Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Il Mito

No description
by

Chiara Frezzotti

on 26 September 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Il Mito

Il Mito
I miti sono presenti in tutte le civiltà e hanno caratteristiche comuni. Le imprese dei protagonisti seguono uno schema fisso, che richiama quello dei protagonisti delle fiabe (individuato da Propp).
Elementi determinano la natura e le caratteristiche del mito:

Dal greco antico mythos "parola sacra di una divinità", usato dai Greci nel senso di "racconto"
Si tratta di una forma di racconto pre-logico, tipico delle società primitive. Il mito è un tentativo di dare risposta alle antiche ed eterne domande dell'uomo sull'origine del mondo e sui principi morali che regolano l'esistenza.
Il mito è, quindi, un racconto di fantasia, verosimile per il fatto che i protagonisti sono sempre esseri soprannaturali (gli déi, ma anche gli eroi), che offre una spiegazione fantastica (ma con un nucleo di verità) dei fenomeni naturali.
Il mito nasce nella notte dei tempi, vive nella mente degli esseri umani appartenenti a un gruppo sociale e viene
tramandato grazie alla memoria e alla trasmissione orale.
Questo elemento comporta un'altra caratteristica della narrazione mitologica, cioè il fatto che essa non è mai fissata in forma definitiva. Ogni mito viene tramandato in diverse
VARIANTI
ed è quindi un racconto sempre aperto all'innovazione.
La ripetizione dello schema in quasi tutti i miti anche di civiltà diverse ci mostrano come l'immaginario umano "funziona" allo stesso modo sotto tutte le latitudini; si pone le stesse domande, alle quali dà risposte simili
Proprio per queste caratteristiche un mito, da qualunque cultura provenga, si riconosce immediatamente e non può essere confuso con altre forme di racconto
Nella mitologia greca, che è quella più vicina a noi, possiamo distinguere cinque filoni fondamentali sui quali si innestano numerosi altri miti secondari.
miti COSMOGONICI che riguardano l'origine dell'universo
miti TEOGONICI che spiegano l'origine delle diverse divinità
miti d'ORIGINE che raccontano l'origine e il destino dell'uomo
miti degli EROI, che narrano le imprese di personaggi straordinari
miti EZIOLOGICI che spiegano l'origine di un nome, di un'istituzione, di un fenomeno
«Il mito non è una spiegazione che soddisfi un interesse scientifico, ma la resurrezione in forma di narrazione di una realtà primigenia, che
viene raccontata per soddisfare profondi bisogni religiosi
,
esigenze morali
, esso esprime, stimola e codifica la credenza; salvaguarda e rafforza la moralità; garantisce l'efficienza del
rito
e
contiene regole pratiche
per la condotta dell'uomo. Il mito è dunque
un ingrediente vitale della civiltà umana
; non favola inutile, ma forza attiva costruita nel tempo» (Bronislaw Malinowski)
MEMORIA
ORALITA'
TRADIZIONE
Full transcript