Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Massoneria: presupposti e confluenze filosofiche

No description
by

Luigi Corvaglia

on 9 April 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Massoneria: presupposti e confluenze filosofiche

Templarismo
Approfondimenti
Illuminismo
Neoplatonismo
Gnosticismo
Massoneria
Il rapporto fra Illuminismo e Massoneria è molto discusso. Se ne è spesso esaltata la connessione, ma non sono pochi i liberi muratori che rifiutano tale ipotesi. In verità, lo sviluppo del movimento e quello dell'Ordine sono stati contemporanei e analoga la diffusione geografica. Fondamentali, quindi, perchè venisse a crearsi l'idea della sovrapponibilità delle due realtà sono stati i seguenti fattori:


Il mitico Ordine dei "Poveri Compagni d'Armi di Cristo e del Tempio di Salomone", noto come "
Ordine Templare
", è il più noto ordine cavalleresco cristiano medievale. L'organizzazione a carattere iniziatico sembra mettere l'ordine sulla direttrice che va dalle vecchie religioni misteriche alla massoneria. In realtà, solo secoli dopo lo scioglimento, durante l'Illuminismo, il tema dei templari tornò in auge e la fama degli antichi cavalieri fu sommersa da leggende riguardanti segreti e misteri che si vogliono tramandati da prescelti fin dai tempi antichi. Forse i più noti sono quelli riguardanti il
Santo Graal
,
l'Arca dell'Alleanza
e
i segreti delle costruzioni
. I templari, sarebbero stati depositari di una conoscenza segreta di tipo gnostico.
L'immmissione del templarismo in massoneria, basato su una presunta prosecuzione segreta dell'Ordine, portò allo sviluppo del cosiddetto "
sistema degli Alti Gradi
" (ad opera di Andrè-Michel de Ramsey). Si avanzò la pretesa di discendere dall’antica istituzione e di averne ereditata la dottrina segreta.
Disputatissima, questa pretesa portò, sul piano organizzativo, risultati disastrosi: frazionamenti nel massonico che sino ad allora era stato compatto e tollerante, introduzione di nuovi gradi, innesto di tematiche rosa-cruciane e occultistice, e, cosa più grave, deviamento, per rivalità di natura contingente, della linea iniziatica.
Il Neoplatonismo è una dottrina filosofica sviluppatasi in Egitto tra i secoli III e VI d.c. e risvegliatasi in Italia durante il Rinascimento. Si tratta del recupero delle idee di Platone combinate con insegnamenti aristotelici, pitagorici e gnostici.
Lo gnosticismo descrive un insieme eterogeneo di antiche sette e religioni il cui principio base era l'insegnamento attraverso il quale si può fuggire dal mondo materiale, creato dal Demiurgo (non da Dio) per abbracciare il mondo spirituale.
Il tema centrale è che ogni uomo contiene in sè il divino ed è parte di una Unità originaria.
Massoneria: presupposti e confluenze filosofiche
La Massoneria promuove tra i suoi aderenti la ricerca incessante della
verità
e intende realizzare la
fratellanza
universale del genere umano. Attraverso i suoi affiliati finalizza la sua azione, sul piano etico, sviluppando i valori universali (lealtà, amicizia, fedeltà, sincerità, bontà, altruismo) della società umana e consolidando i propri ideali con l’astensione da ogni proposizione dogmatica o di fanatismo nello spirito di una
tolleranza
universale.
Sul piano materiale, si incentra su progetti d’azione benefica nei confronti degli affiliati e, nella società civile, dei bisognosi.
Sul piano spirituale, la Libera Muratoria mira al perfezionamento individuale mediante un percorso iniziatico e simbolico che affonda le sue radici nella Tradizione iniziatica.
Principi
I punti salienti delle sistemazioni dottrinali delle varie correnti neoplatoniche e soprattutto del pensiero del massimo esponente di questa filosofia, Plotino, possono essere così schematizzati:

- L'intero cosmo deriva la sua esistenza da un principio primo ineffabile, totalmente trascendente e buono, chiamato da Plotino "
Uno
" (τὸ ἕν, tò hèn).

- La potenza infinita dell'Uno genera l'universo attraverso un processo spontaneo e necessario, chiamato processione o ἀπόρροια (apòrroia), tramite il quale l'energia vitale emanata dall'Uno penetra ovunque, formando i diversi livelli di cui è costituita la realtà;

- Al punto più basso dell'emanazione c'è la materia. Al di sopra le anime individuali, quindi l'Anima del Mondo (
Anima Mundi
) principio vitale collettivo da cui prendono forma tutte le forme di vita. Sopra il mondo dello spirito.

- Lo scopo dell'uomo si configura perciò come un cammino di liberazione dall materialità e dai suoi falsi bisogni. Al termine di questo percorso l'anima riacquisirà il suo status iniziale, ricongiungendosi all' Unità.
Plotino
Alchimia
Rosacroce
Eraclito da Efeso
Il mondo è un organismo
vivente sottoposto al ciclo della
vita e della morte
L'universo è costituito da
un'unica sostanza elementare: il "fuoco"
Ogni cosa si muove in un costante processo ciclico
Il simbolo alchemco
dell'
Uroboros
Ermetismo
Ermete trismegisto
significa "Ermes il Tre volte grandissimo". Con questo nome si voleva assimilare Ermete, dio greco del Logos e della comunicazione, con Thot, dio egizio delle lettere, dei numeri e della geometria. Furono attribuiti a questo personaggio mitico un insieme di scritti iniziatici e filosofici, raccolti in epoca bizantina nel
Corpus hermeticum
.
Vi si trovano l'insegnamento gnostico per cui l'uomo è stato creato da Dio, ma è caduto nel mondo materiale creato dal
demiurgo
, che è una creatura dell'intelletto divino (dopo la morte, chi ha raggiunto la
gnosis
si ricongiungerà con Dio) .

Parte del corpus si occupa del funzionamento e della manipolazione della materia. Questa parte è alla base dell'
Alchimia
, detta, appunto, "arte ermetica".

Pitagora
La scuola pitagorica fondata a Crotone
era organizzata come un ordine misterico ed iniziatico. Studiò i numeri e le proporzioni. "Tutto è disposto secondo numeri e formule matematiche" è la scoperta di Pitagora sulla armonia segreta del mondo. Si deve a questa scuola la scoperta delle relazioni numeriche tra gli intervalli musicali. Questa scoperta dei rapporti armonici portò i Greci a concepire l'universo stesso come un'orchestra in cui ogni corpo celeste suona una diversa nota producendo la
musica delle sfere
.
La Massoneria, o Libera Muratoria, è un
Ordine iniziatico
che si propone come patto etico-morale tra persone libere il cui fine è il perfezionamento dell' Uomo e dell’umanità.
I Cristianesimo gnostico delle origini e la morte e resurrezione di Gesù come metafora
Tutto è disposto secondo numeri e forme matematiche
Da un cartone prodotto dalla Walt Disney nel 1959
Eraclito contribuì alla costruzione del corpus gnostico con alcuni concetti basilari
Il Neoplatonismo rinascimentale
I neoplatonici di maggior rilievo furono senza dubbio
Nicola Cusano
,
Marsilio Ficino e Giovanni Pico della Mirandola
, i quali, alla precedente prospettiva medievale rivolta all'esterno ed espressa nella sua forma estrema dal gotico, sostituirono una religiosità che guarda piuttosto al divino presente nell'uomo e nel mondo. Secondo Cusano l'individuo umano, pur essendo una piccola parte del mondo, è una totalità nel quale tutto l'universo risulta contratto. L'uomo è infatti immagine di Dio che è l'"implicatio" di tutto l'essere così come nell'unità numerica sono potenzialmente impliciti tutti i numeri, mentre l'Universo è invece l'"esplicatio" dell'Essere, ovvero l'esplicitazione di ciò che è presente in potenza nell'unità. L'uomo è pertanto un
microcosmo
, un dio umano. Cusano fu inoltre tra i primi a concepire l'universo, già nella prima metà del Quattrocento, senza limiti spaziali e quindi senza una circonferenza che lo delimiti.
Secondo la leggenda l'ordine venne fondato nel 1407, da un pellegrino tedesco di nome Christian Rosenkreuz (Rosen = rosa; Kreuz = croce) (1378 - 1484) al suo ritorno in Germania. Soggiornò a Damasco ed in Terra Santa, dove avrebbe studiato l'occultismo. Sembra che l'ordine fosse limitato a soli otto membri e che si fosse estinto mmediatamente dopo la sua morte, per rinascere solo nel XVII secolo.
In realtà quella che era conosciuta agli inizi del XVII secolo come la "Società dei Rosa Croce" era probabilmente un piccolo numero di individui isolati che condividevano alcuni punti di vista. Non esiste alcuna traccia di una società che tenesse incontri o assegnasse cariche. Secondo le numerose opere che ne parlano, i Rosa Croce erano probabilmente riformatori religiosi e morali, che utilizzavano mezzi per l'epoca ritenuti scientifici, in particolare l'alchimia, per far conoscere le proprie opinioni. I loro scritti sono permeati di misticismo od occultismo e suggeriscono significati nascosti che potrebbero essere compresi solo dagli iniziati.
L'alchimia è un antico sistema filosofico esoterico il cui primo fine, in termini fisici, era la
trasmutazione

dei metalli
. In termini esoterici, la trasmutazione dei metalli di base in oro (ad esempio con la
pietra filosofale
o
grande elisir
o
quintessenza
o
pietra dei filosofi
o
tintura rossa
) simboleggia un tentativo di arrivare alla perfezione e superare gli ultimi confini dell'esistenza. Trasformare il piombo, ovvero ciò che è negativo nell'uomo, in oro, ovvero ciò che è positivo, per fargli riscoprire la sua vera “natura interna”, il proprio Dio.
Gli alchimisti credevano che l'intero universo stesse tendendo verso uno stato di perfezione, e l'oro, per la sua intrinseca natura di incorruttibilità, era considerato la sostanza che più si avvicinava alla perfezione. Era anche logico pensare che riuscendo a svelare il segreto dell'immutabilità dell'oro si sarebbe ottenuta la chiave per vincere le malattie ed il decadimento organico (
panacea
); da ciò l'intrecciarsi di tematiche chimiche, spirituali ed astrologiche che furono caratteristiche dell'alchimia medievale.
La teoria del tutto
APPROFONDIMENTO
Notare la similitudine fra la teoria pitagorica della "musica delle sfere" e la
"teoria delle stringhe" nella fisica moderna nella tabella finale di questa presentazione (
Approfondimenti
)
La fisica quantistica
Le idee scomode di Giordano Bruno
Marsilio Ficino
Giovanni Pico della Mirandola
Jung e l'Alchimia
Un
ordine iniziatico
trasmette un sapere immutabile attraverso i tempi solo a coloro che, mostratisi degni di accoglierlo, sono stati iniziati tramite una apposita cerimonia simbolica (
Iniziazione
).

Questa
conoscenza
esoterica
(cioè nascosta) viene acquisita passando per gradi successivi e tratta essenzialmente del senso del mondo e della sua realtà profonda celata ai sensi, pertanto può essere accolta solo da chi è stato preparato a comprenderla.

Esempi storici furono i Misteri Eleusini, Orfici e Dionisiaci, - nel mondo ellenistico -, le società segrete dell'antico Egitto, legate al culto di iside, e, nel mondo romano, il culto di origine orientale di Mithra.
Il richiamo alla "
tradizione
" si spiega col fatto che, mutati tempi e luoghi, culti e riti, la conoscenza nascosta permane intatta. Per
René Guénon
(1886-1951) l'esoterismo è innanzitutto la "Tradizione Primordiale", ossia una dottrina metafisica universale la cui trasmissione si effettua soprattutto attraverso il linguaggio dei simboli. Secondo Guénon il contenuto di tale dottrina metafisica è reperibile, sebbene in forma alterata, nelle varie tradizioni religiose della storia, e più precisamente nel loro versante "esoterico" (la
cabala
per l'ebraismo, il
taoismo
per la religione cinese, il
sufismo
per l'Islam).
Iside che allatta Horus secondo una iconografia identica a quella della vergine Maria e del bambin Gesù
Molti credono che la libera muratoria affondi le sue radici nell'antico
pensiero gnostico
.
Una critica della origine gnostica della libera Muratoria:
http://www.freemasons-freemasonry.com/gnosticismo-massoneria.html
Massoneria: le origini
Documentario piuttosto elementare, non sempre preciso, non scevro da luoghi comuni, ma utile come veloce excursus sulla storia e le origini dell'ordine, nonchè delle teorie "leggendarie" su di esso (Gilde, Illuminismo, Templari, Esseni, ecc.)
I Templari
Lavoro divulgativo e
schematico, ma chiaro e ben documentato sull'Ordine Templare
Il falso legame tra Templari
e Massoneria
- I salotti che accoglievano le nuove idee del secolo dei Lumi e le Logge massoniche aggregavano spesso gli stessi personaggi del ceto intellettuale e delle classi dirigenti che diffondevano le idee nuove. I più importanti illuministi francesi, quali
Voltaire
e
Diderot
, per esempio, erano massoni, così come molti frequentatori del salotto di Madame Helvetius, che ebbe stretti contatti con lo scienziato e patriota massone americano
Benjamin Franklin
;

- I valori di tolleranza e lo spirito filantropico portati avanti dall'Illuminismo, nonchè l'inimicizia verso la superstiziosità propagandata dalle religioni tradizionali, sembravano ricalcare i temi ideali Libera Muratoria;
- L'arbitraria attribuzione, da parte della reazione e della Chiesa, della Rivoluzione Francese agli Illuministi, coinvolse la Massoneria nella "teoria del complotto" legandola indissolubilmente, nel pensare cospirazionistico, alla medesima matrice anticristiana dell'Illuminismo.
Voltaire
Non pochi liberi muratori, però, ritengono che all'origine della degenerescenza ci sarebbe proprio la laicizzazione massonica da parte del razionalismo illuminista-giacobino. In effetti, l'illuminismo è in concreto antitetico ai precetti Tradizionali. Guènon, Schuon, Burckhardt, Evola si erano rifugiati in una Torre d'avorio per sfuggire alla realtà quotidiana, squalificando così tutto il pensiero moderno (da Cartesio in poi). Infatti, all'origine, secondo la teoria illuminista, non c'è nessun'età dell'oro, ma solo barbarie. Il cammino "storico" dell'uomo è dunque rischiaramento (
aufklarung
) e dominio delle forze cieche della natura. Secondo tale concezione il progresso è bene poiché libera l'uomo dai pregiudizi e dalle sciocche superstizioni che lo avevano incatenato per secoli. L'aufklarung è progressivo e condurrà inevitabilmente tutti gli uomini, non solo un'elite, alla consapevolezza. In pratica secondo la teoria illuminista siamo noi stessi a costruire il nostro presente e il nostro futuro, solo se saremo in grado di liberarci dal condizionamento delle religioni. Dunque, a ben vedere, la ratio illuminista eleva se stessa ad unico paradigma teoretico in grado di svelare gli arcani della natura; mentre, molto diversamente, nella Tradizione la ragione discorsiva è subordinata all'intuizione intellettuale, la sola capace di penetrare l'ordine metafisico. In sintesi, i perni del pensiero illuminista si rifanno ad una concezione umanista della storia, mentre la Tradizione si pone antiteticamente a tale concezione.
Guenon
Evola
Il vangelo di Giuda
Buoni documentari sui vangeli gnostici che gettano una nuova luce sul Cristianesimo delle Origini
Le fonti dissepolte
Gnosticismo
Templarismo
Massoneria
La scienza moderna e
l'Uno neoplatonico
L’armonizzazione del mascolino/femminino è il traguardo dell’alchimista.

Il compimento della
Grande Opera
è illustrato dal simbolo dell’
Androgino
, detto anche
Ermafrodito
o
Rebis
(Re doppio). Una creatura che trascende ogni dualità, e realizza la
“coincidentia oppositorum”
dell’operatore. Le famose
“Nozze Mistiche”
, infatti, rappresentano l’unione che deve avvenire tra piano fisico e livello spirituale dell’iniziato.
Cabala
La
cabala
,
qabbaláh
,
kabbalah
o
cabbala
è il termine usato per indicare quegli insegnamenti "esoterici" e "mistici" propri dell'ebraismo già diffusi a partire dal XII secolo.
E' l'insieme di quei codici e sistemi che, applicati alle Sacre Scritture, ci permettono di percepirne il significato segreto. La meditazione consiste nella permutazione delle radici delle parole ebraiche, composte in genere da un gruppo di tre lettere, scrivendole e riscrivendole continuamente, penetrando nella loro comprensione segreta.
L’
Albero della Vita

rappresenta simbolicamente, nella Cabala, le leggi dell’Universo, tanto del
Macrocosmo (l'Universo)
, quanto del
microcosmo
(Uomo).
L'albero della Vita

Costituito dalle 10
Sephiroth
(emanazioni) del Creatore.
Kèter
:
corona (volontà divina, Unità, principio da cui Tutto emana)

Khokhmàh
: sapienza o saggezza (pensiero creatore)

Binàh:
giudizio, intelligenza (generazione, Vergine-Madre)

Chèssed:
pietà, misericordia e/o clemenza

Ghevuràh:
forza, giudizio, potenza, timore, "rigore", morale

Tifèret:
bellezza, redenzione (legame tra i mondi dello "spirito" e la "materialità": anche "coscienza e/o consapevolezza")

Nèzakh
: vittoria (eternità, discernimento che scioglie il caos, "realizzazione")

Hod
: splendore (la logica delle cose, giustizia immanenete)

Yessòd
: "fondamento", integrità

Malkhùth
: regno, regalità (la Creazione, ruota del perpetuo divenire).
In definitiva, la Cabala ambisce a unire il relativo con l'assoluto, il particolare all'universale, il finito all'infinito, il cielo alla terra.
Il teorema del fisico scozzese J.S. Bell (la cui prima formulazione è del 1964 e quella definitiva del 1974) afferma che «non esiste qualcosa che sia"parti separate". Tutte le "parti" dell'universo sono connesse in un modo intimo e immediato,come già pretendevanoi mistici e altri discutibili personaggi» (Zukav I979, p. 257). Sulla stessalinea David Bohm, professore di fisica al Birbeck College dell'Università di Londra, in unaconferenza tenuta all'Università della California raccomandava: «Dobbiamo far invertiredirezione alla fisica: invece di partire dalle parti per mostrare come operano insieme (l'ordinecartesiano), cominciare dal tutto» (Bohm 1977. p. 309). Quanto viene proposto è un nuovoconcetto di «totalità indivisa», che presuppone che «al livello più fondamentale... tutte le cose.compreso lo spazio, il tempo e la materia, siano forme di "ciò che è"» (Idem.) In un suo libropubblicato di recente, Bohm ribadisce che l'universo va inteso come una «totalità unificata...meno estraneo all'uomo di quanto le precedenti impostazioni meccanicistiche sembravanoindicare» (Bohm I998, p. 32). Secondo l'audace teoria della topologia quantica del fisico ematematico David Finkelstein, spazio, tempo, massa ed energia sono qualità secondariederivate da un'unica unità base dell'universo, la quale è un evento, o un processo, anteriore aspazioe tempo (Finkelstein I958) – cioè, in ultima analisi, una forma dienergia
da
Cabala e Alchimia
di Arturo Shwartz
Il corpo divino (macrocosmo) corrisponde al corpo umano (microcosmo)
Punti di contatto con l'alchimia ha la
cabala
, la quale prosegue un comune intento di conoscenza, basato sulla medesima visione unitaria dell’universo in cui si rifiuta la dualità antitetica di materia e spirito e la separazione fra
microcosmo e macrocosmo
Molti studiosi, soprattutto i più "spiritualisti", affermano che la Libera Massoneria affondi direttamente le radici nella Cabala.

Nonostante le affinità con l'Alchimia, e gli interscambi avvenuti nel tempo, però, nella cabala ebraica vi è una forte componente mistico-religiosa incentrata sullo studio della Toràh, poco adatta al di fuori della religione ebraica. Inoltre, in essa vi è una componente di
magia pratica
, basata sulla corretta grafia e pronuncia di lettere e numeri sacri, associati ad angeli e cieli metafisici, per intervenire sulla struttura delle cose e delle persone. Chi è attratto dalla sperimentazione concreta ed empirica della natura, tipica dell'alchimia, può ritenere che la cabala ecceda nei processi di astrazione speculativa.

Ad ogni modo, non sono affatto pochi gli apporti cabalistici che molti massoni hanno introdotto nella simbologia masonica (a cominciare dall'accostamento dell'albero sefirotico con la gerarchia degli Ufficiali di Loggia, nonchè la loro disposiziione nel tempio)
Paperino e il mondo della matemagica
Scuola Pitagorica
cartone animato della Walt disney (1959) che spiega alcuni concetti itagorici di grande rilevanza liberomuratoria
Alchimia
la psicologia anaitica di Carl Gustav Jung e l'Alchimia nel processo di "individuazione"
I Rosa-Croce ieri e oggi
Rosa-Croce
Documentario realizzato da una importante associazione rusicruciana contemporanea
Giordano Bruno
Nato nel clima intellettuale del neoplatonismo rinascimentale, Bruno, che per questo finirà bruciato sul rogo, è portatore di una lettura che lo riallaccia alla Tradizione, alla Philosophia perennis:
1) La rivalutazione ed il miglioramento dell’uomo.
2) La ricerca della Verità che risiede all’interno dell’uomo.
3) La glorificazione, attraverso un incessante travaglio interiore, del Creatore.
l rapporto tra Dio e Uomo e Natura non è di dipendenza né di subordinazione in senso stretto, ma di correlazione, sino a giungere, in particolari condizioni di risveglio interiore, alla’identificazione. Nell’Uno/Tutto, che Bruno chiama Deus Naturaque, non vi è dualità e - quindi – distinzione sostanziale tra soggetto ed oggetto, in quanto Tutto è sì l’oggetto dell’Uno, ma non è Altro rispetto all’Uno.
Relazione sull'enigma storico
della discendenza templare della
Libera Muratoria.
Luigi Corvaglia
luigi_corvaglia@yahoo.it
Ermete Trismegisto, il leggendario fondatore dell’alchimia, addita il mistero primordiale della natura, il principio del fuoco, che avvolge nella sua quadruplice fiamma gli opposti essenziali: sole e luna, maschio e femmina, zolfo e mercurio , che danno luogo all’unità androgina in ogni atto di concezione e nascita in natura. Essi circondano la terra concentrando su di essa le influenze astrali, e nel centro della terra si combinano in un triangolo, o piuttosto, tridimensionalmente, in una piramide, che è la forma del cristallo di sale (sia dei sali marini, sia degli allumi minerali, femminili). Il lato destro del triangolo corrisponde al principio sulfureo maschile, il lato sinistro al principio mercuriale femminile e la base del triangolo al principio salino. La figura contenuta all’interno allude alla quadratura del cerchio, simbolo dell’androginia. La progressione va perciò dal triangolo al quadrato e infine al cerchio. La natura opera nello stesso modo in tutti e tre i regni, quello aereo, quello vegetale e animale, e quello minerale, perché in ciascuno di essi l’armonia deriva dallo stesso accoppiamento di opposti, dalla stessa congiunzione dei principi solare e lunare .
Da
l' Androgino Alchemico
di Elèmire Zolla
L'androgino è un archetipo di importanza primaria che esprime oltre alla dualità sessuale anche ogni altra opposizione generale e dunque ogni dualità essenziale.
Come in alto, così in basso
(Ermete Trimegistro)
Full transcript