Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Sistema Solare

Malagoli, Sorrentino, Zoccoletto, Potirlyu
by

Federica Malagoli

on 13 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Sistema Solare

Cor
pi Cele
sti
Sistema Solare
Leggi di Keplero
La I legge afferma che ogni pianeta percorre un'orbita ellittica intorno al Sole, che occupa un punto chiamato fuoco dell'ellisse.
Mercurio
Venere
Terra
Marte
Sole
Giove
Saturno
La Terra ha una forma sferica leggermente schiacciata ai poli.
Ecco alcune prove di sfericità della Terra:
Se si osserva una nave all'orizzonte sembra quasi che affondi, proprio perchè la Terra ha una forma sferica.
Se si osserva la Terra dallo spazio si può vedere la sua caratteristica forma sferica.
Urano
Nettuno
Bi
g Ba
ng
Il Big Bang è la teoria, ancora ritenuta valida, di come è nato l'universo.
Il Big Bang consiste in un grande esplosione avvenuta tra i 15 e i 20 miliardi di anni fa.
l'esplosione è avvenuta da un punto nel quale era concentrata tutta l'energia e la materia che costituisce l'universo attuale.
Secondo alcuni studiosi l'universo è destinato a ritirarsi nel punto da cui è partito.
moto di rivoluzione
moto di rotazione
La Terra gira attorno al Sole seguendo un'orbita di forma ellittica che viene percorsa in 365 giorni e 6 ore. L'asse terrestre è leggermente inclinato rispetto al piano dell'orbita.
Ciò comporta varie conseguenze:
la diversa durata del giorno e della notte
l'alternanza delle stagioni.
La Terra ruota su se stessa attorno all'asse terrestre in senso antiorario (ovest-est) e la rotazione viene compiuta circa in 24 ore.
Ciò comporta varie conseguenze:
l'alternanza del giorno e della notte
il moto apparente del sole e delle stelle.
L'alternanza delle stagioni, ovvero i periodi più caldi e più freddi che avvengono durante l'anno, crea due situazioni particolari:
un periodo dell'anno che ha più ore di luce
un periodo dell'anno che ha più ore di buio.
Con il moto di rivoluzione la terra genera 4 situazioni che determinano i limiti delle stagioni:
21 marzo
23 settembre
21 giugno
22 dicembre.
Il 21 marzo e il 23 settembre sono i giorni di equinozio:
il 21 marzo è l'equinozio di primavera, mentre il 23 settembre è l'equinozio d'autunno.
In questi due giorni le ore di luce sono uguali alle ore di buio su tutta la superficie terrestre.
I solstizi sono il 21 giugno e il 22 dicembre:
il 21 giugno è il solstizio d'estate mentre il 22 dicembre è il solstizio d'inverno.
Durante i solstizi il dì e la notte raggiungono le loro massime durate.
Per esempio, nel nostro emisfero, il solstizio d'estate corrisponde al giorno con più ore di luce di tutto l'anno, al contrario del solstizio d'inverno, che corrisponde al giorno con più ore di buio di tutto l'anno.
Il Sole
Il sole è una stella di medie dimensioni, ma a causa della sua vicinanza con la Terra ci appare più grande di quello che è.
Il sole è formato da involucri gassosi:
nucleo
strato di irraggiamento e strato di convezione
fotosfera
cromosfera
corona
Il nucleo è la parte più interna della stella nella quale si verificano le reazioni nucleari, cioè l'idrogeno che si trasforma elio .
Lo strato di irraggiamento e quello di convezione si trovano subito superato il nucleo, da questa zona l'energia sviluppata dalle reazioni nucleari si propaga verso l'esterno.
La fotosfera è l'involucro esterno che coincide con il disco luminoso osservabile anche a occhio nudo o con specifiche protezioni.
La cromosfera è un sottile anello rosso esterno alla fotosfera visibile durante le eclissi di sole.
La corona è la "atmosfera solare" nella quale la materia diventa più rarefatta e poco luminosa.
nell'universo sono presenti:
nebulose
galassie
stelle
asteroidi
Le Nebulose sono ammassi di polvere e gas, come l'elio, l'idrogeno o ossigeno, da cui si generano nuove stelle.
Le stelle sono dei corpi celesti capaci di emettere luce propria. Questi corpi celesti emanano una luce propria grazie alle numerose reazioni che avvengono nel nucleo.
Le galassie sono dei sistemi nei quali sono riunite tutte le stelle.
Gli asteroidi sono detti pianetini, cioè piccoli corpi solidi e rocciosi orbitanti intorno al Sole nella "fascia di asteroidi". Sono chiamati anche "pianeti mancati" a causa della loro massa non sufficiente a formare un pianeta.
La II legge afferma che il segmento che congiunge il Sole con un pianeta (raggio vettore) percorre aree uguali in tempi uguali.
La III legge di keplero afferma che i pianeti più lontani dal sole si muovono più lentamente di quelli più vicini, quindi esiste una relazione tra le dimensioni delle orbite e il tempo impiegato per percorrerle.
I pianeti del sistema solare sono:
L
un
a
La Luna è il satellite naturale della Terra. Finora è stato l'unico corpo celeste che l'uomo abbia esplorato direttamente. La Luna è un corpo arido senza vita la cui superficie è ricoperta da grandi crateri, dovuti alla mancanza di atmosfera.
Sulla Luna la temperatura di notte arriva a -150 °C perché, non essendoci l'atmosfera, il calore accumulato durante il giorno si disperde nello spazio. Non è un corpo che brilla di luce propria, ma illumina la notte rimandandoci indietro la luce del Sole che colpisce la sua superficie.
Anche la Luna compie un moto di rotazione attorno a se stessa e un moto di rivoluzione attorno alla Terra. Nell'orbita della Luna si possono distinguere due punti che sono: il perigeo e apogeo, che corrispondono al perielio e all'afelio della Terra.
La durata del moto di rotazione (28 giorni) è uguale alla durata del moto di rivoluzione (28 giorni), è proprio per questo motivo che la Luna ci mostra sempre la stessa faccia.


Le fasi lunari
La Luna è soggetta alle
fasi lunari
e, a causa di esse, ci appare diversamente illuminata dal Sole. Le quattro fasi della Luna sono:
Novilunio
,
Primo quarto
,
Plenilunio e Ultimo quarto
.

Nel
Novilunio, o Luna nuova
, la Luna si trova tra la Terra e il Sole e non è visibile dalla Terra poiché il Sole illumina la superficie lunare che noi non vediamo.




Luna crescente
Plenilunio
Luna calante


Nell'eclissi di Sole
la Luna si trova tra il Sole e la Terra. La Luna proietta un
cono d'ombra
sulla Terra, oscurando una piccola parte della superficie terrestre. Il cono d'ombra proiettato sulla Terra è molto piccolo e di conseguenza il Sole viene oscurato solamente per pochi minuti, inoltre l'eclissi è visibile solamente in quella piccola parte di superficie in cui viene proiettato il cono d'ombra.
La Luna raramente riesce ad oscurare il Sole, quando riesce ad oscurarlo
completamente
si parla di
eclissi totale.
Se il Sole
non viene oscurato completamente
si parla di
eclissi parziale.


Nel
Primo quarto
la retta Luna-Terra è perpendicolare alla retta Terra-Sole. Il Sole illumina solamente
metà superficie lunare,
più precisamene
l'emisfero destro.
Nel
Plenilunio
, o
Luna piena,
la Terra si trova tra il Sole e la Luna. Il Sole illumina tutta la superficie lunare e di conseguenza la Luna ci appare come un
cerchio luminoso.
Nell
'ultimo quart
o la retta Terra-Sole è perpendicolare alla retta Luna-Terra. In questa fase il Sole illumina solamente
l'emisfero sinistro
della Luna, che, come nel primo quarto, ci appare come una
“mezza luna.”
Dal
Novilunio
fino ad arrivare al
Plenilunio
la Luna si dice
crescente
, mentre dal
Plenilunio
fino a ritornare al
Novilunio
la Luna si dice
calante
.
Nell'eclissi di Luna
la Terra si trova tra il Sole e la Luna e proietta la sua ombra sulla Luna, che viene oscurata completamente. Si parla dunque di
eclissi totale
. Se la Luna anziché trovarsi nella
zona d'ombra
si trova nella
penombra
non viene oscurata del tutto; si ha quindi un'
eclissi parziale.
L'
eclissi
L'eclissi si ha quando un corpo celeste ne oscura un altro. Per far si che avvenga un'eclissi
Sole Luna e Terra
devono essere
perfettamente

allineati
.
Le maree
Le maree sono gli
abbassamenti
e gli
innalzamenti
del livello del mare.
Questo fenomeno è legato alla
Luna
, che attrae verso di sè le masse d'acqua presenti sulla Terra. Contemporaneamente le masse d'acqua che si trovano sulla parte opposta del pianeta si innalzano a causa della
forza centrifuga
.

Dove il
livello del mare si alza
si ha una un'
alta marea
, dove il livello del mare si
abbassa
si ha una
bassa

marea
. In
24 or
e si hanno
due innalzament
i e
due abbassamenti
del livello del mare.
Eclissi di Sole parziale
Eclissi di Sole totale
Alta marea
Bassa marea
pianeti rocciosi
pianeti gassosi
Primo quarto
Novilunio o Luna piena
Atmosfera lunare
La Luna non possiede quella che si può definire un'atmosfera nel senso comune del termine; si può solo parlare di un tenue velo, tanto che può essere quasi assimilato al vuoto. Tra gli elementi che sono stati identificati ci sono sodio, potassio (presenti anche nell'atmosfera di Mercurio). Elementi come ossigeno, azoto, carbonio e magnesio sono presenti nell'atmosfera lunare, ma considerati praticamente assenti.
Ultimo quarto
Eclissi di Luna parziale
sono
sono
qui prevale
l'attrazionelunare
qui prevale la forza centrifuga
Luna
Terra
Legge di gravitazione universale
Fra tutti i corpi celesti esiste una reciproca attrazione chiamata forza di gravità.
La forza di gravità dipende da alcuni fattori, espressi dalla legge di gravitazione universale.
Questa legge vale per tutti i corpi dell'Universo.
La forza di gravità aumenta all'aumentare della distanza tra i centri dei due corpi celesti e diminuisce al diminuire della distanza tra i due centri.
d
2
d
Apollo 11 fu la missione spaziale che per prima portò gli uomini sulla luna, gli statunitensi Neil Armstrong e Buzz Aldrin, il 20 luglio 1969 alle 20:18 UTC. Armstrong fu il primo a mettere piede sul suolo lunare, sei ore più tardi dell'allunaggi. Armstrong trascorse due ore e mezza al di fuori della navicella, mentre Aldrin un po' meno . Insieme raccolsero 21,5 kg di materiale lunare che riportarono a Terra. Un terzo membro della missione, Michael Collins, rimase in orbita lunare, pilotando il modulo di Comando che riportò gli astronauti a casa
L'equipaggio dell'Apollo 11 lasciò una targa di acciaio inossidabile, per commemorare lo sbarco e lasciare informazioni sulla visita a ogni altro essere vivente che la trovi. Sulla targa c'è scritto:
« Here men from the Planet Earth first set foot upon the moon, July 1969, A.D. We came in peace for all mankind. »
ovvero
« Qui, uomini dal pianeta Terra posero piede sulla Luna per la prima volta, Luglio 1969 D.C. Siamo venuti in pace, per tutta l'umanità. »

sitografia:
libro di testo
wikipedia
(http://it.wikipedia.org/wiki/Luna)
youtube
Full transcript