Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Interscamio Italia- Canada

No description
by

erika valadè

on 28 January 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Interscamio Italia- Canada

Interscambio Italia- Canada
Nel nostro paese si è sempre pensato di saper fare il vino meglio degli altri. Senza dubbio l'Italia è un paese strordinarimante vocato alla viticoltura (non dimentichiamo che i Greci la chiamavano Enotria, terra del vino). Purtroppo però questa vocazione del territorio non è stata mai sfruttata a pieno.

Da alcuni anni per fortuna qualcosa sta cambiando. Sempre più aziende cominciano a lavorare sulla qualità, sulla bassa resa per ettaro e sull'applicazione di criteri scientifici in fase di vinificazione.


Il potenziale dell'Italia vitivinicola è immenso e le aziende l'hanno capito.

Saldo commerciale
: mld/euro -1,64
Principali prodotti importati dall’Italia
: (%)
reattori nucleari, caldaie, macchine e apparecchi meccanici (26); mobili ed arredamento (3,4); bevande, alcolici, aceti (8,3); prodotti alimentari (2,3); prodotti farmaceutici e cosmetici (10,5); abbigliamento, maglieria, calzature (6);
veicoli e mezzi meccanici (5), strumentazione tecnica (3,6)
Interscambio con l'Italia
• Settore Agro-Alimentare. La diffusione sul mercato canadese di prodotti agroalimentari italiani presenta aspetti particolari, direttamente riconducibili alla consistente presenza di una comunità di origine italiana in Canada. Gli italiani emigrati in Canada, specialmente nella seconda metà del XX secolo, hanno contribuito ad introdurre in questo mercato una intera gamma di prodotti dapprima completamente ignoti ai residenti locali.

La presenza dell'agro-alimentare italiano in Canada, in ragione delle considerazioni summenzionate, riveste una particolare importanza.

Il comparto dei vini si conferma, con oltre CAD 415 milioni, il più importante dell’export italiano (17%), dopo la meccanica.


Il Made in Italy in Canada
Importazioni
Secondo quanto riporta lo Statistics Canada, nel 2010 ,le importazioni canadesi di vino sono state di 3,3 milioni di ettolitri, in aumento del 1,4% dell’anno precedente, per un valore totale di CAD 1,7 miliardi (circa 1,2 miliardi di Euro), in
diminuzione del 0,4%.

Consumo reale (3,9 milioni di ettolitri) nel 2010 sia composto da 2,8 milioni di ettolitri di vino importato e 1,1 milione di ettolitri di vino prodotto localmente.
"I veri intenditori non bevono vino, degustano piccoli segreti ".
Le importazioni di vino in Canada hanno subito un leggero calo nel corso del 2009 (-1%), interamente legato a un peggioramento del prezzo mix. Nonostante la grave crisi finanziaria, il Canada si ripropone quindi come un mercato particolarmente interessante, anche e soprattutto per i prodotti italiani, che in questo contesto hanno mostrato un andamento piu’ che rassicurante. Probabilmente, parte di questo vantaggio deriva dalle caratteristiche molto peculiari dell’import canadese: (1) i canadesi importano soprattutto vino imbottigliato (e poco spumante); (2) i canadesi bevono vino di ottima qualita’, rispetto ad altri mercati. Il prezzo-mix medio dell’import canadese e’ di EUR3.2 al litro, un livello particolarmente elevato se consideriamo il minor peso degli spumanti.

Full transcript