Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

BOCCACCIO DECAMERON FILIPPO BALDUCCI

No description
by

Andrea Polegato

on 19 February 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of BOCCACCIO DECAMERON FILIPPO BALDUCCI

GIOVANNI BOCCACCIO
il Decameron
Il contesto storico
La Peste Nera 1348
il Decameron
un libro dedicato alle donne e
all'amore
100 novelle (storie brevi) narrate
dai 10 protagonisti (l'allegra brigata)
nell'arco di 10 giorni
(déka+hēméra=decameron)
"La 101esima novella"
introduzione alla IV giornata
Dico che nella nostra città, già è buon tempo passato, fu un cittadino il quale fu nominato Filippo Balducci, uomo di condizione assai leggiere, ma ricco e bene inviato e esperto nelle cose quanto lo stato suo richiedea; e aveva una sua donna moglie, la quale egli sommamente amava, e ella lui, e insieme in riposata vita si stavano, a niuna altra cosa tanto studio ponendo quanto in piacere interamente l'uno all'altro. Ora avvenne, sì come di tutti avviene, che la buona donna passò di questa vita, né altro di sé a Filippo lasciò che un solo figliuolo di lui conceputo, il quale forse d'età di due anni era. Costui per la morte della sua donna tanto sconsolato rimase, quanto mai alcuno altro amata cosa perdendo rimanesse; e veggendosi di quella compagnia, la quale egli più amava, rimaso solo, del tutto si dispose di non volere più essere al mondo ma di darsi al servigio di Dio e il simigliante fare del suo piccol figliuolo.
Per che, data ogni sua cosa per Dio, senza indugio se n'andò sopra Monte Asinaio, e quivi in una piccola celletta se mise col suo figliuolo, col quale di limosine in digiuni e in orazioni vivendo, sommamente si guardava di non ragionare, là dove egli fosse, d'alcuna temporal cosa né di lasciarnegli alcuna vedere acciò che esse da così fatto servigio nol traessero, ma sempre della gloria di vita eterna e di Dio e de' santi gli ragionava, nulla altro che sante orazioni insegnandogli. E in questa vita molti anni il tenne, mai della cella non lasciandolo uscire né alcuna altra cosa che sé dimostrandogli.
1351
nella sola Firenze, 3/4 della popolazione
muore di peste
amore
il sesso
la fortuna
l'arguzia (witticism)
la virtù
L'allegra brigata
(7 donne e 3 uomini)
vita di Boccaccio
Dove nasce e muore?
CULTURA
DECAMERONE
studi umanistici
ricerca di codici antichi
amore per Dante e promozione delle sue opere
opera di intrattenimento (divertimento);
rappresentazione di tutta la società;
non c'è giudizio morale per i protagonisti;
l'uomo è guidato (driven by) due forze:
l’Amore (passione) e la Fortuna!
Perché è famoso?
Cosa scrive?
Vive a Firenze e/o altrove?
Da che tipo di famiglia viene?
MUORE un terzo della popolazione europea
E acciò che dietro a ogni particularità le nostre passate miserie per la città avvenute più ricercando non vada, dico che così inimico tempo correndo per quella, non per ciò meno d'alcuna cosa risparmiò il circustante contado.

Nel quale, lasciando star le castella, che simili erano nella loro piccolezza alla città, per le sparte ville e per li campi i lavoratori miseri e poveri e le loro famiglie, senza alcuna fatica di medico o aiuto di servidore, per le vie e per li loro colti e per le case, di dì e di notte indifferentemente, non come uomini ma quasi come bestie morieno; per la qual cosa essi, così nelli loro costumi come i cittadini divenuti lascivi, di niuna lor cosa o faccenda curavano: [...]

Per che adivenne i buoi, gli asini, le pecore, le capre, i porci, i polli e i cani medesimi fedelissimi agli uomini, fuori delle proprie case cacciati, per li campi, dove ancora le biade abbandonate erano, senza essere non che raccolte ma pur segate, come meglio piaceva loro se n'andavano; e molti, quasi come razionali, poi che pasciuti erano bene il giorno, la notte alle lor case senza alcuno correggimento di pastore si tornavano satolli.
campagna
animali
dal DECAMERON, introduzione alla prima giornata
avviato
classe sociale
non aristocratico
tranquilla
nessuna
impegno
fare lo stesso
MEDIOEVO (ALTO)
UMANESIMO/RINASCIMENTO
La cultura:



le lingue usate:






I temi più importanti:
monasteri
i religiosi
latino per i religiosi
(latino classico?)
volgari per il popolo
(dal latino parlato e lingue barbare)
corrotto
Dio, la religione, il mondo ultraterreno
laici/religiosi
aristocratici/borghesi
prime biblioteche
studio del latino e greco antichi
continua evoluzione del volgare
meglio parlare di rinasicmento (re-birth di cosa? quando è nato la prima volta?)
cercate:
-riferimenti al contesto storico e alla vita di Boccaccio
-riferimenti ai temi e alla struttura del Decameron
che cosa farà Filippo Balducci, secondo voi?
1 risposta seria: considerate quello che sappiamo sul ritirarsi [withdraw] dal mondo;
1 risposta semiseria: avete mai perso [lost] una cosa a cui tenevate moltissimo, una cosa amata? come avete reagito?
1351
In occasione della PESTE, sette donne e tre uomini decidono di abbandonare la città di Firenze e di rifugiarsi in una villa in campagna. In campagna la compagnia narra delle brevi storie.
donata
elemosine
vs. spirituale
distogliessero
che tipo di educazione riceve il figlio di Filippo?
cosa pensate di questo tipo di educazione?
un giorno Filippo decide di portare il figlio 18enne in città, a Firenze...che cosa succederà?
1. vita di Boccaccio: date, origine sociale, date e luoghi significativi
RIPASSO
3 Decameron: contesto storico, protagonisti, struttura dell’opera, temi
2.B. e Umanesimo: tipo di interessi di studio, amicizie, rapporto con il passato
Era usato il valente uomo di venire alcuna volta a Firenze: e quivi secondo le sue oportunità dagli amici di Dio sovenuto, alla sua cella tornava. Ora avvenne che, essendo già il garzone d'età di diciotto anni e Filippo vecchio, un dì il domandò ov'egli andava. Filippo gliele disse; al quale il garzon disse: “Padre mio, voi siete oggimai vecchio e potete male durar fatica; perché non mi menate voi una volta a Firenze, acciò che, faccendomi cognoscere gli amici e divoti di Dio e vostri, io, che son giovane e posso meglio faticar di voi, possa poscia pe' nostri bisogni a Firenze andare quando vi piacerà, e voi rimanervi qui?” Il valente uomo, pensando che già questo suo figliuolo era grande e era sì abituato al servigio di Dio, che malagevolmente le cose del mondo a sé il dovrebbono omai poter trarre, seco stesso disse: “Costui dice bene”; per che, avendovi a andare, seco il menò.
qualche
aiutato
il figlio
portate
analisi del testo
prosa o poesia?
parole e verbi ripetuti
tempi verbali
strutture che si ripetono
imperfetto vs. passato remoto
amore
tanto...quanto
affinche'
ormai
glielo
gli
conoscere
poi
per i
con sè lo
Quivi il giovane veggendo i palagi, le case, le chiese e tutte l'altre cose delle quali tutta la città piena si vede, sì come colui che mai più per ricordanza vedute no' n'avea, si cominciò forte a maravigliare e di molte domandava il padre che fossero e come si chiamassero. Il padre gliele diceva; e egli, avendolo udito, rimaneva contento e domandava d'un'altra. E così domandando il figliuolo e il padre rispondendo, per avventura si scontrarono in una brigata di belle giovani donne e ornate, che da un paio di nozze venieno: le quali come il giovane vide, così domandò il padre che cosa quelle fossero. A cui il padre disse: “Figliuol mio, bassa gli occhi in terra, non le guatare, ch'elle son mala cosa.” Disse allora il figliuolo: “O come si chiamano?” Il padre, per non destare nel concupiscibile appetito del giovane alcuno inchinevole disiderio men che utile, non le volle nominare per lo proprio nome, cioè femine, ma disse: “Elle si chiamano papere.”
4
attività: RICREIAMO LA SCENA!
il figlio indica un oggetto e domanda al padre
1. che cos'è 2. come si chiama.
tutte l'altre cose delle quali tutta la città piena si vede,
4
3
2
1
come reagisce il padre alla 'maraviglia' del figlio?
"I
l padre gliele diceva; e egli, avendolo udito, rimaneva contento e domandava d'un'altra
"
il figliuolo
dopo che aveva ascoltato la risposta del padre
satisfied with a certain level of achievement, good fortune, etc., and not wishing for more
svegliare
Maravigliosa cosa a udire! Colui che mai più alcuna veduta non avea, non curatosi de' palagi, non del bue, non del cavallo, non dell'asino, non de' denari né d'altra cosa che veduta avesse, subitamente disse: “Padre mio, io vi priego che voi facciate che io abbia una di quelle papere.” “Oimè, figliuol mio, “ disse il padre “taci: elle son mala cosa.” A cui il giovane domandando disse: “O son così fatte le male cose?” “Sì” disse il padre. E egli allora disse: “Io non so che voi vi dite, né perché queste sieno mala cosa: quanto è, a me non è ancora paruta vedere alcuna così bella né così piacevole come queste sono. Elle son più belle che gli agnoli dipinti che voi m'avete più volte mostrati. Deh! se vi cal di me, fate che noi ce ne meniamo una colà sù di queste papere, e io le darò beccare.”
non le guardare!
sono una cosa cattiva!
(non le toccare!)
che cosa sono?
come si chiamano?
papere
uncertainty or inexactness of meaning in language
Disse il padre: “Io non voglio; tu non sai donde elle s'imbeccano!” e senti incontanente più aver di forza la natura che il suo ingegno; e pentessi d'averlo menato a Firenze.
Il padre risponde come ha risposto alle altre domande del figlio o risponde in modo diverso?
DESIDERIO/TENTAZIONE
DESIDERIO
AMBIGUITA'
DA QUALE PARTE DEL CORPO LORO RICEVONO CIBO!
che cosa altro vede il figlio a Firenze?
Che cosa domanda al padre esattamente?
Come risponde il padre?
Il padre risponde come ha risposto alle altre domande del figlio o risponde in modo diverso?
AMBIGUITA'
secondo voi, le risposte del padre che reazione provocano ?
extension:
6. Don’t become your parents. Or your boss. Or anyone but you. The enormity of conformity is a problem for the wanna-be success story. Sure, your parents are great and by all means respect them, love them and learn from them, but please don’t become them; that’s just plain ugly and a little bit tragic. Listen to, and learn from other people, but think, act and decide for yourself. And no, you don’t need anyone’s approval or permission; you’re big now. It’s okay.
Full transcript