Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La Prima Guerra Mondiale

No description
by

Mab BS

on 12 August 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La Prima Guerra Mondiale

“radiose giornate di maggio”
Entrata in guerra
Il ritorno e la delusione
La donna durante la guerra
La morte seriale:
la mitragliatrice e il gas
La mobilitazione della nazione

Grossi eserciti
scesi in campo.
Armamenti
fabbricati secondo le nuove scoperte.
Apparato propagandistico
a favore della guerra (stampa, intellettuali)
Imperialismo e nazionalismo
(grandi ideologie di massa)
Guerra di movimento
(1914)
Guerra di logoramento
(1915-16)
Guerra sottomarina
(1917)
Triplice Alleanza
(Germania- Austria)
Alleanze segrete
con Francia, Inghilterra e Russia (Intesa).

Interessi
:
Recupero delle terre irredente
(Trentino, Tirolo fino al Brennero, Trieste, Gorizia, Istria esclusa Fiume, Dalmazia, Valona in Albania, protettorato sull’Albania, Dodecaneso)
Le alleanze italiane
I Balcani alla vigilia della guerra
Cattedra di Cultura Italiana II- Facolta' di Lingue UNC - Prof.ssa Mariela Bortolon
Ferite, traumi
La trincea
1916
: Spedizione punitiva austriaca contro l’Italia – Conquista di Gorizia
1917
: Disfatta italiana a Caporetto
1918
: Vittoria italiana a Vittorio Veneto
Principali avvenimenti sul fronte italiano
1900: Guerra contro i boxers in Cina (intervento italiano)
1904-1905: Guerra russo-giapponese
1904: Intesa Cordiale tra Francia e Inghilterra
1907: Triplice Intesa tra Francia, Inghilterra e Russia
1908: Rivoluzione in Turchia
1911-1912: Guerra italo-turca per la Libia
1912-1913: Guerre balcaniche (rafforzamento della Serbia e della Triplice Intesa)
Principali avvenimenti
preliminari
Due rappresentazioni contrapposte:
Belle époque
Militarismo aggressivo e logica di potenza
Intenso sviluppo economico
Crescita del commercio mondiale
Inasprimento delle tensioni internazionali
Riarmo delle grandi potenze
Inasprimento dei conflitti sociali dentro ogni stato
Cause contingenti
Attentato di Sarajevo
Crisi balcaniche
L'Europa in guerra (1914-1918)
28 luglio 1914: Austria – Serbia
29 luglio - 4 agosto: Germania -Russia, Francia, Inghilterra

MARE
Corazzata
Sottomarino
Blocco navale
Mine navali

ARIA
Dirigibili
Aerei da ricognizione


TERRA
Fucili
Baionette
Revolver
Mitragliatrice
Cannoni
Trincee
Telegrafo senza fili
Telefono
Armamenti e metodi di combattimento

INTERVENTISTI
piccola e media borghesia
Intellettuali
Governo
Nazionalisti
Democratici irredentisti
Sindacalisti rivoluzionari
Maggio
1915

NEUTRALISTI
Contadini
Operai
liberali giolittiani
socialisti
cattolici


Paesi neutrali

Svizzera
Belgio
Svezia
Spagna
Albania
Triplice Intesa
Francia
Gran Bretagna
Russia
Alleati
:
Giappone
Romania
Italia
Stati Uniti
Serbia
Montenegro
Grecia
Portogallo
Triplice Alleanza
Austria
Germania
Alleati
:
Impero Ottomano
Bulgaria
Le alleanze internazionali
Mutamenti territoriali
Il dopoguerra in Italia
L’Europa rivoluzionaria
La guerra civile in Russia
CAUSE
:
Arretratezza economica e sociale della Russia: oppressione del proletariato
Mancato sviluppo industriale
Prima grande guerra
Incapacità dell’aristocrazia e della borghesia di guidare il paese
Azione dei socialrivoluzionari, menscevichi e bolscevichi

AVVENIMENTI
:
Febbraio 1917: scoppio della rivoluzione a Pietrogrado (soviet di operai e soldati – abdicazione dello zar)
Preponderanza bolscevica ai soviet. Lenin e lo stato democratico proletario
Ottobre 1917: colpo di stato dei bolscevichi: Lenin capo del governo, Trotzkij commissario agli esteri, Stalin ministro delle nazionalità.

EFFETTI
:
Nascita dell’URSS
Perdita di un quarto dell’antico territorio russo
Dittatura comunista: nuove norme sulla famiglia e sul rapporto fra i sessi; controllo sull'istruzione e sulla cultura; statalizzazione delle attività produttive.
Rivoluzione Russa
Massificazione della politica
: aumento del numero degli iscritti a partiti politici e sindacati e maggiore complessità dei loro apparati organizzativi
Diffusione delle manifestazioni pubbliche:
comizi, cortei, adunate
Scomparsa delle ideologie liberali
Crescita delle ideologie nazionaliste
Reazione antisocialista
della borghesia conservatrice
Espansione del movimento operaio
(lotta di classe)
Conseguenze politiche
10 milioni di vittime (uomini tra i 20 e i 40 anni)
Presenza di malattie endemiche
Profondi mutamenti sociali:
*
Presenza femminile in ogni settore dell’economia
*Migrazione femminile e infantile nelle città
*Crisi della struttura familiare patriarcale
*Minor rispetto delle tradizioni: abbigliamento, tempo libero
*Nuovo tipo sociale: il reduce di guerra
*Mentalità "combattentistica", associazioni di ex combattenti; risentimento
*Imposizione dello stile di vita americano: jazz, charleston, whisky, cinema…
Conseguenze socio-culturali
Debolezza economica di tutti i paesi europei: aumento delle tasse, allargamento del debito interno, aumento della quantità di carta moneta
Ingenti debiti con gli USA
Rinforzamento del nazionalismo economico e del protezionismo doganale
Crisi economica:
*
Aumento dei prezzi e dell’inflazione
*Sopravvento delle importazioni sulle esportazioni
*Fallimento di molte industrie riconvertite
*Calmieri sui prezzi dei beni di prima necessità e dei canoni d'affitto
*Crescita della disoccupazione
Conseguenze economiche
La società delle nazioni
La Cecoslovacchia e gli Stati Baltici
La formazione della Polonia (1918-23)
La dissoluzione dell’Impero ottomano
perdita dell’Arabia, la Mesopotamia, la Siria e la Palestina
Cessione alla Grecia della Tracia e dell’Anatolia meridionale comprendente Smirne
Perdita dell’Irak
Controllo internazionale sugli stretti
Imposizioni alla Turchia
L’Austria e l’Ungheria
Nascita di nuovi stati: Repubblica d’Austria, Regno di Ungheria, Regno di Jugoslavia, Repubblica della Cecoslovacchia, Repubblica di Polonia
Restituzione della Transilvania all’Ungheria
Restituzione di territori alla Polonia
Restituzione all’Italia delle terre irredente (Trentino e Alto Adige fino al Brennero, Venezia Giulia, Trieste ed Istria)
Imposizioni all’Austria
La Germania “mutilata”
Restituzione alla Francia dell’Alsazia e della Lorena
Concessione per 15 anni alla Francia del bacino minerario della Saar
Annessione di territori al Belgio, alla Danimarca, alla Polonia (corridoio polacco)
Consegna della flotta all’Inghilterra
Perdita di tutte le colonie
Riduzione dell’esercito a 100.000 uomini
Abolizione del servizio militare
Impegno a fornire materie prime ai paesi vincitori a condizioni vantaggiose
Imposizioni alla Germania
L’Europa degli anni ‘20
Eredità della grande guerra (violenza, razzismo)
Debolezza della democrazia
Rivendicazioni nazionaliste
Divisioni nella sinistra
Austria: formazioni paramilitari preludono all’involuzione autoritaria degli anni trenta
Ungheria: regime autoritario
Germania: debolezza strutturale della repubblica di Weimar
Italia: FASCISMO
Soluzioni autoritarie negli anni 20
Tentativo di estendere la rivoluzione:
«fare come la Russia»
parola d’ordine dei partiti comunisti europei
repubblica sovietica in Ungheria
settimana di sangue a Berlino
biennio rosso in Europa
1917- La rivoluzione d’ottobre in Russia
Guerra civile in Russia
Guerra Russo-Polacca
La diffusione della rivoluzione
Nascita di
forze e dottrine anti-liberali e anti- democratiche:

Destra nazionalista
Destra reazionaria
Partiti comunisti
Democrazie deboli

Principio dell’autodeterminazione dei popoli
Nascita di nuovi stati nazionali
Democrazie nell’Europa orientale
I
trattati di pace
(1919/1920):

Versailles: Germania
St. Germain: Austria
Trianon: Ungheria
Neuilly: Bulgaria
Sèvres: Turchia
Fine di quattro imperi:
Russia
Austria
Turchia
Germania
I trattati di pace

diktat alla Germania
“vittoria mutilata” per l’Italia
stati con forti minoranze etniche
risentimenti nazionalistici
tensioni interne e internazionali
riduzione del peso politico dell'Europa nel contesto mondiale
maturazione di una coscienza collettiva
disagio sociale
trasformazione dei costumi
Mobilitazione di massa
Guerra totale
“Grande carneficina”
intervento dello stato nell’economia
sviluppo del capitalismo monopolistico
innovazioni tecnologiche
produzione di massa

crollo civile e morale dell’Europa
fine della centralità politica ed economica dell’Europa
Conseguenze della grande guerra
Il primo dopoguerra
Fattori legati alla politica interna
:

Peso politico delle
gerarchie militari
Militarizzazione

delle economie e delle coscienze
: corsa agli armamenti; nazionalismo aggressivo
Crisi del pacifismo socialista
Fattori internazionali
:
Crisi del sistema di alleanze bismarckiano
e nascita di un assetto bipolare: Germania-Austria Ungheria-Italia (
TRIPLICE ALLEANZA
)/ Russia-Francia-Gran Bretagna (Duplice Franco-russa; Intesa Cordiale, poi
TRIPLICE INTESA
)
Conflitto economico, militare e coloniale
t
ra Germania e Gran Bretagna
Tensione tra Germania e Francia
per l’Alsazia e la Lorena
Tensione nei Balcani
tra Austria e Russia
Atteggiamento aggressivo di Germania e Austria
Atteggiamento più pacifista di Gran Bretagna e Francia
Il quadro generale del mondo all'inizio del '900
Crescita dei gruppi pacifisti
Crescita dei nazionalismi aggressivi
Crescita delle utopie internazionaliste e rivoluzionarie
Incessante progresso scientifico e tecnologico
Critica al positivismo
Colonialismo
DECLINO DELL'EUROPA DI FRONTE ALLA NASCITA DI POTENZE EXTRAEUROPEE:
Usa e Giappone
L'Estremo Oriente

Programma di pace in 14 punti
(Wilson, USA)

Nuovo assetto europeo
Soppressione della diplomazia segreta e delle barriere doganali
Riduzione degli armamenti
Rispetto del principio di nazionalità
Nascita delle Società delle Nazioni
Ricerca di un "ordine nuovo"
AVVENIMENTI
EFFETTI
1919
: nascita del
Partito Popolare Italiano
(cattolico) e del
Movimento Fascista
.
Affermazione del
Partito Socialista
: prevalenza dei massimalisti (rivoluzionari) sui riformisti. Nascita di gruppi bolscevichi (Gramsci, Togliatti).
Declino dei liberali.
Biennio rosso
(1919- 1921): scioperi agrari e industriali, occupazione delle fabbriche, spedizioni punitive fasciste.
LA PRIMA GUERRA MONDIALE
Gino Severini, Treno blindato in azione. 1915
Caratteristiche
LA GUERRA
Reazione
dell’opinione
pubblica

Entusiasmo
Guerra di autodifesa
Unione sacra della nazione
L'attesa dell'Italia
Full transcript