Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

EUROPA

No description
by

susanne lenz

on 21 September 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of EUROPA

L'EUROPA


L’Unione Europea viene posta in essere allo scopo di mettere fine alle guerre frequenti e sanguinose tra paesi vicini, culminate nella seconda guerra mondiale.
Negli anni Cinquanta la Comunità europea del carbone e dell’acciaio comincia ad unire i paesi europei sul piano economico e politico al fine di garantire una pace duratura. I
sei membri fondatori
sono il Belgio, la Francia, la Germania, l’Italia, il Lussemburgo e i Paesi Bassi. Gli anni Cinquanta sono caratterizzati dalla guerra fredda tra Est ed Ovest.
Nel 1957, il trattato di Roma istituisce la
Comunità economica europea
(CEE), o ‘Mercato comune’.
Con l’adesione della Danimarca, dell’Irlanda e del Regno Unito il 1° gennaio 1973, il numero degli Stati membri dell’Unione europea sale a nove. Il breve ma cruento conflitto arabo-israeliano dell’ottobre 1973 scatena una crisi energetica e problemi economici in Europa.
Il Parlamento europeo accresce la propria influenza nelle attività dell’UE e, nel 1979, viene eletto per la prima volta a suffragio universale.

Nel 1981 la Grecia diventa il decimo Stato membro dell’UE, mentre il Portogallo e la Spagna aderiscono all’UE nel 1986. Sempre nel
1986
viene firmato l’
Atto unico europeo
, che pone le basi per un ampio programma di sei anni finalizzato a risolvere i problemi che ancora ostacolano la fluidità degli scambi tra gli Stati membri dell’UE e crea così il
‘Mercato unico’
. Si produce un grande sconvolgimento politico quando, il 9 novembre 1989, viene abbattuto il muro di Berlino e, per la prima volta dopo 28 anni, si aprono le frontiere tra Germania Est e Germania Ovest, che saranno presto riunificate in un solo paese.
Il
crollo del comunismo
nell’Europa centrale ed orientale ha determinato un avvicinamento dei cittadini europei. Gli anni Novanta sono il decennio di due importanti trattati: il trattato di
Maastricht sull’Unione Europea (1993) e il trattato di Amsterdam (1999)
. I cittadini europei si preoccupano di come proteggere l’ambiente e di come i paesi europei possano collaborare in materia di difesa e sicurezza. Nel 1995 aderiscono all’UE tre nuovi Stati membri: Austria, Finlandia e Svezia. Una piccola località del Lussemburgo dà il nome agli
accordi di ‘Schengen
’ che, gradualmente, consentono ai cittadini di viaggiare liberamente senza controllo dei passaporti alle frontiere.
L'euro è la nuova moneta per molti cittadini europei. Il trattato di
Lisbona
entra in vigore il 1° dicembre
2009
, apportando in seno all’UE istituzioni moderne e metodi di lavoro più efficienti.
Le
principali istituzioni dell'Unione Europea
sono:

ll
Parlamento europeo
, che rappresenta i popoli europei, esprime la volontà
democratica dei cittadini dell’UE;
Il
Consiglio dell'Unione europea
, che rappresenta i governi nazionali dei singoli
stati membri;
La
Commissione europea
, che rappresenta l'interesse comune europeo che ha
inoltre il compito di difendere;
Il
Consiglio Europeo
, che definisce l’indirizzo politico generale.


Parlamento europeo Potere legislativo

Consiglio (dei ministri) dell’UE

Commissione Potere esecutivo

Corte di giustizia Potere giudiziario

Consiglio europeo Organo di indirizzo
L'Unione Europea si estende su oltre 4 milioni di km² e conta
503 milioni
di abitanti; in termini di popolazione si colloca dunque al
terzo posto
nel mondo,
dopo
la
Cina
e l'
India
. Per estensione, la
Francia
è il paese più grande e
Malta
quello più piccolo.
La popolazione europea è in
aumento
per effetto di un
incremento naturale
e del
saldo migratorio
.
Al tempo stesso, la popolazione europea sta
invecchia
ndo, a seguito dell'aumento della speranza di vita e del calo delle nascite.

Le lingue dell'Unione europea sono le lingue usate dagli abitanti degli Stati membri dell'Unione Europea. Attualmente le lingue ufficiali dell'Unione Europea sono
24
. Le tre lingue
principali
sono
francese, inglese e

tedesco
. L'UE incoraggia il
multilinguismo
, cioè incoraggia i propri cittadini ad essere in grado di parlare altre lingue oltre la propria lingua madre.
L'Europa è una delle zone più ricche del globo: troviamo infatti grandi potenze dal punto di vista economico, quali Germania, Italia, Francia, Regno Unito e Russia, i quali detengono un PIL Nominale molto alto. L'economia europea può essere geograficamente divisa in due grandi zone: quella Occidentale, caratterizzata da economie fortissime e valori di sviluppo alti, e quell'Orientale, in cui la ricchezza descresce verso Est, pur essendovi economie caratterizzate da un forte tasso di crescita. Grazie alla sua varietà di luoghi e di storia, l'Europa ha tutti i settori economici molto sviluppati:
l'agricoltura
, con il Bassopiano Sarmatico, il Bassopiano Francese, la Pianura Padana, il Bassopiano Germanico e le pianure spagnole, l'industria, con le aree di Parigi, Berlino, Milano,della Renania-Westfalia, Londra, Mosca, Istanbul (in parte in territorio Asiatico), Barcellona e molte altre, e il settore
terziario
, in cui, oltre alle attività finanziare, assicurative e bancarie, spicca il turismo: infatti in Europa vi sono 3 delle nazioni più visitate al mondo: Francia, Spagna e Italia.
IR
LAN
DA

Se si osserva la cartina si nota che l’Irlanda è divisa in due zone: la zona settentrionale e meridionale è prevalentemente montuosa, mentre la zona centrale è pianeggiante.
I monti più elevati sono: i Monti di Kerry e i Monti Wicklow. Elevata è l’altezza dei Monti Dónegal.
La parte pianeggiante è disseminata di laghi, i più importanti sono: il lough Derg, il Corrib, il Mask, il lough Neagh e il lough Ree.
Il fiume principale è il fiume Shannon (364 km), che sfocia nell’oceano Atlantico. Di discreta lunghezza sono il Blackwater e il Barrow.
Le coste sono piuttosto uniformi e compatte nella parte orientale; sono invece frastagliate e incise nella parte occidentale.
Il clima dell’Irlanda è temperato ma assai umido e piovoso.
Le precipitazioni sono molto abbondanti e distribuite in tutti i mesi dell’anno.
Frequente è la nebbia.
L'Irlanda fu conquistata da popolazioni celtiche intorno al 4° secolo a.C. e sino al 12° secolo d.C. mantenne una sostanziale autonomia. Tra il 12° e il 15° secolo fu gradualmente sottomessa al ferreo dominio dell'Inghilterra, da cui riuscì in gran parte a emanciparsi (salvo il Nord rimasto parte della Gran Bretagna), soltanto nel corso del Novecento, dopo una lunghissima vicenda di scontri e violenze.
La nascita dello Stato libero d'Irlanda suscitò una vera e propria guerra civile tra le forze favorevoli a questo compromesso e quelle che volevano l'unificazione dell'intera isola. Negli anni successivi lo Stato libero d'Irlanda si staccò del tutto dal Commonwealth: nel 1937 fu infatti proclamata la Repubblica d'Irlanda (Eire in gaelico), che nel 1949 ottenne la completa indipendenza dalla Gran Bretagna.
La Repubblica d'Irlanda fa parte dell'Unione Europea.



L'Irlanda ha una popolazione di circa di 4.470.000 abitanti, con una densità media di 63 abitanti per km², che si concentra prevalentemente nell'aerea metropolitana di Dublino o città costiere come Cork. Sono lontane le cifre del 1840, quando in Irlanda vivevano circa 8.000.000 di persone. Tra il 1845 e il 1846, ci fu una terribile carestia provocata da una malattia che colpì la coltivazione delle patate, elemento primario della dieta degli irlandesi. La terribile devastazione che segui provocò alla morte di circa 2 milioni di persone e fu causa principale delle successive migrazioni verso gli Stati Uniti e l'Inghilterra. Di seguito vediamo quali sono le principali caratteristiche della popolazione irlandese, tra passato e presente e prospettive future.

La Repubblica d'Irlanda è una piccola, moderna nazione ben inserita nel commercio internazionale. La crescita economica è stata in media del 10% nel quinquennio 1995-2000 e del 7% nel periodo tra il 1995 ed il 2004. L'Agricoltura, un tempo il settore più importante, è ora stata superata dall'Industria. Sebbene le esportazioni siano ancora l'elemento di maggior traino per l'economia irlandese, quest'ultima beneficia molto anche dell'aumento nei consumi interni e dalla ripresa nelle costruzioni e negli investimenti industriali.

Secondo i dati, l'Irlanda è la principale esportatrice mondiale di software e servizi del terziario avanzato. La ragione risiede nella non tassazione dei diritti d'autore, per cui la Repubblica irlandese viene scelta come base per la commercializzazione in tutto il mondo di molti prodotti protetti da copyright, come la musica ed, appunto, i programmi per elaboratore.


SITOGRAFIA
www.irlanda.cc
www.irlandando.it
www.wikipedia.org
google immagini
www.scuoleria.blogspot.it
www.studenti.it
La bandiera irlandese è un tricolore composto da tre bande verticali di uguali dimensioni: verde (lato dell'asta), bianco e arancione, ed è la bandiera nazionale della Repubblica d'Irlanda, oltre che l'unica bandiera riconosciuta dalle comunità nazionaliste dell'Irlanda del Nord.
Fu usata per la prima volta dai nazionalisti irlandesi nel 1848 durante la rivolta della "Giovane Irlanda". Venne disegnata per rappresentare le popolazioni nazionaliste cattoliche (verde) e unioniste protestanti (arancio) dell'Isola di Irlanda, che vivono assieme in pace, pace che è rappresentata dal bianco (il tricolore francese ha un simbolismo simile).
Europa fa parte dal punto di vista fisico di un continente più grande chiamato
Eurasia
.
Il continente europeo è delimitato a nord dal Mar Glaciale Artico, a ovest dall’Oceano Atlantico, a sud dal Mar Mediterraneo, dal Mar Nero e dalle montagne del Caucaso, a est è diviso dall’Asia dalla catena dei Monti Urali e dal fiume Ural. Questi sono tutti confini naturali.
Le montagne sono poco elevate e arrotondate nella parte occidentale del continente; nella parte meridionale ci sono le catene più alte (
Pirenei, Alpi, Balcani e Carpazi
) che sono più giovani. L’Europa centrale e orientale è invece pianeggiante. La parte meridionale, dall’Italia alla Grecia è una zona di vulcani e di terremoti.
Le coste dell’Europa sono molto frastagliate, ci sono grandi penisole, golfi, isole e arcipelaghi .
L’Europa e ricca di fiumi e molti di questi sono navigabili.
I fiumi dell’Europa orientale sono più lunghi ma nei mesi invernali sono ghiacciati e non sono navigabili.
Molti fiumi che sfociano nel
Mar Mediterraneo
e nel
Mar Nero
hanno una foce a
delta
.
I fiumi che sfociano nell’
Oceano Atlantico
hanno spesso
foci ad estuario
.
TERRITORIO
UNIONE EUROPEA
POPOLAZIONE
ECONOMIA

La maggior parte delle aziende europee sono di piccole e medie dimensioni, ma le poche
imprese di grandi dimensioni hanno un peso fondamentale nell’economia del continente.
Le innovazioni tecnologiche hanno consentito di migliorare la qualità dei prodotti e ridurre
i tempi e i costi di produzione.
I settori industriali tradizionali sono diventati meno importanti, mentre restano molto competitive
a livello mondiale l’industria chimica e automobilistica.
Lo sviluppo industriale dell’Europa non è avvenuto di pari passo in tutti i Paesi.
Spesso esistono agevolazioni fiscali e finanziarie garantite dai governi che vogliono favorire lo sviluppo industriale dei loro Paesi.
In alcuni casi si trovano a basso prezzo le materie prime necessarie per la produzione.
A partire dagli anni '80, però, molti Stati hanno avviato le cosiddette privatizzazioni, hanno cioè incominciato a vendere a privati le aziende di loro proprietà,
per ottenere una maggiore efficienza.
Negli ultimi anni molti Paesi europei, hanno investito in queste nazioni acquistando e creando nuove aziende.
L’area più industrializzata è quella che si trova tra Praga, Cracovia e Budapest.
La parola birra in Irlanda è innanzitutto sinonimo di Guinness, la birra più bevuta in Irlanda e, forse, nel mondo.
Questa “zuppa” d’orzo fermentato, estremamente nutriente e molto corposa, ad alcuni in passato è sembrata poter sostituire addirittura un intero pasto!
Di colore nero opaco dall’inconfondibile spuma cremosa. Offre un aroma intenso di tostato con un gusto dall’impatto amaro ma cremoso, con gusto di caffè e cioccolato amaro arricchito da note fruttate e di caramello.
La Guinness infatti va servita in due tempi.
Dapprima si riempie il bicchiere per circa i 3/4 tenendolo a 45° rispetto allo spillatore e avendo cura che il becco dello stesso tocchi con il vetro interno del bicchiere. Quindi la si lascia riposare per qualche minuto ed infine si riempie del tutto il bicchiere tenendolo questa volta perpendicolare e distante dallo spillatore in modo da creare la caratteristica schiuma.
La schiuma, molto densa, deve inoltre essere cremosa, unta, e rimanere fino alla fine. Un buon trucco è quello di segnare le proprie iniziali o disegnare un trifoglio sulla superficie della schiuma e controllare se se ne vedono ancora le tracce all’ultima sorsata.
L’ideatore di questa prelibatezza è stato Arthur Guinness, che nel 1759, iniziò un’avventura che in breve tempo lo portò a produrre la birra più popolare d’Irlanda.
GU
I
NNESS
In Irlanda la festa più celebrata è il St. Patrick’s Day: si celebra il 17 marzo di ogni anno, nella Repubblica d’Irlanda, nell’Irlanda del Nord e in generale ovunque ci sia una nutrita comunità irlandese ed è la Festa nazionale in onore del Santo Patrono.
Durante i giorni del St. Paddy, l’Irlanda si veste di verde e Dublino soprattutto si trasforma in una festa continua, un concentrato di festival, frenesia e allegria, ma anche di tantissimi eventi musicali e culturali sparsi per tutta la città. Questa ricorrenza richiama giovani e turisti da tutto il mondo e la città diventa un unico grande evento gioioso e colorato che si snoda fra parate, fuochi d’artificio, fiumi di birra e session di musica tradizionale nei pub, in un’atmosfera unica e coinvolgente che dai locali si riversa per le strade e le piazze della città.
St. Patrick's day
CLIMA
In Europa ci sono climi diversi :

Clima boreale
a nord vicino al circolo polare artico, freddissimo per molti mesi all’anno. E’ caratterizzato dalla tundra (vegetazione bassa) e dalla taiga
Clima continentale
nell’Europa centrale e orientale: estati calde, inverni freddi e poche precipitazioni. E’ caratterizzato da foreste di latifoglie e, a est, dalla steppa .
Clima atlantico
: inverni non molto freddi, estati fresche e precipitazioni abbondanti
Clima alpino
: lo troviamo sulle catene montuose più alte, inverni freddi, estati fresche e precipitazioni nevose.
Clima mediterraneo
nell’Europa meridionale, sulle coste del Mediterraneo: estati molto calde, inverni miti e precipitazioni scarse. La vegetazione tipica è la macchia mediterranea ( ulivi, cespugli bassi ).
INDUSTRIA
G7 e Cina; in % sul PIL
Full transcript