Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Il Matrimonio nel Nuovo Testamento

No description
by

Mario Ortega Moya

on 7 March 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Il Matrimonio nel Nuovo Testamento

Il Matrimonio nel Nuovo Testamento
La Carità coniugale
Matrimonio cristiano
Giuseppe e Maria,
il matrimonio fondato sulla fede
Vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea.
Fu invitato alle nozze Gesù con i suoi discepoli
Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse:
«Non hanno vino»
. E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me?
Non è ancora giunta la mia ora». Sua madre disse ai servitori:
«Qualsiasi cosa vi dica, fatela»
.

Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei,
contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro:
«Riempite d'acqua le anfore»; e le riempirono fino all'orlo.
Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige
il banchetto». Ed essi gliene portarono.
Come ebbe assaggiato
l'acqua diventata vino
, colui che dirigeva il banchetto - il quale non sapeva da dove venisse, ma lo sapevano i servitori che avevano preso l'acqua - chiamò lo sposo e gli disse:
«Tutti mettono in tavola il vino buono
all'inizio e, quando si è già bevuto molto, quello meno buono.
Tu invece hai tenuto da parte il vino buono finora».

Questo, a Cana di Galilea, fu l'inizio dei
segni
compiuti da Gesù;
egli
manifestò la sua gloria
e
i suoi discepoli credettero in Lui
.
La Famiglia di Gesù
CORSO PREMATRIMONIALE
Cristo Gesù, lo Sposo della Chiesa
Matteo 19, 3-12
Mistero Pasquale, Eucaristia
Efesini 5, 21-33
Apocalisse
Inno della Carità
I Corinzi 13
Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
ma non avessi la carità
,
sarei come bronzo che rimbomba o come cimbalo che strepita.

E se avessi il dono della profezia, se conoscessi tutti i misteri
e avessi tutta la conoscenza, se possedessi tanta fede
da trasportare le montagne,
ma non avessi la carità
, non sarei nulla.

E se anche dessi in cibo tutti i miei beni e consegnassi il mio corpo per averne vanto,
ma non avessi la carità
, a nulla mi servirebbe.

La carità è
magnanima
,
benevola
è la carità; non è invidiosa, non si vanta,
non si gonfia d'orgoglio, non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse,
non si adira,
non tiene conto del male ricevuto
,
non gode dell'ingiustizia ma
si rallegra della verità
.
Tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non avrà mai fine.

Le profezie scompariranno, il dono delle lingue cesserà e la conoscenza svanirà.
Infatti, in modo imperfetto noi conosciamo e in modo imperfetto profetizziamo.
Ma quando verrà ciò che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà.
Quand'ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino.
Divenuto uomo, ho eliminato ciò che è da bambino.

Adesso noi vediamo in modo confuso, come in uno specchio;
allora invece vedremo faccia a faccia.
Adesso conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente,
come anch'io sono conosciuto.
Ora dunque rimangono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità.
Ma la più grande di tutte è la carità!
Nel timore di Cristo, siate
sottomessi gli uni agli altri
:

Le mogli
lo siano ai loro mariti, come al Signore;
il marito infatti è capo della moglie, così come Cristo
è capo della Chiesa, lui che è salvatore del corpo.
E come la Chiesa è sottomessa a Cristo,
così anche le mogli lo siano ai loro mariti in tutto.
E voi,
mariti
, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la Chiesa
e ha dato se stesso per lei, per renderla santa,
purificandola con il lavacro dell'acqua mediante la parola,
e per presentare a se stesso la Chiesa tutta gloriosa,
senza macchia né ruga o alcunché di simile, ma santa e immacolata.
Così anche i mariti hanno il dovere di amare le mogli come il proprio corpo: chi ama la propria moglie, ama se stesso.
Nessuno infatti ha mai odiato la propria carne, anzi la nutre e la cura,
come anche Cristo fa con la Chiesa, poiché siamo membra del suo corpo. Per questo l'uomo lascerà il padre e la madre e si unirà a sua moglie
e i due diventeranno una sola carne.
Questo mistero è grande
: io lo dico in riferimento a
Cristo e alla Chiesa!
Così anche voi: ciascuno da parte sua ami la propria moglie
come se stesso, e la moglie sia rispettosa verso il marito.
Allora gli si avvicinarono alcuni farisei
per metterlo alla prova e gli chiesero:
«È lecito a un uomo ripudiare la propria moglie
per qualsiasi motivo?».

Egli rispose: «Non avete letto che
il Creatore da principio
li fece maschio
e femmina e disse: Per questo l'uomo lascerà il padre e la madre e si unirà
a sua moglie e i due diventeranno una sola carne? Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque
l'uomo non divida quello che Dio ha congiunto
».

Gli domandarono: «Perché allora Mosè ha ordinato di darle l'atto di ripudio
e di ripudiarla?». Rispose loro: «
Per la durezza del vostro cuore
Mosè
vi ha permesso di ripudiare le vostre mogli; all'inizio però non fu così.
Ma io vi dico
: chiunque ripudia la propria moglie, se non in caso
di unione illegittima, e ne sposa un'altra, commette
adulterio
».

Gli dissero i suoi discepoli: «Se questa è la situazione dell'uomo rispetto alla donna, non conviene sposarsi». Egli rispose loro: «Non tutti capiscono questa parola, ma solo coloro ai quali è stato concesso.
Infatti vi sono
eunuchi
che sono nati così dal grembo della madre,
e ve ne sono altri che sono stati resi tali dagli uomini, e ve ne sono altri ancora che si sono resi tali per il regno dei cieli. Chi può capire, capisca».
Unità
e indissolubilità
Divorzio
Matrimonio
e virginità
Gv 2, 1-11
Così fu generato Gesù Cristo:
sua madre
Maria
, essendo
promessa sposa di Giuseppe
,
prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera
dello Spirito Santo.
Giuseppe suo sposo
, poiché era
uomo giusto
e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.

Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide,
non temere di prendere con te Maria, tua sposa
.
Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo;
ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù:
egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».

(...) Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come
gli aveva ordinato l'angelo del Signore e
prese con sé la sua sposa
;
senza che egli la conoscesse
,
ella diede alla luce un figlio ed egli lo chiamò Gesù.
Mt 1, 18-25
La Trinità
Giuseppe
e Maria
Tutti i
cristiani,
la sua Chiesa
Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici
«Alleluia! Ha preso possesso del suo regno
il Signore, il nostro Dio, l'Onnipotente.
Rallegriamoci ed esultiamo, rendiamo a lui gloria,
perché
sono giunte le nozze dell'Agnello
;
la sua sposa è pronta
:
le fu data una veste di lino puro e splendente».
La veste di lino sono le opere giuste dei santi.
Ap 19, 7-9
Beati gli invitati al banchetto di nozze dell'Agnello!
Allora l'angelo mi disse: «Queste parole di Dio sono vere».
Allora mi prostrai ai suoi piedi per adorarlo, ma egli mi disse:
«Guàrdati bene dal farlo! Io sono servo con te e
i tuoi fratelli, che custodiscono la testimonianza di Gesù.
È Dio che devi adorare.
Infatti la testimonianza di Gesù è lo Spirito di profezia».
Imitare e vivere la
carità coniugale
,
cioè l'amore di Dio
nell'amore umano
Full transcript