Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Lingua V

No description
by

Mab BS

on 25 March 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Lingua V

Fasi di produzione di un testo argomentativo

Scelta del
problema
Raccolta e lettura della
documentazione
necessaria
Riflessione sul
destinatario
Valutazione delle
condizioni
in cui avviene l’argomentazione (tempo, spazio)
Costruzione della
scaletta
Definizione della
tesi
Individuazione degli
argomenti
(forza ed efficacia) e organizzazione della loro successione
Decisione sul
tono
generale che avrà il testo
Stesura
del testo /
Esposizione
orale
Revisione
(testo scritto)

L'argomentazione
L'argomentazione
Un’argomentazione è un ragionamento che consiste in una tesi (opinione) e almeno un argomento a sostegno di quell’opinione.
Es. “mi piace l’italiano”

(O)
opinione

“Mi piace l’italiano

(O)

perché è una lingua culturalmente e linguisticamente ricca

(A)

argomentazione
“L’italiano è una lingua culturalmente e linguisticamente ricca.
(A)

È per questo che mi piace

(O)
” argomentazione

“L’italiano è una lingua culturalmente e linguisticamente ricca

(A)
,
perciò mi piace

(O
)” argomentazione

TIPI DI ARGOMENTAZIONE

Oltre alle condizioni tipiche del testo argomentativo, si devono tener presente:
l’
esposizione
: chiara, comprensibile e convincente, basata sulla capacità di strutturare logicamente il discorso (scaletta)
la
lingua
: media formalità
le
componenti paralinguistiche ed extralinguistiche
: tono della voce, intonazione, gesti e distanze
le
componenti pragmatiche
: turni di parola, interruzioni, ripresa del discorso dell’interlocutore
DIBATTITO * DISCUSSIONE * LEZIONE ORALE * COMIZIO



Oltre alle condizioni tipiche del testo argomentativo, si devono tener presente specialmente:
l’
esposizione
: chiara, comprensibile e convincente, con uno speciale impegno nella strutturazione logica del discorso in base a una scaletta previa
la
lingua
: formalità superiore a quella richiesta dalla lingua orale
le
scelte sintattiche e pragmatiche
: tempo verbale; paratassi/ipotassi; connettivi
le
scelte argomentative
: informazioni che si renderanno esplicite e quelle che rimarranno implicite nel testo; ordine degli argomenti

SAGGIO (LETTERARIO, SCIENTIFICO, ECC) * INTERVISTA *
RECENSIONE * PUBBLICITÀ


Un compendio di informazioni teoriche necessarie per riflettere sull'argomentazione e per migliorare la competenza argomentativa orale e scritta
un
tema
su cui si discute
un
protagonista
(il soggetto argomentante) che vuole convincere l’interlocutore della validità della propria
tesi
e un
antagonista
che dev’essere convinto.
Un
ragionamento
per convincere della validità di un’opinione formato da:
-almeno un’
opinione
-
argomenti
scelti in base all’interlocutore (marcati culturalmente)
-fasi intermedie, in cui le opinioni cambiano e si rafforzano, a seconda degli argomenti addotti dal protagonista e dall’antagonista.
-una
conclusione
UN’OPINIONE
NON
SOSTENUTA DA RAGIONAMENTI
NON
È UN’ARGOMENTAZIONE

Elementi essenziali per comprendere e per produrre un testo argomentativo:

Analisi della struttura
superficiale
del testo: profili testuali semplici (coordinazione) e complessi (subordinazione)
Analisi della struttura
profonda
del testo: l’essenza dell’informazione, che si riporta alle regole socioculturali italiane.
+ Più il profilo è articolato verticalmente (in diversi livelli di preminenza) più è importante saper usare le regole di legamento a distanza dei componenti di un testo e più quindi è necessario saper gestire il sistema formale e sintattico di una lingua.
+ Un’articolazione complessa rivela una situazione culturale, cognitiva e sociale più alta e più sviluppata. (Lo Cascio, 2009: 9).


Da cosa dipendono il convincimento o la persuasione?

Dipendono dai seguenti fattori:
l’abilità linguistica dei protagonisti
la manipolazione delle informazioni
il tipo di argomenti portati

OBIETTIVI DELL'ARGOMENTAZIONE

Persuasione
:
fatto personale, legato a una serie di fattori individuali e contestuali che possono o no rispondere a criteri di universalità.
Convincimento
:
risultato di un ragionamento oggettivo, basato su argomenti inconfutabili e razionali e su un’analisi basata su principi generali.


ATTI ILLOCUTIVI PIÙ COMUNI IN OGNI FASE
secondo la complessità
1) FASE INIZIALE (preambolo):
si definiscono il tema della disputa e la posizione dei protagonisti e degli antagonisti.
2) FASE DI APERTURA:
si avvia la discussione quando uno dei protagonisti (P1) formula un’opinione e lascia P2 come antagonista.
3) FASE DI DISCUSSIONE:
si introducono gli argomenti e i contro-argomenti per svolgere la discussione effettiva.
4) FASE CONCLUSIVA:
la disputa si risolve a favore di P1 o P2 (non necessariamente).

FASI DELLA DISCUSSIONE
Non c’è una lunghezza prestabilita per scrivere un paragrafo.
In ogni paragrafo la frase chiave o focus, oltre che indicare il concetto fondamentale del paragrafo, ne può delineare anche il criterio organizzativo.
In ogni capoverso, il tipo di argomento scelto si traduce in una tipologia testuale prevalente, la quale determina l'esistenza di paragrafi di diverso tipo. Ecco quindi la "traduzione" della tipologia di argomenti precedente sul piano testuale:

narrazione
:
quanto detto dalla frase chiave viene raccontato nel paragrafo in modo più preciso;
descrizione
:
la frase chiave presenta in modo generico qualcuno o qualcosa e il paragrafo lo descrive con precisione;
confronto e contrasto
:

la frase chiave introduce due persone, oggetti o fatti in contrasto e il paragrafo sviluppa un confronto;
causa/effetto
:
il paragrafo è formato da due parti; una parte contiene un’affermazione che indica le cause di un fenomeno e l’altra gli effetti conseguenti;
domanda/risposta
:
la frase chiave pone una domanda e il paragrafo fornisce una risposta;
esemplificazione
:
la frase chiave fornisce un’informazione generica che viene esemplificata nel paragrafo;
enumerazione
:
la frase chiave elenca una serie di elementi o argomenti che vengono ripresi e spiegati dal paragrafo;
enunciazione /soluzione di un problem
a:

è costituito da una prima parte in cui si presenta un problema e una seconda in cui si espone la sua soluzione;
argomentazione
:
nel quale si enuncia, si sviluppa o si dimostra una tesi;
citazione
:
la frase tematica dichiara che quanto segue è l’opinione di un altro autore su un
argomento che stiamo trattando.

UNA TIPOLOGIA DI PARAGRAFI
Ecco alcuni degli argomenti più comuni:


argomenti basati su dati oggettivi:

si fa ricorso all’evidenza di fatti citando ad es. un dato statistico o un avvenimento significativo

argomenti di tipo logico:

si basano sui rapporti causali fra gli elementi citati, guidando il lettore attraverso il ragionamento.

argomenti di tipo pragmatico:
si additano al lettore i vantaggi concreti che si ricaverebbero se la tesi fosse accettata

argomenti di autorità:

ci si richiama al giudizio autorevole di un esperto, di un istituto, di un personaggio competente e stimato (citazioni dirette o indirette)

argomenti basati su principi:

il richiamo va a un principio etico socialmente riconosciuto, a un principio religioso condiviso.
UNA TIPOLOGIA DI ARGOMENTI
STRUTTURA DELL'INTRODUZIONE
Schematicamente, il capoverso introduttivo deve articolarsi nelle sezioni che seguono:

a)
introduzione
al testo, tesa ad interessare il lettore;
b)
presentazione dell’argomento
;
c)
esposizione della tesi
;
d)
(
presentazione schematica della struttura del testo
)
;
e)
aggancio ai paragrafi successivi
.

Per attirare l’attenzione del lettore si può attingere ai seguenti espedienti:


STRUTTURA DELLA CONCLUSIONE
Di solito la conclusione include:
a)
una riformulazione della tesi
;
b)
la ripresa degli argomenti fondamentali
;
c)
il segmento conclusivo
.

Ecco alcune modalità di chiusura del testo:


Lasciando aperta la questione
: Quando non si ha un'opinione sicura e consolidata.

Con una domanda e una risposta
: Per concludere in modo chiaro con una presa di posizione.

Con un aneddoto o un avvenimento personale
: Per stupire il lettore e concludere con originalità.

Con un’analogia
: Gli argomenti trattati si rafforzano paragonando il tema trattato e una situazione che presenta con esso delle somiglianze.

Con una frase categorica
: Quando si vuole concludere il discorso senza altre argomentazioni.

Con una frase ironica o con un proverbio
: Per sdrammatizzare, alleggerire, rasserenare.

Con una frase profetica
: Per lasciare aperta una possibilità, per anticipare eventi probabili nel futuro.

Con una citazione
: Per dare autorevolezza alla nostra opinione ricorrendo alle parole di un autore conosciuto.

Con un augurio
: Per dare ottimismo e fiducia.
STRUTTURA DEL CORPO DEL TESTO
Il corpo del testo si articola in capoversi. Ciascuno di essi propone uno degli argomenti scelti a sostegno della propria tesi, oppure l'antitesi e gli argomenti antitetici da confutare.
Ogni capoverso ha la medesima struttura e include, di norma:
a)
una frase chiave (frase tematica)
che ne costituisce il nucleo argomentativo e che ne rappresenta, da sola, il messaggio fondamentale;
b)
più frasi in cui si forniscono sub-argomenti
a supporto della frase-chiave;
c)
una frase di transizione che guida il lettore al capoverso successivo
. Le frasi di transizione possono anche mancare ed essere sostituite da elementi di collegamento collocati all’inizio del capoverso successivo.
CARATTERISTICHE DEL TESTO ARGOMENTATIVO
Il divorzio è un fenomeno da rigettare e contrastare (O) sia perché fa soffrire i figli della coppia che si separa (A1), sia perché provoca un danno economico (A2), sia anche perché va contro ogni principio religioso (A3). Inoltre comporta dei problemi sociali come quello degli alloggi (A4). Credimi, il divorzio bisogna contrastarlo, ascolta quello che ti dico io, è meglio (A5).
Lo Cascio, 2009: 83
L'ARGOMENTAZIONE ORALE
L'ARGOMENTAZIONE SCRITTA
AZIONE
Il saggio

Full transcript