Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Qrcode

Come utilizzare e realizzare i Qrcode
by

Vincenzo Rubini

on 3 October 2012

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Qrcode

Così, dalla seconda metà degli anni 2000, divennero sempre più comuni le pubblicità che ricorrevano all'uso dei codici QR stampati sulle pagine di giornali e riviste, o sui cartelloni pubblicitari, per veicolare facilmente indirizzi e URL. UTILIZZI Per leggere un QR Code vi serve un software che permette al vostro smartphone di trasformare o meglio integrare alla vostra fotocamera un lettore di codici QR.
Sono molte le applicazioni gratuite disponibili. Ecco qualche esempio:
QR reader : Android Market e App Store
Scanlife : Nokia ovi store LEGGERE UN QR CODE Biglietti da visita: Vincenzo Rubini

Stampati con Vistaprint dove potete trovare dei layout gratuiti o comunque a buon prezzo, in questo caso la mia inesperienza mi ha portato a stampare agli inizi 2011 questo biglietto da visita con due errori:
Il QR Code è linkato al mio sito e non da quindi un contatto (vcard). in Giappone dove i biglietti da visita sono importanti e da consegnare a due mani…. sarebbe un grave errore.
Troppi settori/lavori rendono poco professionale CASE HISTORY Assessorato al Turismo - Provincia Bergamo

Fino ad Aprile 2011 ho lavorato come collaboratore presso l’ufficio di comunicazione, uno dei miei compiti era di dare il materiale video e fotografico montato e modificato per ogni tipo di media (giornali, tv e web) ma anche per materiale stampato da usare in fiere o eventi.
Dal nostro ufficio è partita l’idea della collaborazione con S.Pellegrino (Gruppo Nestlè).
Così facendo con il QR Code il territorio Bergamasco ha avuto possibilità di farsi notare in tutto il mondo e Nestlè ha evitato esorbitanti spese in pubblicità. Un codice QR (in inglese QR Code)  è un codice a barre bidimensionale (o codice 2D), ossia a matrice, composto da moduli neri disposti all'interno di uno schema di forma quadrata. Viene impiegato per memorizzare informazioni generalmente destinate ad essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone. In un solo crittogramma sono contenuti 7.089 caratteri numerici o 4.296 alfanumerici.
Il nome QR è l'abbreviazione dell‘inglese quick response (risposta rapida), in virtù del fatto che il codice fu sviluppato per permettere una rapida decodifica del suo contenuto. COSA E’ Diversi siti, tra cui l'open source ZXing Project, offrono l'opportunità di generare gratuitamente
i codici in base all’utilizzo che se ne vuol fare:
URL
Geo location
Contact
Ecc..
N.B. Nessun monitoraggio SECONDO METODO PER GENERARE UN QR CODE Una volta scaricato il file dal sito generatore QR Code possiamo aprirlo in diversi modi:
In paint dove è possibile incollare il nostro QR Code direttamente su una immagine.
In Gimp programma freeware che è simile all’impostazione di Photo Shop. Infatti grazie alla possibilità di lavorare a livelli permette di modificare immagini, forme, scritte ed inserire effetti a piacimento.
Altri programmi di grafica professionali USARE UN QRCODE Maglietta: Cuori Infranti

Esperimento personale di coinvolgimento fans e pubblico che ci segue nei concerti.
La reazione principale del debutto di questa maglietta senza spiegare niente a nessuno è la foto da parte del pubblico che rimane sbigottito visto che non succede niente…. (venditori di cellulari compresi). Infatti nessuno smartphone esce con fotocamera e lettore QR integrato ma bisogna avere «L’APP» per vedere il risultato ….cioè il nostro sito web.
Quindi al prossimo concerto dedicheremo un momento alla spiegazione CASE HISTORY Mostra: Emiliano Festini

Emiliano in passato mi ha chiesto un aiuto per fare un sito web dei suoi lavori quindi insieme abbiamo optato per un sito gratuito senza canoni WEBNODE.
Il 20 aprile 2012 apre la sua mostra nella biblioteca comunale e quindi gli propongo un esperimento, inserire un QR Code sotto ogni quadro dove chi viene può interagire con il proprio smartphone, gli ho quindi ricordato che bisogna avere «L’APP» per vedere il sito web e che ad ogni visitatore va proposto questo servizio.
In futuro sarà poi possibile avere la pagina di ogni singola opera con specifiche misure e tecniche di realizzazione. CASE HISTORY FONTI E APPROFONDIMENTI
http://it.wikipedia.org/wiki/Codice_QR

http://qrcodesusa.org

http://qrcodesystem.blogspot.it

http://qrcodeitaly.blogspot.it

http://www.codici-qr.it

http://www.scoop.it/t/qrcode-italy

http://it.wikipedia.org/wiki/QRpedia Il codice QR fu sviluppato nel 1994 dalla compagnia giapponese Denso Wave, allo scopo di tracciare i pezzi di automobili nelle fabbriche di Toyota. Vista la capacità del codice di contenere più dati di un codice a barre, venne in seguito utilizzato per la gestione delle scorte da diverse industrie.
Nel 1999 Denso Wave ha rilasciato i codici QR sotto licenza libera, favorendone così la diffusione in Giappone. Nello stesso anno NTT docomo, la principale compagnia di telefonia mobile del paese, ha lanciato i-mode, sistema per l'utilizzo del web dal telefono cellulare. In poco tempo i-mode divenne molto popolare tra i giapponesi, e già all'inizio del XXI secolo cominciavano ad essere sviluppate applicazioni per cellulari orientate verso la comodità.
I codici QR si rivelarono utili per sollevare le persone dal noioso compito di inserire dati nel proprio telefonino.
In Europa e negli Stati Uniti la diffusione dei codici QR è stata lenta, ma dalla fine degli anni 2000, favorita anche dallo sviluppo del mercato degli smartphone, la tecnologia ha acquistato maggiore notorietà, anche in Italia. STORIA Utilizzare http://www.qrstuff.com per generare un QR Code.
N.B. Monitoraggio su pagamento, consigliabile creare un "shortener url" prima di usare questo programma TERZO METODO PER GENERARE UN QR CODE Quando usiamo questa tecnologia ricordiamoci che lo scopo è di far interagire la carta stampata con smartphone e similari quindi il nostro utente avrà un link aggiornato in real-time o quasi ma bisogna riconoscere dei limiti e/o delle accortezze per evitare errori inutili:

Persistenza nel tempo e nelllo spazio. Attenzione alla URL che sia sempre raggiungibile, senza scadenze o rischi di cambio server.
Attenzione all’inserimento dati di scheda contatti/geolocalizzazione/ecc.
Luminosità corretta e Contrasto adeguato
Coerenza. Se per esempio il QR Code è stampato in cataloghi con diverse lingue fate in modo che sia diverso per ogni catalogo e linkato all’URL della lingua di riferimento oppure linkato ad un contenuto tipo un filmato solo con sottofondo musicale e non parlato.
Contestualizzazione. Evitare contenuti inadeguati al contesto della pubblicazione. CONSIGLI PER UN BUON USO Ecco qui di seguito un’ altro filmato di Youtube riguardo gli sviluppi del QR Code
odierni all’estero e futuri in Italia..... cercasi PR per convincere Esselunga Italia SVILUPPI ODIERNI QR CODE Ecco qui di seguito un filmato di youtube riguardo gli utilizzi del QR CODE UTILIZZI AUTORE Vincenzo Rubini GIOCANDO CON LA REALTA' AUMENTATA LAVORARE CON LA REALTA' AUMENTATA FUTURO CON LA REALTA' AUMENTATA ed ALTRE TECNOLOGIE Microsoft 2019 CASE HISTORY QRPEDIA TUTORIAL QRSTUFF http://dl.dropbox.com/u/62106195/tutorial%20qrstuff.swf Questo è il metodo più facile e immediato. Grazie al link: http://goo.gl/
è possibile ottenere sia un "shorten url" che un QR Code. Inoltre avremo a disposizione le statistiche per tipo di:
dispositivo
posizionamento
data PRIMO METODO PER GENERARE UN QR CODE
Full transcript