Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

L'epigramma

No description
by

Sara Scimonelli

on 28 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of L'epigramma

Caratteristiche
un carme di
pochi versi
(grande sintesi stilistica)
letteratura "minore" = tratta situazioni private, del
quotidiano
nuova forma della lirica
si distinguono
due fondamentali filoni
nell'epigramma del primo Ellenismo:la "scuola dorico-peloponnesiaca" e la "scuola ionico-alessandrina"
in epoca tardo antica si sviluppa nel campo satirico (Lucillio)
L'Antologia Palatina
monumentale silloge che contiene circa 3700 epigrammi di oltre 340 poeti(dall'epoca arcaica alla bizantina)
la più ricca raccolta epigrammatica che ci è giunta
suddivisa in 15 libri di ineguale estensione e valore letterario
argomenti vari:epigrammi erotici,iscrizioni cristiane,epigrammi satirici,...
Autori
Leonida
Nosside(poetessA)
Anite(poetessA)
Asclepiade
Meleagro

L'epigramma
dal greco
ἐπί-γράφω
(letteralmente: "scrivere su", "scrivere sopra")
nasce come testo scritto(o inciso) sulla pietra o su altro materiale durevole da questa circostanza deriva il carattere della
brevità
.
iscrizione
funeraria
o commemorativa(
encomiastica
)
in origine NON aveva esistenza autonoma (accompagnato ad un oggetto fisico: vasi,lastre tombali,...)
Epigramma TOMBALE massimo sviluppo in età arcaica
compito sociale =
trasmettere alla posterità il nome del defunto

non ha rapporti con il mito,ma segue la realtà del committente
anche persone comuni e di modesta estrazione sociale facevano incidere sul sepolcro un'iscrizione
gli autori sono poeti anonimi che lavorano su
committenza

proiettare la vita oltre la morte,dando un segno oggettivo e tangibile del proprio passaggio nel mondo ai posteri
" Il segno è la memoria"
-forma metrica definitiva è il
distico elegiaco
dal V secolo a.C. si svincola dall'epigrafe e assume
valore letterario autonomo
(Simonide)
ampliamento delle sue funzioni:simposio (carattere amatorio)
In età ellenistica ( 323 a.C. - 31 a.C. ) acquista piena dignità letteraria
richiede un pubblico di lettori dotti capaci di cogliere le allusioni presenti nel breve testo poetico
"L'epigramma più bello è racchiuso in distico;ma se superi i tre versi scrivi un poema,non un epigramma"
"scuola dorico-peloponnesiaca"
dialetto dorico letterario
committenza che richiede le tradizionali tematiche (compiangere un morto)
personaggi umili
atmosfere campestri e bucoliche
"scuola ionico-alessandrina"
dialetto ionico-epico
pienamente svincolato dall'epigrafe
epigramma = testo letterario vero e propio
sono poeti più eruditi
no interesse per ambiente popolaresco(snobistico disprezzo)
epigramma erotico (Callimaco)
La distinzione in queste due "scuole" è puramente per uno schematico e convenzionale quadro di riferimento
le strutture formali dell'epigramma sono condivise da tutti gli epigrammisti dell'epoca
Nelle edizioni moderne si è soliti aggiungere un sedicesimo libro dove sono raggruppati gli epigrammi trasmessi da una seconda raccolta:l'Antologia Planudea
Leonida
componeva soprattutto per commitenza( epigrammi per lo più sepolcrali o di carattere dedicatorio).
No epigrammi erotici.
personalità "
isolata
" nel panorama dell'epigrammo ellenistico:
no
fulminea
brevità
,composizioni sovente estese ed elaborate
descrizione del
quotidiano
,attrezzi da lavoro descritti con grande precisione
una sola evasione fantastica:una fantasia
noire (nera)
(situazioni macabre e orrorifere)
simpatia per il cinismo --> impegno intellettuale inusuale nel panorama leggero epigrammatico
sperimentatore
: gli epigrammisti successivi lo vedono come un
caposcuola
.
Meleagro
Un destino orribile (A.P. VII, 506)

Sono sepolto in mare e sulla terra.
Fatto singolare accaduto a me,
Tharsys figlio di Carmide,
secondo la volontà delle Moire.
Mi ero gettato nello Jonio in cerca
dell'ancora pesante,
e scendendo nell'acqua
l'avevo portata in salvo. Ma quando
risalivo dall'abisso e le mani
allungavo già agli altri marinai
fui divorato. Un mostro enorme, orribile
mi aveva preso
ingoiandomi fino all'ombelico.
Tolsero allora i marinai dall'acqua
una mia metà, gelida zavorra:
l'altra l'aveva trascinata via
il pescecane. O viandante, su questa
spiaggia i compagni hanno sepolto i resti
di Tharsys che non tornò più in patria.
divulgatore di cultura: antologia della Ghirlanda
argomento
erotico
(simposio)
poesia d'occasione (situazione determinata e specifico uditorio)
rinnovo della tradizionale
lirica simposiale
arcaica: l'invito al bere,corteggiamento omossessuale,lode della bellezza,...
stile "teatrale" (scene dialogate e monologhi interiori)
precarietà dell'esperienza d'amore
:amori delusi,attesa di piaceri rinviati o smarriti,amorini dispettosi,...
fissare l'istante con la parola
Eros dispettoso (A.P. V,179 )

Lo giuro su Cipride, Eros: getterò sul fuoco ogni tua cosa,
l’arco e la faretra di Scizia colma di frecce.
Li getterò tra le fiamme, sì. Perchè mi beffeggi, e ridi,
e fai smorfie col tuo naso camuso? Riderai presto amaro.
Ti raglierò le ali che guidano i passi veloci dei Desideri,
chiuderò i tuoi piedi in ceppi di bronzo.
Ma sarà una vittoria di Cadmo se t’incatenerò
vicino alla mia anima: una lince accanto all’ovile!
Vattene, noioso, prendi i tuoi lievi calzari,
dispiega verso altri le ali veloci.
La vecchia dipinta (A.P. XI,310)

Miele,rossetto,cerone,denti comprasti:
ti compravi una faccia, per quel prezzo.
Full transcript