Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

MARSICA: futura Riserva della Biosfera dell'Appenino Centrale

4.° Congresso Mondiale UNESCO delle Riserve della Biosfera 15 MARZO 2016 LIMA (Perù)
by

Daniele Iannucci

on 14 September 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of MARSICA: futura Riserva della Biosfera dell'Appenino Centrale

La Marsica es un territorio rico en cultura, historia, paisajes y naturaleza al centro de Italia y en el corazón de la Región de Abruzzo. En ella confluyen las principales Áreas Protegidas de la Italia Central. Con visión agro-ecológica y eco-turística, la Marsica cuenta con una Carretera de Parques.
Mejorar la relación entre el ser humano y su ambiente
Reducir la pérdida de la biodiversidad

Conservación de los recursos naturales
Desarrollo sostenible
Participación de las comunidades locales

Programa MaB y las Reservas de la Biosfera
Dónde estamos
Reservas de la Biosfera en Italia
Proyecto Biosfera Marsica
Objetivos de la Reserva
Cluster
Grazie
Gracias
Posible zonificación
Ámbitos Administrativos
Elementos representativos
Grazie
Gracias
Las Reservas están subdivididas en tres zonas
CORE AREA
BUFFER ZONE
TRANSITION ZONE
Conservación de los ecosistemas e investigación científica
Reservas y Parques
Métodos de gestión de los recursos con respeto a los procesos naturales: silvicultura, agricultura y ecoturismo
Actividades económicas para el mejoramiento del bienestar de las comunidades locales
Para una mejor gestión y control el territorio se subdivide en ÁMBITOS ADMINISTRATIVOS
CARSEOLANO
VALLE ROVETO
SIRENTE VELINO
MARSICA FUCENSE
PNALM
Cada Ámbito Administrativo tendrá un
CLUSTER
:

o un centro urbano con diversas funciones y atractivos
El Cluster, como centro representativo del territorio
CARSOLI
CAPISTRELLO
OVINDOLI
AVEZZANO
PESCASSEROLI
Conservación
Función y desarrollo
Soporte Logístico
Planos de tutela, gestión y prevención
Mitigación
Conservación de los paisajes históricos
Hábitats
Tutela de las tradiciones y la cultura
Uso del suelo
Puesta en valor del paisaje
Promoción ecológica social y cultural
desarrollo de la agricultura de montaña
turismo sostenible
desarrollo de la movilidad lenta
governance territorial
educación ambiental
información y monitoreo
soporte para proyectos demostrativos
Sistemas, Valores y Tutela
Sistema de Bosques
Sistema Hidrográfico
Sistema de Gran Altitud
Sistema Agrícola Rural
Sistema histórico-arquitectónico
El área comprende una serie de valores y potencialidades relacionados a los recursos
bosques
áreas agrícolas
lugares histórico-arquitectónicos
sistema hidrográfico
lugares de gran altitud
Sistema de barreras
Característica que impacta fuertemente en el territorio.
Se busca replicar la barrera de la autopista A24 "Roma - L'Aquila - Teramo" y A25 "Torano - Pescara" y de la línea ferroviaria "Roma - Pescara" y "Avezzano - Roccasecca"
La presencia de dos corredores ecológicos (
Valico Carrito
y
Monte Salviano
) permiten en algunos tramos fundamentales la continuidad ambiental

Donde no es posible la continuidad ecológica, se tiene la intención de promover la realización de un
ecoducto
Relación equilibrada hombre-ecosistemas a través de la investigación, la formación y el desarrollo sostenible

En el mundo hay
651
áreas MaB (en 120 países) de las cuales
13
están en Italia y
4
en Perú
Las
PRIMERAS RESERVAS
italianas inscritas fueron las Reservas Naturales Estatales de “Collemeluccio-Montedimezzo” y de “Foresta del Circeo”, en 1977

Actualmente
la Reserva "Selva pisana" en "Selvas costeras de Toscana" se encuentra en fase de ampliación
Una “
Reserva de la Biosfera
” es una oportunidad para
poner en valor el territorio
con la ayuda de un reconocimiento internacional UNESCO

Zonificación Reserva de la Biosfera
Un territorio con gran valor natural
Movilidad lenta
Paralelamente a la propuesta de la futura Reserva de la Biosfera del Apenino Central, desde hace tiempo se ha puesto en marcha el proyecto
"Vía dei Marsi: itinerario ambiental, histórico, cultural, religioso y turístico deportivo"
que tiene el objetivo de redescubrir antiguos caminos y sendas para favorecer desarrollo de la movilidad lenta, además de ser un proyecto de planificación territorial y desarrollo.
GRAZIE
GRACIAS
La candidatura de la “Reserva de la Biosfera de la Marsica” implica principalmente invertir en la motivación y formación de los recursos humanos, especialmente los
jóvenes
, para que permanezcan en el territorio y se conviertan en protagonistas de un gran impulso social y económico: un laboratorio de desarrollo sostenible.

Cuando hablamos de “Reserva” no debemos pensar en un lugar cerrado, inmutable e inaccesible. Lo entendemos, en cambio, como “
patrimonio
”, “presidio”, “
capital
”.

La “Reserva MaB” es una “
caja fuerte
” de recursos humanos y naturales en la que se puede garantizar el desarrollo sostenible.
¿Qué significa ser parte de la Red MaB UNESCO?
Sinergias entre Áreas Protegidas
A través de la colaboración de las instituciones y organismos italianos y peruanos se ha llevado a cabo un programa de cooperación internacional bilateral a través de las áreas protegidas con la finalidad gestionar la biodiversidad y promocionar el ecoturismo. Sobre estas bases ha surgido el
Área de Conservación Regional Bosque de Titankayocc
y la idea de llevar a cabo el proceso de candidatura de la Reserva de la Biosfera de Ayacucho dedicada a la planta Puya Raimondi.
La Marsica es un territorio rico en cultura, historia, paisajes y naturaleza al centro de Italia y en el corazón de la Región de Abruzzo, al crocevia tra le principali Aree Protette dell’Italia Centrale. A vocazione terziaria, agro-ecologica ed eco-turistica, la Marsica, con capoluogo Avezzano, è ben collegata a Roma Capitale e alla rete viaria attraverso l’Autostrada dei Parchi.
Il Programma MAB (Man and the Biosphere) è stato avviato dall’UNESCO negli anni ’70 allo scopo di migliorare il rapporto tra uomo e ambiente e ridurre la perdita di biodiversità attraverso programmi di ricerca e capacity-building. Il programma ha portato al riconoscimento, da parte dell’UNESCO, delle Riserve della Biosfera , aree marine e/o terrestri che gli Stati membri s’impegnano a gestire nell’ottica della conservazione delle risorse e dello sviluppo sostenibile, nel pieno coinvolgimento delle comunità locali.
Programma MAB e riserve della biosfera
Dove siamo
Riserve della Biosfera in Italia
Progetto Biosfera Marsica
Obiettivi della Riserva
Cluster
Possibile zonazione
Realizzazione di Ambiti Amministrativi
Elementi rappresentativi
Le MaB sono suddivise in tre zone
CORE AREA
BUFFER ZONE
TRANSITION ZONE
zone nelle quali si prefigge l’obiettivo di conservazione degli ecosistemi e sono destinate destinata alla ricerca scientifica
Le riserve ed i parchi rappresentano delle core area
zone nelle quali si rafforzano l’azione protettiva delle vicine core area. Vi si sperimentano metodi di gestione delle risorse rispettosi dei processi naturali, in termini di silvicoltura, agricoltura ed ecoturismo
sono le aree dove si svolono attività economiche per il miglioramento del benessere delle comunità locali. Sono presenti insediamenti abitativi, industriali, attività agricole rispettose dell’ambiente
Per una migliore gestione e controllo il territorio interessato viene suddivuso in AMBITI AMMINISTRATIVI
CARSEOLANO
VALLE ROVETO
SIRENTE VELINO
MARSICA FUCENSE
PNALM
Ogni Ambito Amministrativo sarà dotato di un
CLUSTER
:

ovvero un centro urbano in grado di raccogliere diverse funzioni e attrattive
il Cluster, come centro rappresentativo dell'areale di riferimento
CARSOLI
CAPISTRELLO
OVINDOLI
AVEZZANO
PESCASSEROLI
Conservazione
Funzione e Sviluppo
Supporto Logistico
Piani di tutela, gestione e prevenzione
mitigazione aspetti climatici
Conservazione della natura
conservazione dei paesaggi storici
conservazione degli habitat
tutela delle tradizioni e della cultura
contrasto al consumo di suolo
valorizzazione del paesaggio
promozione ecologica sociale e culturale
sviluppo dell'agricoltura di montagna
turismo sostenibile
sviluppo della mobilità lenta
governance territoriale
educazione ambientale
informazioni e monitoraggi
supporto per progetti dimostrativi
Sistemi, Valori e Tutele
Sistema Boschi
Sistema Idrografico
Sistema Alte Quote
Sistema Agricolo Rurale
Sistema storico - architettonico
Sistema delle barriere
L'area vasta di riferimento comprende una serie di valori e potenzialità che permettono al territorio di usufruire di benefici legati alle risorse ambientali naturalistiche
boschi e foreste
aree agricole
emergenze storico architettoniche
sistema idrografico
alte quote
Sistema delle barriere
Caratteristica che impatta fortemente sul territorio è rappresentata dalla duplice barriera infrastrutturale caratterizzata dalle autostrade A24 "Roma - L'Aquila - Teramo" e A25 "Torano - Pescara" e dalla linea ferroviaria "Roma - Pescara" e Avezzano Roccasecca"
Nonostante ciò la presenza di due corridoi ecologici (Valico Carrito e Monte Salviano) permettono in alcuni tratti fondamentali la continuità ambientale.


Dove non è possibile vi è l'intenzione di promuovere la realizzazione di un ecodotto
l Programma MaB (Man and the Biosphere) UNESCO ha lo scopo di migliorare il rapporto tra uomo e ambiente, promuovendo attraverso la ricerca, la formazione e lo sviluppo sostenibile la relazione equilibrata fra la comunità umana e gli ecosistemi. Nel mondo vi sono 651 aree MaB, in 120 paesi, di cui 13 in Italia e 4 in Perù.
Le prime iscrizioni al programma MAB di riserve italiane risalgono agli anni ’70 e riguardano aree la cui conservazione è mirata al mantenimento e salvaguardia della loro biodiversità. Le prime ad essere iscritte, nel 1977, sono le Riserve Naturali Statali di “Collemeluccio-Montedimezzo” e della “Foresta del Circeo”, gestite dal Corpo Forestale dello Stato, seguite, nel 1979, da Miramare, istituita come Riserva Naturale Marina con Decreto Interministeriale del 12.11.1986, ed affidata in gestione al WWF Italia. A seguito dell’adozione della strategia di Siviglia e dell’aggiornamento del concetto di Riserva della Biosfera, che ribadisce come la finalità fondamentale da raggiungere con l’istituzione di una Riserva MAB-UNESCO è quella di trovare un equilibrio che duri nel tempo tra conservazione della biodiversità, promozione di uno sviluppo sostenibile e salvaguardia dei valori culturali connessi, cambia la tipologia di area protetta, oggetto del riconoscimento MAB. Si segnala che è in fase di riconoscimento l'ampliamento della riserva "Selva pisana" in "Selve costiere di Toscana" (dossier presentato al MATTM - ottobre 2015)
Una “
Riserva della Biosfera
” è un’opportunità per valorizzare il territorio con l’aiuto di un riconoscimento internazionale
UNESCO

Zonazione Riserva Biosfera
Un territorio a forte valenza naturalistica
Mobilità lenta
Parallelamente alla proposta della futura Riserva della Biosfera dell'Appennino Centrale, da tempo sul territorio si è avviato il progetto della
"Via dei Marsi: itinerario ambientale, storico, culturale, religioso e turistico sportivo"
che si prefigge l'obiettivo di riscoprire antichi sentieri e strade bianche per favorire lo sviluppo della mobilità lenta, oltre che progetto territoriale di pianificazione e sviluppo del territorio
GRAZIE
GRACIAS
Avviare il percorso di candidatura a “Riserva della Biosfera MaB UNESCO” per il territorio della Marsica significa soprattutto investire nelle motivazioni e nella formazione delle risorse umane, soprattutto dei giovani, per farli rimanere sul territorio e diventare protagonisti di una rinascita sociale ed economica, di un laboratorio di sviluppo sostenibile che, nel segno dell'equilibrio tra uomo e natura, consenta a questo territorio di non subire gli effetti della globalizzazione, ma ne sappia usare le dinamiche per presentarsi al mondo da protagonisti. Sono infatti le risorse umane la prima delle “infrastrutture” e il primo dei “motori” in grado di mettere in valore le risorse naturali, paesaggistiche, culturali e produttive del territorio. Nell’accezione MaB la denominazione “Riserva” non deve far pensare a luoghi chiusi, immutabili e inaccessibili all’uomo e alle sue attività; il termine va inteso piuttosto nella significato di “patrimonio”, “presidio”, “capitale”. La “Riserva MaB” è una “cassaforte” di risorse umane e naturali, da proteggere perché fonte di ricchezza, capace di garantire lo sviluppo sostenibile delle comunità residenti sul territorio ed anche di quelle adiacenti
Cosa significa far parte della Rete MaB UNESCO?
Sinergie tra Aree Protette
Attraverso la collaborazione tra le istituzioni ed organismi italiani e peruviani è stato avviato un programma di cooperazione internazionale bilaterale attraverso le aree protette con la finalità della gestione della biodiversità e la promozione dell'ecoturismo. Su queste basi è sorta l'ACR Bosco di Titankayocc e l'idea di avviare il processo di candidatura della Riserva della Biosfera di Ayacucho dedicata alla Puya Raimondi.
VENTAJAS
creación de una red de emergencia cultural, arqueológica y arquitectónica
visibilidad a nivel mundial
Promoción del desarrollo en el campo social y económico según los criterios de sostenibilidad ambiental en sinergia con las actividades humanas
Proyecto presentado a la Comisión Europea
08/03/2016
Propuesta de inicio del camino hacia la candidatura para el 2020
de la Reserva de la Biosfera de la Marsica de los Apeninos Centrales
Abruzzo, Italia
Full transcript