Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

IL ROMANZO D'AVVENTURA

No description
by

Michela Grossi

on 24 June 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of IL ROMANZO D'AVVENTURA

in ogni spedizione vi sono oggetti indispensabili
di cui non si può
fare a meno...
la storia del genere
caratteristiche fondamentali
Il romanzo d'avventura è un genere nato nel XVIII sec. e ha come fulcro il racconto, come dice il nome, di un'avventura.

Possiamo trovare già in molte opere dell'antichità alcune somiglianze con il genere: ad esempio l'Odissea.


Già nell'Odissea di Omero, infatti possiamo assistere a un lungo viaggio che porterà alla scoperta di nuove terre e usanze.

Il protagonista del poema,Odisseo, presenta inoltre molte caratteristiche, quali la voglia di conoscere,
l'attrazione verso l' ignoto, il coraggio e la tenacia, che diveranno basilari per il "modello perfetto" di protagonista-avventuriero.
romanzo ellenistico
Dopo la decaduta dei poemi omerici l'attenzione ricade prima sui viaggiatori greci e gli storiografi e poi sul romanzo ellenistico, che vede come caratteristica principale il meraviglioso, il fantastico, l'esotico.



Questo in realtà non fu mai un genere letterario dal vasto pubblico in quanto considerato solo lettura di svago e non considerato minimamente dai grammatici antichi.
nel vivo del romanzo d'avventura
Le prime opere che possono essere pienamente inserite nel genere del romanzo avventuroso furono scritte nell'Inghilterra ottocentesca.


Gli elementi caratteristici, di questo genere di racconti, sono il rischio, il pericolo, le grandi emozioni e le sfide.
Solitamente nei romanzi d’avventura si narra di luoghi lontani in cui vengono compiute difficili e valorose imprese.
elementi caratteristici:
Il protagonista è un eroe o un avventuriero che partendo da una situazione di quiete si ritrova a dover affrontare una difficile situazione che inizialmente teme, ma che affronterà con coraggio e riuscirà, per finire, a completarla.
l'ambiente:
struttura del genere:
è molto semplice e schematica:

situazione

iniziale:
l'eroe entra in scena ,situazione calma.
complicazione:
il fatto che interrompe la quiete.
sviluppo:
la vicenda si dirama fino ad avvicinarsi ad una conclusione.
finale:
è la conclusione e può essere positiva o negativa.
i personaggi:
eroe:
è il protagonista. Spesso è buono, è un personaggio positivo, che solo per necessità può ricorrere alla violenza. I protagonisti delle avventure però non sono sempre degli eroi dalle doti eccezionali ma anche individui comuni.
antagonista:
è colui che vuole fermare l'eroe affinchè questo non riesca a concludere la missione. Può essere anche il luogo in cui è ambientata la rarrazione stessa.
Il linguaggio nei romanzi di avventura è
molto

facile
, con frase ricche di movimento e dinamicità. La lingua è semplice ed immediata: soprattutto nei momenti dedicati all'azione, le frasi sono brevi e spesso vengono usati i punti esclamativi.
il linguaggio:
il ritmo della narrazione
è un elemento importante: a momenti emozionanti e coinvolgenti, in cui si preferisce usare quello frenetico e incalzante,susseguono altri in cui prevalgono descrizioni e dialoghi, in cui si preferisce quello lento.
il fascino dell'avventura
"L'avventura costituisce uno degli ambiti narrativi più classici e frequentati dai lettori di tutti i tempi e di tutte le culture. [...] In genere l'avventura persegue una meta;ma l'aspetto più significativo dell'esperienza avventurosa non risiede nel momento di conquista dell'obiettivo,quanto nel progetto da cui parte,nella tensione del percorso da compiere,nell'attesa prolungata (e talora priva di soddisfazione) di un finale che concluderà, in un attimo indimenticabile, il paziente e oscuro lavoro della sua preparazione e costruzione."

Dall'Antologia italiana per la scuola
secondaria di primo grado "Oltre Pagina 2"
"L'ambiente, ostile o favorevole, in sintonia oppure no con il personaggio, offre al protagonista la possibiltà di confrontare la natura e se stesso, di rivelare il proprio cararattere e le proprie abilità, talvolta nascoste".

"Il racconto d’avventura si ambienta solitamente in luoghi aperti, reali, o del tutto immaginari, nella maggior parte dei casi lontani ed esotici, paesaggi mai visti, con vegetazione e animali sconosciuti, a volte dominati da forze della natura di straordinaria potenza, oppure luoghi in cui si entra in contatto con popolazioni ignote e misterio:
tale tipo di scelta dei luoghi del racconto serve a creare una contrapposizione tra gli spazi familiari e conosciuti dal lettore – oltre che, in buona parte dei casi, al protagonista
–e le situazioni estranee e ostili in cui le avventure sono ambientate. L’esaltazione di questo senso dell’ignoto rende particolarmente piacevole e integrante la lettura dei racconti d’avventura."

Dall' "Angolo Lettura"
nel racconto d'avventura ritroviamo quindi ad esempio:
le qualità e gli atteggiamenti dei personaggi
le differenti psicologie degli avventurieri
l'imprevedibiltà delle situazioni
le frequenti difficoltà diffuse dall'uomo nel suo rapporto con la natura
i classici dell'avventura:
Alexander Dumas: "I tre moschettieri","Il conte di Montecristo" e molti altri ancora.
Jules Verne: "Ventimila leghe sotto i mari" e parecchi altri, si pensi al "Giro del mondo in 80 giorni".
Robert Louis Stevenson: autore del "L'isola del tesoro" (colui che ha scritto il famoso "lo strano caso del Dr. Jekyll e Mr.Hyde).
Herman Melville: con il suo capolavoro "Moby Dick".
Jack London: con "Zanna Bianca".
Il più noto scrittore italiano è Emilio Salgari, autore di "Le tigri di Mompracem",
"I pirati della Malesia" e "Il Corsaro Nero".
Il romanzo d'avventura
III sec. a.C.
160 pagine scritte in prosa: la storia di due amanti e un amore indimenticabile.
Full transcript