Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Tesina

No description
by

Elisa Berdin

on 28 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Tesina

"Christina Olson"
“Una di quelle mattine che sei stanco perché hai dormito poco, e te ne staresti volentieri al calduccio sotto il piumone. Una di quelle mattine che fa di tutto per avvertirti che è in agguato l’imprevedibile, ma tu non sei in grado di decifrare il messaggio. Una di quelle mattine che poi ci ripensi una vita intera, di cui ti rimangono immagini sfocate , momenti, odori”.
“ ho la sensazione di precipitare nel vuoto, in una voragine senza fondo. Mi sento derubato dell’unica ragione di vita, la sola che riesco a vedere ora”.
tetraplegico
26 anni
Vita Reale
Paure
Amore
Amici
"L ' escluso"
Difficoltà
Suicidio
Prende coscienza del fatto che le gambe e le mani non potranno più assicurargli la
libertà
, il
pensiero
sì.

Ha fatto la sua
scelta
, questa è la vera libertà.
"C’è una vignetta su un libro sulla disabilità uno dei tanti che mi propinano giorno dopo giorno, che raffigura un picco innevato e un disabile in carrozzina lanciato a tutta velocità alla sua conquista. Dove la vetta rappresenta la fine della riabilitazione, la dimissione ospedaliera, l’agognata libertà.
Non è completa.
Non mostra quante volte si cade durante il tragitto, quante volte si è costretti a ricominciare da capo dopo sforzi disumani. A tanti progressi da un lato, corrispondono altrettanti fallimenti da un altro. Si presuppone che, una volta avviato il vero e proprio processo riabilitativo, ogni giorno si debba fare un passo in avanti, una conquista, anche minima. Non è così, almeno non per me.”

“Io penso che un quadro debba contenere quei ricordi, quelle voci, volti, conversazioni”
Andrew Wyeth
Andrew Wyeth
"Christina Olson", 1947
Tempera su tavola,
cm 83,8x63,5
Minneapolis, MN Curtis Galleries

Binding Karl 1841-1920
Eugenetica
"Esiste un numero assai elevato di persone che, pur non essendo passibili di pena, sono da considerarsi veri e propri parassiti, scorie dell'umanità. Si tratta di una moltitudine di disadattati che può raggiungere il milione, la cui predisposizione ereditaria può essere debellata solo attraverso la loro eliminazione dal processo riproduttivo"
Heinrich Wilhelm Kranz (1897-1945)
direttore dell'Istituto di Eugenetica dell'Università di Giessen
"Legge sulla prevenzione della nascita di persone affette da malattie ereditarie"
Trattati sterilizzazione disabili psichici
Legge sterilizzazione forzata.
Gazzetta ufficiale 25 luglio
"Un pazzo costa allo Stato 4 marchi al giorno, uno storpio 5,50, un criminale 3,50. In molti casi un impiegato statale guadagna 3,50 marchi per ogni componente della sua famiglia. Un operaio non specializzato meno di 2. Secondo un calcolo approssimativo in Germania gli epilettici, i pazzi, gli schizofrenetici sono 300 mila. Calcoliamo quanto costano questi a un costo medio di 4 marchi l’anno. Quanti prestiti di 100 marchi alle coppie di giovani sposi si ricaverebbero all’anno con quella somma?"

Problema di Matematica, scuola elementare
"Nel mio Istituto veniva utilizzato il Luminal. Un bambino fortemente idrocefalo, con una ridotta capacità di vita può essere addormentato con una dose di Luminal inferiore alla dose massima (...) Nell'arco di alcuni giorni il bambino dorme molto tranquillamente e non muore per avvelenamento: su questo insisto, anche se ho già avuto modo di dirlo. Il bambino muore per il sopravvenire di un ristagno polmonare e quindi per complicazioni cardiache e polmonari: di questo muore"
Dottor Pfannmüller direttore del centro di Eglfing
Uccidere i bambini.
La commissione per le malattie genetiche ed ereditarie

"Libertà di pensiero è libertà di movimento"
Italiano
Storia
Storia Dell ' Arte
Disabilità e realtà
Apnea
Lorenzo Amurri
Andrew Wyeth
Aktion T4
Eutanasia
Hoche Alfred 1865-1943
Eutanasia sociale
Eutanasia
"L'autorizzazione all'eliminazione delle vite non più degne di essere vissute"
"La morte non dolorosa, ossia il porre deliberatamente termine alla vita di un paziente al fine di evitare, in caso di malattie incurabili, sofferenze prolungate nel tempo o una lunga agonia; può essere ottenuta o con la sospensione del trattamento medico che mantiene artificialmente in vita il paziente (eutanasia passiva), o attraverso la somministrazione di farmaci atti ad affrettare o procurare la morte (eutanasia attiva); si definisce volontaria se richiesta o autorizzata dal paziente"
Tiergartenstrasse 4
Aktion T4
Hadamar
La fotografia, scattata da un cittadino di Hadamar, mostra il fumo delle cremazioni che si alza dal castello trasformato in clinica della morte
Pulmann con i finestrini oscurati della società di Pubblica Utilità per il trasporto degli ammalati
Uno delle migliaia di necrologi comparsi sui giornali tedeschi tra il 1940 ed il 1941
La resistenza al progetto di eutanasia
"Sono convinto che sia ormai necessario sospendere immediatamente l'uccisione dei malati di mente. Se la cosa si è risaputa così velocemente, se ormai la gente ne parla, significa che il tentativo di segretezza è fallito (...) è impossibile sostenere che il ministero di Giustizia del Reich ignora la faccenda".

Il procuratore generale di Lipsia
Cittadini
Chiesa
Familiari
Lorenzo Amurri, Apnea. Fandango libri, Roma 2013
Marco Goldin, Raffaello verso Picasso. Storie di sguardi, volti e figure. Catalogo della mostra. Linea d’ombra libri, Vicenza 2012
Robert Jay Lifton, I medici Nazisti. Rizzoli, Milano 1988
Marco Fossati, Giorgio Luppi, Emilio Zanette. Parlare di storia. Il novecento e il mondo contemporaneo. Edizioni scolastiche Bruno Mondadori, Torino 2010
Giorgio Cricco, Francesco Paolo Di Teodoro, Itinerario nell’arte. Zanichelli, Bologna 2012
Olokaustos- Eutanasia
Sapete come mi trattano-Concorso
Il glocale.wordpress-Dal mondo antico a oggi disabilità e handicap
Disabiliamo.it –Nuova filosofia della disabilità
Diogenemagazine.eu – Filosofia e disabilità
Il giornale di Vicenza –Christina Olson e la poliomielite, l’ossessione del pittore WyethI
Ilritaglio.it-2013, cultura, il mondo di Christina
Liceo Scientifico G. B. Quadri Esame di stato 2012/2013
Candidato: Elisa Berdin Classe: 5 AI

1° settembre 1939
"Il Reichsleiter Bouhler e il dottor Brandt sono incaricati, sotto la propria responsabilità, di estendere le competenze di alcuni medici da loro nominati, autorizzandoli a concedere la morte per grazia ai malati considerati incurabili secondo l'umano giudizio, previa valutazione critica del loro stato di malattia"
Questionario
Andrew Wyeth
Chadds Ford 12 Luglio 1917-16 Gennaio 2009
legge sterilizzazione forzata. gazzetta ufficiale 25 luglio
trattati sterilizzazione disabili psichici
Full transcript