Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

1800, Giacomo Leopardi

Contesto storico, fasi principali
by

Achille Sassi

on 3 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of 1800, Giacomo Leopardi

1820-1821 Primi moti carbonari in Italia Secessione del Belgio dall'Olanda 1830 1831 1814-1815 1800, Giacomo Leopardi Congresso di Vienna L'Europa dopo il 1815 I rappresentanti delle potenze vincitrici si riunirono a Vienna per chiudere definitivamente con l'esperienza rivoluzionaria. I criteri guida adottati furono ispirati ai princìpi di legittimità e di equilibrio, si decise di ristabilire tutte le dinastie che erano state cacciate. Inghilterra, Russia, Austria e Prussia In Piemonte i ribelli, non avevano come obiettivo il ribaltare la monarchia sabauda, anzi chiedevano al re di unificare l'Italia, furono sconfitti; furono eseguite alcune condanne a morte, e in molti furono costretti a fuggire. Nel napoletano intervennero truppe austriache fatte chiamare dal Re Ferdinando, e i rivoltosi vennero soppressi. Il conte Santorre di Santarosa, che guidò l'insurrezione piemontese. I sostenitori della Carboneria provenivano per lo più dalla borghesia, dalla nobiltà liberale e dagli intellettuali progressisti. Il lato debole dei Carbonari era la chiusura delle loro organizzazioni, l'assenza di legami solidi con le grandi masse popolari, l'ignoranza del problema della terra. Nuovi moti carbonari in Italia Crisi della Carboneria dopo il fallimento dei moti del 1830. Mazzini fonda la "Giovine Italia" La Giovine Italia (o Giovane Italia) fu un'associazione politica insurrezionale fondata da Giuseppe Mazzini, il cui programma veniva pubblicato su un periodico al quale fu dato lo stesso nome. La Giovine Italia costituì uno dei momenti fondamentali nell'ambito del Risorgimento italiano. 1816 Lettera di Madame de Staël Si inserì nel dibattito in Italia fra classicisti e romantici pubblicando sul primo numero della Biblioteca Italiana un articolo nel quale criticava i classicisti per la loro staticità nelle tematiche, ormai antiche e ripetitive; consigliava inoltre di prendere spunto dalle letterature europee come quella inglese e tedesca, che rappresentavano grande innovazione e modernità. « Dovrebbero a mio avviso gl'italiani tradurre diligentemente assai delle recenti poesie inglesi e tedesche; onde mostrare qualche novità a' loro cittadini. »
(Madame de Staël, Sulla maniera e la utilità delle Traduzioni) Conversione letteraria di Leopardi Dall'erudizione, al bello. Si avvicina alla poesia 1819 Conversione filosofica di Leopardi Dal bello, al vero. Abbandona la fede religiosa, professando ateismo e materialismo 1818 Conversione politica di Leopardi Abbandona l'ideologia conservatrice e reazionaria del padre. Abbraccia l'ideale patriottico dell'Italia 1818-1819 Dibattito classici - romantici 1819-1821 Pessimismo storico La felicità è vivere in comunione con la natura "benigna", che ci da delle illusioni. Storia e cultura ci allontanano dalla natura "Idilli" 1820-1821 1828-1831 Pessimismo cosmico Tutto è male: la natura "maligna" ci inganna con le sue illusioni. Bisogna recuperare le certezza della ragione "Grandi Idilli" 1831- 1836 Pessimismo eroico Presa di coscienza del dolore degli uomini e della natura avversa. Bisogna lottare contro il fato, il destino e la crudeltà della natura. "La ginestra" Poeta, filosofo e scrittore italiano.
È ritenuto il maggior poeta dell'Ottocento italiano e una delle più importanti figure della letteratura mondiale, nonché una delle principali del romanticismo letterario. La profondità della sua riflessione sull'esistenza e sulla condizione umana ne fa anche un filosofo di notevole spessore. La straordinaria qualità lirica della sua poesia lo ha reso un protagonista centrale nel panorama letterario e culturale europeo e internazionale, con ricadute che vanno molto oltre la sua epoca. Giacomo Leopardi (1798 –1837) I classici rimproveravano ai romantici di seguire mode straniere, affermavano di essere gli unici sostenitori della tradizione "nazionale"
I romantici replicavano che il gusto classicista era un gusto vecchio e superato. Bisognava allontanarsi dall'imitazione degli antichi, e creare un nuovo tipo di poesia, basata sui sentimenti e sull'io del poeta Esperienze individuali
Noia
Mancanza di fondamento "oggettivo" dei valori
Meditazione interiore
Modernità del linguaggio Caratteristiche e tematiche principali recita l'infinito di Leopardi recita "A Silvia" Vittorio Gassman Ultima fase Terza fase Seconda fase Alessandro Manzoni (1785-1873) È considerato uno dei maggiori romanzieri italiani di tutti i tempi, principalmente per il suo celebre romanzo "I promessi sposi", caposaldo della letteratura italiana; è l'esponente più importante del romanticismo italiano. Autore di molte opere, Manzoni vive il rapporto con il suo tempo interpretandone gli ideali e l’impegno morale, sempre teso alla ricerca di una lingua “viva”. Ritratto di Alessandro Manzoni, Francesco Hayez (1841)
Full transcript