Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Villaggio Leumann Collegno

Cosa fare perché diventi patrimonio dell´Umanità tutelato dal UNESCO
by

Daniele Barbi

on 28 May 2010

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Villaggio Leumann Collegno

Fai doppio click dove vuoi ed aggiungi la tua idea Prendere contatto
con tutti le persone o/e le associazioni
dei "Villaggi industriali"
presenti in Italia Quali sono i "Villaggi industriali"
in Italia? Villaggio Crespi d'Adda
Conoscere e visitare Crespi e il suo fiume Crespi d'Adda, patrimonio di uomini e non di pietre
Tra casette ben tenute e strutture degradate resiste un piccolo popolo dal futuro incerto. Reportage dal villaggio operaio che è un pezzo di storia italiana. "Speriamo che questo patrimonio venga salvato. C'è dentro la storia, le fatiche di tante persone". "C'è dentro una grande idea, una visione del mondo". http://www.villaggiocrespi.it/ Vuoi saperne ancora? Piccole attività e villaggi industriali

I fatti che abbiamo brevemente esaminato dimostrano in qualche misura i vantaggi che si possono trarre dall’unire agricoltura e industria, sempre che quest’ultima sia inserita nel villaggio, e non abbia la forma attuale della fabbrica capitalista, ma quella di una produzione industriale socialmente organizzata, sostenuta da macchinari e conoscenze tecniche. A ben vedere, il carattere più rilevante delle piccole attività è che si riscontra un relativo benessere solo quando esse si uniscono all’agricoltura: nei casi in cui i lavoratori restano proprietari dei suoli e continuano a coltivarli. Anche fra i tessitori francesi o di Mosca, che devono mettere nel conto la concorrenza della fabbrica, prevale un relativo benessere finché non vengono obbligati a staccarsi dalla terra. Al contrario, appena le alte tasse o l’impoverimento dovuto a una crisi forza il lavoratore autonomo a consegnare il suo ultimo appezzamento di terra all’usuraio, nella casa inizia a strisciare la miseria. La fatica diventa insostenibile, si ricorre al superlavoro, e spesso l’intera attività decade.
(da http://www.eddyburg.it/article/articleview/8898/0/191/)
Leumann. Storia di un imprenditore e del suo villaggio modello
di Carla Federica Gutermann
Data: 2006
Tipologia: monografia

Torino , Daniela Piazza
Lingua: Italiano
Avvalendosi di una grande quantità di documenti scritti e iconografici inediti, provenienti dagli archivi storici e fotografici dei famigliari, l'autrice cerca di far conoscere la storia della sua famiglia che abbandò la Svizzera per l'Italia, dando origine al cotonificio. In particolare si sofferma sulla figura di Napoleone Leumann, artefice del Villaggio operaio di Collegno conosciuto come Borgata Leumann, che si impegnò anche nell'aiuto ai derelitti, ai più disagiati. Nella seconda parte del volume Renzo Miglio ha provveduto a raccontare attraverso 108 fotografie la storia della Borgata ancora oggi viva e vitale.
(da http://www.storiaindustria.it/fonti_documenti/biblioteca/ricerca?submitRicerca[documentiSettore]=&s=96&tr=) I villaggi operai di Crespi d’Adda, Leumann e Schio e Villar Perosa Per sapere cosa promuove la UNESCO vedi:
Convenzione sul Patrimonio dell'Umanità Criteri di selezione:
rappresentare un capolavoro del genio creativo umano;
testimoniare un cambiamento considerevole culturale in un dato periodo sia in campo archeologico sia architettonico sia della tecnologia, artistico o paesaggistico;
apportare una testimonianza unica o eccezionale su una tradizione culturale o della civiltà;
offrire un esempio eminente di un tipo di costruzione architettonica o del paesaggio o tecnologico illustrante uno dei periodi della storia umana;
essere un esempio eminente dell'interazione umana con l'ambiente;
essere direttamente associato a avvenimenti legati a idee, credenze o opere artistiche e letterarie aventi un significato universale eccezionale (possibilmente in associazione ad altri punti);
rappresentare dei fenomeni naturali o atmosfere di una bellezza naturale e di una importanza estetica eccezionale;
essere uno degli esempi rappresentativi di grandi epoche storiche a testimonianza della vita o dei processi geologici;
essere uno degli esempi eminenti dei processi ecologici e biologici in corso nell'evoluzione dell'ecosistema;
contenere gli habitat naturali più rappresentativi e più importanti per la conservazione delle biodiversità, compresi gli spazi minacciati aventi un particolare valore universale eccezionale dal punto di vista della scienza e della conservazione.
Dal 1992 il risultato delle interazioni tra l'uomo e l'ambiente può essere riconosciuto come paesaggio culturale. Il Villaggio Leumann Compilazione di una pagina
su Wikipedia Costruzione del sito internet
Associazione Inquilini del
Villaggio Operaio Leumann Scrivere alla Lega Ambiente
al FAI per raccontare la
vicenda della Borgata Leumann
Full transcript