio di Enaiat assomiglia a quello di Ulisse perché tutti e due vivono delle avventure difficili da superare e tutti e due devono prendere difficili decisioni. Enaiat è un eroe perché alla sua età riesce a non mollare. (Elisa) Enaiat è un bambino coraggioso con un cuore d’oro e un grande cervello. E’ molto astuto e buono. E’ in una brutta situazione familiare ma prende coraggio e prova ad affrontare il problema partendo alla ricerca di un luogo tranquillo che il suo paese non gli offre (Riccardo) Enaiat è un eroe perché ha il coraggio di andare in giro per il mondo da solo all’età di un ragazzino. (Fede Mo) I LOTOFAGI FABIO LORENZO DAVIDE Il nostro viaggio l’abbiamo affrontato insieme, proprio come Ulisse e la sua truppa e ognuno ha avuto le proprie avventure e amicizie. Le Medie arrivano, le Elementari scorrono veloci.. Il nostro viaggio nel mondo della scuola finora è durato cinque anni, come quello di Enaiat, ma in tutto durerà circa diciotto anni, quasi come quello di Ulisse. (Margherita) Sono passati cinque anni, eravamo piccoli e anche le nostre cose erano piccole e poche: avevamo una matita, una gomma e uno zainetto che conteneva anche il coraggio, ma non ce ne stava molto, perché quasi tutto lo spazio era occupato dalla simpatia e dall’intelligenza, le cose principali. Sono felice, ma allo stesso tempo triste perché il nostro viaggio finirà presto e questo pensiero mi rimbomba nella testa sempre più forte, man mano che passano i giorni. Fra due mesi finirà la scuola elementare e io quel giorno non voglio esserci. (Gloria) Per fare questo lungo viaggio ho dovuto equipaggiarmi, se no non avrei resistito neanche un minuto. Avevo bisogno di emozioni: la curiosità per scoprire che cosa mi avrebbe aspettato e il coraggio per affrontare con le mie stesse mani il mio lungo viaggio. Abbiamo avuto anche degli addii a degli amici che sono andati via e un benvenuto a una bambina che si è aggiunta al nostro viaggio. (Pietro) I CICONI POLIFEMO CIRCE Secondo me Enaiat batte ogni classifica di eroi perché il suo viaggio se ci pensate è iniziato da bambino e ogni volta che si trova davanti ad una difficoltà la supera come se fosse un muretto. (Davide) Caro Ulisse, uomo forte e coraggioso, vorrei farti qualche domanda. Vorrei chiederti: com’era il canto delle sirene? Com’era la bellezza di Calipso? Com’era l’occhio del Ciclope? Io sono qui, a scrivere la tua storia, a leggere la tua storia, a disegnare la tua storia... (Laura)
Perdite, vita e amore. Questo è Ulisse. Intelligenza e astuzia, ma soprattutto coraggio. Se fossi stato al suo posto spero che mi sarei comportato come lui... e tu? (Fabio) Sia io che Enaiat abbiamo qualcosa con cui navigare: lui un semplice gommone e io un quaderno per navigare con la fantasia (Camilla) Ulisse racconta a Dante di non essere mai tornato a casa perché aveva l’ardore, la voglia di viaggiare. Quando giunse davanti alle colonne d’Ercole nessuno, a parte lui, voleva andare avanti, allora cercò di convincere i suoi compagni con un piccolo discorso che lui chiamò “Orazion picciola”. (Silvio) Secondo me l’espressione “de’ remi facemmo ali al folle volo” significa che Ulisse e i suoi compagni sapevano di fare una cosa folle, ma la volevano fare lo stesso. (Silvio)
Ulisse convinse i suoi compagni ad oltrepassare le colonne d’Ercole con un discorsetto che li gasò talmente tanto che sarebbe stato difficile trattenerli. (Sara) Enaiat è un bambino senza la mamma, nel senso che lei non è con lui e lui riesce ad essere molto autonomo e se la cava da solo. (Mirabelle) Jasmina Laura Sara Fedro Federico Mi Andrea Matilda Jasmina Silvio Il viaggio di Dante non è reale,perchè Dante nell'inferno va con l'immaginazione, non con il suo corpo. (Chiara) Chiara Durante il suo viaggio Dante incontra Ulisse, che è collocato nei cattivi consiglieri perchè ha usato la sua lingua per ingannare le altre persone. Infatti Ulisse non ha più il suo aspetto normale, ma è diventato una lingua di fuoco, unita con quella di Diomede. (Jasmina) Eccolo qui il re di Itaca
forte, coraggioso, curioso:
è Ulisse
colui che ha combattuto
contro mostri, ciclopi, giganti
colui che ha visto i compagni morire
colui che ha visto dei e fate
colui che ha visto l'inferno
negli occhi di Scilla e Cariddi
colui che ora vive felicemente a Itaca. (Simone) Fedro Laura Il viaggio di Enaiat è diverso da quello di Ulisse perchè Enaiat l'ha cominciato da bambino mentre Ulisse da grande e poi il viaggio di Ulisse è una leggenda mentre quello di Enaiat è reale. (Emma) Emma, Sara, Laura, Fabio, Gloria Jasmina, Davide, Chiara, Simone, Lorenzo Mirabelle, Andrea, Fedro, Camilla Margherita, Riccardo, Matilda, Federico Mo, Federico Mi Michela, Elisa, Silvio, Pietro Disegni: tutti
Costruzione: Federico Mi
Realizzazione: Jasmina, Camilla, Emma EMMA FEDERICO MO. Un viaggio importante sta per finire. Un viaggio durato cinque anni che sembrano passati in un’ora. Questo viaggio l’ho fatto con molti amici che mi hanno aiutato nei momenti di difficoltà: è il viaggio delle Elementari. Durante questi cinque anni, questo viaggio mi ha fatto diventare più intelligente, più disciplinato e più socievole con le altre persone. (Federico Mo) Io sono d'accordo con Dante perchè è vero che Ulisse ha ingannato la gente e quindi, anche se è un eroe, deve essere punito. (Michela) Enaiat.. noi. CInque anni filati come il nulla. Non so se sono passati così velocemente anche per Enaiat, chissà... Abbiamo avuto persone che ci hanno aiutato e che ci hanno voluto bene. Anche Enaiat. Nel nostro viaggio abbiamo usato coraggio, astuzia e intelligenza. Anche Enaiat. Abbiamo avuto momenti di felicità e tristezza. Anche Enaiat... (Andrea)
Full transcript