Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

TERRA VIVA!

Progetto SIC - classe 3R scuola Busoni Vanghetti, Empoli
by

tiziana puccioni

on 22 April 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of TERRA VIVA!

Il Sistema Terra
La Deriva dei Continenti
Alfred Wegener, supponeva che 200 milioni di anni fa esistesse un unico grande continente, la Pangèa, circondato dall'oceano Panthàlassa, che si sarebbe suddiviso in blocchi. In realtà all'inizio la Pangea era distinta in due grandi blocchi: uno boreale e uno australe. Questi blocchi continentali avrebbero iniziato a “migrare” sulla superficie terrestre andando alla deriva.

L’orogenesi è l’insieme di processi geologici dovuti alla convergenza di placche litosferiche che originano una catena montuosa . Le più antiche risalgono a circa 3.5/4 miliardi di anni fa . L’orogenesi alpina ha portato all’innalzamento dei rilievi dai Pirenei fino all’Himalaya e ancora oggi si stanno sollevando di alcuni millimetri all’anno.
L'Etna è il vulcano più grande dell'Europa e tra i più attivi del mondo. Le sue eruzioni avvengono sia in sommità sia dai fianchi.
I quattro crateri sommitali sono:
La Voragine
la Bocca Nuova
Il Cratere di Nord-Est
, attualmente il punto più alto dell'Etna
Il Cratere di Sud-Est
(che recentemente è stato il più attivo dei quattro crateri).
Circa un secolo fa esisteva solamente un cratere.
la litosfera è suddivisa in blocchi che si muovono continuamente : le placche.
due placche, che
si

allontanano
tra loro, sono dette
divergenti
: possono provocare delle spaccature.
due placche, che
si

scontrano
, sono dette
convergenti
. Possono provocare la formazione di catene montuose
Infine se una placca continentale
scivola accanto
a una placca oceanica è detta
trasforme
.
La combaciabilità tra le coste dei continenti
Osservando le linee di costa dell'America Meridionale e dell'Africa notò che combaciavano, di conseguenza ipotizzò che in passato esistesse un unico grande continente.


TERRA VIVA!
Classe Terza
L' orogenesi
Le dorsali oceaniche
I vulcani
Un vulcano è una spaccatura della crosta terrestre con attività eruttiva di magma formatasi al di sotto o all'interno della crosta terrestre.
Correlazioni strutturali e litologiche
Nel far combaciare i bordi dei continenti Wegner notò una correlazione tra le successioni stratigrafiche e anche tra le catene montuose, le quali sembravano proseguire dal Sudamerica all'Africa.
Testimonianza dei fossili
Di fronte all'ipotesi delle presenza di ponti continentali che collegavano diverse Terre, Wegner mostrò l'impossibilità della loro esistenza, giustificando la distribuzione degli esseri viventi con il contatto che doveva esserci stato in passato tra i Continenti
Argomenti paleoclimatici
Wegner sostenne che inizialmente la Terra era composta da un unico continente posto vicino al Polo Sud per giustificare la presenza di tracce della glaciazione in zone comprese in una fascia con il clima semi-tropicale
Questo giustificherebbe anche la presenza di foreste
tropicali attualmente poste a settentrione
Da: L'energia e l'ambiente, 3, Zanichelli, Bologna 1979, p.183
All'inizio degli anni '60 Edward Bullard costruì una carta di combaciabilità ottenendo una corrispondenza molto maggiore.
La terra è un sistema vivente.
È composta da:

LITOSFERA
: parte rocciosa della terra

IDROSFERA
: sono le acque del pianeta

ATMOSFERA
: insieme di gas e vapori che avvolgono il globo

BIOSFERA
: tutti gli esseri viventi e gli ambienti in cui vivono
La terra è composta da vari strati : quello più interno è il
NUCLEO
:

Interno

Esterno
Tra la crosta e il nucleo troviamo il
MANTELLO
. Nella parte più esterna del mantello, l’
ASTENOSFERA
, avvengono i moti convettivi, che sono responsabili dei principali movimenti della crosta terrestre. Nello strato più esterno troviamo la
CROSTA
che è l’involucro di tutto il globo terrestre.

La faglia di San Andreas è una faglia trascorrente di 13000km. Attraversa la California. Fu individuata nel 1895 da Andrew Lawson nella California settentrionale. La faglia di San Andreas ha provocato numerosi terremoti di magnitudo 60 con intervalli di circa 22 anni. I principali terremoti sono stati:
1857- che provocò una frattura di 350km nella California centrale e del Sud.
1906- che provocò una frattura di 430km nella California del Nord
1989- che provocò una frattura di 40km presso Sant Cruz
Da tempo si parla del Big One, cioè un terremoto di enormi proporzioni che farebbe staccare la California dal continente americano
La tettonica delle placche
Un vulcano è formato da una struttura interna alla crosta e una struttura esterna formata dal rilievo vulcanico. La fuoriuscita di materiale è detta eruzione.
La forma e l'altezza di un vulcano dipendono da vari fattori tra cui l'età del vulcano, il tipo di attività eruttiva, la tipologia di magma emesso.

Struttura di un vulcano
L'Etna
Il Vesuvio
Si tratta di un vulcano particolarmente interessante per la sua storia e per la frequenza delle sue eruzioni. Fa parte del sistema montuoso Somma-Vesuviano. È situato leggermente all'interno della costa del golfo di Napoli.
Il Vesuvio detiene un primato a livello mondiale, cioè quello di essere stato il primo vulcano ad essere studiato sistematicamente (per volontà della casa regnante dei Borbone), studi che continuano tuttora ad opera dell'Osservatorio Vesuviano.
Una dorsale oceanica è il risultato della divergenza tra due placche di crosta oceanica e sono, quindi, i grandi rilievi montuosi che si susseguono sul fondo degli oceani.
Ogni dorsale è come una grande cicatrice sul fondo del mare al cui centro c'è una spaccatura attraverso cui può fuoriuscire il magma, che una volta emerso si raffredda e forma due catene montuose laterali.
La subduzione
Si ha un fenomeno di subduzione quando la crosta continentale di una placca si avvicina alla crosta oceanica di un'altra e quest'ultima, essendo più densa, si immerge sotto la prima. Allora la crosta oceanica si riscalda progressivamente e fonde. Questo fenomeno puó dare origine a profonde fosse oceaniche come è accaduto ad esempio vicino al Giappone, e determinare la formazione di catene montuose, come nel caso delle Ande in Sudamerica.
Il ciclo delle rocce
In origine le rocce erano tutte ignee, derivate dalla solidificazione del magma vulcanico. Nel corso dei millenni queste rocce subirono un lento processo di erosione da parte di agenti atmosferici , l’accumulo dei detriti diede vita a nuovi ammassi compatti: le rocce sedimentarie. Si parla di rocce metamorfiche per quelle rocce sottoposte a forti pressioni e alte temperature, le quali cambiano continuamente forma.
La faglia di San Andreas
Placche divegrenti: La Rift Valley
ROCCIA SEDIMENTARIA
calcare
ROCCIA IGNEA
granito
ROCCIA METAMORFICA
ardesia
la Rift Valley è una fossa tettonica estesa circa 600 Km e larga 30 Km. dal Nord della Siria al centro del Mozambico. Essa è nata 35 milioni di anni fa dalla separazione della placca Araba e Africana. prese il nome da Walter Gregory, un geologo britannico.
Questa e la Rift Valley in un immagine fotografata dal Satellite
Full transcript