Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Cura dei contenuti

Sovraccarico informativo, Cura dei contenuti, intelligenza collettiva e connettiva, apprendistato digitale, bottega didattica, Tecnologie dell'Apprendimento e della Conoscenza, messinscena dell'apprendimento.
by

Gianfranco Marini

on 10 November 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Cura dei contenuti

Cura dei Contenuti e Apprendistato digitale
Cura dei Contenuti
e
Apprendistato Digitale

Sovraccarico
Informativo

L'informazione disponibile sul web eccede le nostre capacità di elaborazione
Etymologiae
Un caso di "cura dei contenuti" di successo
Il Problema
Indice
Le Etymologiae di Isidoro da Siviglia
Sovraccarico Cognitivo - Information Overload
Borges, La biblioteca di Babele
Cura dei Contenuti - Content Curation
Mente Estesa e Intelligenza Collettiva
TIC / TAC
Bottega Didattica e Apprendistato Digitale
Regia Didattica
Bibliografia
Linkografia

Il Risultato
Archivio Capitolare di Pistoia, framm. 55 prima metà XIV sec.
penuria informazione
dissoluzione cultura e letteratura classiche
pericolo perdita patrimonio del sapere
Uno dei più clamorosi casi di "
buona pratica
" nella storia:
#
della
cura dei contenuti
#
della
formazione
e dell'
aggiornamento
la
cultura scolastica
successiva troverà nelle
Etymologiae
una delle sue principali fonti di conoscenza della classicità

Isidoro da Siviglia
- doctor Egregius: VI - VII sec. d.C.
Etymologiae
una delle principali fonti di tutta la
cultura scolastica

successiva
compendio
enciclopedico in XX Libri
fonti qualche centinaio di volumi dell'età classica
propone in forma condensata il sapere del passato

Cura dei contenuti
: selezionare, organizzare, ricontestualizzare e condividere le informazioni per:
trasmettere e salvare il sapere classico
formare le future generazioni di intellettuali
La Soluzione
Originum sive etymologiae libri viginti
https://it.wikipedia.org/wiki/Etymologiae
Da cosa dipende?
Aumento
esponenziale
:
del
volume
dell'informazione esistente
della
velocità
di circolazione dell'informazione
della
varietà
dei formati e delle tipologie di traffico (siti, download, transazioni commerciali, social network, musica, blogging, audio, etc.)
Quali sono le dimensioni del S.I.?
2010: 1.2 ZB (Zettabytes)
2015: 7.9 ZB
2020: 35/40 ZB
#
80% dei dati sono non strutturati
#
90% dati esistenti oggi sono stati prodotti negli ultimi 2 anni (
2014
)
#
sono stati generati più dati negli ultimi 4 anni che in tutta la precedente storia del mondo (
2010
)

La Soluzione Ingegneristica: Il Data Mining
(Estrazione di Dati)
#
Ricerca automatizzata
#
condotta con strumenti algoritmici e
#
matematici, di correlazioni tra più variabili
#
applicata a grandi quantità di dati (Big Data)
#
per estrarne informazioni utili ai fini
#
scientifici, di mercato, politici, etc.
La
Soluzione Umanistica
: un esempio di Cura dei Contenuti
Il Problema
: quali applicazioni web usare nella didattica?
Se
si digita "Education Technology"
su
Google
compaiono
280.000.000
MLN di risultati
impiegando 1 minuto per esaminare ciascuno
impiegheremo:
194.444 giorni
532 anni
https://insegnantiduepuntozero.wordpress.com/2015/04/08/zeef-setacciare-il-web-con-un-colino/
Usando Zeef
ambiente per la cura dei contenuti
#
possiamo creare un archivio
#
di applicazioni selezionate
#
classificate in base alle loro funzionalità
inserendo:
#
descrizioni, tag, informazioni
#
condividendo il nostro archivio con altri utenti
https://educational-web-apps.zeef.com/it/gianfranco.marini
2,8 k visualizzazioni
2 k clicks
294 links
49 blocchi
febbraio 2015
ringraziamenti: 31
Followers: 13
ZEEF
@ Trova informazioni attraverso le persone
@ Filtra le informazioni del mondo
Operazioni
#
esplorazione
#
selezione
#
categorizzazione
#
descrizione
#
pubblicazione
#
condivisione
https://edshelf.com/
Edshelf

Ambiente per la cura collaborativa dei contenuti
espressamente pensato per la didattica
i cui utenti - autori sono docenti:
#
archivio di utilità e applicazioni per la didattica # organizzate tematicamete dagli utenti
#
che creano raccolte: shelves (scaffali)
#
di applicazioni web, mobile e software educativi
#
arricchendole di informazioni contestuali
#
recensioni, istruzioni per l'uso, info tecniche, etc.
https://it.wikipedia.org/wiki/Data_mining
Cura dei Contenuti
Content Curation

attività che mira a
:
#

trovare
e
selezionare
informazioni e risorse
#
su un
tema
specifico,
#
giudicandone il
valore
,
#
organizzandole
,
#
per poi inserirle in un
contesto
significativo,
#

commentarle
e
condividerle
, allo scopo di:
Presentarle a una utenza specifica per cui tali conoscenze abbiano valore (
condivisione
delle conoscenze)
Creare nuove conoscenze a partire da quelle date (
ermeneutica del web
)
Creare un percorso di apprendimento / ricerca / costruzione della propria identità attraverso il web
(
gestione della conoscenza
/
aggiornamento
)
Problema
Come affontare il Sovraccarico Cognitivo?
Necessità di recuperare e ridefinire
:
#
il Pensiero Critico - Critical Thinking
#
entro il contesto della comunicazione digitale e del web
#
per individuare strumenti, tecniche e procedure
#
che consentano alle persone di
#
muoversi, orientarsi e agire nella rete
cura dei contenuti è
:
#
l'applicazione dello "spirito critico" ai contenuti del web allo scopo di:
#
renderli comprensibili, elaborarli e produrne di nuovi,
#
aggiornarsi e e aggiornare gl altri su un determinato tema
#
condividere esperienze e competenze
Caratteristiche del
Web 2.0

secondo
Weinberger
http://lettura.corriere.it/sappiamo-tutto-capiamo-poco/
1.
Inclusività
2.
Relatività - Incertezza
3.
Struttura
4.
Apertura
#
tutte le informazioni e opinioni vi sono contenute
#
senza alcun
filtro
, non vi sono
#
istituzioni o esperti
#
portatori di un'
autorità
indiscussa
#
capace di
certificare
la legittimità o illegittimità dei saperi
#
non vi è alcuna possibilità di
discriminare
#
in modo
immediato
e diretto
#
tra ciò che è vero e ciò che è falso,
#
ciò che è attendibile e ciò che non lo è,
#
tutti i
punti di vista
coesistono
#
in un
dialogo babelico
#
non esiste un sistema di
categorie
/
concetti

#
capace di
organizzare
gerarchicamente
#
la
molteplicità
delle informazioni e dei saperi
#
secondo una
tassonomia
, univoca e universale.
#
La struttura del web è quella di un
sistema complesso
, dinamico e aperto,
#
è
reticolare
e acefala,
#
la rete di relazioni tra i suoi elementi
muta
e si riassesta continuamente
@
Un
Fiume Digitale
che scorre e in cui non ci si può bagnare due volte
#
il web è
percorribile
in miriadi di direzioni diverse,
#
non esistono un punto di partenza e una meta
assoluti
,
#
manca una "
strada maestra
" da percorrere,
#
non vi sono indicazioni per procedere dritti alla meta:
@

Ciascuno deve avere la capacità di crearsi i propri percorsi
David Weinberger, il Web:
Troppo Grande per Conoscerlo
Borges: La Biblioteca di Babele
Competenze Cura dei Contenuti
Competenze Cittadinanza:
DM 139 - agosto 2007
Compenteze Europee:
P.E. - dicembre 2006
#

E
splorare
: capacità di cercare informazioni sul web, selezionarle e filtrarle, confrontandole e discriminando tra esse in base a criteri quali: attendibilità, significatività, interesse, pertinenza, etc.
#

C
ategorizzare
: organizzare concettualmente le informazioni attraverso l'uso di categorie ad hoc
#

C
ontestualizzare
: inserire le informazioni in un contesto che deve essere "ricostruito" in modo da "spiegarne" il valore
#

C
ommentare
-
chiosare
: commento del curatore, ciò è il "valore aggiunto", che l'algoritmo di un motore di ricerca non può sostituire e che rimanda a una tra le più tradizionali attività di crescita collaborativa del sapere
#

P
resentare
: trovare le modalità grafiche, comunicative, editoriali più opportune per presentare le conoscenze "curate"
#

C
ondividere
: pubblicare e diffondere conoscenze e contenuti attraverso i social network e interagendo con gli altri utenti della rete
Filtrare le Informazioni secondo l'approccio umanistico della Cura dei Contenuti
Coltivare / Progettare
"Prendersi Cura" / Dirigere
Necessità di:
filtrare selettivamente le informazioni
organizzarle
offrire delle informazioni contestuali
La labirintica Biblioteca di J. L. Borges

L’universo (che altri chiama la Biblioteca) si compone d’un numero indefinito, e forse infinito, di gallerie esagonali, con vasti pozzi di ventilazione nel mezzo, orlati di basse ringhiere. Da qualsiasi esagono si vedono i piani superiori e inferiori, interminabilmente […] A ciascuna parete di ciascun esagono corrispondono cinque scaffali; ciascuno scaffale contiene trentadue libri di formato uniforme; ciascun libro è di quattrocentodieci pagine; ciascuna pagina, di quaranta righe; ciascuna riga, di quaranta lettere di colore nero

Borges

ha combinato
3 antiche metafore
:
#
della biblioteca
#
del labirinto
#
della torre di babele
Il risultato è un universo infernale
in cui gli uomini - lettori - esploratori, bibliotecari,
si aggirano alla vano ricerco di un senso
disperso in un caos infinito
Com'è costruita la biblioteca?
L' universo è una biblioteca infinita composta da sale esagonali,
#

4
pareti sono ricoperte da librerie,
#
ogni libreria è composta da
5
scaffali,
#
ogni scaffale contiene
32
volumi,
#
ogni volume è formato da
410
pagine,
#
ogni pagine è composta da
40
righe
#
le parole sono il risultato dalla combinazione
#
delle lettere dell'alfabeto più i segni di interpunzione
ma non esiste un codice: tutte le combinazioni sono possibili
:
#
Il totale dei volumi è
10
alla
4677a
potenza,
#
il numero dei volumi è comunque finito
#
ma gli esagoni si ripetono infinite volte.
La biblioteca di Babele è un inferno, l'inferno del significato:
al suo interno possiamo trovare:
#
il libro che contiene la verità,
#
la risposta vera alla domanda sull'esistenza di dio,
#
tutte le biografie di tutti gli uomini,
#
il modo in cui ciascuno di noi morirà,
#
la risposta sbagliata a tutti i problemi,
#
tutte le traduzioni di tutti iromanzi in tutte le lingue,
ma questi libri sono sommersi da miliardi di frasi senza senso, sono introvabili.
#
Per leggere tutte le pagine un uomo impiegherebbe
#
10 alla 4.000 anni.
Ora la biblioteca
esiste su Internet
e si può esplorare senza dover attraversare gli infiniti esagoni.
E' stata creata da uno scrittore americano:
Jonathan Basile
Si può procedere i diversi modi:
#
Esplorando l'esagono che ci interessa
e scegliendo da uno dei 5 scaffali di una parete dell'esagono
un libro a caso e sfogliandolo
#
si può cercare in una casella di ricerca digitando a caso quello che vogliamo.
Qualsiasi cosa immaginiamo, qualsiasi nostro pensiero, anche il più assurdo, sarà nella biblioteca e potremo leggervelo. Se scriviamo qualcosa e poi la cerchiamo nella biblioteca, scopriremo che vi era già
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2015/05/30/la-biblioteca-di-babele-borges-sbagliava-i-calcoli45.html
http://www.lastampa.it/2015/05/22/cultura/la-biblioteca-totale-di-borges-realizzata-da-un-pc-b7AUv1431MRGwV7l6DPRrL/pagina.html
https://libraryofbabel.info/
Scienze della Mente - Mutamento di Paradigma
Robotica, intelligenza artificiale, neuroscienze, psicologia cognitiva, etc.
anni
'80
e
'90
Passaggio da
Computazionalismo
e
Cognitivismo

alla

Mente Estesa

Approccio
: Top - Down
Modello
: Computer
funzioni cognitive superiori indipendenti
:
#

da uno specifico supporto: corpo o chip
#

dall'ambiente e dagli oggetti
assimilate a processi calcolo logico - simbolici
:
#

computer, gioco scacchi
#

definizione procedure - funzioni algoritmiche
teoria apprendimento
:

#

top - down
#

dalla teoria alla pratica

1998
,

A. Clark e D. Chalmers
#

a
rtefatti cognitivi, ambiente, corpo influiscono sulla mente e sull'intelligenza
#
l
a mente opera in stretta connessione con il corpo formando un sistema unico
#
i
nsieme al corpo inter - agisce e inter - reagisce con l'ambiente

Teoria della "Mente Estesa"
Conoscenza Incorporata e Situata
Emboided / Embedded Knowledge
l'intelligenza dell'ambiente e degli strumenti cognitivi
#

C
onoscenza e/o Intelligenza
Embedded
= situata, contestuale = ambiente
#
C
onoscenza e/o Intelligenza
Embodied
= incorporata - incarnata > propria delle estensioni della mente e/o degli artefatti tecnologici
#

Tesi
: fattori corporei costitutivi della cognizione
#

Problema
: quale statuto per le estensioni mente?

#

c
ostitutive dei processi mentali o solo stimoli per essi
?

Intelligenza Collettiva e Connettiva
Pierre Lévy
, 1994
Derrick de Kerckhove
, 1997
Tesi
: Conoscenza e Intelligenza
#
non sono proprietà contenute all'interno
#
di una mente individuale
#
e isolata da corpo e ambiente
Ma Sono
1.
distribuite
entro il sistema reticolare di relazioni
Costituito Da

#
artefatti
culturali (linguaggio, capacità e competenze umane, oggetti)
#
strumenti e dispositivi tecnologici, comunicativi e digitali
#
che si compenetrano, interagiscono e sono connessi in rete
E Sono
2.
situate
: ogni agente cognitivo è situato (situated), inserito in un contesto non solo fisico ambientale (embedded) ma anche di relazioni con altri agenti cognitivi.

Che tipo di apprendimento?

La conoscenza è conoscenza solo in quanto organizzazione, solo in quanto messa in relazione
e in contesto delle informazioni
"

Chalmers
costruzione attiva di un
sapere dinamico
piuttosto che trasmissione di un
sapere certo
@

contaminazione

@
@
ragionamento analogico

@
@
negoziazione

@
@
contestualizzazione
@
disseminazione conoscenza
=

de - contestualizzare e ri - contestualizzare / dis - embedding e re - embedding

Approccio
: Down - Top
si parte dalla situazione concreta e specifica
#

variabili situazionali
: spazio, tempo, strumenti,
#
bisogni, persone, conoscenze, difficoltà, risorse,

David Weinberger
I Filtri sono il contenuto. Nell’architettura del nuovo sapere l’utente diventa
esperto
e, analogamente,
rende esperto
chi legge, quando è capace di fornire le informazioni, i dati, i diversi punti di vista che hanno reso possibile la costruzione della notizia. Un articolo pieno di link che rimandano alle fonti e di contributi audio-video è un modo per migliorare il sapere.
"connettersi con altre persone, con fonti di informazione caratterizzate da un'ampia varietà mediale [...] è necessario connettersi, filtrare e selezionare le informazioni, categorizzarle, archiviarle, ma devi fare in modo di poter condividere tutto questo con altre persone che hanno lo stesso interesse e stanno facendo la stessa cosa. L'idea è che lavorare per se e allo stesso tempo un modo di lavorare per gli altri, condividendo e così traendo un beneficio reciproco gli uni dagli altri"
Pierre Lévy
Intelligenza Collettiva è:
http://consc.net/papers/extended.html
Andy Clark & David J. Chalmers
«la mente umana, se deve essere intesa come l'organo fisico della ragione, semplicemente non può essere vista come confinata nell'involucro biologico» Andy Clark
Esempio? Scoop.it
http://www.scoop.it/t/aulamagazine
Tecnologie Educative - TICs - TACs
Esempio? Pearltrees
http://www.pearltrees.com/gianfrancomarini
Lezioni di Filosofia
Selezionare, Categorizzare e Condividere risorse per gli Studenti
http://www.pearltrees.com/gianfrancomarini/lezioni-filosofia-gianfranco/id10545947
Portfolio
Selezionare, Categorizzare e Condividere i propri lavori
http://www.pearltrees.com/gianfrancomarini/gianfranco-marini-portfolio/id13236441
Aggiornamento
Selezionare, Categorizzare e Condividere risorse per la propria formazione
http://www.pearltrees.com/gianfrancomarini/tecnologie-educative-didattica/id14622172
TIC -Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione
#
Informatica
#
obiettivo
: informare e comunicare
#
competenze strumentali
#
poco motivanti in se stesse
#
associate alla società del
XX
secolo
#
finalità
: apprendimento della tecnologia
TAC -Tecnologie dell'Apprendimento e della Conoscenza
#
Pedagogia
#
obiettivo
: apprendere ad apprendere
#
competenze metodologiche e didattiche
#
poco motivanti in se stesse
#
associate alla società del
XXI
secolo
#
finalità
: apprendere con la tecnologia
Mirano ad orientare l'azione degli insegnanti e degli studenti nell'utilizzo delle TIC per imparare di più e meglio
#

si occupano degli aspetti
metodologici
e
didattici
relativi all'uso delle tecnologie nell'apprendimento
#

non di garantire la padronanza di applicazioni e strumenti
informatici
#

esplorano i possibili
utilizzi didattici
delle TIC per l'apprendimento e l'insegnamento
Non si tratta semplicemente di apprendere l'uso delle tecnologie
:
#
ma di sperimentare come gli strumenti tecnologici possano essere posti
#
al
servizio
dell'apprendimento e della conoscenza
TAC
Modello TIC - TAC
Problema delle TIC è che nella maggior parte dei casi il docente non sa come implementarle nel suo processo di insegnamento
a questo punto entrano in gioco le
TAC
#
che non concernono la mera
disponibilità di una tecnologia
#
ma la capacità di utilizzarla nella
didattica
QUINDI
#
non sono una guida all'uso di un'applicazione web o di una tecnologia
ma si possono apprendere attraverso
:
#
una
buona pratica
#
una
sceneggiatura
#
una
guida
che illustri azioni didattica realizzabili con quella applicazione o quella tecnologia
Quando ci troviamo di fronte a una
nuova applicazione
e vogliano utilizzarla, dobbiamo
porci domande
del tipo:
#

facilita
il processo di apprendimento /insegnamento?
#

migliora
l'efficacia della proposta formativa che stiamo facendo?
#

è compatibile
con la metodologia didattica che stiamo utilizzando?
#

siamo consapevoli
dei possibili rischi?
#

si adatta
allo stile di apprendimento dei nostri alunni?
#

siamo in grado
di utilizzarla correttamente?
http://gianfrancomarini.blogspot.it/2015/10/registrazioni-audio-delle-lezioni-e.html
Esempio
Linkografia
Diego Santos
,
TICs y TACs: Un Paso Necesario
https://www.examtime.com/es/blog/tics-y-tacs/
Olga Mendoza
,
Uso de TICs y TACs en la Educacion
https://prezi.com/a6qaoh82azf3/uso-de-tics-y-tacs-en-la-educacion/
Bibliografia
Pierre Lévy
, Il virtuale, Raffaello Cortina, 1997
Buffardi Annalisa
-
De Kerkhove Derrick
, Il sapere digitale, Liguori, 2011
Di Francesco Michele
-
Piredda Giulia
, La mente estesa, Mondadori, 2012
Marco Mighetti
, L'intelligenza collaborativa, Egea, 2013
Dominici Piero
, Dentro la società interconnessa, Franco Angeli, 2014
Weinberger David
, La stanza intelligente, Codice, 2012

Linkografia
Intelligenza Collettiva e Intelligenza Connettiva
Raccolta di articoli e video su:
#
intelligenza collettiva
#
intelligenza connettiva
#
Pierre Levy
#
Derrick de Kerckhove
http://www.pearltrees.com/gianfrancomarini/intelligenza-collettiva/id14880543
Web e Conoscenza
Raccolta di articoli
http://www.pearltrees.com/gianfrancomarini/web-conoscenza/id14909431
Bottega Didattica e Apprendistato Digitale
Appurato che "
Technologia ancilla paedagogiae
"
Il problema diventa:
come imparare ad usare nella
pratica formativa
quotidiana le
TIC
?
La Via "Gutenberghiana"
è quella che muove:
#
dalle conoscenze apprese teoricamente
#
alla loro applicazione pratica
La Via delle TIC
è quella che muove:
#
dalla padronanza dello strumento tecnologico
#
alla sua applicazione nella pratica didattica


NON FUNZIONANO
il
passaggio
al momento propriamente didattico non avviene
Capovolgere la premessa
#
muovere dallo
scenario
concreto
#
in cui un
determinato
docente
#
si trova ad operare quotidianamente
#
e dalle sue specifiche esigenze didattiche
Dal Corso di Aggiornamento alla Bottega Didattica
Lo
Scenario
di partenza:
# L
a situazione dei nostri studenti
# L
e loro esigenze
# I
nostri obiettivi
# G
li strumenti di cui disponiamo
# L
'ambiente in cui operiamo
# L
'attività che stiamo svolgendo
# I
problemi che insorgono nel corso di essa
da qui si deve partire per l'esperienza
dell'
apprendistato digitale
# C
ome nella bottega artigiana
# G
razie alla guida di un esperto
# R
ealizzare con gli strumenti digitali
# L
e risorse e i servizi
# C
he possono offrire una soluzione
# A
i nostri problemi
# P
er poi utilizzarli con la classe
Non un
Corso di Aggiornamento
ma
una
Bottega Didattica
>
incontri in presenza
>

Blended Learning
: integrati da attività online
>
Supportate da comunità di pratica virtuali
>
(gruppo Facebook o Edmodo o Whatsapp, etc.)
>
per la
collaborazione
continua e reciproca
>
in ogni momento e da ogni luogo
Modelli
B
ottega
A
rtigiana
A
pprendistato
C
omunità di
P
ratica
A
pprendimento
S
ituato
Esempio? Pinterest
https://www.pinterest.com/gianfranco0232/
Tassonomia di Bloom
Raccogliere materiale per scrivere un articolo
https://www.pinterest.com/gianfranco0232/bloom-taxonomy-tassonomia-di-bloom/
Hobbes. Locke, Hume
Ricerca Collaborativa condatta dagli studenti per selezionare risorse per lo studio disciplinare
https://www.pinterest.com/gianfranco0232/hobbes-locke-e-hume/
Documentare
Archiviare e Pubblicare contenuti che documentano un'esperienza
https://www.pinterest.com/gianfranco0232/festival-filosofia-modena-2014/
# R
accolte di link
# S
u temi specifici
# O
rganizzate in bacheche
# C
on descrizione e commento e
# P
ossibilità di collaborazione
# C
reare una rivista digitale (Topic)
# D
ove raccogliere ciò che di più interessante
# O
ffre il web
# S
u un argomento specifico
# R
ecensendolo e commentadolo
# P
er pubblicarlo e condividerlo
Inizio
: 29/10/2015
Post
: 1095
Followers
: 248
Visualizzazioni
: 121.8 K
http://gianfrancomarini.blogspot.it/2015/08/professori-digitali-apprendistato.html
Regia Didattica
Edupunk
- Movimento Didattico e Politico
#
Usa, fine primo decennio XXI secolo,
Jim Groom
#
rifiuto politica normalizzazione e standardizzazione
#
della scuola portata avanti dal
governo Bush
1.
reazione alla commercializzazione dell'apprendimento;
2.
adozione dell'etica del
DIY
- "
Do It Yourself
-
Fai da te
"
3.
pensare e apprendere autonomamente e per se stessi
4.
apprendimento auto-diretto e centrato sullo studente
5.
comunicazione e interazione dialogica, network sociale
http://gianfrancomarini.blogspot.it/2014/08/edupunk-un-approccio-non-istituzionale.html
Strumenti Tradizionali di Gestione dell'apprendimento
#

P
rogettazione e programmazione
#

R
imandano a schemi di
Project Management
tayloristi
#

R
igidi e statici
#

B
asati sul modello della produzione in serie
inutili in un A
pproccio Situazionale
# C
aratterizzato da variabili individuali e da
# C
ontesti fluidi, dinamici, dialogici e interattivi
es
. diagramma di Gantt è del 1917
Con l'uso delle
TAC
Il ruolo del docente si complica
Simile a quello del
Regista
piuttosto che a quello del
Programmatore
-
Ingegnere

dovrà coordinare e gestire

risorse, tempi, modalità di fruizione, interazione tra soggetti, organizzazione dei contenuti, predisposizione di spazi reali e virtuali, valutazione e uso di applicazioni web, realizzazione di prodotti trans-mediali, creazione di contenuti online, sistemi di messaggistica, strumenti web 2.0, flussi comunicativi, strumenti di monitoraggio e controllo, elementi e criteri di valutazione, etc.

# S
trumento più adeguato appare la
sceneggiatura
# S
chema azioni e strumenti
# P
er
mettere in scena
insegnamento e apprendimento
# S
empre in riferimento a situazioni specifiche
# L
a
messinscena
deve individuare
- gli elementi necessari alla realizzazione dell'attività formativa
- scenari, azioni e ruoli attraverso cui l'apprendimento troverà attuazione
Messinscena dell'apprendimento
http://gianfrancomarini.blogspot.it/2015/01/autorita-conformismo-e-stereotipo.html
https://insegnantiduepuntozero.wordpress.com/2015/08/31/ricomincio-da-bloom/
Full transcript