Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

I sette colli

No description
by

Maura Lafrica

on 22 May 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of I sette colli

753 a.C.
Roma Antica
I sette colli
Roma una volta era suddivisa in sette colli: Campidoglio, Quirinale, Viminale, Palatino, Aventino, Esquilino, Celio, dove vivevano pastori e contadini.
Leggenda di Enea
Enea arriva in Lazio, dove sconfigge Turno e ottiene la mano di Lavinia.
Fondano un regno che un giorno diventerà Roma.
Leggenda di Romolo e Remo
I gemelli neonati Romolo e Remo, furono abbandonati in una cesta, nel fiume Tevere.
Una lupa salvò i due bambini e li allattò.
Romolo e Remo diventati grandi fondarono una città sul colle Palatino.
I due fratelli litigarono, Romolo uccise Remo e così Romolo diventò re della città che si chiamò Roma.
Monarchia
7 re di Roma
Le classi sociali

753 a.C.-509 a.C.
Aveva un governo autonomo e il potere, del popolo, veniva esercitato da un sovrano eletto dal popolo, chiamato rex. Il re era assistito dal Senato.
509 a.C.- 264 a.C.
Repubblica
Oltre al Senato, i patrizi istituirono una magistratura,che era formata da due consoli, che venivano sostituiti ogni anno per mezzo di elezioni. Inoltre presiedevano le assemblee popolari, cioè i comizi. In periodi di crisi i consoli si dimettevano per cedere il potere al dittatore, che poteva esercitare il potere per una durata di 6 mesi.
I re di Roma furono sette:
Romolo
Numa Pompilio
Tullio Ostilio
Anco Marzio
Tarquinio Prisco
Servio Tullio
Tarquino il Superbo
I patrizi erano il ceto dominante. I plebei erano la maggioranza del popolo. I plebei lottarono a lungo per migliorare la loro posizione sociale.
La famiglia era considerata un’istruzione sociale pubblica, comprendeva il padre (pater familias) la madre (mater familias) i figli e gli schiavi.
Il pater familias aveva sotto il suo potere tutti i beni e le persone che facevano parte di una famiglia.
La gens era il gruppo di persone,clan, che condividevano lo stesso nomen.
Familia
La conquista di Veio ( 396 A.c) da parte di Furio Camillo, nominato in quella circostanza dittatore dai romani, fu un avvenimento destinato ad avere conseguenze di grande portata per i periodi successivi. Avvene grazie alla ritirata dei nemici. Fu per Roma il primo importante trionfo su un grande centro avversario.
Conquista di Veio
Sottomissione delle città latine
Guerre sannitiche
Annessione degli etruschi
Guerra contro Pirro e
scontro di Taranto
Le guerre romano-latine furono una serie di guerre combattute tra Roma antica ed i Latini, Roma, dopo aver vinto, annesse alcuni Stati a titolo definitivo, mentre altri rimasero autonomi; gli Stati latini che erano rimasti furono legati a Roma da trattati bilaterali separati.
396 a.C.
340 a.C.
Le Guerre sannitiche sono una serie di tre conflitti combattuti dalla Repubblica romana contro la popolazione italica dei Sanniti tra la metà del IV e l'inizio del III secolo a.C. Le guerre, terminate tutte con la vittoria dei Romani (tranne la prima fase della seconda guerra), scaturirono dalla politica espansionistica dei due popoli.
metà del IV inizio del III sec. a.C.
La guerra si svolge nel III secolo a.C. tra i romani e l'esercito greco di Pirro, giunto in soccorso della città di Taranto.
Nel 280 a.C. l'esercito di Pirro sconfigge i romani
I romani e i greci si scontrano nuovamente nel 275 a.C. in Campania dove l'esercito romano sconfigge quello di Pirro.
Nel 272 a.C. Roma e Taranto siglano un'alleanza e i romani possono estendere la propria influenza su tutta l'Italia meridionale.
III sec. a.C.
ESPANSIONE TERRITORIALE
Romana
La civiltà etrusca ebbe una profonda influenza sulla civiltà romana, fondendosi successivamente con essa al termine del I secolo a.C.. Questo lungo processo di conquista e assimilazione culturale ebbe inizio con la data tradizionale della conquista di Veio da parte dei romani nel 396 a.C..
I sec. a.C.
Full transcript