Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

principale

No description
by

david rastrelli

on 25 August 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of principale

Concorso personale docente
D.D.G. N. 106 del 23 febbraio 2016
AD 02 - Ambito Disciplinare 2:
Scienze motorie e sportive nella scuola primaria di I grado A049
Scienze motorie e sportive nlla scuola secondaria di II A048

IL CANDIDATO IN RIFERIMENTO AL CONTESTO SCOLASTICO DI UNA CLASSE SECONDA DI SCUOLA SECONDARIA DI 2° GRADO, SVILUPPI UNA LEZIONE SIMULATAN INSERITA ALL'INTERNO DEL CONTESTO NORMATIVO SPECIFICO E PRECEDUTA DA UN'ILLUSTRAZIONE DELLE SCELTE CONTENUTISTICHE, DIDATTICHE E METODOLOGICHE COMPIUTE RELATIVAMENTE A:
candidato:

David Rastrelli

CONTESTO SCOLASTICO
ISTITUTO:
liceo scientifico "L. da Vinci"
Firenze
CLASSE
:

seconda sez. G
indirizzo "scienze applicate"
ANALISI DEI BISOGNI
La classe è composta da n. 23 alunni, 14 maschi e 9 femmine.
In classe è presente un alunno certificato DSA (affetto da dislessia) in base alla
L. n. 170/2010
e un alunno disabile affetto da Paraplegia spastica certificato in base alla
L. n. 104/1992;
entrambi gli alunni sono bene integrati, dovuto anche al fatto che diversi di loro sono provenienti dalle stesse scuole del primo ciclo di istruzione.
Il contesto sociale si presenta buono.
Sarà necessario includere nelle attività didattiche tutti gli alunni, anche quelli con Bisogni Educativi Speciali con l'obiettivo di coinvolgerli in modo attivo e gratificante, in modo da permettere la formazione di un adeguato livello di autostima.

Premessa
COMPETENZE ATTESE
Competenze chiave
IN RIFERIMENTO ALLE
RACCOMANDAZIONI DEL PARLAMENTO EUROPEO DEL 18 DICEMBRE 2006
LE COMPETENZE CHIAVE PER L'APPRENDIMENTO PERMANENTE RICERCATE SARANNO:
Imparare ad imparare
comunicare nella lingua madre
comunicare nella lingua straniera
competenze digitali
competenze matematiche scientifiche e tecnologiche
competenze civili e sociali
senso di iniziativa e imprenditorialita’
consapevolezza e espressione culturale

raccomandazioni del Parlamento Europeo del 18 dicembre 2006 relative alle competenze chiave per l'apprendimento permanente
IN RIFERIMENTO ALLA NORMATIVA ITALIANA
D.M. 39 del 31 agosto 2007

LE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA RICERCATE SARANNO:



imparare ad imparare
progettare
comunicare
collaborare e partecipare
agire in modo autonomo e responsabile
risolvere problemi
individuare collegamenti e relazioni
acquisire ed interpretare l’informazione
OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO
Gli obiettivi faranno riferimento ai macro-ambiti di competenza:
CONOSCENZE
Le capacità motorie

I meccanismi energetici

Gli adattamenti dell'organismo al lavoro proposto

Terminologia e regolamento dello sport praticato

I diversi aspetti di un evento sportivo

Comportamenti base in caso di primo soccorso
ABILITA'
riconoscere e distinguere le informazioni provenienti dal proprio corpo

utilizzare consapevolmente il proprio corpo nel movimento

dosare lo sforzo in base all'intensità della prova

saper assumere tutti i ruoli nell'ambito sportivo

mettere a disposizione del gruppo le proprie capacità

Saper effettuare interventi di primo soccorso
In riferimento alle Indicazioni
nazionali per licei D.P.R. 89/2010
COMPETENZE
CONTESTO
Percezione di se e completamento dello sviluppo funzionale delle capacità motorie ed espressive
Lo sport le regole ed il fair play
Salute, benessere e sicurezza e prevenzione

OBIETTIVI DI
APPRENDIMENTO

TRASVERSALITA'
TRASVERSALITA'
COMPITO UNITARIO
COMPITO UNITARIO
La presente Unità di Apprendimento ha come finalità quella di far acquisire la preparazione necessaria per far partecipare TUTTI i ragazzi della classe, anche sottoforma di GIUDICI e ORGANIZZATORI, ad una gara dimostrativa di TRIATHLON ATLETICA, organizzata dall'istituto, che preveda le seguenti 3 prove:

80 mt di velocità
1000 mt di corsa resistente
salto in lungo
PERCORSO
DI LAVORO

FASE 1
FASE 3
OBIETTIVO:
migliorare capacità condizionale della velocità e la tecnica di corsa attraverso esercitazioni specifiche

PREREQUISITI:
saper correre e conoscenza dei principali tipi di andature

STRUMENTI:
cerchi, bastoni, panche, cinesini

AMBIENTI DI APPRENDIMENTO:
spazio esterno alla palestra dotato di corsie per l'atletica

CONTENUTI
METODOLOGIE
Metodo direttivo

Peer education

Circle time
VALUTAZIONE
VALUTAZIONE
VALUTAZIONE SOMMATIVA
In riferimento al D.P.R 122/2009, e alla C.M. n. 3 del 13 febbraio 2015, la valutazione avrà come oggetto:
Il PROCESSO di
apprendimento
gli ESITI
dell'apprendimento
le COMPETENZE
BILANCIO DEL PERCORSO O VOTO FINALE
VALUTAZIONE E AUTOVALUTAZIONE DEL COMPITO UNITARIO
VALUTAZIONE E AUTOVALUTAZIONE DEGLI ESITI IN TERMINI DI CONOSCENZE E ABILITA'

GRAZIE PER
L'ATTENZIONE
Concorso personale docente D.D.G. N. 106 del 23 febbraio 2016
AD 02 - Ambito Disciplinare 2:
Scienze motorie e sportive nella scuola primaria di I grado A049
Scienze motorie e sportive nlla scuola secondaria di II A048

David Rastrelli
VALUTAZIONE DEL PROCESSO DI APPRENDIMENTO
PARTECIPAZIONE
IMPEGNO
RELAZIONE
AUTONOMIA
motivazione, interesse, assunzione di incarichi, assunzione di ruolo
continuità, disponibilità ad organizzare, esecuzione dei compiti puntuale, volontà di utilizzare le conoscenze e le informazioni per le proprie azioni
atteggiamenti collaborativi e partecipativi, disponibilità all'inclusione, a fornire il proprio apporto, capacità di gestire la comunicazione e la risoluzione di conflitti
capacità di definire e realizzare programmi personali, capacità di difendere i propri interessi, diritti, limiti e bisogni, autocontrolo e rispetto delle regole
3
- efficace motivata responsabile
2
- attiva, regolare, selettiva
1
- dispersiva, indotta, esecutiva
3
-
costante, organizzato, determinato
2
- regolare, pertinente, soddisfacente
1
- discontinuo, standardizzato, essenziale
3
- leader, propositiva, cooperativa, comunicativa,
2
- disponibile, collaborativa, adeguata
1
- selettiva, dipendente, basilare
3
- consapevole, responsabile, condivisa
2
- sicura, autocontrollata, regolare
1
- guidata, meccanica, con atteggiamento di autoaccettazione
conoscenza delle esigenze organizzative di una manifestazione sportiva
conoscenza del regolamento e dei compiti di giuria

METODOLOGIE
UTILIZZATE

base
intermedio
avanzato

base
intermedio
avanzato

base
intermedio
avanzato

base
intermedio
avanzato
TEMPI RISORSE E STRUMENTI
PERIODO
RISORSE UMANE:
VALUTAZIONE
In riferimento al D.P:R: 122/2009, la valutazione si può suddividere in tre sottofasi:
VALUTAZIONE DIAGNOSTICA

finalizzata all’individuazione dei punti di forza e dei punti critici.
VALUTAZIONE FORMATIVA

riferita al raggiungimento di risultati, di un breve percorso di insegnamento/apprendimento.

VALUTAZIONE SOMMATIVA
FASE 2
"CAPACITA' CONDIZIONALE DELLA VELOCITA' IN REALIZZAZIONE ALLO SVILUPPO DI SCHEMI MOTORI FUNZIONALI ALLE ATTIVITA' MOTORIE E SPORTIVE"
VELOCITA
'
FORZA
RESISTENZA
LE CAPACITA MOTORIE
FLESSIBILITA'
- CONDIZIONALI
- INTERMEDIE
- COORDINATIVE
DI BASE
SPECIALI

Lo studente consegue la padronanza del proprio corpo sperimentando un’ampia gamma di attività motorie e sportive

La stimolazione delle capacità motorie dello studente, sia coordinative che di forza, resistenza, velocità e flessibilità, è sia obiettivo specifico che presupposto per il raggiungimento di più elevati livelli di abilità e di prestazioni motorie

L’attività sportiva, sperimentata nei diversi ruoli di giocatore, arbitro, giudice od organizzatore, valorizza la personalità dello studente

La conoscenza e la pratica di varie attività sportive permette allo studente di scoprire le proprie attitudini

Lo studente lavorando sia in gruppo che individualmente impara a confrontarsi e collaborare con i compagni
dovranno essere messi a punto due opuscoli: uno informativo sulla manifestazione (orari delle gare, luogo di svolgimento, iscritti, regolamento, personale addetto alla giuria e quant'altro possa servire a livello informativo) e un secondo sull'esito della manifestazione in termini di risultati e statistiche, anche in riferimento ad i test iniziali.
INFORMATICA
SCIENZE
verranno affrontati dettagliatamente i vari meccanismi energetici
LEZIONE FRONTALE
COOPERATIVE LEARNIG
DISCUSSIONE GUIDATA
EDUCAZIONE TRA PARI
febbraio / aprile
AMBIENTE DI LAVORO:
docente di scienze motorie
docente di informatica
docente di scienze
atleta "evoluto" invitato
palestra
spazio esterno attrezzato
aula
campo di atletica
STRUMENTI
piccoli attrezzi funicelle
cinesini
LIM
PC
fotocamera
cronometro
rotella metrica
DURATA 3 lezioni da 1 ora
LEZIONE IN CLASSE
Progetto
Capacità motorie
Aspetti regolamentari
Aspetti organizzativi
Consegna test

TEST 1
salto in lungo
con rincorsa stacco libero
lungo da fermo (2 prove)
TEST 2
Corsa 1000 mt
IL RILEVAMENTO DEI TEMPI E DELLE MISURE VERRA' FATTO EFFETTUARE DAGLI ALUNNI CON IL TUTORAGGIO DELL'INSEGNANTE
MIGLIORAMENTO DELLE CAPACITA' CONDIZIONALI
MIGLIORAMENTO DELLA
TECNICA DI CORSA
TECNICA DEL
SALTO IN LUNGO
TEST IN ITINERE
LEZIONE CON ATLETA
"METABOLIZZARE LA DISTANZA"
circuit training
carico naturale
giochi sportivi
esercitazioni specifiche
dal facile al difficile
analitico
globale
rincorsa
andature
impulso
analitico
globale
verifica
autovalutazione
autostima
gesto tecnico
gesto estetico
emulazione

velocità
mt 40
mt 80
DURATA 10 lezioni da 1 ora
DURATA 3 lezioni da 1 ora +
uscita per la manifestazione
ASPETTI ORGANIZZATIVI
E COMPITI DI GIURIA
formazione di gruppi con suddivisione di compiti
rilevamento tempi e misure
trascrizione risultati
organizzazione uscita
aspetti normativi
SICUREZZA E PRIMO PRONTO SOCCORSO
due lezioni 1 teorica in aula e 1 pratica in palestra
MANIFESTAZIONE

con visita agli impianti del
Centro Universitario Sportivo di Firenze
che ha ospitato la manifestazione
Lavora sia in gruppo che individualmente e ha imparato a confrontarsi e collaborare con i compagni
Ha individuato le proprie attitudini
Riesce a sperimentare i vari ruoli nella pratica sportiva
Ha acquisito padronanza de proprio corpo durante le esercitazioni motorie e sportive
esecuzione tecnica della corsa
livello base non raggiunto
livello base
livello intermedio
livello avanzato
livello base non raggiunto
livello base
livello intermedio
livello avanzato
livello base non raggiunto
livello base
livello intermedio
livello avanzato
livello base non raggiunto
livello base
livello intermedio
livello avanzato
esecuzione tecnica del salto in lungo
esecuzione della prova dei mt 1000
livello base non raggiunto
livello base
livello intermedio
livello avanzato
10'
riscaldamento con corsa e esercizi di mobilizzazione sopratutto per gli arti inferiori
5'

allungamento muscolare con spiegazione della lezione
10
' andature varie a ritmi e velocità diverse
25'
di esercizi da eseguire in velocità e che prevedano:
variazione dell'ampiezza della falcata
variazione del tempo di appoggio al terreno
accentuazione del movimento degli arti superiori
appoggi forzati in determinati spazi
percorsi di destrezza
5'
defaticamento e riflessione sulla lezione svolta
LEZIONE
mediante

schede di osservazione
griglie di valutazione
IL CANDIDATO IN RIFERIMENTO AL CONTESTO SCOLASTICO DI UNA CLASSE SECONDA DI SCUOLA SECONDARIA DI 2° GRADO, SVILUPPI UNA LEZIONE SIMULATAN INSERITA ALL'INTERNO DEL CONTESTO NORMATIVO SPECIFICO E PRECEDUTA DA UN'ILLUSTRAZIONE DELLE SCELTE CONTENUTISTICHE, DIDATTICHE E METODOLOGICHE COMPIUTE RELATIVAMENTE A:
"CAPACITA CONDIZIONALE DELLA VELOCITA' IN REALIZZAZIONE ALLO SVILUPPO DI SCHEMI MOTORI FUNZIONALI ALLE ATTIVITA' MOTORIE E SPORTIVE"
Full transcript