The Internet belongs to everyone. Let’s keep it that way.

Protect Net Neutrality
Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

PIANO DI INTERVENTI

No description
by

Chiara Appendino

on 4 October 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of PIANO DI INTERVENTI

Così come ha evidenziato anche la Corte dei Conti l'equilibrio di bilancio è stato ottenuto con entrate non ripetitive, dunque non strutturali, e il pareggio di bilancio è "meramente contabile"
PERSONALE
EFFETTI SUL BILANCIO
MUTUI
NO, per due anni
ALIENAZIONI
TASSE E IMPOSTE
Al momento
non
sono previsti aumenti
PIANO DI INTERVENTI
ASSUNZIONI
Sì (dal 2019)
Blocco per tutto il 2018

Possibilità di bandire concorsi dal 2018 ma non di assumere
SERVIZI
Taglio ipotizzato del 6-8%, con possibilità di rimodulare negli anni successivi
Necessità di ridisegnare alcuni servizi, esternalizzando o internalizzando a seconda della convenienza per ridurre i costi mantenendo il servizio (es. trasporto disabili interno, turismo interno)
Con i tagli si definiranno comunque alcune scelte di ridimensionamento dei servizi
TRASFERIMENTI
Taglio ipotizzato dell'8% con possibilità di rimodulazione negli anni successivi
Possibilità di operare i tagli in modo graduale e non lineare
SI, dal terzo anno
Blocco dei mutui per i primi due anni salvo cambi sul piano;

Investimenti solo con entrate straordinarie in conto capitale per due anni
A DISCREZIONE DELLA CITTÀ
Ipotesi
1. Da alienare subito

2. Da alienare con provvedimenti specifici secondo cronoprogramma
Mantenimento degli attuali sgravi
e agevolazioni con possibili rimodulazioni
CASSA
MIGLIORAMENTO PROGRESSIVO
- Interventi mirati su SORIS per migliorare la riscossione;

- Tensioni di cassa per i primi 3 anni

- Nessuno aiuto di cassa straordinario
PIANO DI INTERVENTI DELLA CITTÀ DI TORINO
Durata di 4 anni, ovvero il periodo del mandato
Report ogni 6 mesi alla Corte dei Conti
Obiettivo: riequilibrare i conti
Entrate straordinarie per mitigare i tagli del disequilibrio
strutturale
(piano alienazioni partecipate e piano di dismissioni immobiliari).

Riduzione spesa corrente ridisegnando i servizi

Miglioramento capacità di riscossione
Razionalizzazione della gestione delle entrate non ricorrenti
Mediante avvio di un progetto ad hoc volto al miglioramento delle performance di riscossione delle sanzioni del Codice della Strada

Revisione degli organismi partecipati
Con ricognizione di tutte le partecipazioni possedute e relativo piano di alienazione
Dismissioni immobiliari
Da attuarsi tramite un programma di razionalizzazione e di valorizzazione degli immobili, che ne consenta, in alternativa, un migliore utilizzo o l'alienazione.
Aumento della riscossione delle entrate
In conto competenza e in conto residui.
Con creazione del servizio Riscossione Entrate e contestuale revisione delle prassi operative per consentire una migliore performance della riscossione.
Riduzione dell'indebitamento
Da perseguire mediante l'esclusione dell'accensione di nuovi mutui per il biennio 2018/2019
Riduzione dell'anticipazione di tesoreria
Riduzione dell'ammontare dei residui attivi
Mediante radiazione dei residui divenuti insussistenti o inesigibili e riduzione dei residui più vetusti.
Regolamentazione dei fondi vincolati
Limitando a casi circostanziati l'utilizzo di quote di fondi vincolati per il finanziamento della spesa
Con possibilità di rimodulazione in base alle necessità della Città o a cambi di normativa.

Riassetto del sistema societario e finanziario in materia di trasporti pubblici
Già state approvate in Consiglio Comunale le delibere 3061/24 e 3062/24 del 13/09/2017 di regolamentazione degli importi pregressi dovuti a tali società
GRAZIE
Deliberazione del Consiglio Comunale mecc. 201703504/2017
del 02/10/
Deliberazione approvata dalla Giunta in data 04/2017,
in attesa del voto del Consiglio Comunale
Premessa
I conti di Torino sono in disequilibrio strutturale
Premessa
Ci sono dunque due strade possibili per intervenire nel risanamento dei conti
1 - Piano di rientro
2- Pre-dissesto
Piano di Rientro
Procedura di carattere volontario gestita con il supporto della Corte dei Conti
Pre-dissesto
Procedura soggetta ad obblighi espressamente previsti dalla legge con accesso al Fondo di Rotazione
PERSONALE
Assunzioni
NO, per l'intera durata del piano (salvo autorizzazione ministeriale)
Riduzione personale di 1.500 unità circa in cinque anni con blocco assunzioni a tempo indeterminato (riduzione della spesa per tempo determinato del 50% della spesa media sostenuta nell’ultimo triennio), di cui 85 unità circa nelle scuole, 140 circa nei Servizi Sociali e 120 circa nel Corpo di Polizia Municipale;
Innalzamento dell’età media dagli attuali 53 anni circa a 56/57 anni nel 2021;
Chiusura di alcune scuole e asili;
Abolizione servizio di scuola estiva;
Riduzione Welfare per carenza di personale socio-assistenziale;
Riduzione servizi del Corpo di Polizia Municipale (eliminazione reperibilità, turni e servizi notturni e festivi)
Azzeramento incarichi e consulenze esterne.

EFFETTI SUL BILANCIO
SERVIZI
Riduzione di almeno il 10% delle spese di acquisto di beni e prestazioni di servizi
Eliminazione dei sussidi economici (agevolazioni ISEE per TARI e per refezione scolastica);
Scuola e Servizi sociali (riduzioni o azzeramenti di servizi non obbligatori per legge );
Contratti e servizi (eliminazione dei servizi non obbligatori)

TRASFERIMENTI
Riduzione di almeno il 25% delle spese per trasferimenti
Taglio lineare su tutto.
Enti chiusi con possibilità di personale in esubero (es. taglio del 25% del contributo a Urban Center, Csi, enti culturali
Abolizione agevolazioni GTT
Diminuzioni e abolizioni contributi ad associazioni ed enti vari

Effetto complessivo di almeno 90 milioni
MUTUI
NO, per tutto il periodo del predissesto
Nessun investimento con accensione di mutui per l'intera durata di riequilibrio finanziario;
Investimenti solo con finanziamento in conto capitale

ALIENAZIONI
Obbligo di dismissione di tutti i beni patrimoniali disponibili non indispensabili per i fini istituzionali dell'Ente*
Case di quartiere;
Immobili concessi ad associazioni ed enti benefici;
Immobili concessi per attività ricreative e di tempo libero

*l’alienazione è requisito indispensabile per accedere al Fondo di Rotazione

TASSE E IMPOSTE
Sì ad aumenti. Tariffe al massimo in automatico e perdita delle agevolazioni
Innalzamento aliquote IMU:
Immobili concessi in locazione convenzionata ai fini sociali con conseguente aumento dell’emergenza abitativa (dal 4,31 al 10,60 per mille), immobili concessi in comodato gratuito (dal 7,60 al 10,60 per mille), unità immobiliari appartenenti a nuove imprese che svolgono attività dirette alla promozione e al supporto di iniziative di ricerca scientifica e tecnologica o finalizzate alla utilizzazione industriale dei risultati della ricerca (dall’8,60 al 10,60 per mille), fabbricati destinati a sale cinematografiche utilizzate direttamente dal proprietario per attività cinematografica ovvero locate per le medesime finalità (dal 9,60 al 10,60 per mille);
Abrogazione agevolazioni ISEE – TARI;
Eliminazione riduzioni ed esenzioni ONLUS e varie;
Abrogazione esenzione addizionale comunale IRPEF per redditi inferiori a 11.500 Euro;
Incremento tariffe dei servizi a domanda individuale (ad esempio asili nido).

CASSA
Accesso al fondo di rotazione per un massimo di 216 mln circa*
Aiuto di cassa una tantum che dà “fiato” e riduce subito utilizzo di tesoreria;
Per 30 anni restituzione di cassa di circa 9 milioni annui

* Calcolo che prevede il massimo erogabile in base all'art. 243 ter D.Lgs. 267/2000. La somma effettivamente erogata potrebbe subire una forte riduzione

E se
invece...
Full transcript