Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

IL SUD AMERICA

No description
by

Alice Baratta

on 16 May 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of IL SUD AMERICA

IL SUD AMERICA
MORFOLOGIA
Il territorio è diviso in tre aree:
Quella settentrionale composta da:
Venezuela, Suriname, Guyana
, prevalentemente montuosa, con ampie pianure e dal
fiume Orinoco
.
quella centrale, costituita dallo sterminato
bassopiano amazzonico.
quella meridionale, occupata dagli
altipiani
del
Mato, Grosso e del Brasile.

Di fronte alla costa venezuelana si trovano le principali isole della regione, che costituiscono lo stato di
Trinidad e Tobago.
LA POPOLAZIONE
La popolazione è costituita in gran parte da
bianchi e meticci
; una cospicua quota è rappresentata dai
neri
, mentre è esigua la
presenza degli indios
. La densità media della popolazione è di circa 21 ab/ km², ma
gran parte del territorio è disabitato
. La
foresta
e gli
altipiani
offrono
condizioni poco adatte all'insediamento umano
. La popolazione si concentra nelle
zone costiere
o sulla parte più prossima al mare.
Gran parte della superficie del Sud America (87%) è occupata dal
Brasile
, lo
stato più esteso
del subcontinente. A nord si estende il bassopiano amazzonico, attraversato dal
Rio delle Amazzoni
, il primo fiume al mondo per
portata
e il secondo per
lunghezza
. A sud della foresta amazzonica si estende la grande
regione degli altipiani
, formati da rocce arenarie o calcaree, che digradano verso l'interno. Mentre sulla costa terminano con rilievi granitici, chiamati "
Pan di Zucchero"
.
IL GIGANTE BRASILIANO
IL CLIMA
Il clima è prevalentemente
equatoriale
con temperature elevate e precipitazioni costanti durante tutto l'anno. Queste condizioni climatico-ambientali hanno favorito la formazione della
più estesa foresta pluviale
esistente sulla terra, la
foresta amazzonica
. Sugli altipiani brasiliani il clima è generalmente arido, con precipitazioni piuttosto scarse; per questo si estendono steppe e praterie.
IL RIO DELLE AMAZZONI
Il grande fiume nasce nelle
Ande
, la catena montuosa che percorre in senso verticale l'America del Sud, tocca con le sue sorgenti e i suoi affluenti ben
nove paesi sudamericani

e percorre più di 6000 chilometri fino all'
oceano Atlantico
. Il tratto maggiore del Rio delle Amazzoni,
scorre in Brasile
, poco sotto l'Equatore. Dalla parte centrale fino alle ramificazioni del suo delta è
circondato dalla foresta pluviale
. La città di
Manaus
è la
capitale della foresta amazzonica
ed è il porto da cui iniziarono tutte le avventure di scoperta del fiume e della foresta. E' in questo punto che
si fondono
le acque di
due ram
i

del fiume, quello che
viene dal Perù
, caratterrizzato da acque chiare, e quello che
scende dal Venezuela
, che porta le acque nere del Rio Negro.
IL SALTO ANGEL
Il Salto Angel è
la cascata più alta del mondo
, si trova in
Venezuela
, lungo il corso del
torrente Carrao
e precipita dall'altopiano della
montagna Auyantepui
. Il
fiume

che si trova alla
fine del salto
è il
Kerepakupay
, nel
Parque Nacional de Canaima
. La cascata
prende il nome da un pilota di aereo
, l'americano Jimmy Angel, che la scoprì casualmente sorvolando la regione nel 1933.

La cascata si trova nel
cuore
della foresta amazzonica

dello Stato di Bolívar.
Le cinque lingue coloniali del Sudamerica sono il
portoghese
52%, lo
spagnolo
46%, l'
inglese
, l'
olandese
e il
francese
>1%.

Sono diffuse anche delle lingue parlate non europee come il
Guaraní
, parlata soprattutto nel Paraguay, e il
Quechua
, che è tra le lingue ufficiali della Bolivia e del Perù.

LE LINGUE
Nasce sulle
Ande
, in territorio peruviano, sfocia nell'
Atlantico
, all'altezza dell'
Equatore
, con un
estuario
lungo circa 200 Km.
IL POLMONE VERDE DELLA TERRA
La
foresta amazzonica
rappresenta il polmone verde del nostro pianeta, con una estensione di
6000 km²;
Il suo ecosistema, con alternanze di pioggie.
Più del
30%
degli animale e delle piante , hanno casa nella foresta brasiliana.
Un quinto degli uccelli del pianeta vive in amazzonia.
IN CARTINA:
Arido è il Nordeste, soprattutto nella regione interna del
Sertão
. La parte più meridionale della regione è caratterizzata da un clima caldo
favorevole agli insediamenti umani.
Suriname
Guyana
fiume Orinoco
La foresta detiene diversi "record". Secondo un'organizzazione l'Amazzonia è intatta al 60%.
LA PATAGONIA
Una foresta minacciata
La
foresta amazzonica

è minacciata da grandi
progetti del governo
brasiliano: oleodotti, autostrade, canali navigabili, linee elettriche e dighe. L'Amazzonia che fino a pochi anni fa, era tradizionalmente legata allo
sfruttamento forestale
, solo di recente ha accolto
attività economiche industriali
legate alla presenza dei minerali. Inoltre sono stati scoperti
giacimenti d'oro
nella Serra Pelada e nel Parà.
Il Parque Nacional Los Glaciares
Il parco si chiama così perchè i
ghiacciai
sono la ragione della sua costituzione e il motivo per cui è stato dichiarato
patrimonio dell'umanità
nel 1988. Due grandi
laghi di origine glaciale fanno da corona al parco
: il lago Argentino e il lago Viedma. Nella parte meridionale del parco c'è il Perito Moreno, ghiacciaio che deve la sua fama al continuo movimento delle masse di ghiaccio. All'estremo nord del parco si ergono i monti più alti, come il monte Fitz Roy e il Cerro Torre. Caratteristici della flora del parco sono
alberi
e arbusti come la
lenga
e il
guindo
. Tra gli animali i
puma
, gli
avvoltoi
il
nandù di Darwin
.
Un disboscamento selvaggio
Per sfruttare economicamente questi territori, è stato attuato un
disboscamento selvaggio
che ha distrutto il 10% del patrimonio arboreo. Tale fenomeno, aggravato dagli effetti di un
inquinamento atmosferico
sempre più intenso, ha conseguenze divastanti. Se si elimana la foresta, in pochi anni il terreno spoglio, esposto al calore solare, diventa duro, arido, non più produttivo. La foresta Amazzonica produce il
50% dell'ossigeno
del nostro pianeta, desertificare una zona così vasta, significherebbe compromettere irreversibilmente l'equilibrio ecologico di tutta la terra.
UNA SPIAGGIA VENEZUELANA
Le cascate dell' Iguaçu
Palmizi, sabbia bianca e mare blu: così si presentano le
coste venezuelane
che si affacciano sulla parte meridionale del mar dei Caraibi.
Al confine
tra
Brasile, Paraguay e Argentina
,
le cascate dell'
Iguaçu si formano alla confluenza del rio omonimo con il
rio Paranà
:
sono 275 salti e hanno un fronte larghissimo (ben 3 chilometri). Le cascate sono condivise dal Parco nazionale dell'Iguazú (Argentina) e dal Parco nazionale dell'Iguaçu (Brasile). Questi parchi sono stati designati dall'
UNESCO
patrimonio dell'umanità nel 1984 e 1986.
.
La

vegetazione
è quella tipica della steppa patagonica: rada, spinosa e bassa, punteggiata da tronchi pietrificati che costituiscono l'attrazione turistica. Nella parte meridionale del parco c'è la
Laguna Grande
, uno specchio d'acqua dove si accumolano le acque piovane che non penetrano nel terreno impermeabile e che subito sono prosciugate dai venti impetuosi. Tra gli animali troviamo: la lepre andina, il puma, e lo zorro gris (volpe grigia).
La
Terra del fuoco
è un
arcipelago
che in parte appartiene all'
Argentina
e in parte al
Cile
, separato dal continente americano dallo stretto di

Magellano
. Charles Darwin racconta nel suo libro, che quando imboccò il
canale di Beagle
, gli indigeni al passaggio notturno della nave accesero
fuochi
sugli altipiani per attirare l'attenzione. Ecco la ragione per cui la terra estrema che si protende verso il

Polo sud

e l'
Antartide
è chiamata
Terra del

fuoco
. La sua capitale è
Ushuia
, cittadina da cui partono le spedizioni di
navigazione dell'arcipelago.
La Terra del fuoco
LA PATAGONIA
La Patagonia è una vastissima steppa, arida e piatta, attraversata da fiumi a carattere torrentizio. Nella parte meridionale si addensa una natura selvaggia che compone un incontro tra le montagne, i ghiacciai e gli oceani. Molte aree della Patagonia presentano degli spettacoli naturali.

Pan di zucchero
La caatinga
Nella parte orientale del Brasile, prevale una
boscaglia di arbusti spinosi e cactus
chiamata caatinga. Questo termine nella lingua locale degli indios, il tupi, vuol dire
"foresta bianca"
. Si tratta di una delle
aree più povere del Brasile
.
Il Monumento natural Boques Petrificados, una riserva naturale, è situato nella parte settentrionale di Santa Cruz
CAPO HORN
Capo Horn si trova sulla punta meridionale della
terra del fuoco
, nel quale si incontrano i due oceani. Il superamento di Capo Horn è stata la
grande sfida
dell'epoca delle
imbarcazioni a vela
e passaggio obbligato fino all'apertura del
canale di Panama
nell'America centrale.
LE RELIGIONI PRINCIPALI
Cristiani
Musulmani
Ebrei
Buddisti
Induisti
Lavoro svolto da:
Elena Gnudi, Giada Pedrini, Alice Baratta, Carlotta Del Percio
NORD: Oceano Atlantico, Mar delle Antille e Panamà
Est: Oceano Atlantico
Ovest: Oceano Pacifico
Sud: parti dell'Oceano Atlantico e parti dell' Oceano Pacifico
http://helterskelter.altervista.org/amazzonia/img/27.bmp
Fiume Orinoco
Full transcript