Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Gli organizzatori grafici e i Dsa con Legge 170 e Linee Guida

No description
by

Luigi Parisi

on 8 April 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Gli organizzatori grafici e i Dsa con Legge 170 e Linee Guida

Che cosa dice la ricerca psicologica Gli organizzatori grafici hanno infatti diverse potenzialità: Gli organizzatori
grafici Come si usano i visuals? Funzione direttiva Modalità guidata L'organizzatore viene proposto come strumento
semi-aperto. La struttura grafica è predisposta ma manca in parte o del tutto dei contenuti. Legge 170/2012 e Linee Guida 12 luglio 2011 Gli organizzatori grafici e i Dsa Minimizzano il carico cognitivo Attivano le preconoscenze degli studenti Accrescono la motivazione e stimolano la creatività Permettono di focalizzare l'attenzione
sugli aspetti cruciali da apprendere In questo caso la mappa o la presentazione sono oggetti
chiusi e completamente definiti, in cui tutte le informazioni sono state predisposte dal docente o dallo studente. Possono essere utilizzati per anticipare
una lezione o per riassumere i contenuti
di un'unità. Esistono diversi modi per usare gli
organizzatori grafici. Ne prendiamo in
considerazione Esempio: L'insegnante mostra uno
schema completo che
riassume e visualizza le fasi
dello sviluppo degli
ominidi, prima di cominciare la sua unità
sull'ominazione. L'ominazione E' possibile anche chiedere agli studenti di realizzare un visual sul tema affrontato come lavoro di sintesi a
posteriori. 3 Diagrammi cloze Può essere utilizzato dall'insegnante come
supporto per l'insegnamento o come strumento di
verifica. Esempio 2 Aumento della
popolazione
europea Il miglioramento del
..................................... La fine delle
............................ La rinascita dopo il 1000 Le
....................... Per verificare l'apprendimento delle
cause che determinarono l'aumento
demografico dell'XI secolo, è possibile
proporre uno schema causale. Nell'esempio, ciascuno dei fenomeni
da ricordare è "suggerito" dalla
presenza di una o più immagini. Modalità aperta All'inizio l'organizzatore grafico è assente. Si ha solo la pagina bianca della lavagna: la produzione dello schema seguirà passo passo l'andamento della lezione. La realizzazione può essere individuale, coinvolgere
un gruppo di lavoro o l'intera classe sotto la guida del
docente. Quali programmi si possono utilizzare? Software per la produzione di organizzatori grafici Due strade Software installati
sul Pc Software on-line Software della Lim ActiveInspire Notebook Starboard Vantaggi Sono installati sul computer
connesso alla Lim Offrono una serie di oggetti didattici e di risorse già pronte Funzionano anche off-line Svantaggi Sono software proprietari, chiusi, hanno un costo e non sempre vengono regolarmente aggiornati Ogni Lim ha il suo programma, che
funziona in modo diverso Producono oggetti didattici in formati
difficilmente condivisibili Ne esistono moltissimi, commerciali o free, ma tutti sono legati al sistema operativo presente sul Computer (Ubuntu, Apple, Windows). Sono liberamente utilizzabili da qualunque
postazione connessa a Internet Non necessitano di essere installati Il salvataggio degli oggetti didattici
avviene automaticamente in rete E' possibile la condivisione
dei materiali E noi, quali useremo? I software on line Prezi Bubbl.us Popplet Timerime Cosa dicono
la Legge 170/2010 e le
Linee Guida
12 luglio 2011 Gli strumenti compensativi sono strumenti didattici e tecnologici che sostituiscono o facilitano la prestazione richiesta nell’abilità deficitaria. - programmi di videoscrittura con correttore ortografico (possibilmente vocale) per l'Italiano e le Lingue straniere, con tecnologie di sintesi vocale
- computer
- sintesi vocale in scrittura e lettura (se disponibile, anche per le lingue straniere)
- risorse audio (file audio digitali, audiolibri)
- registratore digitale, nella misura necessaria
- libri e documenti digitali per lo studio
- calcolatrice (con sintesi vocale) o ausili per il calcolo - schemi e tabelle grammaticali elaborate dal docente e/o dall'alunno (es. tabelle delle coniugazioni verbali) come supporto durante compiti e verifiche
- tavole matematiche, elaborate dal docente e/o dall'alunno, e di schemi/mappe delle varie discipline scientifiche come supporto durante i compiti e le verifiche
- mappe e schemi come supporto all'interrogazione
- utilizzo del canale visivo come supporto a quello verbale (es. linguaggio iconico, video)
- utilizzo di dizionari digitali La Legge 170/2010 richiama le istituzioni scolastiche all’obbligo di garantire «l’introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche, nonché misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini della qualità dei concetti da apprendere». Quali sono? Tali strumenti sollevano l’alunno o lo studente con DSA da una prestazione resa difficoltosa dal disturbo, senza peraltro facilitargli il compito dal punto di vista cognitivo. L’utilizzo di tali strumenti non è immediato e i docenti - anche sulla base delle indicazioni del referente di istituto - avranno cura di sostenerne l’uso da parte di alunni e studenti con DSA.
Full transcript