Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

CASE STUDY

No description
by

Wanda Broccucci

on 30 April 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of CASE STUDY

RAPPORTI FRANCO-TEDESCHI PRIMA DEL 1945
Le relazioni franco-tedesche sono meglio interpretabili dal idealtipo realista prima della II guerra mondiale. Infatti:

1

La preoccupazione principale era la sicurezza
2
La politica estera era condotta secondo una logica di potenza
3
La diplomazia era lo strumento di comunicazione principale fra i governi.
4
La risoluzione della controversia territoriale della regione dell’Alsazia-Lorena fu la guerra.
5
Sistema di alleanze contrapposte per bilanciare l’altro




- Crisi marocchine nel 1905 e 1911

- Alleanze contrapposte: Triplice Alleanza
(Germania, Italia e Impero Austro-Ungarico) e Triplice Intesa (Gran Bretagna, Francia e Impero Zarista)

- I guerra mondiale (questione Alsazia-Lorena)
RAPPORTI POST BELLICI


- Entrambi motori dell’integrazione europea

- Stretti contatti fra i vertici governativi dei due paesi

- La Germania è il partner europeo ed economico più importante della Francia

- La cooperazione si concentra sull’integrazione europea e sulla sicurezza comune

- Collaborazione fra l’Assemblea Nazionale e il Bundestag

- Collaborazione trans-governativa economica, regionale e culturale.

CASE STUDY:
FRANCIA-GERMANIA

INTERAZIONI FINO AL 1945

- Trattato di Versailles (1919), pace imposta (Diktat)

- Riparazioni di guerra imposte alla Germania (132 miliardi di marchi oro)

- Invasione del bacino carbonifero della Ruhr (1923)

- Ascesa di Hitler e corsa agli armamenti

- II guerra mondiale e occupazione tedesca

INTERAZIONI INTERGOVERNATIVE
- Trattato dell’Eliseo di cooperazione (1963) base delle relazioni tra i due paesi

- Dichiarazione di Schuman che riconosce l'importanza dei rapporti franco-tedeschi per l'Europa

- Interazioni altamente simboliche per il processo di avvicinamento: primo invito di un cancelliere tedesco alla commemorazione dei 60 anni dello sbarco in Normandia (2004) e visita ufficiale del presidente federale tedesco Gauck con Hollande al luogo di un massacro delle SS in Francia (2013)

- Altri progetti di cooperazione e istituzioni:
Fondazione dell’Ufficio per la Coordinazione dell’Energia Rinnovabile (2006);
Agenda 2020 che prevede l’implementazione di 80 progetti comuni entro il 2020.
Cooperazione intergovernativa al pari passo con l’integrazione europea: MES e Fiscal Compact.
Incontro del Consiglio Ministeriale per discutere di molteplici questioni (2013)
Cooperazione interparlamentare:

- Sessioni comuni dei Comitati per gli Affari Esteri ed Europei dei due paesi

- Colloqui annuali tra i parlamentari e tra i capi delle camere

- Brevi visite dei membri del parlamento per osservare i lavori parlamentari dell’altro

RELAZIONI INTERPARLAMENTARI
- La Germania è il più importante partner commerciale della Francia per un valore di 161 miliardi nel 2012

- La Germania ha un surplus mentre la Francia è in deficit

- In termini di investimenti la Germania è il quinto investitore in Francia e la Francia è il quarto in Germania

- La Germania è il primo creatore estero di posti di lavoro

- Nonostante la rivalità le due economie cercano di collaborare per migliorare la competitività in alcuni mercati


RELAZIONI ECONOMICHE
RELAZIONI CULTURALI
- Istituzione del Consiglio Culturale Franco-Tedesco (1988) per promuovere la cooperazione culturale

- Networking scolastico e universitario (Università franco-tedesca)

Riconoscimento reciproco dei titoli di studio
- Network fra le società civili ( più di 300 associazioni franco-tedesche, 22 regionali, 2200 gemellaggi di città ecc).
- Importante collaborazione a livello regionale nel campo linguistico-culturale, della mobilità dei lavoratori, dei network delle imprese, delle università e degli istituti di ricerca.

- Stretta collaborazione fra le regioni di frontiera

- PESDC (politica europea per la sicurezza e la difesa comune)

- Addestramento congiunto delle forze militari e navali

COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA
E MILITARE
CONCLUSIONI
Al giorno d’oggi i rapporti franco-tedeschi non sono più analizzabili secondo l’idealtipo realista. Dalle interazioni che abbiamo preso in esame si deduce che le relazioni fra i due paese si avvicinano all’idealtipo dell’interdipendenza complessa.
Minore fungibilità del potere militare
risoluzione pacifica delle controversie dato il costo elevato dell’uso della forza militare per entrambi i paesi;
Nascita e consolidamento di un’idea di sicurezza collettiva
.
Esistenza di canali multipli di contatto
regionali, intergovernativi, interparlamentari, culturali, economici ecc. (anche con organi bilaterali ad hoc);
Alta mobilità dei lavoratori e flussi di investimento
Agenda internazionale diversificata e non gerarchica

integrazione europea, politica monetaria comune, collaborazione nella politica estera bilaterale ed europea, importanza delle questioni economiche e sociali.
Anche se è possibile una preminenza temporanea, nessuna issue domina sulle altre.
Full transcript