Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Business Plan

No description
by

AA Arc

on 4 November 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Business Plan

Business Plan
Perchè si scrive e come si fa?
Partiamo dall'idea un po' confusa e trasformiamola in una idea molto chiara!
DA COSA
è COMPOSTO?

7 cose che si consiglia di scrivere in un business plan per fare in modo che diventi realtà
Descrizione dell'Impresa
2
Analisi del Mercato
4
Strategia ed Implementazione

Se hai in mente un'idea o un sogno e vuoi che diventi realtà, una delle cose che puoi fare, per aumentare la probabilità che ciò accada veramente, è PIANIFICARE e SCRIVERE tutti passi da fare per raggiungere l'obiettivo. (Sostituisci la parola
"
sogno"
con la parola "
obiettivo"
e scrivi un Business Plan
)

Prodotti e Servizi
3
Executive Summary
1
Management
Piano Finanziario
Sogno= Obiettivo
6
7

5
A COSA MI SERVE?
Contiene:
le
intenzioni
dell'imprenditore e il piano per creare e gestire l'azienda
informazioni dettagliate riguardo a
quale strada
percorrere e come percorrerla
E' la vostra cartina stradale, la mappa o il
vostro GPS
SCRIVIAMOLO!
Executive Summary
Scrivi una breve panoramica degli aspetti più importanti dell'idea di business
Descrivi l'idea d'impresa in maniera più chiara e concisa possibile.
Scrivi l' Executive Summary rispondendo molto sinteticamente a queste domande:
Qual è la tua idea di business/ che prodotto?
Chi sarebbero i tuoi clienti?
Qual è il valore e come migliora la vita dei tuoi potenziali clienti?
Come immagini che possa aumentare nel tempo l'interesse nel tuo prodotto/ servizio?
Quali saranno i tuoi primi 5 passi per entrare nel mercato?
Che investimento serve?
Quali obiettivi a lungo termine hai?
Descrizione dell'Impresa
Adesso rileggi ad un tuo amico l'Executive Summary che hai appena scritto, guarda la sua faccia titubante e rassicuralo raccontando tutto quello ti ha fatto decidere di creare il tuo business:
Quali sono le caratteristiche della tua iniziativa imprenditoriale?
Perchè è cosi interessante?
Cosa ti motiva a creare la tua azienda davvero?
Qual è l'innovazione che porta sul mercato?
DIVENTEREMO MOLTO DETTAGLIATI NELLE CINQUE PARTI SUCCESSIVE DEL NOSTRO BUSINESS PLAN
Il Prodotto
Rispondi a queste domande, ma adesso sii più dettagliato:
Che prodotto/servizio vendero'?
Che volume, quanti ne venderò, quanti potrei venderne?
Come farò a vendere il mio prodotto o servizio?
Descrivi il prodotto
Che prezzo concretamente potrai applicare perchè possa essere venduto?
Dove lo venderai?
Come farai promozione? Come farai in modo che se ne parli e diventi assolutamente da acquistare per il tuo mercato?
Approfondendo potrai scerivere il
Marketing Plan

Focus sulla ragion d’essere dell’impresa, il vantaggio essenziale del prodotto/servizio
Mercato: il lato della Domanda e il lato dell’Offerta
DOMANDA: i clienti di riferimento in ambito locale, nazionale, internazionale
OFFERTA: i concorrenti di riferimento (attuali e potenziali) . Enfasi su prezzi, livello qualitativo, volumi prodotti, livello di diversificazione, struttura di costo

Scrivi il marketing plan per riflettere, scrutare e valutare il tuo mercato, cioè le persone che acquisteranno il tuo prodotto o servizio. Che bisogno soddisfa?
Contiene:
Dimensione del mercato e crescita
Segmtazione del mercato
Competizione
Posizionamento del prodotto.
Il Mercato
L’impresa e il suo mercato
B2B vs. B2C
Il potere di mercato dei distributori
Le normative relative alla distribuzione
Gli investimenti necessari: strutture logistiche, magazzino prodotti

L’impresa e il suo mercato:
LA DOMANDA e la distribuzione
L’impresa e il suo mercato.LA DOMANDA: la distribuzione e il canale WEB
Il sito web è ormai essenziale per qualsiasi impresa
Comunicazione via web vs. e-commerce
Fin dal principio versione multilingua
La necessità di dedicare risorse per il costante aggiornamento del sito web
Sito web, intranet, extranet. Usare gli strumenti web per gestire l’impresa
Le app web come fonte di vantaggio competitivo. Webinar, Formazione on-line (coursera.org; edx.org)
Google AdWords e Google analytics

Per chi vuole saperne di piu
La pubblicità su Google
AdWords
- https://adwords.google.com
Google analytics
- https://www.google.it/analytics/

La pubblicità su Facebook
https://www.facebook.com/business/products
https://www.facebook.com/business/products/ads

Abbiamo analizzato bene il prodotto ed è stato quasi obbligatorio conoscere le abitudini delle persone che lo acquisterebbero. Abbiamo quindi capito chi è il nostro cliente tipo.
Adesso scriviamolo:
crea un elenco delle abitudini dei tuoi potenziali clienti.
Cosa compra, dove, come, quando, perchè?
la tua azienda
Abitudini dei tuoi clienti
I tuoi competitori
MERCATO
Che forma ha la tua azienda?
MANAGEMENT e
ORGANIZZAZIONE
Produzione e Processi
Rispondi a queste domande:
Che prodotto/ servizio devo realizzare?
Quanti devo produrne?
Dove produrrò?
Di cosa ho bisogno per produrre?
Quanto mi costerà produrlo?


Approfondendo potrai scrivere il Piano delle
Operations
Descrivi il processo produttivo
Disegna con dei diagrammi il processo
Che impianti ti servono?
Come organizzi lo spazio dell'impianto di produzione o l'ufficio?
Prepara la ricetta per realizzare il prodotto: materie prime,quantità, tempo necessario
Adesso pensa a quante persone dovrai coinvolgere nella produzione del bene o del servizio
Quanto mi costa la produzione?
Rispondi a queste domande:
Come imposterò e organizzerò l'azienda?
Come guiderò i miei collaboratori? Come farò in modo che siano soddisfatti di ciò che fanno?
Di loro, chi si occuperà di:
Marketing
Produzione
Amministrazione
Finanza
Quando partirà la macchina che ho appena costruito?

Che struttura serve?
Quante Persone?
Che competenze devono avere le persone?
Servono strutture informatiche per far lavorare in maniera fluida le persone? Cosa rende il lavoro fluido?
Quanto mi costano queste voci?

Piano Finanziario
Rispondi a queste domande:
Quanto investirò nel business?
Come farò a finanziare il business?
Col passare del tempo: (settimane, mesi, anni) che disponibilità di capitale avrò?
Quanti soldi avrò a disposizione all'inizio, e dopo il primo anno?
E dopo aver acquistato le materie prime? E dopo le prime vendite?
Il piano finanziario contiene:
Costo totale del progetto
Fonti di Finanziamento
Piccolo budget previsionale ( Entrate e Uscite nel tempo)
FOCUS SUL PIANO FINANZIARIO
L’andamento di una impresa può essere riassunto in documenti che contengono numeri di sintesi su vendite & costi (conto economico), crediti e debiti (stato patrimoniale) nonché fonti e impieghi (cash-flow model)
La logica sottostante è quella della cosiddetta partita doppia che, in realtà, è una logica di buon senso
Le previsioni economico finanziarie
Sicuramente la parte più difficile!
Primo passo: identificare i prodotti (A, B, C, D) e i relativi prezzi (PA, PB, PC, PD)
Come determinare i prezzi?
Due approcci di base: 1) orientamento al mercato; 2) orientamento ai costi (costo piu’ ricarico).
Da cosa dipendono le quantità?
In un BP occorre sempre giustificare le previsioni. Esempi (n. di visite a clienti, n. di chiamate telefoniche, n. di contatti, n. di venditori)
LA PREVISIONE DELLE VENDITE
l'ANDAMENTO DELLE VENDITE
Per una start-up l’andamento tipico è quello esponenziale
Può essere particolarmente difficile affermarsi sul mercato
Il rapporto tra costi promozionali/pubblicitari e le vendite
Le commissioni dei procacciatori d’affari
Le condizioni di pagamento
Il magazzino
Produrre e poi vendere vs. vendere e poi produrre
I COSTI
CATEGORIE:
Costo del venduto;
Spese di vendita, generali ed amministrative;
Ammortamenti ;
Spese di ricerca e sviluppo.
ENFASI: tasso di variazione ed incidenza.

I COSTI: fISSI vs vARIABILI
Costi variabili, variano al variare delle quantità, a differenza dei costi fissi.
La struttura ottimale di costo: flessibilità verso efficienza
Il punto di pareggio: costi (fissi+variabili) = ricavi

CREDITI E DEBITI
Una impresa per generare ricavi e costi, gestisce una serie di attività che, per essere acquistate, richiedono finanziamenti (passività e apporto dei soci).
Attività = Passività + Patrimonio netto

LA CASSA
Se conto economico e stato patrimoniale misurano rispettivamente reddito e patrimonio, ogni imprenditore è interessato a misurare come varia la cassa aziendale
Il modello cash-flow permette di farlo

FABBISOGNO DI CAPITALE
Un’impresa deve disporre di capitale per acquistare attività fisse (macchinari, edifici) ovvero attività correnti (c.d. capitale circolante).
Budget degli investimenti: identifico i fabbisogni legati alle attività fisse e calcolo, anno per anno, la perdita di valore di queste attività (sarà per me un costo).
Budget del capitale circolante: tutte le volte che concedo una dilazione di pagamento o incremento il mio magazzino di prodotto finito il mio capitale cresce.
Budget di cassa: fine ultimo del BP evidenziare il fabbisogno di cassa in termini prospettici

qUANTI ANNI DI PREVISIONE
Fare previsioni è estremamente difficile, soprattutto oltre l’anno.
Utilità delle previsioni: anticipare i fabbisogni di risorse finanziarie (obiettivo del BP), comprendere le variabili che hanno maggiori conseguenze sul business (c.d. controllo di gestione).
Un BP dovrebbe contenere previsioni ec-fin per 5 anni che evidenzino come l’impresa cerchi di coprire le perdite e generare un ritorno sulle risorse investite (capitale, lavoro non pagato, risorse in natura)

Sintesi degli aspetti finanziari di un business plan
Qualche link utile
Il mondo della formazione on-line: www.edx.org www.coursera.org

An introduction to operations management - Wharton https://www.coursera.org/course/operations
An introduction to marketing – Wharton https://www.coursera.org/course/marketing
Entrepreneurship 101: Who is your customer? – MIT https://www.edx.org/course/mitx/mitx-15-390x-entrepreneurship-101-who-1312
Una lezione sul Business Plan
Full transcript