Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

-Wanagi Oyate-

No description
by

Virginia Sarotto

on 13 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of -Wanagi Oyate-

Secondo Heidegger, così come per il pensiero indiano, per quanto concerne l'uomo è scorretto parlare di Essere: l'uomo non si trova mai singolarmente ed indipendentemente di fronte al mondo, al contrario egli è nel mondo dalla nascita, l'essere nel mondo è costitutivo del suo Essere, che diventa quindi un
Esserci
.
"La storia lakota della creazione narra che in qualche luogo, là fuori nell'Universo, in tempi assai remoti, esistevano grandi forze che, muovendosi circolarmente, diedero luogo ad una grande esplosione. Tutta l'energia che scaturì da questo fenomeno si condensò fino a formare il corpo del primo essere vivente, la Roccia. Dal grembo di Inyan, il nome lakota con cui la definiamo, nacque Wi, il Sole. Dall'energia di queste due entità, Wi e Inyan, nacque la Terra, l'essere femminile, primo a generare la vita, che in lakota chiamiamo Winyan. Nella nostra lingua, winyan significa 'donna', 'colei che dona la vita' "
(da B. Kills Straight,
Wokiksuye-Lo spirito del mio popolo
)
-Wanagi Oyate-
La spiritualità e la visione del mondo dei Nativi Americani attraverso occhi classici

E' dal Grande Spirito, Wakan Tanka, che tutto si è generato e a cui tutto deve la propria esistenza, in una ruota armonica che collega ogni forma di vita alle altre.
Le opere dei Navajo sono "di una bellezza sbalorditiva [...] incarnano la stessa energia universale e la stessa essenza primordiale che troviamo anche nei dipinti creati da Pollock con la tecnica dello sgocciolamento" (da G. Witherspoon,
Language and art in the Navajo universe
)
Fai così, o mio Lucilio, rivendica te a te stesso, e il tempo che finora ti veniva portato via o sottratto o ti sfuggiva, mettilo da parte e custodiscilo [...] Trovami uno che attribuisca un qualche valore al tempo, che apprezzi il valore di una giornata, che comprenda di morire giorno dopo giorno [...] Tutto appartiene agli altri, o Lucilio, solo il tempo è nostro; la natura ci ha fatto entrare in possesso di questa sola cosa, fugace e incerta, da cui ci esclude chiunque vuole. E la stoltezza degli uomini è così grande che si riconoscono debitori per avere ottenuto beni di scarsissima importanza e valore, certamente recuperabili, mentre nessuno che abbia ricevuto il tempo in dono, ritiene di essere in debito; questo è invece l’unico bene che neppure una persona che prova gratitudine può restituire.
(Epistulae ad Lucilium, 1)
Come puoi comprare o vendere il cielo, il calore della terra? Questa possibilità ci è estranea. Noi non siamo i padroni della purezza dell'aria o dello splendore dell'acqua. Noi possiamo decidere solo del nostro tempo. Tutta questa terra è sacra per la mia gente [...] L'uomo bianco non comprende il nostro modo di vivere. Per lui una zolla di terra è uguale all'altra. Lui è uno straniero che viene di notte e spoglia la terra di tutte le sue ricchezze. La terra non è sua sorella, bensì sua nemica, e dopo averla svuotata, lui se ne va via [...] Questo noi sappiamo: la terra non appartiene all'uomo, è l'uomo che appartiene alla terra. Tutte le cose sono collegate, come il sangue che unisce una famiglia. (dalla lettera di Capo Seathl al presidente Usa F. Pierce, 1855)
Enti
Armonia
Utilizzabilità
Rispetto
Tecnologia
e
industrializzazione
"Ognuno chiama barbarie quello che non è nei suoi usi; sembra infatti che noi non abbiamo altro punto di riferimento per la verità e la ragione che l'esempio e l'idea delle opinioni e de­gli usi del Paese in cui siamo [...] Quei popoli dunque mi sembrano barbari in quanto sono stati in scarsa misura modellati dallo spirito umano, e sono ancora molto vicini alla loro semplicità originaria. Li governano sempre le leggi naturali, non ancora troppo imbastardite dalle nostre" (dagli Essais di M. de Montaigne)
Indiani
Europei
Full transcript