Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Personal learning network

No description
by

Giada Benedetti

on 21 January 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Personal learning network

Inquadramento teorico
Informal
learning
Personal learning network
Un Personal Learning Network (in italiano "
rete per l'apprendimento personale
") è una rete per l'apprendimento informale che consiste nell'insieme di persone con le quali un individuo interagisce in un ambiente di apprendimento. In un PLN una persona crea una connessione con un'altra con lo specifico intento di realizzare un qualche processo di apprendimento informale in virtù di tale connessione.
Utilità
Il personal learning network è rivolto a tutti, è una strategia che ci permette di tenerci collegati a tutto quello che desideriamo, piattaforme, socialnetwork, blog ecc. in modo da ampliare le nostre conoscenze e tenerci informati su quello che ci interessa.
cosa serve? un computer o smartphone, una connessione internet e motivazione.

Come costruire
un PLN
10 modi per costruire il tuo PLN:

Segui un hashtag come #edchat su Twitter e partecipa attivamente!
Entra in gruppi di LinkedIn e rispondi a domande, commenti su post e connettiti con gli altri.
Segui e scambia messaggi con persone che ti seguono (non importa quale social network sia!).
Controlla le persone che ti 're-pin' (I Pin sono come piccoli segnalibri su Pinterest), parla con loro e segui i loro profili.
Metti molti mi piace a gruppi e pagine su Facebook e partecipa alle discussioni.
Trova un blog che ti piace, guarda chi lo segue, segui i blogger e commenta.
Usa le notifiche RSS per rimanere aggiornato con i bloggers che segui.
Parla con le persone via email. Contatta i bloggers e altre persone via email invece di utilizzare la messaggistica dei social network, è molto più personale!
Prova nuovi strumenti come Scoop.it, Diigo, Learnist e altri siti popolari di social bookmarking (è un servizio sul web, dove vengono resi disponibili elenchi di segnalibri creati dagli utenti) con gli insegnanti.
Invita i tuoi colleghi a seguirti on line!
Personal
learning
network

Informal learning è uno dei tre metodi di insegnamento definito dall'organizzazione Economic Co-operation and Development (OECD).Le altre due tipologie di insegnamento sono il formal e il non formal learning.
Non esiste un formal o un informal learning puro, fanno tutti e tre parte di un continuum in cui le cose a volte risultano più uno o l'altro.

L'informal learning è, come dice la parola stessa, informale, non ufficiale, non programmato e improvvisato. E' il metodo grazie a cui la maggior parte delle persone impara le cose di tutti i giorni, per questo nasce in vari luoghi come a casa, a lavoro e attraverso le interazioni e relazioni quotidiane che condividiamo con i membri della società. L'informal learning è come guidare una bicicletta: Il conducente decide la strada da percorrere, può prendere deviazioni senza avvisare, magari per ammirare il paesaggio o per aiutare un ciclista vicino. Spesso si procede per tentativi ed errori perché oltre a decidere che cosa fare si decide anche come, per questo motivo spesso l'informal learning rappresenta la nostra motivazione, il nostro interesse e la nostra curiosità, infatti, sorge spontaneamente e naturalmente come parte di altre attività.
Esempio un professore ci spiega in classe brevemente come si sono formati i dinosauri, questo ci incuriosisce e decidiamo di appronfondire l'argomento e cominciamo a guardare e a chiedere ad altri sul perché si sono estinti. Questo rappresenta informal learning.
Uno dei vantaggi che scaturisce da questo metodo è l'aiuto. Partendo da situazioni informali ci sentiamo più propensi a chiedere ad altri se abbiamo bisogno di qualcosa, ma non solo si crea anche reciprocità: io aiuto te a capire qualcosa e tu poi aiuti me per qualcos'altro. Esempio: siamo in classe e non abbiamo capito un operazione di matematica, a chi andiamo a chiedere? se abbiamo degli amici e quindi abbiamo creato una situazione informale vado da loro per un aiuto invece che dal professore e poi loro si aspettano di essere ricambiati in caso di bisogno.
Molti studi hanno dimostrato che l'informal learning è la via primaria attraverso cui la gente impara i propri lavori, infatti riesce a ricordare fino all'80% di quello che apprende grazie questa tecnica, mentre con i corsi di formazione solo il 15% di quello che viene insegnato e mostrato.
Formal
learning
Non formal
learning
L'educazione nel suo senso generale è una forma di apprendimento in cui la conoscenza, le abilità, le abitudini di un gruppo di persone sono trasferite da una generazione all'altra attraverso l'insegnamento, l'allenamento o la ricerca. L'insegnamento frequentemente prende luogo sotto la guida di altri o anche personalmente da autodidatta, ma qualsiasi esperienza che ha un effetto formativo nella maniera con cui uno pensa, sente, o agisce può essere considerato educativo. Quando questa avviene appresa da altri, spesso in maniera anche unidirezionale viene definito formale, dove c'è un'esperto, precedentemente formato, che spiega ad altri la materia d'interesse, lui decide preventivamente cosa fare e come. Esempio : quando prendete l'autobus le fermate e il viaggio sono già stati decisi in precendenza e voi non potete fare niente per cambiare la situazione, potete solo continuare il viaggio guidato.
Non-formal learning è un termine definito liberamente che copre varie situazioni strutturate di apprendimento, come lezioni di nuoto per bambini, programmi sportivi rivolti a tutta la comunità, conferenze e seminari,i quali non hanno valore al livello di curriculum, o di certificati, o riconoscimenti a livello personale, non possano essere definiti come un'apprendimento formale o scolastico, ma c'è sempre un'acquisizione di conoscenza e di abilità che risultano essere più strutturate rispetto alle attività associate con l'informal learning.
Vantaggi del PLN
- Utilizzo di un'ampia gamma di servizi (social bookmark services, wikis, weblog), applicazioni (newsreaders, browsers, instant messaging clients), dispositivi (cellulari, computer, altri dispositivi portabili), siti e piattaforme (Google Drive e Scholar, Scoop.it, Duolingo, Scratch, Pinterest) all'interno dell'ambiente tecnologico;

-Può essere utilizzato in abiti e per fini diversificati (educazione, lavoro, tempo libero);

-Relazione simmettrica tra gli utenti;

-Condivisione, piuttosto che protezione delle risorse, al fine di una collaborazione nella costruzione di conoscenza;

- Opera a livello personale e non all'interno degli scopi organizzativi;

- Gli utenti possono collegare il loro PLE con i social network, i contesti lavorativi, i contesti di apprendimento;



All'interno del personal learning network si possono utilizzare le tecnologie più varie, noi approfondiremo la content curation con Scoop e le digital story-telling con Powtoon. Il primo ha la funzione di collettore, può collegare più piattaforme come facebook e twitter, soffermandosi su un argomento alla volta e questo aiuta la creazione della propria rete.
Powtoon permette di creare gratuitamente presentazioni coinvolgenti in modo professionale e velocemente direttamente dal Web.
PowToon è un software di video animazione che permette di creare video di animazione in modo semplice e professionale.
PowToon permette a chiunque, anche a chi non ha nessuna capacità tecnica e di programmazione di mettere insieme una presentazione in stile cartoon in soli 20-30 minuti.

Tale tecnologia permette di presentare una situazione di quotidianità e attraverso il quale si ha modo di sperimentare contemporaneamente vari canali, quello dell'ascolto e della visione. Questo permette di apprendere in maniera migliore, infatti, le narrazioni consentono l'identificazione con i personaggi e fenomeni di attribuzione del significato. Grazie a PowToon creiamo la nostra storia creando un ambiente interattivo e soprattutto un apprendimento informale.
LinkedIn è un servizio web di rete sociale, gratuito (con servizi opzionali a pagamento), impiegato principalmente per lo sviluppo di contatti professionali.
Lo scopo principale del sito è consentire agli utenti registrati di mantenere una lista di persone conosciute e ritenute affidabili in ambito lavorativo.
Pinterest è un social network dedicato alla condivisione di immagini e video. Il suo nome deriva del verbo “to pin” (appendere) e dal sostantivo “interest“ (interesse).
Le boards (bacheche) costituiscono l’idea centrale del social network: funzionano da raccoglitori pubblici, quindi visibili a tutti, di immagini tematiche, condivise dalla rete o create dagli utenti, che permettono la connessione tra persone aventi gli stessi gusti e interessi.
STRUMENTI PER LA COSTRUZIONE DI UN PLN
Google è un motore di ricerca per Internet. Esso offre un'ampia gamma di servizi utili per la costruzione del proprio PLN, tra cui: Blogger un servizio per la pubblicazione di blog. Gli utenti possono creare e modificare, a piacimento il blog con foto, commenti,sondaggi,codici tml,adsense,profilo personale e molto altro; Google Book Search è un motore di ricerca per testi completi di libri stampati che Google ricerca e archivia nel suo database digitale. Google Book Search è un motore di ricerca per testi completi di libri stampati che Google ricerca e archivia nel suo database digitale; Google+ o Google Plus, il social network sviluppato da Google, solo per citarne alcuni. Di seguito presentiamo un videotutorial da noi realizzato sugli strumenti offerti da Google utili per la creazione di un PLN:
Infogr.am è un sito internet in cui è possibile creare grafici di tutti i tipi, anche molto complessi. Dopo averli creati è possibile condividerli in varie piattaforme, facebook, il proprio blog, ecc. Passando alla versione premium è possibile anche scaricarli nel proprio computer e riutilizzarli in documenti word o powerpoint.
Flipboard è un aggregazione a social-network, un'applicazione per smartphone a forma di rivista.
Mette assieme i contenuti dei media, i propri social-network e altri siti on-line e li riproduce come un giornale. Gli utenti così possono girare le pagine e in una volta sola guardare tutte le proprie notifiche. Le notizie sono divise per categorie e spetta all'utente decidere su cosa preferisce tenersi informato, l'applicazione inoltre è direttamente collegata a google chrome e attraverso questo pulsante possiamo segnare mentre navighiamo siti internet, blog ecc. di cui vogliamo ricevere notifiche sulla nostra rivista.
Full transcript