Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

BYOD a scuola

No description
by

Angelo Fais

on 4 October 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of BYOD a scuola

MI PRESENTO
ANGELO FAIS
formatore
il laboratorio
BYOD a scuola
Cos'è il BYOD?
BYOD
è l’acronimo di
Bring Your Own Device


Nasce in ambito aziendale per poi trasferirsi in ambito scolastico
BYOD
dà la possibilità di consentire l'accesso ai

dati,
servizi
applicazioni

di una organizzazione
utilizzando
dispositivi personali

non di proprietà


dell'organizzazione
Le loro connessioni
LE LORO APPLICAZIONI
strumenti
I devices utilizzati nell'ambiente di lavoro sono:
Smartphones
tablet,
portatili
chiavette USB .
"BYOD a scuola" (#6)
Angelo Fais
IC MONTE GURTEI - NUORO
28/09/2016
DOCENTE DI MATEMATICA E FISICA

presso il Liceo delle Scienze Umane e Musicale
"Sebastiano Satta" - Nuoro
PNSD
USR Sardegna
Indire
master teacher
laboratorio
animatore digitale
gruppi di progetto
più che altro curioso...
“Gli studenti dimenticano di portare il libro a scuola, ma non dimenticano di portarci il loro smartphone”

(Wulfran Fortin - docente di Fisica)
LE RETI PERSONALI
(WIFI, bluetooth ....)
LE LORO IDENTITA' DIGITALI
BYOT
Bring Your Own Tecnology
PNSD Azione #6

Politiche attive per il BYOD (Bring Your Own Device)
La scuola digitale, in collaborazione con le famiglie e gli enti locali, deve aprirsi al cosiddetto BYOD (Bring Your Own Device), ossia a politiche per cui l’utilizzo di dispositivi elettronici personali durante le attività didattiche sia possibile ed efficientemente integrato”.
Gli studenti usano i loro device personali con le loro applicazioni, e quindi la propria tecnologia per lavorare a scuola ma anche a casa
Tecnologie diverse possono convivere senza troppe difficoltà (Android, IOS, Windows, Linux ecc), basta sapere cosa usare e come.
Lavoro in rete (web application,on-line tools,  e-learning, cloud, piattaforme social)
Si può condividere qualsiasi cosa (domande, ricerche, risultati, progetti, prodotti, ecc..)
Individualizzazione dei processi e dei tempi di apprendimento e valutazione
Necessità di nvestimenti per il potenziamento e manutenzione dell'infrastruttura:

larghezza di banda adeguata,
Wi-Fi adeguato ad un gran numero di utenti simultanei,
sicurezza di rete
adeguati sistemi di gestione dei dispositivi mobili
Vanno definite delle politiche (filtri, limitazioni, regolamento, account, ecc..)
Vanno valutati gli aspetti del digital divide (tutti gli studenti possiedono tablet e/o smartphone?)
problematiche
vantaggi
didattica laboratoriale

modelli di insegnamento cooperativ0

flipped classroom
PBL (Problem-Based Learning)
EAS ( Episodi di Apprendimento Situato)
la classica lezione in classe si modifica e si amplia nello spazio e nel tempo:

basta avere con sè una connessione e il proprio smartphone o tablet o pc
il lavoro didattico prescinde dall'orario scolastico e dall'essere a casa o in un'aula a scuola.
Occorrono strumenti che connettano docenti e alunni costruendo
applicazioni WEB
un'aula virtuale
spazi di condivisione cloud
con l'uso di
e
La piattaforma Edmodo
servizi di base gratuiti

permette di:
creare dei gruppi classe virtuali
interagire con gli studenti
condividere materiali, quali link, file, quiz, video
dare dei compiti
creare e somministrare quiz
svolgere sondaggi
valutazione online
piattaforma “Social Learning”

Ambiente controllato e sicuro, appropriato per la scuola.
Ogni gruppo classe è gestito dall’insegnante.
Gli studenti hanno bisogno di un codice di accesso per poter fare parte della classe
Gli studenti possono comunicare soltanto con l’intera classe o con l’insegnante - messaggi privati tra studenti non sono possibili.
Messaggi anonimi non sono possibili.
L’insegnante è il moderatore, può intervenire eliminando i messaggi
E possibile l’accesso dei genitori alle attività dei propri figli .
Edmodo e Google Drive
Ambienti integrati in cui si può
Condividere:
Sicronizzando i Documenti Google nella libreria di Edmodo si possono condividere con il gruppo
Collaborare:
i membri dei gruppi possono aprire documenti e scriverli in maniera collaborativa con gli altri componenti
Il tutto senza carta.
Tutto quanto viene prodotto o condiviso è immediatamente disponibile sui device in qualsiasi momento e in qualsiasi posto
e non solo......
ll laboratorio è finalizzato
alla costruzione di una classe virtuale basata su
Edmodo
e la sua integrazione con i
Google Docs

oltre agli applicativi web che li completano
con metodologie flipped o blended
il laboratorio
grazie dell'attenzione !
Full transcript